Un lieto fine al liceo; Parte 3

116Report
Un lieto fine al liceo; Parte 3

Non potevo credere a quello che stavo vedendo. Dolce innocente Heather, beh, non così innocente sembrerebbe.

"Cosa stai pensando?" Chiedo a Heather, "e tu?" Fisso il signor Edwards.

"Non hai visto niente qui Josh!" Ha cercato di rimproverarmi, con uno sguardo serio sul mio viso.

Scoppiai a ridere, "oh, ho visto un sacco, signor Edwards! Non posso credere a quello che ho visto, ma l'ho fatto!" rispondo incredulo, entrando in classe e dirigendomi verso il mio tavolo dove c'è il mio libro. C'era silenzio nella stanza.

Mentre mi dirigo verso la porta, il signor Edwards ha parlato di nuovo, ma era più tranquillo e timido "Cosa hai intenzione di fare?"

Mi fermo sulla porta e penso tra me e me per un momento. Tornando indietro per affrontarli "Sto per passare un bel fine settimana Mr Edwards, divertiti un po' e non preoccuparti, finirò i compiti per lunedì!" Detto questo faccio un inchino sarcastico e sbatto la porta mentre esco.

Esco dai cancelli della scuola ea circa cinque minuti dalla scuola quando sento qualcuno correre dietro di me, "Josh, per favore aspetta!" Heather grida mentre mi raggiunge, "per favore Josh!"

"Ok Heather" dico fermandomi e girandomi verso di lei "prova a spiegarmi!"

Lei guarda a terra "beh, è ​​iniziato un bel po' di settimane fa, non andavo bene in classe e un giorno mi ha trattenuto!" Continua a guardare per terra. "Ha detto che dovevo aumentare i miei sforzi o avrei fallito la lezione. Ha detto che aveva un modo per passare senza preoccupazioni! Ho accettato qualunque cosa fosse!" È andata tranquilla.

"Erica?" Chiedo "che cos'era?" Potevo già indovinare cosa fosse!

Adesso mi guarda, "all'inizio non ha detto niente, ha solo tirato fuori il cazzo e ha detto che se volevo quell'A è meglio che mi metta in ginocchio!"

"Non sapevo cosa fare, sono andato nel panico e beh, sì, mi sono inginocchiato e gliel'ho succhiato!"

"Oh Erica!" Dico disgustato e arrabbiato "perché non sei semplicemente scappato o l'hai detto a qualcuno?"

"Come ho detto, sono stata presa dal panico e io..." si calma di nuovo voltandosi dall'altra parte.

"Heather, parlami!" chiedo mentre la afferro per le spalle e la giro verso di me.

"Io... mi vergogno..."

"Non dovresti vergognarti, quello che ti ha fatto è sbagliato, andremo dal preside e lo faremo licenziare!" dico cercando di confortarla.

"No, non è quello! Mi è piaciuto un po'!"

Sono rimasto sbalordito, lascio cadere le braccia dalle sue spalle e faccio un passo indietro.

"Oh mio Dio, per favore non dire niente Josh. È strano, lo so, ma ho trovato eccitante dargli piacere." Mi supplica di avvicinarsi a me. "Per favore, la smetto con lui, ma non dirlo a nessuno, specialmente a Lily!!"

"Dammi un secondo Heather!" dico allontanandomi di nuovo, mi è venuto in mente un pensiero diabolico. Mi volto verso di lei "ok Heather, non lo dirò a Lily oa nessun altro!"

"Oh grazie, grazie Josh" salta in avanti dandomi un grande abbraccio.

"Ma!" dico mentre rompe l'abbraccio e mi guarda preoccupata.

"Smetterai di essere coinvolta con il signor Edwards!"

"Ok fatto" annuisce sorridendo.

"E" aggiungo "tornerai da me ogni martedì e ti aiuto in matematica, non sono un esperto ma ti faccio passare!"

"Fatto e fatto" esulta dandomi un altro abbraccio. "Buon fine settimana" saluta mentre se ne va di casa.

"Oh come farò in modo che questo funzioni a mio favore" sorrido mentre mi dirigo anch'io verso casa.


