Tempo divertente con un nuovo nome

138Report
Tempo divertente con un nuovo nome

Mi chiamo Drake. Ho 32 anni, 6'3" 245 libbre, capelli castani, occhi castani e generalmente considerato un ragazzo di hansom. Crescere praticando sport e un'etica del lavoro duro mi ha assicurato di rimanere in ottime condizioni fisiche. Quando avevo 17 anni ho sposato la Stretto dopo il liceo (con un piccolo aiuto per la sua gravidanza). Mi ha dato subito 2 fantastici bambini mentre vivevo il tuo tipico stile di vita americano. Essendo un ingegnere e la sua infermiera ci assicuravano uno stile di vita sano.

Tutto finì comunque 2 anni fa, quando mia moglie ei miei figli sarebbero andati a trovare i suoi parenti un giorno. Un 18 ruote si è imbattuto nella mediana e me li ha portati via. Si è scoperto che l'autista era andato un po' troppo a lungo con le metanfetamine, cercando di soddisfare le quote ridicole delle sue compagnie, e alla fine si è schiantato. Ero a dir poco devastato. Ho citato in giudizio la compagnia di autotrasporti per tutto quello che valeva. L'accordo, combinato con le assicurazioni sulla vita, avevo abbastanza soldi per sentirmi a mio agio per il resto della mia vita, a condizione che non cercassi di acquistare un paese del terzo mondo.

Dopo quasi un anno di broncio e depressione, ho deciso di entrare nella scena degli appuntamenti per la prima volta in quasi 14 anni. È iniziato con gli amici che mi allacciavano in appuntamenti al buio che non contavano mai molto. Ho provato a rimorchiare alcune ragazze nei bar, ma non ho mai avuto molta fortuna.

Alla fine ho deciso di provare gli appuntamenti online. Ho creato un profilo con la maggior parte delle mie informazioni, interessi e alcune immagini. Non so se sia destino o cosa, ma la sera in cui ho creato il mio profilo stavo navigando nel database guardando le diverse ragazze e ho trovato Cherish. La sua foto del profilo mostrava una bellezza dai capelli neri con luminosi occhi azzurri, un naso a bottone e labbra rosa carnose sulla pelle pallida. Anche se non potevo vedere il suo corpo, sapevo di non averne bisogno. Sembrava più giovane ma non aveva compilato la sua età (sinceramente non mi importava). Ho letto il suo profilo notando una sfumatura scura nella sua personalità e una preferenza per i ragazzi più grandi (segnalo uno per me). La cosa più bella era che viveva localmente. Una stranezza nelle sue informazioni è stata che ha ripetutamente menzionato il fatto che era "difficile da gestire".

Le ho mandato un IM dicendo "Ciao, il tuo profilo sembra interessante. Sembri qualcuno che vorrei conoscere di più. Oh, e neanche la tua foto fa male a guardare

Ha risposto quasi immediatamente con "Sei carino ma sembri la tua luce brillante per me. Non credo che tu possa gestirmi". Come l'inferno!! Ho pensato.

Rispondo “La luce più brillante può proiettare l'ombra più grande. Scommetto di essere più che in grado di gestirti se non hai troppa paura per darmi una possibilità! Ho pensato che stavo correndo un rischio, ma che diavolo.

Bene, è tutto ciò che è servito, abbiamo chattato tutta la notte e non ci è voluto molto prima che i messaggi diventassero erotici. Abbiamo deciso di fare un gioco in cui, a turno, ci siamo fatti una domanda a cui bisognava rispondere onestamente. Non mi ci è voluto molto per capire che era una maniaca dell'armadio, che faceva cose pazze ma non è stata in grado di fare molto per paura del rifiuto. Il fatto di essere online ci ha permesso di parlare con queste cose più liberamente di quanto saremmo stati normalmente. Ho notato che Cherish aveva un particolare feticcio con il dominio/sottomissione. Le ho fatto una domanda in particolare a cui non era disposta a rispondere: "Qual è la tua fantasia più oscura? Uno che non hai mai avuto il coraggio di menzionare nemmeno a carico. So che devi averne uno.

