Una tribù per Tethys, parte 2 capitolo 10

658Report
Una tribù per Tethys, parte 2 capitolo 10

Una tribù per Tethys: Parte 2

Capitolo 10: Megan, incontra Hera!

Megan è silenziosa per la maggior parte del viaggio di ritorno al mio appartamento dopo che abbiamo lasciato la casa di Carl, e mentre sono curioso di sapere cosa sta pensando, è anche un'opportunità per me di esaminare alcuni dei miei pensieri. Molte cose sono cambiate, per tutti noi, in pochissimo tempo.

Abbiamo lasciato Sonia con Carl, ha promesso di portarla a casa una volta concluso l'ultimo "accordo d'affari". Carl sta stipulando un contratto personale con Sonia, per lavorare per lei a tempo pieno come istruttore personale di fitness e dieta, guardia del corpo e, naturalmente, servizi per stalloni durante il tour. Non sono sicuro di come il contratto coprirebbe legalmente quest'ultimo accordo. Inoltre, non sono sicuro di come abbia i soldi per pagarlo a tempo pieno. Non sapevo nemmeno che avesse soldi di cui parlare fino a quando non è successo questo, tutto nell'ultima settimana o giù di lì.

Sonia ha lavorato come modella nuda, ballerina e artista, ma è anche la cantante principale di un gruppo pop, di cui qui non divulgherò il nome. Per alcuni anni è stato più un hobby che una professione, ma l'anno scorso le cose sono improvvisamente decollate, non tanto negli Stati Uniti, ma nell'Asia orientale. In primavera hanno trascorso diversi mesi in tournée nelle Filippine, Vietnam, Cina, Giappone e Corea del Sud, ed è stato un successo scioccante. Ora hanno un contratto discografico e inizieranno a mettere insieme il loro primo album commerciale tra poche settimane. Una volta uscito, hanno organizzato un altro tour nella stessa regione questo autunno. Quindi i soldi sono là fuori da qualche parte. Carl avrà Sonia muscolosa e robusta come può essere una donna naturale, almeno nel tempo rimanente prima del tour, perché il suo costume di scena la enfatizzerà come una dea forte, intimidatoriamente erotica della dominazione femminile nera. Non è quello che la visione culturale delle donne di solito è laggiù, ed è per questo che il valore shock della performance di Sonia è così redditizio: per non parlare del fatto che ha una voce da morire per potere e portata, un già impeccabile bellezza corpo e volto, e una presenza scenica travolgente. Non avevo visto tutti i video del suo ultimo tour fino a stamattina, prima di partire, e non ho dubbi che Sonia diventerà una grande star in quella parte del mondo, e presto.

L'erotismo di Sonia sul palco non è solo un atto, è un essere completamente e aggressivamente sessuale, apparentemente in tutti gli aspetti della sua vita. Sono sicuro che come parte della loro discussione d'affari, Sonia spremerà tutta l'energia sessuale che Carl ha lasciato dopo aver sopportato noi tre la scorsa notte, e o lui se la scoperà la prossima settimana, o lei lo scoperà. due volte più lontano. Più tardi, la riconsegnerà nelle mani di Henri, il suo partner paziente, comprensivo e anche focoso.

Visualizzo Carl e Sonia insieme, persone nude, intense, entrambe molto fisiche e potenti. Dubito che il loro sesso quando sono soli sia gentile come la scopata condivisa tra Sonia, Megan, me e Carl la scorsa notte. Mi sorprendo sentendo una fitta di qualcosa di simile alla gelosia. Non mi dispiace che stiano insieme, al contrario, lo abbraccio. Lo incoraggio, lo abilito, sono io che li ho presentati, sapendo che sarebbero stati ispirati a scoparsi a vicenda a prima vista.

Ciò che fa scattare il mio malinconico senso di nostalgia è l'idea che stiano scopando da soli. È passata, quanto tempo, una settimana? (è passata una settimana, ma sembra di più) Da quando ho passato la notte da solo con Carl, o da quando mi ha prestato attenzione esclusiva mentre scopava lo sperma immagazzinato dell'altro mio amante dalla mia fica sciatta e lo sostituiva con il suo. E da quando ho incontrato Megan ed Hera durante quella stessa settimana, ho passato anche poco tempo prezioso ed esclusivo con Taylor. Sorprendentemente, mi manca.

Non mi lamento davvero, per molti versi la condivisione della nostra sessualità come squadra, come tribù, è lo sviluppo più eccitante della mia vita. Le ultime due settimane hanno rivoluzionato la mia esperienza e le mie prospettive. In precedenza avevo scopato Sonia e Henri in trio, prima che partisse per il suo ultimo tour. È stato avventuroso e bellissimo e mi ha lasciato desideroso di saperne di più. Ma non ha cambiato particolarmente la vita, Sonia e Henri sono una coppia consolidata e, sebbene la loro relazione sia aperta, sono anche devoti l'uno all'altro come qualsiasi coppia monogama che conosco. Stavo partecipando a una struttura già esistente, non costruendone una nuova. Allo stesso modo, Taylor, il mio partner principale, non ha mai avuto problemi con la mia abitudine di fare la spola tra lui e Carl. Dopotutto, conoscevo Carl prima, ed eravamo FWB piuttosto che una coppia completa quando ho incontrato Taylor. Nessuno dei due è un tipo possessivo e nessuno dei due ha osato pretendere da me. Non riesco a immaginare la mia vita senza entrambi.

Ma Carl e Taylor raramente mi hanno scopato nello stesso posto nello stesso momento. La spola dopo che Carl ha scoperto il suo amore per i secondi sciatti mi ha portato a sviluppare l'abilità per adattarlo, il talento di tenere lo sperma esaurito di Taylor stretto nella mia fica mentre guido verso casa di Carl in modo che possa spingerlo da parte con il suo cazzo. Sono diventato bravo e mi diverto. Mi mancherà presto, almeno per un po'.

Detto questo, mi manca l'intimità di uno contro uno. Esibizionista quale sono, coreografa sessuale che tendo a diventare quando ho dei compagni coinvolti, entusiasta come sono di assistere e partecipare agli orgasmi dei miei più cari e futuri carissimi amici, faccio tesoro anche delle silenziose coccole di solo io e il mio amante, le chiacchiere sul cuscino, la condivisione di sogni, gioie e tenerezze che sembrano diluite con molteplici testimoni. Poco prima che presentassi Carl a Sonia, l'ultima volta che abbiamo passato la notte da soli insieme, solo una settimana fa, si era aperto con me in modi che non avevo mai sentito prima. Dopo due anni di sviluppo della nostra relazione, si era finalmente fidato di me abbastanza da rivelare i segreti del suo passato, le sue paure, le sue speranze, le sue fantasie più profonde, che il suo falso stoicismo maschile aveva finora negato. Allora ho capito che doveva semplicemente incontrare e scopare Sonia. Sapevo che sarebbe stato un bene per lui. Non mi rendevo conto di quanto fosse buono. Non mi rendevo nemmeno conto di quanto sarebbe andata bene per Sonia.

Lancio un'occhiata a Megan. Forse non è tanto che è rimasta in silenzio, forse il ruggito dei miei pensieri ha soffocato tutto ciò che voleva dire. È nelle sue fantasticherie, i suoi occhi fissano attraverso il parabrezza, ma sono concentrati nella sua testa. Improvvisamente, il suo bel viso pacifico si trasforma in un'espressione accigliata.

"Stai bene?" Chiedo. Non ho idea di come stia reagendo a tutto questo. È così giovane, così inesperta, e il suo mondo è andato sottosopra in pochi giorni.

"Ho appena iniziato a pensare a come avrei bisogno di parlare a lungo con mia madre", sospira. “La colpirà come una tonnellata di mattoni. Voglio dire, è stato inaspettato per me, ma almeno avevo già fantasticato prima d'ora. Non c'è niente al mondo che l'abbia preparata per questo.

So cosa intende. Il mio rapporto con i miei genitori è stato quasi inesistente per anni, non devo loro spiegazioni o giustificazioni. Megan, d'altra parte, ha una madre devota, una che ha faticato e sacrificato in modi che non riesco nemmeno a immaginare, con la speranza che sua figlia abbia una vita sicura e di successo, una vita che le era sfuggita. So solo quello che mi ha detto Megan, ma sono intimi.

"Devi dirglielo subito?" È alto.