Per il resto del pomeriggio me ne vado in giro per casa. Hailey fa atletica dopo la scuola e la mamma lavora ancora, quindi ho la casa tutta per me. Ammazzo il tempo giocando alla Xbox finché Marc non mi telefona per andare da lui. Salto sotto la doccia e mi assicuro di mettermi una colonia dall'odore decente. Indosso un bel paio di jeans, una semplice maglietta bianca e una giacca abbottonata con cappuccio che tengo aperta. Infilo un paio di scarpe da ginnastica Nike pulite e sono fuori dalla porta.

Quando arrivo da Marc, ha fatto lo sforzo. Indossava jeans scuri, scarpe da ginnastica Nike e una camicia elegante.
"Sembra un brav'uomo" gli dico mentre esce di casa.

"Amico, avresti potuto vestirti di più!" Dice, guardandomi infastidito.

"Aww andiamo sto bene! Comunque sei tu che devi vestirti per fare colpo!" ridacchio.

Ci dirigiamo alla fermata dell'autobus perché dobbiamo prenderne uno per poche fermate. Non ci vuole molto per arrivare ai portici, forse quindici, venti minuti di autobus. Quando arriviamo alle sale giochi cominciava a riempirsi di gente. Marc e io esaminiamo il posto per assicurarci di avere qualche cambio per le macchine.

"Oh amico, eccola!" mi dice Marc mentre rivolgo la mia attenzione alla porta.

Zoe e Traci sono sulla porta e si stanno dirigendo verso di noi. Zoe ha jeans in denim, scarpe da ginnastica adidas, un top bianco e una giacca nera con borchie. La maglietta che era un po' troppo stretta perché i suoi seni stavano quasi per strapparsi via, ma né Marc né io ci saremmo lamentati. Traci era vestita tutta di nero, jeans neri attillati, scarpe da ginnastica nere, una canotta nera e una giacca di pelle. Devo ammettere che aveva un bell'aspetto e non mi dispiaceva tenerla dolce in modo che Marc potesse fare la sua magia.

"Sembrano belle signore!" dico mentre Zoe e Traci vengono da noi.

"Stai bene anche tu Josh!" Dice Traci con un sorriso malizioso.

"Sei davvero carina Zoe" Marc si complimenta con Zoe.

"Grazie" disse timidamente, guardandosi i piedi "Sei bellissimo" disse guardandolo di nuovo.

Finito il primo imbarazzante incontro, porto tutti ad alcune delle sale giochi e iniziamo a divertirci. Passiamo circa un'ora a giocare su diverse macchine. Tutto sembra andare alla grande, Marc e Zoe sembrano andare molto d'accordo. Sta ridendo delle sue battute che è sempre un buon segno e continua a toccargli il braccio lanciandogli sguardi indugianti. Marc non è l'unico ad attirare l'attenzione, Traci ha flirtato con me tutta la notte e devo ammettere che adoro le attenzioni. Dopo circa un'altra mezz'ora di gioco, Marc mi dà un'occhiata. Non riesco a descriverlo del tutto, ma ho la sensazione di quello che vuole.

"Qualcuno ha voglia di una partita a biliardo?" chiedo al gruppo.

"Piacerebbe molto anche a me!" dice allegramente Traci, avvicinandosi a me.

"Sono un po' affamato, Zoe, vuoi prendere qualcosa da mangiare?" Le chiede con speranza tutto intorno alla sua domanda.

"Sì certo che sarebbe bello." Zoe dice con un sorriso carino sul viso.

Zoe e Marc si dirigono verso il piccolo hamburger che si trova all'interno dei portici. Traci e io ci dirigiamo verso i tavoli da biliardo che sono sul retro. Prendo un tavolo libero ma riesco ancora a vedere Marc da dove mi trovo.

"Non sono molto brava tra l'altro" Traci mi allontana dal mio sguardo.

"Possiamo fare qualcos'altro allora?" Scherzo con lei.

"No no" sorride "So che Marc voleva un po' di tempo da solo con Zoe e non posso dargli torto."

"Sì, finalmente ha la sua fiducia!" Rido "ok ti insegno" dico con un sorriso mentre raccolgo le palle.