"Sì, ma... non mi sento a mio agio a discuterne" risponde. Non lascio che mi dia fastidio e andiamo avanti.

Dopo ore di messaggi divertenti, abbiamo deciso di incontrarci il venerdì successivo in un bar locale del centro che sapevamo sarebbe stato affollato. A causa di circostanze impreviste sono arrivato con qualche minuto di ritardo e c'era Cherish, in piedi davanti a me ad aspettarmi. SANTA MERDA era sexy! Aveva una struttura sinuosa di 5'3 ", seni 34C e un bel culo a forma di cuore sotto una vita sottile. Indossava jeans attillati con diversi strappi e buchi posizionati strategicamente e una canotta nera aderente. La camicia scura rendeva solo la sua pelle pallida molto più sexy.

Mentre mi avvicinavo a Cherish, potevo dire che mi stava prendendo in considerazione. In piedi un solido piede più alto di lei, potrei dire che era leggermente intimidita ma ha fatto un buon lavoro nel coprirlo. L'ho salutata con un grande abbraccio mentre le dicevo quanto fosse bellissima a cui sorrideva e arrossiva. Dopo i saluti siamo entrati e abbiamo preso un tavolo. Avevo scoperto dal nostro messaggio che aveva 18 anni ed era una matricola al college locale (laureando in programmazione informatica), quindi sapevo che non poteva bere alcolici anche se lo desiderava. Ho ordinato a me una birra leggera e lei una coca cola, ma non appena la cameriera ha lasciato i nostri drink e ha voltato le spalle, Cherish si è allungato attraverso il tavolo, ha afferrato la mia birra e l'ha quasi buttata giù in un drink.

"Piccola puttana" l'ho rimproverata. Questo mi ha procurato uno sguardo doloroso ma giocoso a cui ha risposto "Mordimi".

"Potrebbe essere un po' doloroso per te se iniziassi a farlo." Ho detto.
"Potrei preferire un po' di dolore" fu la sua replica. Questo mi ha fatto pensare.

Abbiamo iniziato a parlare e lei è tornata rapidamente al nostro piccolo gioco di farci domande a vicenda. "Va bene fammi una domanda." Lei dice.

"OK, che ne dici di parlarmi di quella fantasia oscura che mi hai evitato l'altra notte."

“Non mi sento ancora a mio agio a parlarne. Chiedi qualcos'altro!"

Penso per un secondo. “Va bene….. Sputare? Ingoiare? No, lasci che arrivi così lontano?" chiedo sorridendo maliziosamente.

“……..OMG…….. Non posso credere che tu l'abbia chiesto!”

“HA! Devi rispondere!”

“OK OK….inghiottire” sussurra. Ovviamente rido a crepapelle per il suo imbarazzo. "È meno disordinato in questo modo" dice, la faccia rosso sangue. Alcune domande dopo e viene posta la domanda sull'anale. (A proposito, amo l'anale come presto scoprirai)

Dice: "Ho sempre voluto provare l'anale con un ragazzo, ma pensano sempre che sia brutto" (con un ragazzo??)

"Non mi dispiace un po' sgradevole" dico, "Ad essere onesto, l'anale è piuttosto morbido rispetto alle cose che sto pensando di farti"

Giuro che vedo una combinazione di eccitazione, lussuria e paura passare attraverso i suoi occhi.

"È una promessa?" lei chiese. "Assolutamente!" Rispondo.