"Appena riesco a farla sedere", annuisce. «Forse stanotte tardi, dopo che torno a casa dal lavoro. Potrei doverla svegliare. Merda, sarà dura per lei. Ma non posso mentirle. Mi sento già in colpa per aver evitato di parlarle, anche se fino ad ora non avrei davvero saputo cosa dire. Intendo il mondo per lei, mi ama e ha bisogno di sapere la vera verità su di me. Spero che lo accetti, ma non sarà facile per lei. Ha un po' quell'atmosfera cattolica, sai.

«Penso di sì» annuisco. "Pensi che ciò influisca su come ti senti riguardo alla tua esperienza?"

"Affatto!" Improvvisamente si illumina. “Tethys, incontrare te e Taylor, e ora Carl, e Sonia, e Henri, e tutto questo… Questa è la cosa migliore che mi sia mai capitata! È un sogno che si avvera! Lo so, è uno strano sogno, dubito che altre ragazze lo abbiano mai fatto, ma ho voluto avere questo tipo di relazione per tutta la vita.

“Ehm, almeno spero che sia una relazione. Ragazzi, vi siete comportati come se lo fosse. Mi dispiacerebbe se non mi chiamassi mai più.»

«Megan, da quello che sappiamo di te finora, non credo che nessuno di noi ti abbia mai rinunciato» le assicuro. “È solo da quando ho incontrato Taylor che mi sono reso conto del tipo di relazione che desideravo davvero. Pensavo che il mio desiderio di avere sia Taylor che Carl allo stesso tempo fosse solo un mio strano capriccio, ma ho letto un po' e ho scoperto che ci sono altre persone come noi. Molte delle idee comuni sul poliamore e persino sulla promiscuità generale sono fuorvianti. Ho un libro che potrebbe aiutarti a organizzare le tue idee per quando parli con tua madre. Ho iniziato a pensare che ciò che volevo davvero fosse un piccolo gruppo intimo di partner comuni che potessero condividere tutti insieme. E poi ho incontrato Sonia, e Henri, e Jo e Joe, e poi Hera – non vedo l'ora che tu la conosca anche tu – e poi tu, ed è come se tutto ciò che sognavo stesse prendendo forma. Sono così felice che tu faccia parte del mio mondo ora, voglio solo che tutti noi siamo degni di te!

Batte le mani sotto il mento, ha gli occhi umidi. “Stavo anche pensando a quello che ho detto ieri sera, che la mia vita è cambiata e ora sono una persona diversa. Forse non sono davvero una persona diversa, forse sono sempre stata questa persona che lottava per uscire.

"Potrebbe essere entrambe le cose", penso. “Stiamo tutti crescendo e cambiamo in molti modi man mano che cresciamo. Hai avuto molte cose da fare ed è stato improvviso.

"Beh, qualunque fossero i miei piani di carriera prima sono cambiati, lo so", dice. “E questo fa parte di ciò che devo spiegare a mia madre. Penso di voler studiare tutti gli aspetti della salute sessuale e del fitness. Voglio dedicare la mia vita alla sessualità, studiarla, capirla e viverla!” Fa un gesto espansivo.

In quel momento entro nel parcheggio del mio condominio. Mi fermo proprio accanto alla macchina di Megan, può andarsene ora se vuole.

"Vuoi entrare e parlarne ancora un po'?" chiedo speranzosa.

"Penso di averne bisogno."

Non appena siamo dentro, i vestiti si staccano. Lo faccio da anni, se Megan è nuova a questa abitudine, di sicuro non si vede. L'appartamento ha un soggiorno, ma per me sembra che il posto più naturale per conversazioni come questa sia nel mio letto. Megan non mostra alcuna riluttanza mentre ci stendiamo, ci avviciniamo le braccia l'un l'altro e sentiamo la nostra carne nuda premere insieme. Si dimena un po', aggiustando la sua posizione, e quando ha una mano a coppa sulla mia tetta e un'altra appoggiata sulla mia pancia, si rilassa.

"So che è molto da elaborare", inizio, e potrebbe volerci molto tempo... "

"Fanculo!" lei interviene. “È elaborato per quanto mi riguarda. Questo è quello che voglio. Ricordi l'altro ieri sera con te e Taylor, ho detto che non avrei mai più voluto fare sesso uno contro uno? Bene, ora che sono qui da solo con te, immagino che non mi dispiacerebbe così tanto dopo tutto. Immagino che ciò di cui ho veramente bisogno siano le persone, che si tratti di una persona o di una folla, che mi amino semplicemente come sono e che siano felici di ciò che voglio senza trattarmi come spazzatura.

"Nessuno nel nostro gruppo ti tratterà come spazzatura", le ricordo. “Puoi dimenticarti di tutti i ragazzi inutili con cui sei uscito prima. Non ci pensi nemmeno.

"Non lo farò", annuisce. “Penso che anche con Taylor, Carl e Sonia non mi dispiacerebbe uno contro uno a volte. Ma non sempre. Nemmeno la maggior parte delle volte. Oh, cazzo, Tethys, non riesco a credere quanto sia stato eccitante scopare Taylor con te lì, o scopare Carl con te e Sonia. Non ci posso credere. Non riesco davvero a crederci. Avevo fantasticato su sesso a tre e cose del genere, ma non pensavo che sarebbe stato così bello! È perché lo stavo facendo con le persone giuste. E averti lì con Taylor mi ha fatto ancora più eccitare per Taylor, e avere te e Sonia lì con Carl mi ha fatto ancora più eccitare per Carl! Era come se mi stessi dando energia e desiderio. Ho detto che volevo cantare, davvero. Voglio cantare mentre mi metto a cavalcioni su un ragazzo e gli fotto le palle! E il loro sperma! Aveva un sapore così buono! Taylor e Carl entrambi! Nessuno dei ragazzi che ho succhiato prima ha assaggiato qualcosa del genere, in realtà erano un po 'schifosi. Taylor e Carl sono dei dolci fanatici della sborra o qualcosa del genere?

Rido. “Penso di sì, in realtà. Anche Henri e Joe hanno un sapore delizioso. Penso che sia un requisito per far parte del nostro gruppo. Parte di ciò è dovuto al fatto che sono sani, non fumano, bevono a malapena, mangiano bene, si prendono cura di se stessi. Questo va molto lontano.

"Penso che tutti i ragazzi con cui sono uscita prima fossero fumatori e probabilmente ubriachi e drogati", arriccia il viso. “Quindi probabilmente hai ragione. Ma sono rimasto scioccato da quanto fosse bello. E sì, volevo davvero essere immerso in esso, e imbrattato con esso, e sentire l'odore e il sapore di sperma. E non solo il loro sperma. Anche tu e Sonia siete deliziose.



«E anche tu, tesoro», rispondo. "E se non stai attento potrei semplicemente prendere un altro campione del tuo inventario!"

"Anche tu, amante!" lei risponde.

C'è solo una difficoltà in questo, a parte il fatto che ormai dovrei lavorare sulla mia arte e non ho preventivato l'intera giornata per fare l'amore con una ragazza, non importa quanto bella. Oggi è anche il giorno in cui dovrebbe iniziare il mio ciclo mestruale e posso già sentire le piccole fitte nel mio utero mentre suppongo che il rivestimento sia in procinto di staccarsi ed essere espulso. Avrò bisogno di un tampone tra pochi minuti, sospetto. Ad alcune donne piace ancora fare sesso durante le mestruazioni, io no. Per tre giorni al mese non sono arrapato. Solo quei tre. Mi piace ancora succhiare un cazzo o fare l'amore con la figa di una donna, ma non voglio essere toccato tra le mie gambe finché non è finita. Semmai, la mano di Megan sulla mia pancia mi ha reso più acutamente consapevole della mia condizione imminente.

Trasmetto la cattiva notizia a Megan, e lei l'accetta con gentilezza. "Ho letto che le donne nelle piccole comunità primitive sincronizzano i loro periodi", dice. "Forse noi donne possiamo farlo, e poi gli uomini saranno sfortunati con tutti noi contemporaneamente."

“Ah, sei più crudele di quanto pensassi,” ridacchio. Forse possiamo risolvere qualcosa del genere.

Ci accarezziamo, ci baciamo e parliamo ancora per qualche minuto, poi Megan si sposta per vestirsi e iniziare la sua giornata.

"Promemoria", le ricordo. "Hai ancora intenzione di venire con noi domenica da Jo e Joe?"