Le porgo una stecca da biliardo "Comincio io poi puoi andare." Lei semplicemente annuisce e allinea la pallina bianca e le dà un bel colpo per cercare di allargare le palline sul tavolo il più possibile.

"Ok sei di turno" le sorrido.

"Ehm allora cosa devo fare?" Dice con uno sguardo innocente e confuso.

Mi giro dove si trova lei, "in pratica devi imbucare tutte le palline usando il bianco".

"Puoi mostrarmi come si fa?" Lei supplica.

Appoggio la stecca al tavolo e mi metto dietro di lei. "Allora tieni la stecca così" dico mentre le metto le mani in posizione. Mentre sono dietro di lei lei appoggia indietro il culo e lentamente lo macina dentro di me.

"Quindi così?" Mi guarda con un sorriso malizioso prima di sparare e affondare una palla.

"Sì, proprio così" rido

"Di nuovo il mio turno?" Lei dice, io annuisco. "Puoi mostrarmelo di nuovo?"

"Sei sicuro di aver bisogno di aiuto?" chiedo inarcando un sopracciglio.

"Mhmm" annuisce.

Mi appoggio di nuovo dietro di lei e la posiziono nel posto giusto. Di nuovo, quando sono dietro di lei, lei si struscia su di me e sento che sto ricevendo un semi. Prende il suo tiro ma questa volta fallisce. "Aww" dice delusa.

Continuiamo a giocare, per tutto il tempo lei sta flirtando con me qualcosa di brutto. Stava accarezzando la stecca con uno sguardo seducente sul viso. Era anche appoggiata al tavolo, quindi avevo una visione chiara della sua parte superiore. Alla fine del gioco c'era un chiaro rigonfiamento nei miei jeans e lei lo sapeva!

"Ok, quindi è chiaro che hai già giocato a biliardo e sai cosa stai facendo!" Rido.

"Non c'è niente da fare, vero?" Dice con un sorriso malvagio "ok rendiamo le cose interessanti!" Si avvicina a me. Mi tengo a terra e comincio a sorridere. "Il vincitore della prossima partita prende tutto?"

"Ok, quindi se vinci?" Chiedo

"Voglio questo!" Dice mentre mi afferra l'inguine.

"Cazzo" sospiro un po' indietro.

"E se vinci..." si avvicina e sussurra "puoi avere quello che vuoi!"

Questa è stata la vittoria, la vittoria per me! Sorrido e accetto e iniziamo un nuovo gioco. Il gioco è dare e avere, è abbastanza vicino mentre arriviamo al nero. È il mio colpo e se lo metto in buca allora vinco la partita. È un tiro lungo ed ambizioso, anche se è una vittoria per me anche se perdo. Voglio ancora vincere per orgoglio. Allineo lo scatto e lo prendo... sembra che stia entrando ma l'angolo è sbagliato e il nero rimbalza del cuscino sul lato della tasca e rotola via. Sventrato. Il nero è allineato perfettamente e Traci batte facilmente il nero.

"Vinco io" dice con il sorriso più subdolo sul viso.

"In nessun modo hai perso" ride Marc, mentre lui e Zoe si avvicinano a noi.

"Traci è piuttosto brava" dico cercando di scrollarmi di dosso la sconfitta.

"Immagina di perdere contro una ragazza!" Lui prende in giro.

"Non è tutto male!" dice Traci facendomi l'occhiolino.

"Allora, cosa avete combinato allora?" Chiedo.

"Marc ed io stavamo andando a vedere un film" mi dice Zoe sorridendo e rivolgendo a Traci lo stesso sguardo che Marc mi aveva rivolto prima.

"Em Josh?" Traci sorride avvicinandosi a me "ti dispiacerebbe accompagnarmi a casa?"

"Ti dispiacerebbe Josh?" Zoe interviene "Marc si è offerto di portarmi a vedere un film ed è un film che volevo vedere!"