Abbiamo parlato per un po' più a lungo se ha rubato qualche altra delle mie birre, la cameriera doveva sapere cosa stava succedendo ma non ha detto nulla. Dopo un po' mi sono scusato per usare il bagno e mentre mi dirigevo lì ho dato la mia carta alla cameriera per pagare le bevande. Poco dopo essere tornata al tavolo la cameriera ha riportato la mia carta con la copia delle ricevute. Cherish sembrava deluso dal fatto che questa serata stesse finendo, ma avevo idee diverse. Usando la penna della cameriera ho scritto una nota sul retro della copia della ricevuta, l'ho piegata e l'ho messa in tasca. Questo mi ha guadagnato uno sguardo strano ma l'ho ignorato. Mi sono alzato dal tavolo, le ho preso la mano e l'ho accompagnata nel parcheggio. Quando le ho chiesto quale macchina fosse sua, l'ho accompagnata.

Una volta arrivati ​​alla sua macchina, ho deciso di rischiare tutto. Afferrandole la cintura con una mano e la gola con l'altra, l'ho sollevata brutalmente all'altezza degli occhi e ho piantato la mia bocca sulla sua così velocemente che non ha avuto il tempo di reagire. Usando il mio corpo per inchiodarla alla sua macchina al mio livello, ho fatto scivolare la mano dalla sua cintura fino al suo seno prendendo tutto il suo seno nella mia mano, le ho stretto il capezzolo piuttosto bruscamente tra il mio pollice e l'indice facendola gemere nella mia bocca. Togliendo la mia mano dalla sua gola, entro nel taschino della camicia ed estraggo il mio biglietto. Mi sono allontanato dal nostro bacio ma prima che potesse dire qualcosa le ho stretto il capezzolo più forte che potevo. Quando aprì la bocca per urlare, le infilai il biglietto in bocca stringendole una mano sulla bocca per farla stare zitta. Appoggiai la mia faccia alla sua e, più minacciosamente che potevo, le dissi: “Vieni a questo indirizzo se pensi di potermi gestire. Ma se non lo fai, non voglio più sentirti".

Allontanandomi non potevo fare a meno di pensare alla paura e alla lussuria che vedevo nei suoi occhi. Sapevo che sarebbe venuta.

Una volta a casa mi sono ripulita e ho preparato alcune cose per il suo arrivo. 45 minuti dopo vedo i fari entrare nella mia unità anteriore. Sono sorprendentemente calmo considerando la mia eccitazione. Incontro Cherish sulla mia veranda mentre si avvicina.

Le dico "Sono contenta che tu sia venuta" Lei sorride dolcemente, "Voglio che tu sappia, se varchi quella porta scatenerò 15 anni di frustrazione sessuale sul tuo corpo. Non mi trattengo né accetterò un no come risposta”.

Con gli occhi ardenti di lussuria dice "È una promessa?"

Cammino Cherish in casa mia andando dritto nella mia camera da letto. In piedi accanto al letto, prendo un pugno pieno della sua maglietta tirandola in un bacio appassionato anche se rude. Afferrandole la camicia e il reggiseno sopra la testa con uno strattone, mi sposto verso la cintura e i pantaloni. In men che non si dica lei è nuda davanti a me. Mi prendo un secondo per ammirare il suo corpo pallido e sexy. Guardando i suoi capezzoli rosa chiaro delle dimensioni di una gomma circondati da areole delle dimensioni di un dollaro d'argento, mi piego rapidamente e prendo il suo capezzolo in bocca succhiandolo e mordendolo forte.

"Oh Dio, sì, succhiami i capezzoli *strillo* OH DIO, sì mordili!"

Alzandomi in piedi ordino a Cherish di spogliarmi mentre il mio cazzo sta per strapparmi i pantaloni. Mi strappa la camicia mandando bottoni dappertutto, poi attacca la cintura e i pantaloni. Ora va notato che in generale sono un ragazzo grosso e il mio cazzo non fa eccezione. In piedi completamente eretto a 10 pollici e molto spesso. Non appena Cherish ottiene la mia cintura slacciata accovacciata, mi tira giù i pantaloni rivelando il mio cazzo completamente gonfio.

Con gli occhi sbarrati dice "OMG che è enorme" (un ragazzo non lo sente mai abbastanza)

Anni fa mi sono convinto di essere condannato a stare con la stessa donna per il resto della mia vita. Ora con la possibilità di fare sesso con una nuova donna seduta di fronte a me, non avevo voglia di parole.