"Sai che lo voglio", dice. “Ne sono entusiasta. Questo è ciò di cui ero preoccupato prima in macchina, che forse voi ragazzi avreste cambiato idea al riguardo.

"Mai! E c'è di più. Venerdì vado a visitare Hera. Sua madre probabilmente sarà lì, avrò finito con il mio ciclo e abbiamo in programma di raggiungere l'orgasmo a vicenda per il regno di sperma. Vuoi venire con me a conoscerla? Non sa ancora di te, ma non ho dubbi che si innamorerà di te, e anche sua madre!

«Ho sentito parlare di sua madre, vero?» Megan ride. "È giusto lanciarmi su di lei in quel modo?"

«La avvertirò in anticipo. Stai giocando?

"Sicuro!" lei sorride.

«E sabato» continuo. “Tradizionalmente mi alleno con Carl il sabato mattina, e poi andiamo a Hippie Hollow. Joe e Jo saranno lì. A partire da sabato scorso, penso che Sonia sarà una nostra presenza fissa. Hai visto il video, stavano scopando in modo abbastanza spettacolare laggiù l'ultima volta. Penso che diventeranno un'abitudine, se non vengono arrestati. Sarei sicuramente felice se potessi venire con noi anche allora.

"Veramente?" sta quasi saltando in punta di piedi. “Oh cazzo, sarebbe fantastico! Taylor non ci sarà? Quando potrò scoparmi di nuovo Taylor?

”Taylor probabilmente si fotterà Hera sabato. Avrai la tua prossima possibilità con lui domenica alla festa. E ci saranno molte possibilità dopo, ragazza!

Megan se ne va con un sorriso sul viso e io mi preparo per qualche giorno di vita da eremita. Andrà bene per dipingere.

Prendo pillole anticoncezionali combinate standard da sei anni ormai e ne sono felice. Certo, devo ricordarmi di prenderli ogni mattina, ma non è mai stato un problema. Avevo provato le iniezioni contraccettive prima di questo, ma non mi piacevano gli effetti collaterali, specialmente la stanchezza e lo spotting imprevedibile. Con la pillola il mio ciclo è prevedibile entro un'ora. Sanguino per due giorni e mezzo, non troppo pesantemente, e durante quel periodo il mio desiderio sessuale diminuisce. Ma poi l'emorragia si ferma, la mia libido aumenta e sono pronto per l'avventura. Potrei impostare il mio orologio su di esso, se indossassi un orologio. Non tutte le donne rispondono alla pillola come me, ma ancora una volta sono una ragazza fortunata. Mi piace essere in grado di prevedere in anticipo quando sarò e non sarò disponibile e posso programmare attività in merito. Sarò pronto per allenarmi al giovedì sera di Carl e godermi qualunque sesso ne derivi. Spero e mi aspetto che sia abbondante.

Immagino che Sonia seguirà un programma di allenamento mattutino, forse anche in giorni diversi, soprattutto ora che deve iniziare a entrare nel ciclo di prove e creativo con la sua band, ma non ne sono sicuro. Mi chiedo momentaneamente se Megan vorrebbe allenarsi con noi quella sera, nonostante i miei precedenti pensieri di volere Carl per me almeno per un po' di tempo. Poi ricordo che quella sera lei sarà al lavoro, quindi è probabile che Carl sia tutto mio dopo tutto. Sorrido a quel pensiero. Tuttavia, dovremo elaborare una sorta di programma per Megan, sono sicuro che prospererà essendo addestrata e scopata da Carl almeno tre volte a settimana.

Nel frattempo, ho una commissione di pittura da completare. Ne approfitto, rimanendo in casa e restando nuda il resto del martedì, tutto il mercoledì e la prima metà del giovedì. Mi perdo nell'immagine che sta prendendo forma sulla tela, nella trama, nell'odore dell'olio di lino, nella stratificazione e nelle infinite piccole lotte che accompagnano le inevitabili discrepanze tra la mia visione mentale e i limiti fisici del mezzo e i miei talenti .

Lo sfondo è quasi finito: una piccola baia con dolci onde che lambiscono un litorale di ciottoli, un frastagliato promontorio che la circonda, un'apertura lontana nel vasto oceano al di là, un sole arancione vicino all'orizzonte. È l'alba o il tramonto? Lascio l'interpretazione come esercizio per l'interprete. A pochi passi dalla riva una grande roccia emerge dall'acqua, e seduta su quella roccia c'è la mia Dea del Mare. Il dipinto era stato commissionato come una sirena, e il mio lavoro su di esso era stato costante e piuttosto privo di ispirazione, fino agli eventi delle ultime due settimane. L'ispirazione è stata fornita da Sonia, poi Hera e ora, inaspettatamente, Megan. Se devo essere onesto, c'è anche un po' di me nell'immagine. La sirena non c'è più.

La Dea del Mare è rivolta verso il Sole basso a un quarto di angolo, ed è girata poco più della metà rispetto allo spettatore. È nuda, ma la posa è per lo più innocente, un solo seno visibile di lato, le natiche saldamente appoggiate sulla superficie superiore della roccia. Le sue gambe sono ovviamente divaricate, ma la diffusione è lontana dagli occhi curiosi dello spettatore, aperti verso il sole. Un braccio si aggrappa alla roccia dietro di lei per sostenersi mentre si appoggia all'indietro quanto basta perché i suoi capelli le cadano liberi dalle spalle. L'altro braccio è posizionato davanti, ma parzialmente nascosto in modo che sia impossibile dire dove sia questa mano. Ancora una volta, dipende dal contesto che inevitabilmente lo spettatore si fornirà.

La Dea del Mare è muscolosa. La sua corporatura è basata su Sonia: compatta, potente, snella. Il suo viso, almeno la parte visibile dall'angolazione vista, l'ho modificata di recente per riflettere quella di Megan, e anche i capelli corrispondono ai suoi. La corporatura di Megan è abbastanza simile a quella di Sonia che potrebbe funzionare per entrambi. Il tono della pelle è il mio, ramato, lucente, liscio. Mi piace la mia pelle, anche se non può competere con quella di Sonia o Megan, è molto bella e risponde bene alla luce del sole. La posa, l'atteggiamento contemplativo, mi ricorda Hera, dando la sensazione di una sorpresa senza nome in arrivo.

Mi aspetto che questo sia il mio ultimo grande dipinto a olio e, sorprendentemente per qualcuno con uno stile di vita come il mio, il mio primo grande soggetto di nudo. Passerò agli acrilici dopo questo, mi sono torturato abbastanza a lungo. Posso vendere una tela a olio originale per poco più di un acrilico originale, ma la differenza di prezzo non è sufficiente per compensare il tempo, le spese e i problemi di pulizia aggiuntivi legati all'olio. Una volta che il dipinto originale è stato venduto, la maggior parte dei suoi guadagni per me proviene comunque dalle stampe. In futuro, sento che la mia produttività aumenterà, così come l'avventura nella mia materia. Sono ragionevolmente fiducioso che questo aiuterà il mio reddito, purché alla gente piaccia il mio nuovo lavoro. Guardando come sta prendendo forma, penso che sia il mio miglior prodotto finora, ma chi sono io per giudicare? Dipingo solo le dannate cose, non le compro.

Eremita Potrei essere nel mio isolamento mestruale, ma la mia vita sociale non è completamente dimenticata. Faccio una telefonata ad Hera e facciamo una lunga e felice chiacchierata. Mi invito per venerdì e le racconto tutto di Megan. Con mia grande gioia, mi suggerisce di portare Megan con me nel primo pomeriggio. Certo che lo farò. Avrà Megan e me venerdì pomeriggio, e Taylor e me venerdì sera. A proposito di Taylor, spero che lei possa intrattenerlo in una delle sere in cui sono fuori servizio, e anche questo funziona meglio di quanto mi aspettassi. Lo invita a passare la notte con lei stasera a casa sua, e ricambierà il favore mercoledì sera a casa sua.

"Fai registrare a tua madre, voglio vederlo", le dico.

"Ti daremo uno spettacolo, non aver paura", mi assicura.

Più tardi chiamo Taylor e confermo che i piani sono reali. Non voglio che venga trascurato durante il mio ritiro, ed Hera è la compagna perfetta per le volte in cui sono con Carl o chiunque altro, o, come adesso, nessuno.

"Faresti meglio a riposarti bene", lo avverto. «Perché venerdì sera dovrai soddisfare entrambi.»