"Eh sì, non mi dispiace!" dico

"Oh grazie Josh" Zoe sorride dandomi un abbraccio, mentre abbraccio Zoe faccio a Marc un cenno del capo e l'occhiolino. Rompendo l'abbraccio con me, Zoe poi abbraccia Traci. Non riesco a sentire cosa dice, ma Zoe sussurra sicuramente qualcosa a Traci, mentre Traci fa una smorfia mentre rompono l'abbraccio. Do un pugno a Marc, poi lui e Zoe se ne vanno.

Traci si avvicina ancora di più e si attacca al mio braccio "A Zoe piace molto Marc!" mi dice dolcemente.

"Sì, lo vedo! È quello che ti ha sussurrato?" Chiedo.

"Eh, um sì certo! Comunque devo essere a casa per le 10?" Dice con una faccia triste.

Controllo il telefono e sono appena passate le 9. "Probabilmente dovresti fare una mossa allora?" dico mentre lei rompe la presa e metto via le stecche da biliardo.

Lei non dice niente mentre usciamo dai portici, vado a girare a sinistra verso la fermata dell'autobus ma Traci mi prende per un braccio e mi trascina a destra, "che cavolo!" Dico.
Ancora una volta continua a non dire niente mentre mi allontana dai portici e gira dietro un negozio sbarrato. Poi inchiodandomi contro il muro. "Tracci?!"

"Josh ascolta, ho vinto il pool giusto?" Dice seriamente

"Eh si!" annuisco

"E se ho vinto, cosa che ho fatto, ho ottenuto questo!" Disse di nuovo con quel sorriso malvagio mentre mi afferrava l'inguine. "Sto incassando adesso!" Detto questo si lancia in avanti e posa le sue labbra sulle mie. All'inizio vengo colto un po' alla sprovvista, ma poi metto le mani su di lei e la bacio a mia volta. All'inizio è tenero, ma presto le nostre lingue esplorano la bocca dell'altro e anche le nostre mani iniziano a esplorare. Le mani di Traci ora armeggiano con la fibbia della mia cintura e la allentano. Una volta che mi ha aperto i jeans interrompe il bacio. "Vediamo cosa stai mettendo in valigia?"

Traci infila la mano nei miei jeans aperti e mi afferra l'inguine. I suoi occhi si spalancano e lei lo guarda. "Oh mio dio" ansima. "Ho pensato che fosse grande quando l'ho sentito dentro, ma oh wow, è enorme."

"Pensi di potercela fare?" chiedo compiaciuta, dopo essermi divertita un po' con Becki, mi sento un po' fiduciosa.

"Ehm, non lo so" disse mentre si metteva in ginocchio "ma ci proverò lo stesso" con quel sorriso malizioso di nuovo sul viso. In ginocchio ha tirato fuori il mio cazzo. Trascorse un momento ad ammirarlo prima di leccarlo lentamente intorno alla testa.

"Non prendermi in giro" scherzo e con questo lei ha lentamente avvicinato la bocca al mio cazzo. Traci non aveva l'esperienza di Becki, ma la sua bocca era strettamente avvolta attorno all'asta. Cazzo, mi sentivo bene.
Traci cominciò a muovere la bocca su e giù per la mia asta. Ha alzato la mano destra alla base del mio cazzo e ha lavorato la mia asta con la bocca. La sua mano sinistra è scivolata sotto la mia maglietta e sul mio busto. Muovendo la testa e abbassandosi, inizia a muoversi più velocemente e ad infilare più della mia asta nella sua bocca, gemendo per tutto il tempo.

Allontanandomi dal cazzo, continuando ad accarezzarmi, mi guardò "hai un preservativo?"

"Sì, nel mio portafoglio!" gemo.

"Farlo uscire!" E lei è tornata a succhiarmi il cazzo mentre mi allungavo dietro di me e tiravo fuori il portafogli. Frugando nel portafogli afferro il preservativo e me lo rimetto in tasca.

Traci si è alzata, mi ha preso il preservativo dalla mano e l'ha strappato. Dopo un po' di tentativi è riuscita a farla scivolare sul mio cazzo. "Ok vai piano all'inizio per favore" dice mentre si allontana da me, slacciandosi i jeans e tirandoli giù con le mutandine nere.