Ho afferrato la testa di Cherish con entrambe le mani tirandola al mio cazzo. Sapendo che stava arrivando aprì la bocca per accettarlo. Ho bloccato il mio cazzo più in profondità possibile fin dall'inizio, facendone entrare solo metà prima di colpirle la parte posteriore della gola. Tuttavia, non ho lasciato che questo mi fermasse, ho continuato a spingere contro quella barriera, imbavagliandola come un matto, cercando di entrarle in gola. Dopo un minuto di questo ho pensato che avrebbe avuto bisogno di respirare, quindi ho allentato la pressione che stavo facendo solo per scoprire che non si allentava un po'. Anche questa ragazza stava cercando di infilarselo in gola!! Rimasi lì sbalordito, a guardarla imbavagliarsi sul mio cazzo. Dopo un minuto in cui ha fatto del suo meglio per ingoiare il mio cazzo, si tira indietro dicendo: "È semplicemente troppo grande, non posso andare più a fondo".

"Hai solo bisogno di un po' più di pratica e molto più incoraggiamento." le dico mentre le afferro un pugno pieno di capelli corvini. Sorride davvero alla grande e quasi ringhia mentre spingo il mio cazzo nella sua bocca fino alla parte posteriore della sua gola. I minuti successivi sono stati trascorsi con Cherish in ginocchio, conati di vomito, cercando di forzare il mio cazzo in gola.

Ho deciso che era il mio turno di prestare un po' di attenzione orale. Afferro Cherish per le sue spalle e la sollevo verso di me baciandola profondamente. Posso dire che è rimasta sorpresa da questo, ma era anche eccitata. Mi libero dal bacio gettandola di nuovo sul letto.

"Il mio turno" dico mentre mi infilo tra le sue gambe. Mi viene incontro la figa più incredibile che abbia mai visto. La pelle pallida e completamente rasata incontra le labbra rosa della figa perfettamente modellate con un clitoride duro come una roccia che sporge in alto. Le prendo le gambe spingendole in alto e divaricate finché le sue ginocchia non sono accanto al seno. Guardo il suo buco del culo increspato e come la sua figa la sua pelle bianca pallida fino al centro rosa. Non posso trattenermi, prendo la mia lingua e la lecco partendo dal suo buco del culo rosa fino alla cima del suo clitoride in una lunga corsa.
"OOoohhh, wow che è stato bello" geme. Attacco immediatamente la figa e il clitoride muovendomi avanti e indietro leccando e mordendo. Cherish mi prende la testa con entrambe le mani e mi strofina la figa in faccia come se stesse cercando di strapparmelo. Si stava davvero avvicinando così ho deciso di aggiungere alcune dita al mix. Inserendo due dita nella sua figa arricciandole per arrivare al tessuto spugnoso dietro il suo clitoride, inizio a pomparle velocemente e con forza.

“Sì, sì, oohh sì, più difficile! PIÙ FORTE!!" Ebbene sì signora, penso a me stesso e inizio a pompare nella sua figa il più velocemente possibile mentre le divoro il clitoride. Potrei dire che si stava avvicinando al suo primo orgasmo, ma aveva bisogno di un piccolo aiuto per superare il limite, quindi prendo il mio dito medio dall'altra mano e lo lavoro lentamente nel suo stretto buco proibito. La sua reazione è quasi immediata mentre mi sborra in faccia.

“Santo cielo sì! sto venendo!! Ooohhhh dio è, OOHHHH SHIT! Mentre sta arrivando, non sto rallentando un po' la sua figa o il suo culo. Comincio a pensare che più divento cattiva, più lei se la cava.

“oooooh è stato bello. Per favore, vieni a infilarmi quel cazzo enorme nella mia figa e a fottermi il cervello adesso. Lei quasi implora.