"Il mio lavoro non è mai finito!" risponde con finta esasperazione. «Comunque, sono sicura che sua madre non mi lascerebbe farla franca con niente di meno.»

“Sì, Phoebe ha un'alta opinione di te. Ti ha dichiarato degno di due Dee. Ricorda solo che da un grande potere derivano grandi responsabilità.

"È un peso terribile", confessa.

Le mie altre chat quel giorno sono con Megan e Sonia sul loro programma di allenamento con Carl. Entrambi confermano che faranno insieme gli allenamenti mattutini. Sonia è già infatuata di Megan, il ragazzo ovviamente si sta adattando bene. Megan mi racconta anche della conversazione con sua madre.

“È andata meglio di quanto mi aspettassi. Ero preoccupato che pensasse che fossi una troia o che in qualche modo la deludessi, o che mi sarei abituato e scaricato o che mi sarei preso qualche terribile malattia. Beh, è ​​preoccupata se sia meglio per me, e questo l'ha assolutamente confusa. Ho dovuto spiegarlo circa tre volte. Poi ho dovuto cercare alcuni articoli sul poliamore e farle sapere che è una cosa reale. Dovevo saperlo anch'io. Fino a quando tutto questo non è iniziato non avrei mai immaginato che quella parola si sarebbe applicata a me. Ora sento che si adatta alla mia anima. Tethys, non credo che potrò mai avere una relazione monogama. Penso di essere molto simile a te, motivo per cui sono così attratto da te.

“Beh, non credo che lei lo capisca ancora davvero, ma mi ha fatto il discorso 'Voglio solo che tu sia felice'. Non si sentirà completamente a suo agio finché non incontrerà tutti quelli con cui siamo coinvolti, credo. Ma almeno è disposta ad accettarlo in linea di principio.

"Questo è il meglio che possiamo sperare", le dico. ”E in un certo senso sono d'accordo con lei. La tua felicità e sicurezza è ciò che conta davvero. Spero che avremo la possibilità di incontrarla e parlarle presto.

"Ok, ma sii gentile", ridacchia. "Andrà bene. Potrebbe essere preoccupata per la mia sanità mentale, ma almeno sa che sono felice e che faccio quello che voglio fare.

Mercoledì faccio di più con la Sea Goddess, è allettantemente vicina al completamento. Alcuni potrebbero considerare il dipinto già completo. Come suo creatore, lo so meglio. Ci sono ancora mille piccoli dettagli e sfumature necessarie per dare all'opera la ricchezza e la profondità che desidera, e anche alcuni elementi che devono essere rimossi. Inizialmente volevo includere uno scorcio subacqueo di una stella marina alla base della roccia. Era un residuo del tema della sirena. Ora, è solo d'intralcio. Ci sono dettagli delle nuvole, delle onde, del riflesso del sole sull'acqua e sulla sua pelle, che necessitano di piccoli ritocchi. Non può essere troppo occupato, ma non può nemmeno sembrare sterile e vuoto. L'equilibrio è difficile.

Mi sento più a mio agio oggi. I crampi e la nausea, le scoregge, la stanchezza e l'apatia che accompagnano il primo giorno del mio flusso non sono mai troppo gravi, e ormai sono quasi completamente scomparsi. Il flusso sanguigno è al massimo e i miei tamponi raggiungono i loro limiti prima di quanto vorrei, ma è per lo più inosservato per la maggior parte della giornata. Il sintomo principale che noto è una quasi completa mancanza di libido. Mi piace ancora pensare a pensieri sessuali, e le immagini memorabili delle mie ultime avventure, in particolare le immagini mentali del cazzo largo e capace di Taylor incastrato nel profondo di Megan, del cazzo nero mostruoso di Henri incorporato nel profondo di me, e l'eccentrico gocciolamento di Lo sperma misto di Taylor e Carl che trasuda dalle mie nuove labbra, sono tutti estremamente piacevoli da contemplare, ma non mi ispirano all'azione come farebbero normalmente. Non c'è masturbazione durante questi periodi. Ma c'è una cosa su cui mi soffermavo ieri, ed è la privacy. Forse ecco il vero motivo per cui ho scelto la pillola, con il suo ciclo mestruale pseudo-normale, piuttosto che un'iniezione contraccettiva, che spegne l'intero sistema: ho una scusa per passare il tempo da sola. Nessuno mi risentirebbe, ovviamente, se scelgo di prendermi delle pause per il "tempo per me" per qualsiasi altro motivo, ma i miei ormoni infuriati di solito sono riluttanti a permetterlo. Amo scopare, amo i miei uomini e le mie amiche, ho bisogno dell'immersione nella sessualità con gli altri. Come Megan, anche se mi piace l'intimità e l'affetto del sesso uno contro uno, ea volte lo preferisco, più spesso voglio essere in situazioni sessuali con tre o più persone. Sono sicuro che lo desideravo molto prima di rendermi conto di averlo fatto, ma ora che mi ci sto abituando, sembra la cosa più naturale del mondo. Ma a volte ho bisogno di chiudermi in me stesso. E le mestruazioni mi danno una comoda scusa per farlo.

Il pomeriggio arriva con una telefonata di Joanne. È in video e contraccambio. Adoro vedere che è nuda mentre parliamo e sono fiducioso che anche lei apprezzi la mia visione. Alcune sono chiacchiere oziose, ma il vero punto è l'imminente festa a casa sua domenica. Siamo ancora attivi? C'è qualcun altro che viene? Le ricordo Megan ed Era, nessuna delle quali ha ancora incontrato di persona.

"Non vedo l'ora", insiste nonostante l'accoglienza confusa. "So solo quello che tu e Sonia mi avete detto, e i video ovviamente, ma sono assolutamente sicuro che se a loro piacciamo, a noi piaceranno."

"Ho una domanda, però", prosegue inaspettatamente. “A San Diego, organizzavamo eventi di karaoke per nudisti durante le nostre feste, ed era molto divertente! Mi manca quello qui. Pensi che se dovessimo impostare il sistema di karaoke per questa festa, la gente vorrebbe usarlo?"

"Sembra divertente," sorrido. “Ma non lo userò. Non posso cantare in pubblico. Affatto. Infatti, quando provo a cantare sotto la doccia, l'acqua scorre due volte più velocemente, non vede l'ora di andarsene!

"Ok, ma puoi tifare", dice. “Tutti hanno bisogno di essere incoraggiati. E davvero, non devi essere bravo in questo. Non si tratta di mostrare il proprio talento".

"Penso che per alcuni di noi si tratti di mostrare quanto siamo ubriachi", sorrido. “Ricordi quei vecchi spot pubblicitari in cui la registrazione su cassetta audio di un cantante può rompere un bicchiere? Memorex, penso. Beh, se fossi io, il vetro vorrebbe rompere il nastro!” Ma hai ragione, se è per la nudità, è per una buona causa. Ma sai, Taylor potrebbe voler provare. A volte fa karaoke. Ha una bella voce.

«E Sonia, naturalmente. Soprattutto se riusciamo a farle fare uno dei suoi numeri da concerto. Scommetto che starà bene senza costume!

«E ora che ci penso, Megan ha detto proprio l'altra sera che aveva voglia di cantare mentre si scopava Carl. Non so se fosse seria, ma ha una voce carina e forse sarà disposta. Oltre a questo, non lo so.

"Beh, questo è un inizio", Jo sembra incoraggiata. "Penso che allestirò il soggiorno e vedrò solo cosa succede."

Giovedì pomeriggio il flusso si è interrotto. Mi sento di nuovo normale. Faccio una lunga doccia tranquilla, pulisco i residui rimasti, mi vesto e mi metto in viaggio verso la casa di Carl. È ora di allenarsi.

Sonia e Megan stanno facendo sessioni mattutine, quindi ho questa sessione serale con Carl tutta per me. È anche bello, due dure ore di intenso lavoro. E questo dopo la nostra bella scopata iniziale. È un giorno senza secondi sciatti per lui. La mia fica è vuota dello sperma di Taylor, o anche di Henri. Carl non ha nessuno da sostituire, il suo sperma non ha rivali se non il tempismo e gli ormoni manipolati.

Non è un ostacolo. Adoro il modo in cui Carl mi scopa prima dell'allenamento, è il riscaldamento ideale. Quando sono pronto per iniziare a sollevare, sto già respirando profondamente e gocciolando sudore e sperma. Non è nemmeno la nostra unica scopata della serata. Dopo aver finito con i pesi, ci sarà una bella doccia sensuale, e poi una lunga seduta piacevole e affettuosa a letto, che potrebbe trasformarsi in diverse. Nel mezzo ci sono chiacchiere da cuscino e tocchi delicati, un ideale defaticamento post-allenamento.