Mi sono avvicinato dietro di lei e l'ho spinta contro un cassonetto, non il massimo ma andrà bene. Prendo il mio cazzo e lo posiziono sulla fessura di Traci, strofinandolo su e giù contro di lei che ottiene un gemito da lei. Trovo il suo ingresso e comincio a sondarmi dentro di lei. Traci sussulta mentre la testa del mio cazzo scivola dentro. Allontano il mio cazzo di qualche centimetro e mi trattengo lì. La figa di Traci è molto stretta così ho lasciato che si adattasse alla mia taglia. La sua figa è bella e bagnata e non ci vuole molto perché si allenti un po'. Comincio lentamente a spingere più di me dentro di lei prima di tirarmi indietro e iniziare a scoparla. Le prime pompe sono lente e facili, ma dopo comincio ad aumentare il ritmo e la forza.
Tenendola ferma per i fianchi comincio a scopare forte Traci. Grugnendo mentre la picchio da dietro. Cerca di aggrapparsi al cassonetto mentre geme ad alta voce per il piacere. Sto quasi entrando tutta la mia lunghezza dentro di lei mentre lei spinge i suoi fianchi contro di me. Anche se la sua figa è stretta e si sente benissimo, il preservativo mi trattiene un po'. Mi sta facendo durare più a lungo, quindi aumento i miei sforzi. Mi giro e afferro il petto di Traci con la mano. Coprendolo e stringendolo, il che ottiene un gemito più forte da Traci.

"Continua Josh, più forte!" Lei geme "Mi sto avvicinando".

Rallento un po' il ritmo ma alzo la forza mentre la scopo più forte. Traci si abbassa tra le sue gambe e inizia a strimpellare rapidamente la sua clitoride. Con me che la picchio più forte e una pressione extra sul suo clitoride, le ginocchia di Traci iniziano a cedere. La tengo stretta sui fianchi con entrambe le mani e la tengo su. Il suo corpo inizia a irrigidirsi mentre le gambe e la figa si chiudono, emette un urlo basso mentre esplode di piacere. "Uuuuhhhhh cazzo" Il serraggio della sua figa è quel piccolo fattore in più di cui ho bisogno e pompando più velocemente, sono proprio dietro di lei mentre esplodo nel preservativo. Mi stringo profondamente dentro di lei e gemo forte.

"Fuucckkk" sussulto mentre le ultime gocce di sperma colano nel preservativo.

"Uuhh mmmm che era così buono Josh" geme appoggiandosi contro di me, il mio cazzo ancora dentro di lei.

"Immagino che te lo sei guadagnato!" Scherzo mentre la bacio sul collo. "Era vincere, vincere comunque per me!"

"Cosa avresti fatto se avessi vinto?" Dice voltandosi verso di me, il mio cazzo zoppicante le scivola fuori.

"Oh, non potrei dirtelo!" prendo in giro!

"Aww vieni?" Supplica mentre toglie il preservativo dal mio cazzo e lo getta dietro il cassonetto. "L'avresti fatto?" Dice guardandomi.

Ma prima che io possa rispondere "cosa pensate che stiate facendo voi due?!" Questa voce viene dalla strada.

Noi due restiamo sbalorditi nel silenzio e rimaniamo lì. La figura inizia a camminare verso di noi e Traci mi afferra semplicemente il braccio "corri!"

Partiamo di corsa dall'altra parte, io cerco di rimettermi in sesto e allacciarmi i jeans. Una volta che mi sono tirato su la cerniera, afferro la mano di Traci e corriamo verso un'altra fermata dell'autobus più in fondo alla strada.
Arriviamo ansimando e ridendo. Mi porge una gomma da masticare e iniziamo a baciarci alla fermata dell'autobus. L'attesa non è troppo lunga prima che arrivi l'autobus, non che mi stessi lamentando. Tornando a casa ci siamo baciati ancora e le sue mani erano su tutto il mio inguine.

L'autobus è arrivato alla fermata di Traci ed essendo il gentiluomo che ero ho deciso di accompagnarla a casa sua. Non era lontano, forse dieci minuti a piedi. Abbiamo riso e scherzato fino in fondo. Una volta arrivati ​​a casa sua mi ha dato un ultimo bacio e ha preso il mio numero di telefono.