Strisciando su per il suo corpo le lecco l'ombelico fermandomi a leccarle e mordicchiarle i capezzoli per un po', poi mi sposto verso la sua bocca per darle un bacio profondo. Comincio a strofinare il mio cazzo su e giù per il suo clitoride. Inserisco la testa del mio cazzo nella sua figa e la tengo lì mentre raccolgo una gamba in ogni braccio bloccandoli contro di lei. Guardandola negli occhi posso dire che sa cosa accadrà dopo e vedendo la lussuria carnale nei suoi occhi prendo una decisione. Vuole che faccia male. "Questa dea sexy vuole essere fatta a pezzi!" Penso a me stesso. Con questa rivelazione decido di puntare tutto su questa ragazza. Seppellisco il mio cazzo in una spinta veloce.

“AAAAEEEEHHHH SÌ WOW SÌ!!” urla così forte che giuro che i vicini devono sentire ma non mi arrendo un po'. Ho deciso di picchiare questa dea sexy dai capelli corvini finché uno di noi non è svenuto. Con le sue gambe bloccate all'indietro per quanto potevo piegarle, tiravo fuori il mio cazzo fino a quando non le rimaneva solo la testa e lo battevo a casa. Ogni volta urlava a squarciagola. Invece di rallentare, sono andato sempre più veloce e più forte per i successivi 15 minuti fino a quando non mi ha sborrato addosso di nuovo.

Ora a questo punto, dopo tutto questo sforzo avevo ancora molta strada da fare prima di venire e c'era ancora un buco che non avevo ancora provato. Mentre stava scendendo dal suo sballo orgasmico, la faccio rotolare e la metto in ginocchio. Le ho chiesto di tirare le ginocchia nel suo corpo dove il suo viso è disteso sul letto con il suo corpo sulle ginocchia e il suo culo è sporgente dalla schiena perfettamente all'altezza del mio cazzo. Da questo angolo non c'è niente che mi impedisca di seppellire completamente il mio cazzo nel culo di Cherish. Da tutto lo zampillo che ha fatto, so che la lubrificazione non sarà un problema e quando inizio a strofinare il mio cazzo attorno al suo buco increspato lei dice: "Non credo che dovremmo farlo lì, sei troppo grande". schiaffo!! Le ho dato uno schiaffo sulla guancia del culo lasciando un'impronta rossa perfetta sulla sua pelle pallida. E solo per rendere le cose pari. schiaffo!! Ne ho messo uno corrispondente sull'altra guancia facendola gemere profondamente. Immagino di aver ragione su di lei.

Dopo averlo lavorato per un po' intorno al suo culo, ho iniziato a spingerlo dentro. Ci è voluto un po' di lavoro ma l'ho fatto passare attraverso il suo anello stretto con un "pop" e lei sta urlando "oh dio, oh dio, oh dio". Ora sapevo che non l'aveva mai fatto prima e non sarei stato eccessivamente crudele (volevo farlo di nuovo) ho spinto lentamente il mio cazzo fino in fondo in lei il più lontano possibile e l'ho tenuto lì finché non è arrivata abituato alla taglia. Inutile dire che stava ancora urlando come una banshee.

"Santo cielo, è tutto nel mio culo!! OMG è così grande!! Non muoverti!! Mi stai facendo a pezzi!'

Non ci è voluto molto prima che si respingesse contro di me e sapevo che era ora di giocare. Ho iniziato tirando indietro finché non ho potuto sentire il bordo della mia testa sul suo sfintere e l'ho speronato di nuovo.

“AAAAEEEEHHHHYYYEEEAAAASSSS”

Questo è tutto l'incoraggiamento di cui avevo bisogno. Ho ripetuto questo processo ancora e ancora, aumentando lentamente il ritmo. È stata di gran lunga la cosa più stretta che abbia mai scopato in vita mia. Non ci è voluto molto prima che mi fossi presa a martellate il suo culo e lei lo stava prendendo come un professionista. Ovviamente stava ancora urlando un sanguinoso omicidio, ma la parola "sì" è stata mescolata lì più e più volte, quindi non ho rallentato.