Sono stato senza orgasmo per tre giorni prima di questa sera, ma ora la mia libido è tornata e ha superato la media. L'ultima persona a scoparmi è stato Carl in persona, proprio qui in questa casa. Semmai, il sesso di stasera mi ha appena fatto arrapare di più. Lo stesso non si può dire per lui. Ha scopato Sonia due volte, Megan una volta e, come bonus aggiuntivo, ha donato un carico per la bocca di Megan. Molto probabilmente li scoperà di nuovo entrambi al mattino. Nutro una momentanea preoccupazione per la sua capacità di recupero.

«Due anni fa» gli ricordo «l'unico sesso che facevi era con Hanna Five Fingers. Ora, almeno in teoria, hai cinque donne che puoi scopare, almeno una al giorno, e talvolta due volte. Are you sure you can handle the workload?”

“That’s only in theory so far,” he smirks. “And I haven’t even met one of of these women you’re dangling in front of me. Until I experience her, I’ll have to consider Hera to be hypothetical, or maybe legendary.”

“Oh, she’s legendary all right,” I assure him. “To know her is to be blown away by her. But that’s true of Megan and Sonia too, I’m discovering. A couple of short weeks ago, I thought I was the horniest woman you’d ever meet. I wonder now if I haven’t met my match at least twice over.”

“You don’t suffer in comparison with any of them, beautiful,” he accompanies the compliment with an exquisite light and moist suction on my left nipple, and a soft finger stroke across my still-moist pussy, flicking my clit upward just the way I like it.

“In a way, I do suffer, though, and I don’t know of anyone else who can fix it. That same two years ago, when we first met, I wasn’t getting any more sex to speak of than you were, and we both went straight from nothing to about four times a week. Then I got involved with Taylor, and we were both a little worried that he might sap my stamina. Remember we we agreed that you wouldn’t object to me seeing him as long as he didn’t reduce my availability with you? That was pretty ballsy on your part, by the way, since we never claimed to be more than Friends With Benefits at the time. Admittedly, it was a pretty intense friendship, and the benefits were amazing even then.”

“Then and now,” he agrees, as he slides his fingers over my belly. I shiver in response.

“If anything, I started fucking you even more after Taylor and I got going. I’ve always had a high sex drive, but going back and forth between you and Taylor had me so horny I couldn’t see straight. It’s the perfect example of accelerating addiction, I guess. The more I get the more I want. But now that I’ve pimped all these other women to you and Taylor, I think I’m screwing myself out of some screwings.”

“Maybe in a sense,” he considers. But it’s not a matter of the total time spent fucking, I think that’s still pretty much the same. Well, maybe not if you’re sharing that time too. Ok, you get less total time with my cock inside you. And since you have to share my cum now, you get less total volume of that. So, mathematically you’re correct.”

“Geez,” I whine, and hit him with a spare pillow. “Now you’re sounding like Taylor!”

“That’s a good thing, believe me,” he laughs. “Taylor is a smart dude, and he’s taught me a couple of things. And I’m really grateful for that workout planning and programming app he wrote for me. It’s even more than I was looking for, and it’s massively convenient for me to work with multiple clients, once the time comes. So if you’re going to equate me with Taylor, I’m going to be flattered!”

“You men always stick together!” I grumble.

“Anyway,” he continues, “as far as sex, you’d be the first to admit there’s more to it than cock and cum. It’s not like you’re just sitting around passively watching while I fuck Sonia or Megan. Or Joanne, or I guess Hera either if it turns out she likes me.”

“She’ll like you.”

“How often has it been that while I’m fucking one of your other friends, that she isn’t licking your pussy at the same time, or somebody is at least, or you’ve got your tongue lapping around her clit, or the base of my shaft while I’m pulling out her juices for you to lick up. And you get plenty of lez action now when it’s just you girls. And that’s also true for when you guys are fucking Taylor or Henri too. And Joe, soon enough. So you should be getting even more in the way of orgasms, and sexual touches and tasty fluids.”

“Well aren’t you Mister Practical!” He knows my sarcasm is not sincere, especially when I simultaneously roll over onto him, sliding my cheek down his chest and belly, and in one motion slurp in his re-hardened cock, suckling and inhaling it. It only takes a little working in before my deep throat skills are on full display, and I have him twitching in my throat, balls against my lips, which I’m pushing up and forward into my face with my free hand.

“Hey, careful with that,” he gasps. “It’s going to be needed again in a few hours.”

I momentarily slide it out of my mouth. “It’s needed now. “Those other two lovely young ladies will just have to make do with what’s left, and if they have to ration it between them, I won’t be sorry. I’m here, I’m now, and I’m hungry.”

It takes another fifteen minutes of some of my most focused cocksucking skills before I receive my hoped-for load of musky deliciousness. The consistency is a little thinner than usual, the aroma slightly weaker, the volume a little less. But it’s still sweet, salty, slippery, warm, and wonderful. I love semen, from the right men, at least. From the men of my tribe, all of whom are healthy, eat right, and free of tobacco, drugs and too much alcohol, it’s a heady, musky, sweet delight. From the wrong man, it’s a rancid, disgusting slop. I made the mistake of tasting a few wrong men in my youth, and I won’t make it again. I love the men I’ve got.

This man, though, shows signs of depletion. I snuggle my head on his chest as he begins to relax and breathe normally, and gently massage his poor tired cock.

“Sleep well tonight, lover. And eat a good breakfast in the morning.”

I leave early Friday morning, without breakfast, and without my usual morning sexual demands. The man has obligations, after all. I eat breakfast at home, get some touch up work done on the Sea Goddess, and give Hera a video call. She’s dressed, out shopping with her mother. I wonder if any passersby in the store can see my nakedness on the video screen. It might be kind of a thrill if they did.

“Are we still on for today and tonight?” I ask. And do you still want to meet Megan?”

“Absolutely! I can’t wait! We’ll be ready in about an hour or so.”

“Give me two,” I ask. “I’ll be fresh and well fed when I get there. Megan will come separately, because she has to go to work later on. And then Taylor will be there when he gets off work.”

Phoebe leans in close to Hera. “I am so looking forward to seeing all of you. You bring such joy and beauty when you visit us, it’s a real blessing for you and Megan and Taylor to come. I’m looking forward to meeting Megan as well!”

I’ll bet you are, I snicker to myself after we’ve disconnected. I call Megan again, and I’m in luck… she’s got the video enabled, and she’s naked. More than naked. She’s on her hands and knees, with Carl’s cock thrusting in and out of her dripping cunt, and Sonia is underneath her, happily licking up those cunt drips as she gazes at the bouncing balls just above her face. I wonder for a moment how she even was able to reach the phone.

“I’ll be there about one thirty,” I tell her, after making sure she’s interrupted her fucking long enough to put the address into her Maps app.

“Ok, I’ll be there at two, just to make sure I don’t arrive first,” she gasps. “I’d be so embarrassed to be there by myself.”

“Don’t be, she knows what you look like, and she’d take good care of you. So would her mother,” I assure her.

“Seriously, is her mom going to be there the whole time? She’s going to watch everything?”

“More than watch, she’ll probably be recording it on video. I think she shows them to her husband later and they both get off on it. It’s harmless, she’s a nice lady, and it’s kind of extra hot knowing that she’s watching. It’s very weird and nasty, in a way, but it’s a fun kink. Once you get used to her cheerleading, I think it enhances the event. I just wish you could still be there when Taylor shows up.”

“Not tonight I can’t, but I’m really wanting to grab him on Sunday,” she groans. She’s getting close to an orgasm. “I came twice after I got home last night thinking about him and Carl and you and Sonia. I’ve cum once already this morning with Carl and Sonia ganging up on me. I still can’t believe how lucky I am. I was even soaking my panties last night at work thinking about it all. The driver’s seat was squishing!”

I laugh. “I hope you didn’t leak all over any pizza. And by the way, if you get any other customers answering the door naked, let me know. Maybe we’ll want to get acquainted with them.”

“Oh, shit, I would probably cum right there in the doorway!” she wails, and at that moment she shakes and jerks and cums right there on the phone.

“See ya in a couple of hours,” I sign off with a smile.