La mia casa distava solo quindici minuti a piedi, quindi sapevo che camminare mi avrebbe fatto bene. L'aria fresca mi rinfrescava e portava via parte della frustrazione accumulata all'indomani, potevo facilmente ripartire.

Quando torno a casa non c'è nessuno in piedi, sono solo le dieci e mezza. Prendo un drink dal frigo e mi dirigo in camera mia. Butto via i vestiti e mando un breve messaggio a Marc dicendogli come sono stato di nuovo fortunato.

Mi metto a letto e faccio la solita navigazione sui social. Qualche tempo dopo le undici Marc mi risponde con un messaggio;

'Amico, ti telefono domani, non sono l'unico fortunato stasera!!'

Appoggio il telefono sul comodino e chiudo gli occhi, un grande sorriso stampato in faccia.


~~~~

Fine della parte 3. Apprezzerei molto il feedback su come le persone pensano che la storia stia andando e su tutti gli eventi che le persone vogliono vedere. Tutti i feedback positivi sono i benvenuti. Al lavoro sulla parte 4!

Storie simili

Il mio compito per i media.

Ho ricevuto una chiamata per entrare nell'ufficio del mio editore per un incontro con il signor Giles. Stavo lavorando al giornale locale da 6 mesi, quindi naturalmente ero nervoso. Mi chiedevo cosa avessi fatto di sbagliato, tale era la mia negatività. Rachael, per favore siediti ha detto mentre entravo. Mi sono seduto dentro tremante mentre aspettavo quella che pensavo sarebbe stata una brutta notizia. Rachael, ho visto il tuo pezzo sulle corse dei levrieri e sull'esca viva ha detto è stato fantastico. Penso che avrebbero sentito il mio sospiro di sollievo nel prossimo edificio. “Evidentemente ami gli animali” ha aggiunto. Sì...

802 I più visti

Likes 0

Finalmente i piedi di Nicole: la vendita Capitolo 1

Sono le 18:00 di sera e inserisco le note nel computer nel database della nostra concessionaria. È stata una giornata piuttosto lenta e mi annoio. Mi alzo per sgranchirmi ed esco fuori per illuminarmi. Mentre metto l'accendino in tasca, noto un vecchio amico con cui lavoravo al pull up. Parcheggia e si avvicina a me sorridendo. Ehi, come stai? chiede Nicole mentre cammina verso di me. Ciao Bella ragazza. È molto tempo che non ci si vede. Cosa ti porta a vedermi? Ho chiesto. Nicole mi si avvicinò e mi gettò le braccia al collo. Abbiamo sempre parlato a Sagebrush, ma...

633 I più visti

Likes 0

Chat room: una vendetta malvagia della fidanzata

Torni a casa dopo una lunga giornata di lavoro; ti togli il cappotto e vai in cucina per una birra. Quando apri la porta del frigorifero, la tua ragazza si avvicina da dietro, coprendoti gli occhi con una benda. Lo lega stretto essendo un po 'ruvido Ho un osso da scegliere con te !! ti scatta contro. 'Ma che...?! Chiedi, alzando la mano per scoprirti gli occhi. Ti dà uno schiaffo sul dorso della mano e ti afferra il polso tirandoti fuori dalla cucina. Essendo bendato sei disorientato e perdi l'equilibrio, quasi inciampando mentre ti trascina su per le scale. La...

867 I più visti

Likes 0

Una nuova padrona 7

Natasha mi ha infilato la lingua nell'orecchio e mi ha sussurrato: Ci divertiremo un sacco, un sacco di divertimento tesoro... La bambina della mamma si è sporcata il culo? Nessuna padrona... mamma! Ho sussurrato. Ho urlato mentre qualcuno schiaffeggiava il mio cazzo duro. Rimbalzava come un metronomo pungente. Sì! Mi sono lamentato: Sì! Il mio culo è sporco mamma…” Sorrise e mi coprì gli occhi con una benda. Ho sentito qualcuno sedersi sul mio petto e ho pensato di sentire l'odore della figa eccitata. Natasha mi tubò nell'orecchio: Conosci quell'odore? Mi sono reso conto che non avevo cazzo e palle in...

747 I più visti

Likes 0

Little Piggy 3 - Ragazzi! Nient'altro che guai.