A questo punto l'ho sentita rabbrividire con quello che penso sia un potente orgasmo e poi sento la conferma scorrere lungo l'interno della mia gamba.

So che mi sto avvicinando al cumming quindi le chiedo: "Sei pronta per farmi venire baby?"

"Ooo, mi sborrerai nel culo?"

"NO"

"Oh, allora dove sborrerai?"

“Nella tua gola piccola”

"Oh, vuoi soffiarmi il tuo carico caldo in bocca, eh?"

"No piccola, ti spingerò il mio cazzo in gola e sborrerò." Il solo sentire quelle parole le fece rabbrividire con un mini orgasmo.

Sapendo di essere vicino, la tiro fuori dal suo culo, la giro sulla schiena e la trascino sul bordo del letto dove pende solo la parte posteriore della sua testa. Ora le ho sparato uno stretto in gola e non ho perso un momento per approfittare di questo fatto. Le ho rapidamente infilato il cazzo in bocca speronandole la parte posteriore della gola. Afferrandole il corpo e urlandole di ingoiare, spingo e tiro con tutte le mie forze sfondando quella barriera e nella sua gola.

Ora questa era una sensazione tutta nuova, e lascia che ti dica che è stato fantastico. Ero così vicino a venire ora che ho tenuto il mio enorme cazzo completamente nella sua gola usando solo brevi spinte. Sapevo che non riusciva a respirare, ma in quel momento non mi importava perché l'orgasmo più potente che avessi mai avuto stava per esploderle in gola.

L'intero corpo di Cherish era rosso e mi stava schiaffeggiando selvaggiamente le braccia mentre ancora tenevo il suo corpo a terra e la tiravo dentro di me. Quando ho iniziato a sparare una corda dopo l'altra giù per la gola nello stomaco, ho notato qualcosa più in basso nel suo corpo. Mentre cercava freneticamente di non affogare sul mio sperma e mi afferrava per prendere aria, la sua figa è assolutamente sgorgante! "Questa ragazza sta per morire per strangolamento e il suo corpo sta venendo come mai prima d'ora!" Penso a me stesso.

Alla fine, le tiro fuori la gola mentre il suo corpo è diventato molle. Noto che è priva di sensi, ma posso dire che sta respirando. Rimango lì per un momento ad ammirare il suo corpo pallido e sinuoso. Il mio cazzo è ancora duro come una roccia, in parte per la scena davanti a me e in parte per la pastiglia blu che ho preso subito dopo essere tornata a casa dal bar. Non volendo che questa notte finisca ancora mi viene un'idea.

Pulisco velocemente Cherish, quindi la posiziono sul letto normalmente al centro sulla schiena con la testa in alto. Usando della corda le prendo ciascuna delle gambe, le inchiodo indietro e le lego alla testiera per le caviglie. Poi prendendole le braccia, dentro le gambe, le lego ai montanti angolari in fondo al letto. Lasciandola incapace di muoversi e completamente esposta.

Guardandola aperta in questo modo, devo assaporare di nuovo la sua dolce figa. Mi infilo tra le sue gambe e inizio a fotterle la figa con la lingua. Dopo alcuni minuti passati a toccarle la figa, il suo corpo inizia a rispondere alla mia stimolazione. La guardo negli occhi mentre le lecco il clitoride, per giudicare la sua reazione quando si sveglia.

Quando i suoi occhi si aprono, si guarda intorno e dopo aver realizzato la sua situazione penso che all'inizio sono andato troppo oltre. Questo finché non mi guarda negli occhi ed emette un feroce ringhio/gemito e sgorga su tutta la mia faccia. Penso tra me e me: "Questa ragazza si sveglia dall'essere incosciente e, dopo aver realizzato di essere legata indifesa con qualcuno che conosce a malapena, inizia a spruzzare come una manichetta antincendio!" Beh, almeno avevo ragione su di lei.

Mentre scende dall'orgasmo, chiedo "Dannazione Cherish, quanta sborra hai in te?" mentre sorrido e mi asciugo la faccia.