Hera and Phoebe are both waiting for me when I arrive, and we don’t waste much time. Hera’s already naked, and I become that way as soon as the door closes behind me. We take a quick update tour of her work area, she’s begun a series of vagina-themed plaques, with realistic color tones in the glazing.

“Maybe I could sell them on Gwynneth Paltrow’s website,” she jokes. “You know I’m all about credibility.”

“Oh yeah, I’m sure that will help,” I laugh.

We migrate quickly to her bed, and Phoebe takes up her position at the foot of it, phone in hand. Hera is her usual enthusiastic and aggressive self, no slow, sensual lovemaking for her. She’s all about being a porn star. And no one appreciates her porn star tendencies more than her mother. That’s fine with me today, I’m totally in the mood for some rough and tumble. I nibble, lick and nip her clit and her labia, I lap up her wetness, and when I find a nipple or a face in front of me, I’m all over it, kissing, sucking, and gently biting. Hera yelps when I grab her clit between my teeth, or when I pull on her jeweled hood ornament, or when I nibble a nipple, but it’s not a protest. She seems wetter than she did the first time we were together, and hungrier. Phoebe, as she records us, keeps a steady stream of spiritually breathless chatter about the Goddess working through our bodies and through our desire, the sacred beauty of our orgasms, and how our passion honors the universe. Part of me considers it merely a convenient rationalization for obsessive horniness, which I don’t really feel the need to explain or justify. It stands on its own, and it’s a beautiful thing regardless of the source one attributes it to. But I have to admit that it’s very exciting, fulfilling, delicious, and gorgeous to look at. If that means spiritual, holy, sacred, and blessed, then I can be a believer.

By the time Megan is knocking on the front door, Hera and I are covered face to ankle in one another’s slime. Phoebe lets her in, and we can hear her greeting

from the other room.

“Megan, come in Darling! It’s so wonderful to meet you! Look at you – you’re breathtaking! Oh, I love you already! Come in, come in, we’re all in the bedroom. Make yourself at home. You can put your clothes on the chair here.”

When Megan’s naked form enters the bedroom, I have to agree with Hera’s mom. She really is breathtaking. It’s not just her natural beauty, although that is indeed perfection, but it’s the way she carries it. There’s no trace of the shyness or hesitancy she showed when Taylor and I first introduced her to our lifestyle less than a week ago. She’s all in, all smiles, and her skin is aglow with happy lust. She has to wait a few more minutes, though. Hera and I have already endured multiple orgasms each, and we both need to take a pee break and get some drinks to re-hydrate us. We have hours of passionate delight ahead of us, some of which we can share with Megan, more later with Taylor, but we’re going to need to keep replenishing our body fluids, which we are leaking at a prodigious rate.

We chat in the kitchen for a few minutes while we drink, the three younger of us naked, and Phoebe of course dressed conservatively, like the matron she is.

“So how was your workout this morning?” I know it’s a leading question.

“Oh, it was so fucking good! Well, the workout was good, and the fucking was really, really good! I’m a little sore from the weights, but my pussy’s not sore at all. It should be, though. Carl has a very athletic cock!”

“I haven’t met Carl yet,” Hera observes. “Do you think he’ll like me?”

“He will!” Megan and I say the words simultaneously, with emphasis. Megan then goes on to describe in graphic detail, stroke by stroke, her experience with Carl and Sonia.

“Wait until you try his cock, Hera!” she gushes. “It’s got an unusual shape that drives Tethys and Sonia and me wild! Taylor has an unusual cock too. And Henri… damn, Tethys, all your men have cocks that are kind of not normal. But I really love that. I wouldn’t have expected to, but I do!”

“Joe’s cock is pretty standard,” I respond. “But you’ll like it, too. He knows how to use it, and I think he’s got the sweetest cum of any guy I’ve known. All of them taste good, though.”

“You know what got me off the most though?” Megan continues. “It was talking to you on the phone while Carl was fucking me. I don’t know why, but there’s something about carrying on a conversation with somebody else while my cunt’s getting pounded that sends me right over the edge.”

“Good Lord, Megan, you were such a shy sweet girl when I met you naked at the door while you were delivering us pizza for the first time. And now you’re a nasty talking exhibitionist group sex loving nympho! In other words, you’re just my type of girl!”

“I was always those things, I think,” Megan shrugs her shapely shoulders. Her breasts rising and falling with the movement look tantalizing. “I just didn’t know how to express it, or maybe I just didn’t have a safe place to be myself until I met you guys. I am so fucking grateful I’m getting to know all of you. This is the best experience of my life.”

Phoebe has been smiling the entire time, and now she speaks up. “Those who are truly blessed by the Goddess, who embody the full force of her power on Earth, usually do find it difficult to live among the sexually deprived. Hera and Tethys have been through the same kind of challenges, and it warms my heart that they have found one another, and that there are men whom the Goddess has chosen to bring into her service. You are one of the elite, Megan, the chosen, you are meant for a higher form of worship. I’m so glad that you have found us, and we have found you. I can’t promise a life in the service of the Goddess will always be easy, but I hope you can share the joyous blessings and the ecstasy of her presence when you’re with us.”

Megan smiles warmly, and I’m confident now that the presence of Hera’s mother is not going to inhibit her at all.

This is my first all-girl threesome, and the same is true for Megan and Hera. I’ve been with Sonia and Joanne together, but on that day we also had Taylor, Carl, Henri and Joe to spread out the attention. Regardless of the state of our inhibitions, it’s going to start out a little awkward. It turns out that Megan and Hera are in many respects peas in a pod, and it doesn’t take long for us to settle into an arrangement that’s comfortable for all of us. Phoebe’s suggestions and positive feedback are also useful.

One thing that makes us all happy is putting one of us in the middle, having her lie passively, and the other two please her simultaneously. Predictably, it’s Megan we try it on first. She lays on her back, giggling, arms down and legs spread. Hera and I snuggle into her on opposite sides, starting at her face. We kiss her cheeks, nibble at her earlobes, caress her scalp, bring butterfly kisses to her eyelids, and then part her lips with our own from each end. It’s a wonderful sensation having three tongues meshed together, sharing moisture and warm pleasure.

We slide down her jawline, then her neck, kissing and stroking with lips and fingers together, then her shoulders, her chest, and on to her nipples. I look across at Hera as we each suckle a nipple, pulling it upwards and flicking our tongues across the tip. Megan is almost hooting and squealing with excitement, alternating laughter and moans. Hera and I giggle wickedly at each other. The journey continues down her rib cage, across her abdomen, a pause so that both of us can share her belly button, then back down to her hips.

By the time we’ve nibbled across and down the soft pad of her mound and pressed the sides of her clitoral hood against our tongue-tips, she’s trying hard not to buck, and quivering with the effort. Her juices are quite literally flowing, and while it’s a steady drip rather than rhythmic spurts, I’d guess her total flow can rival than of a man’s ejaculation. Once again, Hera and I entangle our tongues at the entrance to Megan’s dribbling cunt, it’s hot and sloppy and slimy and musky and divine. She cums hard, loud, and long, then gives way to uncontrollable laughter as she tries to catch her breath. Still she lays there, shaking with both passion and laughter, deep and rapturous laughter, joyous and soul-liberating laughter. Hera and I are caught up in the joy, and can’t help but laugh ourselves as we continue to lick and lap up Megan’s voluminous flow.

Finally the laughter fades to relaxed but happy moans as our travels resume, inside and outside her thighs, rubbing her knees, down her calves, and finally ending in a warm and deep foot massage, rubbing the muscles and tendons, loosening the ankles, and pulling and twisting her toes. Megan has long since stopped bucking her hips, and now seems to be in a trance state, long low moans of contentment replacing the earlier squeals of excitement.

Finally, she recovers enough to speak. “Oh my fucking God, there are no words for how you two just made me feel! It’s beyond sex, it’s beyond orgasm.”

I hear a choking sound behind me and turn to look. Phoebe is trying to suppress her sobs, tears are streaming down her face. I reach for her, to hug her close. Hera hugs the other side of her.

“It’s so beautiful,” she sniffles. “I’m sorry, I’m not trying to get in the way. It just felt so powerful to watch, so spiritual. I could feel the Goddess, she was laughing right along with Megan. She was feeling your love, and pouring it back out on all of us. I just felt overwhelmed by it all.”

“We felt it too, Mom, it’s a meaningful and important thing we’re doing. I’m glad you’re here to share it with us.”