Little Piggy 3 - Ragazzi! Nient'altro che guai. La piccola Piggy si è svegliata quando ha sentito suo padre frusciare nel letto e ha ricordato la scorsa notte. Scivolò giù dal letto e tornò silenziosamente nella sua camera da letto. Era molto presto la mattina così andò a letto e tornò a dormire. Ha iniziato a sognare la sua avventura con il cazzo di suo padre. I sentimenti del suo corpo e la forte passione di suo padre. Il suo sogno si trasformò nella posizione di sua madre in camera da letto nel bel mezzo della giornata. Ricordando di aver guardato...

625 I più visti

Likes 0

Il bussare alla porta_(1)

Il bussare alla porta mi ha sorpreso. La notte di gennaio in Iowa era fredda, fredda, fredda. Mi ero già tolto i vestiti per la notte e mi sono seduto sulla mia poltrona a scrivere sul mio portatile; era una breve storia della mia infanzia. Dal mio divorzio tre anni prima, ho passato molto del mio tempo da solo a scrivere; principalmente sull'argomento di cui so più di ogni altra cosa... io. Ho scritto centinaia di storie sulla mia vecchia città natale e sulla mia famiglia. I miei nove fratelli hanno fornito tonnellate di ricordi che voglio, un giorno, condividere con...

669 I più visti

Likes 0

Io e Sue

Io e Sue Come ricorderete se avete letto gli altri miei racconti, mia sorella maggiore è sexy ed ha avuto una grande influenza sulla mia identità sessuale da quando ho perso la verginità con lei quando avevo dodici anni e lei venti. Con il passare degli anni abbiamo continuato a sperimentare insieme, ma dato che solo di recente aveva dato alla luce mio nipote pochi mesi prima della mia prima volta con lei, stava ancora producendo latte materno e allattando al seno mio nipote appena nato. Sue è stata la prima persona che avessi mai visto che allattava i propri figli...

873 I più visti

Likes 0

Surrogato sessuale

Surrogato sessuale Ch1 Spruzzandomi acqua sul viso e fissando un grande specchio del bagno, stanco per la lunga serata che ho passato ieri sera in cui ho avuto una conferenza di oltre cento invitati in cui ho parlato loro del mio lavoro. No, non ero una squillo, non mi sono mai spogliata, non ho mai lavorato in un bordello e non faccio pubblicità. Sono fondamentalmente uno psicologo che aiuta uomini, donne e anche coppie con disabilità ad esibirsi durante il sesso. Come surrogato del sesso per la maggior parte del tempo insegno il contatto intimo, insegnando alle persone come trovare il...

877 I più visti

Likes 0

THE FREAK - Parte 4 di 5

>>>>>>Entrammo in Massachusetts Avenue e trovammo un posto per parcheggiare a circa un isolato di distanza vicino a Harvard Yard, il nome dato al campus principale. Erano appena passate le dieci. La signora Atkins aveva detto di venire a qualsiasi ora, quindi siamo andati insieme all'ufficio ammissioni, trovandola alla sua scrivania. Presentai Barbara e prendemmo posto. La prima cosa che ho fatto è stata passare la cartella delle fotografie attraverso la scrivania. “Avevo chiesto a Barbara di sposarmi il venerdì sera precedente, il venerdì prima della domenica delle Palme. Ha indossato il suo anello di fidanzamento a scuola lunedì e...

868 I più visti

Likes 0

Grace è una ragazza scat

Ogni sera dopo il college Grace cercava consigli per flirtare online e da quando ha scoperto il porno alcuni anni fa, ne era stata ossessionata. Ora che vive da sola, si siede sulla sedia per ore e ore a guardare i contenuti più sgradevoli che riesce a trovare. Aveva sempre avuto un lato malato in lei, ma si è davvero acceso alcuni anni fa quando i suoi compagni di scuola le hanno mostrato il video 2 Girls 1 Cup, ha dovuto mostrarsi disgustata di fronte a loro mentre nascondeva segretamente la macchia bagnata tra le sue gambe . Tutte le sue...

850 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.