“OMG, non sono mai stato in grado di venire con un ragazzo prima, tanto meno tante volte. Cazzo, questa è stata la notte più bella della mia vita” Dice mentre cerca di riprendere fiato.

"Quindi suppongo che questo genere di cose ti faccia eccitare un po'?" le chiedo mentre salgo sul suo corpo mettendo la testa del mio cazzo duro contro le sue labbra della figa e inizio ad accarezzarlo su e giù per il suo clitoride.

“MMmmm si mi piace molto, soprattutto quando mi sei entrato nel culo. All'inizio faceva male da morire, ma OMG dovremo farlo di nuovo "

"Sei pronto per un altro giro?" Chiedo.

"Ooohh sì, sono così pronto."

"Non prima che tu abbia risposto alla mia domanda." Dico e smetto di strofinarle il clitoride.

Sembrando confusa chiede "Quale domanda?"

"È ora che tu mi dica qual è la tua fantasia più oscura."

“Non posso! È troppo brutto.

“Tanto male? Dopo quello che abbiamo appena fatto. Senti Cherish, non ti conosco da molto tempo, ma penso che il tuo mondo e io voglio sapere di cosa si tratta e se posso, lo farò accadere.

“Non questo non puoi. È chiedere troppo e inoltre è illegale".

"Capisco. Ci sono molte cose che vorrei fare che non sono esattamente legali. Dico.

“Ok te lo dico ma prometti di non pensare male di me?”

"Certo che lo prometto." Dico davvero nel senso. 'Puoi dirmi qualsiasi cosa.'

"Ok" sussurra con la faccia rossa, "voglio uno schiavo".

"Uno schiavo? Come una schiava del sesso che farà quello che vuoi?" Chiedo e riprendo a strofinare il suo clitoride con il mio cazzo.

“No, come uno schiavo che posso costringere a fare tutto ciò che voglio che lei faccia. Voglio prendere una ragazza e addestrarla a diventare una fottuta schiava. Voglio prendere una ragazza contro la sua volontà e farla sottomettere. Voglio legarla e farle cose orribili.

Mentre dice queste cose, continuo a strofinarle il clitoride sempre più forte, posso dire che solo a pensarci si sta eccitando. Le dico "Penso che sia un'idea incredibilmente calda".

"Veramente? Lo pensi anche tu?"

"Assolutamente" dico, "mi piacerebbe aiutare la tua fantasia a diventare realtà".

"Ma come possiamo farlo?"

“Pianificando attentamente ogni fase. Lascia che mi preoccupi della logistica. Voglio solo sapere qualcosa".

Lei chiede "Cosa?"

“Se avrò degli schiavi, saresti la mia padrona di schiavi? Aiutandomi ad addestrarli a diventare piccole puttane del cazzo. Facendoli implorare il cazzo in tutti i loro buchi. Punindoli quando non fanno come gli è stato ordinato. Mentre lo dico, sto macinando la parte inferiore del mio cazzo contro la sua figa.

"OMG sì, mi piacerebbe aiutarti!" A questo punto si contorce contro le sue restrizioni, cercando di infilare il mio cazzo nella sua figa.

“Non credo che tu capisca. Come mia padrona, sarai anche la MIA schiava. Fatte salve tutte lo stesso trattamento a cui saranno soggette. Sarai il mio capo schiavo e mi scoperai quando e come voglio. Capisci?"

"Si si lo faccio!! Oooohhh Dio lo so. Per favore, fallo!” Sta per esplodere a questo punto.

“Caro, lascia che lo chiarisca. Da questo punto, sarai la mia schiava e padrona?"

"SÌ"

"SÌ COSA!!" urlo, strusciando su di lei.

"Sì... M-Maestro!" Urla perché non appena lo dice tuffo il mio cazzo nella sua figa e inizio immediatamente a riempirlo con il mio sperma che la spinge oltre il bordo facendola tremare in modo incontrollabile mentre squirta sborra ovunque.