Megan sits up with all her natural bounce and cheerfulness. “I really felt it, it’s like nothing else in the world. Phoebe, thank you for telling us about the Goddess and helping us find Her blessing. I want to spend my life as Her servant, now that I’m starting to understand it. Well, I don’t understand it yet, but I have definitely experienced it ever since I met Tethys. And you are helping me see Her and what She wants. I hope I can come to you with questions and you can help me learn how to serve Her. Fuck, I think I just found religion!”

“I thought it was just a pleasant idea at first,” Phoebe sighs. “But as Hera grows, and as I meet Tethys and Taylor and now you, I’m convinced She’s real, and She really does have blessings for us. Maybe we can learn about Her together.”

“I’d like that, Phoebe,” Megan crawls on her knees across the bed and joins in our big hug.

I’m far from convinced that there’s anything more spiritual than a meeting of like-minded souls going on, women who have an intense and profound capacity for sexual pleasure, and I don’t feel a need to justify it as anything transcendent, but at the same time I greatly enjoy the mood that it’s brought, and the love and sense of hope, meaning and purpose that it provides is hard to criticize. Certainly there have been spiritual revelations in history that have been far more destructive and far less joyful than what we’re experiencing now. Given a choice, I’ll take this one any day.

Hera is next to enjoy the middle spot, and her reaction is similar. It is breathtakingly joyful. Of course, there’s that clit ring for us to handle as well, and Megan and I take turns licking around it and trying to spear it with our tongues. It’s not enough to make me want one, but it’s enough to make me glad Hera has hers.

Lastly, it’s my turn. I quickly understand the difficulty in lying flat on my back while two highly skilled, highly enthusiastic, and highly exciting women trigger, slowly and tortuously, every pleasure nerve on the front half of my body. My first (although far from the first of the day) orgasm comes while they’re still at tit level, I get another one while they’re attacking my belly, and once they’ve started in on my pussy it seems like the entire episode is just one nonstop cumstorm. I don’t end up laughing like Megan did, or repeatedly crying “fuck fuck motherfucking fuck fuck” like Hera does. I’m just stupidly groaning, not a coherent thought in my head, simply overwhelmed by pleasure, joy, lust, love, and a deep sense of well-being, of good health, of happiness with the state of the universe.

We take another break, coffee and chat with Phoebe. She is of course prim, tastefully dressed, sweetly perfumed, and neatly coiffed. Hera, Megan, and I are disheveled messes, hair wild, naked bodies and faces slimed and encrusted, smelling of sweat and cum and passion. Phoebe breathes comfortably in our presence, talks happily with us about our work, our interests, our futures, and even our fears. We end up learning more about one another, and absorbing it with interest and empathy, than we would have had the three of us been left to our own communication barriers. I feel closer now to these girls due to Phoebe.

As always, The Goddess is a recurrent theme throughout her conversation. When I had first heard her speak this way, I’d regarded it as just a convenient metaphor, a way to encapsulate and decorate the kink of mother and daughter sharing the sexual thrills of a lover – the intense instinctive primal desire of the daughter, and the voyeuristic entertainment of the mother. But the more she speaks, the stronger my sense that she’s a sincere believer. Hera seems more noncommittal, easily navigating the terminology and parroting the concepts, but sometimes, at least in my impression, letting slip just the faintest hint of condescension. My feeling is that, for Hera, it’s the method her mother uses of giving her daughter permission for the most debauched behavior conceivable, and herself an excuse to enjoy it, while still thinking of herself as a conservative and modest “christian” woman. It seems to me a wonderful example of cognitive dissonance, but in our case, it’s harmless, so I’m not going to rain on anyone’s parade.

Megan, though, is enthralled by the idea. It’s like nothing she’s ever heard before, which is quite understandable, since Phoebe appears to have invented most of it herself. But it corresponds perfectly with everything Megan wants to believe, it contrasts perfectly with all of her previous frustrations and disappointments, it contradicts none of her limited education or philosophical background, at least none that she has any particular loyalty to, and it provides a powerful mythological structure for this new life paradigm she’s finding herself in, a way to imbue meaning, significance, and nobility to this exciting sexual world she is now embracing. Hera may be the daughter, but it’s obvious that Megan will be the acolyte, and priestess in training.

Phoebe’s sermon is interrupted by Hera’s impatience. “We can talk about this more later, Mom, but we have other things to do now. Who’s ready for another go-round?”

“Fuck yeah!” Megan squeals, and I’m no less enthusiastic, if maybe less vocal.

We assemble once more in the bedroom, practically leaping on the thick and cushiony bed, while Phoebe takes up her station in the chair at the foot of the bed. To an outsider, there may have been a stench, or at least an aroma of staleness to all the dried out sexual fluids coating our skin from the last round, but we’re so immersed in it we don’t notice. And it will soon be refreshed with a new layer of sweat, nectar, slime, and drool.

We make a triangle, three mouths nuzzling into three pussies, as we lay on our sides facing inward. I’ve got Megan’s young and very enthusiastic labia and clitoris pressed into my face, wriggling happily, while Hera works on mine with both raw talent and practiced expertise. It’s very distracting, I feel like I’m neglecting Megan as my own pleasure keeps overwhelming me in wave after wave. She doesn’t seem to mind, though, her orgasms are coming easily and frequently, and despite all our previous fluid loss, her re-hydrated cunt is flowing freely again, and just as delicious as ever. Soon, we’re all gasping and exhausted once more.

Suddenly Megan jumps up on the bed. “Oh my god!” her voice is panic stricken. “What time is it?” I’ve got to be at work!”

Phoebe glances at her phone. “It’s exactly four o’clock, dear.”

She groans. “I’ve got one hour. Hera, can I use your shower?”

Hera barely completes a nod, and Megan has leaped right over my face and disappeared into the bathroom with a scoot.

“Oh dear, I hope I haven’t gotten her in trouble,” Phoebe worries.

“She’ll be fine, as long as she doesn’t masturbate in the shower,” I smile. “Her pizza kitchen isn’t very far from here.”

She’s out again in a few minutes, her hair still dripping but at least clean and smelling fresher. As she dresses, I call out reminders to her.

“Workout at Carl’s tomorrow morning with me and Sonia?”

“Absolutely!” she answers brightly.

“Hippie Hollow afterwards with the three of us plus Joe and Jo?”

“Fuckin A” she smiles. “I can’t wait to meet them!”

She knots up her hair carelessly and stuffs it under her hat as she dons it, slips into her shoes, and dashes out the door yelling “I love you guys! See you soon!”

Phoebe looks wistful after she’s gone. “I love her too,” she sighs. “She is such a wonderful child. The Goddess works through her with great power.”

“Yep, she’s a horn dog all right,” Hera laughs. “I think she’s very cool. I’m jealous, though.” She looks at me. “You and Megan have the perfect skin for spending time in the Sun. I wish I could hang out at Hippie Hollow with all of you, but I spend five minutes in the Sun and I’m red and peeling and unappealing.”

“Sunscreen?” I suggest. She shakes her head. “It burns my eyes, even if somebody else is wearing it. I’m fated to be a horny naked Boo Radley, I fear.”

“Well, I hope you don’t mind the occasional visitor to comfort you in your reclusiveness. And I hope you can come out of your shell on Sunday long enough to come over to Jo and Joe’s party.”

“Does this look like a shell?” she slides her hands down her pale but shapely body. “I’ll be at that party, no matter how hot the Sun is. I just don’t think I’ll spend much time at the pool. Maybe one of the men can remain inside long enough to spend time inside of me while the rest of you are relaxing outdoors with empty starving cunts.”

“I have no doubt that all the men are going to want to spend time inside you,” I giggle. “And we’ll make sure they do. They’ll be busy.”

“Can my Mom come too? I think she’d like it.”

Phoebe puts up her hand to decline, but I interrupt. “Maybe I shouldn’t speak for Jo and Joe, but I will anyway. Yes she can come. And she should come. If you want to see a positive example of the Goddess at work, you’ll want her to be there. And your Dad too, I’d love to meet him myself. I still wonder if he’s the real mythological figure around here.”

Phoebe laughs. “I’ll go if he’ll go. That might be a deal. And he might even be interested, after you put it the way you have.” She has a mysterious, mischievous look on her face.

Without Megan, it’s just Hera and I, but that doesn’t slow us down. I’m amazed at her sexual capacity, her non-stop continual hunger, the seemingly endless well of slippery nectar that flows from her ever-sloppy cunt. We take plenty of breaks, and there are drinks, snacks, pee breaks, and even relaxing massages interspersed among the orgasms, but nothing that might qualify as “cleaning up.” I can only imagine how rancid we must appear to the rest of the world. Yet the pussy juice and the saliva, and even the sweat, always seems to flow fresh and new. It’s the smears on our skin that dry up and get old-smelling. Still, though, there’s something strangely erotic about building up layer after layer of sexual coatings, and keeping them moist and slippery with continually renewed sweat and smears of slime. We slide up and down and side to side on each other’s bodies, the sheets are soaked, and I feel like nothing less than the embodiment of raw sexual hot passion itself. Perhaps the Goddess is doing her best work now.

Taylor shows up about five-thirty. I’ve been looking forward to this. Hera and I are in another unending sixty nine, and even Phoebe seems to have gotten bored of making videos of us, although she’s still being verbally encouraging. We’ve told him in advance not to knock, he knows the drill. He walks quietly into the house and strips naked before we even know he’s there. Our first warning of his presence is the amused giggle from Phoebe. That, and his cock unexpectedly plunging into me from behind as I crouch over Hera, face down into her sweet nectar, my hands grabbing her ass, lifting her up to my mouth, her hands grabbing mine, pulling my

Storie simili

SENZA RISERVE

Brenda Olsen rimase in fila con un po' di impazienza mentre aspettava di registrarsi e di prendere la chiave della sua stanza. Finalmente, mormorò sottovoce, è il mio turno! Come posso aiutarti? chiese allegramente la bionda dall'aspetto disinvolto dietro il bancone. Brenda stava per dare un'occhiata alla donna, ma ci ripensò e rispose: Olsen, Brenda Olsen, ho una prenotazione per tre notti. Uhhhhhh fammi vedere, disse la bionda mentre digitava il suo nome sul terminale del computer delle prenotazioni. Hmmmmmm, non lo trovo qui, lasciami controllare un altro posto......... Brenda picchiettò nervosamente il piede mentre l'impiegato cercava il suo nome. Alla...

356 I più visti

Likes 0

Chat room: una vendetta malvagia della fidanzata

Torni a casa dopo una lunga giornata di lavoro; ti togli il cappotto e vai in cucina per una birra. Quando apri la porta del frigorifero, la tua ragazza si avvicina da dietro, coprendoti gli occhi con una benda. Lo lega stretto essendo un po 'ruvido Ho un osso da scegliere con te !! ti scatta contro. 'Ma che...?! Chiedi, alzando la mano per scoprirti gli occhi. Ti dà uno schiaffo sul dorso della mano e ti afferra il polso tirandoti fuori dalla cucina. Essendo bendato sei disorientato e perdi l'equilibrio, quasi inciampando mentre ti trascina su per le scale. La...

1.5K I più visti

Likes 0

La festa parte 1_(0)

Finalmente è arrivato venerdì sera e Silk era davvero nervoso. Invidiava gli altri due per la loro esperienza perché erano eccitati invece che spaventati. Era così nervosa che quando Michael pronunciò il suo nome; lei quasi saltò fuori dalla sua pelle e squittì un sì Maestro. Seta, hai paura? le chiese Michael, con voce piena di preoccupazione. «Un po'», disse a bassa voce. Michael l'abbracciò e le sussurrò parole di rassicurazione all'orecchio. Le disse che tutto quello che doveva fare quella sera era guardare e che nessuno l'avrebbe toccata a meno che lei non avesse detto che andava bene. Le aveva...

1.5K I più visti

Likes 0

La vita di Jen - Capitolo sei - Parte prima

La vita di Jen – Capitolo 6 – Parte prima Varie cose mi restano in mente e le mie vacanze annuali di solito erano piene di eventi. Un anno i miei genitori decisero di affittare una villa a Corfù per 2 settimane e mio nonno e mio zio furono invitati. Sull'aereo dovevo sedermi tra mio nonno e mio zio, ei miei genitori si sedevano dall'altra parte. Mio nonno mi ha messo il cappotto in grembo e ha spinto rapidamente la mia gonna da parte, tirandomi da parte le mutandine e spingendo un dito dritto dentro di me, ho sussultato forte mentre...

1.5K I più visti

Likes 0

L'estate finisce

Erano passati tre mesi da quel giorno che le aveva cambiato la vita quando suo figlio l'aveva scopata. Lei aveva 34 anni, lui ne avrebbe presto 18. Adesso scopavano regolarmente e insieme avevano capito come separare le loro sessioni sessuali dalla vita di tutti i giorni. Il seminterrato della loro casa che ospitava l'attrezzatura per il bucato era stato diviso per fornire una piccola area ricreativa con un letto al centro e una zona spogliatoio protetta dove sua madre teneva la sua collezione di lingerie sexy acquistata di recente da un sito di sesso su Internet. Tutto ciò che riguardava la...

644 I più visti

Likes 0

Ricattare Jenny

Ricattare Jenny Sono un ragazzo normale con una vita normale e una buona famiglia. Ho 2 figli e una moglie meravigliosa chi è una tata. Sono un paesaggista e i soldi vanno bene, quindi la mia famiglia sta bene. Io non lavoro per chiunque tranne che per me stesso. Normalmente lavoro solo nei giorni feriali e trascorro del tempo con la mia famiglia fine settimana. Ho 45 anni e sono molto sessuale. Amo il sesso ea volte può essere un po' comune ma a volte Mi chiedo cosa succede se o mi chiedo come sarebbe avere qualcuno giovane per divertirsi. Io...

518 I più visti

Likes 0

Alice viene sposata

[b]Alice si fa l'autostop 7 di Will Buster Come si può immaginare, un'amante incinta e usata può essere piuttosto difficile da scartare. Difficile, cioè, a meno che una cospicua dote non accompagni la vigorosa piccola volpe. Alice non faceva eccezione a questa regola sociale così prevalente nella tarda Inghilterra georgiana. La pancia di Alice era ora piena di bambino sano per le quasi costanti attenzioni amorose di Lord Elton. Il barone del maniero di Kingston si era goduto a fondo entrambi i buchi stretti e reattivi di Alice ormai da mesi, ma mantenendo fede alla sua promessa, era tempo di acquistare...

534 I più visti

Likes 0

Brandy infrange il codice di abbigliamento da lavoro

Ciao, sono Brandy. Ho 28 anni, sono bi sub, 1,70 cm, peso 55 kg, capelli biondi, occhi castani, seno 32C con capezzoli permanentemente eretti (lo sono stati per tutta la mia vita) e una figa depilata... sì, mi sono stufata di radermi e fare la ceretta dannazione, mi fa male. Sono stato un Sub per gran parte della mia vita, anche se non lo sapevo da un bel po'. Preferisco gli uomini, ma ora sono un sub obbediente molto ben addestrato e farò tutto ciò che mi viene detto da un Dom o Femdom. Se hai letto alcuni dei miei altri...

406 I più visti

Likes 0

La dolce piccola Lucy - Una fiaba moderna

Era giovane e fresca, aveva solo 15 anni ma aveva il corpo e l'atteggiamento di un una ragazza più grande avrà diciannove o vent'anni. Lucy era una ragazza popolare e stava facendo bene a scuola. Lucy aveva occhi azzurri profondi e labbra carnose e morbide il bel viso era orlato da lunghi capelli biondi. Le sue tette non erano grandi 34C ma sulla sua corporatura snella sembravano molto più grandi. Erano fermi con piccoli capezzoli rosa e delicati mentre la sua vita era snella e il suo sedere era, beh, il colore pesca era probabilmente il modo migliore per descriverlo rotondo...

359 I più visti

Likes 0

Rossa focosa

Il mio nome è Rachel. Ho 35 anni, 5'7 , 135 libbre, capelli rossi che mi superano le spalle, occhi azzurri, lentiggini, pelle bianca pallida (mi dispiace che le rosse non si abbronzino). Indosso un reggiseno taglia 36DD con bei capezzoli grandi ( è impossibile nasconderli) e tengo il mio cespuglio rosso curato e curato. Sean è il mio migliore amico, facciamo quasi tutto insieme. Siamo amici da anni e non è mai successo niente di sessuale tra di noi. Così quando abbiamo deciso di fare un viaggio a Las Vegas per festeggiare il mio divorzio, non ci ho pensato. solo...

1.5K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.