Dopo che siamo scesi dal nostro sballo orgasmico, sciogli i suoi legami e la tiro a me tenendola stretta.

Sbadiglia e chiede "Dove sei serio in quel momento?" Riesco a sentire il tono speranzoso nella sua voce.

“Sono molto serio riguardo al nostro accordo. Ora vai a dormire e lascia che mi preoccupi di come si fa”.

Mi bacia profondamente e dice "Grazie mille per stasera".

Le dico "Prego. E un'altra cosa prima di addormentarti.

"Sì?"

“Quando mi sveglio la mattina, se il mio cazzo non è nella tua bocca, sarò deluso e dovrò punirti”



"Sì maestro!"


Mi sono svegliato con una sensazione nuova e meravigliosa, quella del mio cazzo nella bocca del mio primo schiavo. Mentre le attività della scorsa notte mi tornavano alla mente; Ricordo l'ultima cosa che ho detto a Cherish.

"Quando mi sveglio la mattina, se il mio cazzo non è nella tua bocca, sarò deluso e dovrò punirti."

Non ha deluso. Rimasi lì sdraiato per alcuni istanti con gli occhi chiusi godendomi la sensazione mentre faceva rotolare la testa del mio cazzo in bocca. Aprendo gli occhi, mi meraviglio della vista che vedo. I suoi capelli neri come il corvo le ricadevano sulle spalle pallide mentre usavo entrambe le mani per tenere il mio cazzo in posizione; lo tira fuori dalla bocca e inizia a leccare il lato ed è allora che i suoi luminosi occhi azzurri incontrarono i miei.

"Buongiorno testa assonnata." Dice tra una leccata e l'altra. "Il mio padrone è felice?"

Noto che la sua voce ha un leggero rombo, immagino che provenga dall'avventura in gola profonda di ieri sera.

"Sono molto felice; puoi svegliarmi così ogni mattina”

Sorridendo, dice: "Hai dormito per un bel po'".

"Sono rimasto sveglio fino a tardi a pensare a come realizzare la nostra fantasia."

“Ooohhh, vero? Ebbene, mentre dormivi sono riuscito a imparare qualcosa di nuovo. Dice sorridendo da un orecchio all'altro.

"E che cos'è?"

Invece di parlare, alza un po' il corpo per allinearlo meglio con il mio cazzo. Mettendo il mio cazzo nella sua bocca e scendendo lentamente finché non lo sento scivolare attraverso la restrizione nella parte posteriore della sua gola fino in fondo con le mie palle che le toccano il mento. Una volta in posizione, mi mette le mani dietro la testa, desiderando che le scopi la testa. Afferrando manciate dei suoi capelli neri, inizio a pompare il mio cazzo in gola facendola vomitare, soffocare e gemere tutto allo stesso tempo.

"Ora capisco perché la tua voce è un po' roca stamattina." dico lasciando andare la sua testa in modo che possa respirare.

"Ci è voluto un sacco di pratica stamattina per riuscire a ingoiare questa cosa enorme ma, una volta presa la mano, sono andato un po' fuori bordo". Disse sorridendo. "Maestro, la scorsa notte è stata l'esperienza più incredibile della mia vita."

"Vieni a sederti sul mio schiavo del cazzo e lascia che ti parli."

"Sì maestro!" Dice mentre si arrampica su 5 "3 'inquadrare il mio corpo a cavallo del mio cazzo e caderci sopra. Lo seppellisce completamente nella sua figa, sbattendo la testa del mio cazzo contro la sua cervice.

Mentre mi digrigna, dice "Ooohhh padroneggia il tuo cazzo si sente così bene nella mia figa. Di cosa volevi parlare?"

"Le mie idee per addestrare gli schiavi." Ciò le fece rabbrividire il corpo. “Penso che abbiamo bisogno di un posto fuori nel paese e ho già alcune idee per quello. Voglio costruire una casa progettata pensando allo scopo previsto. Penso che dovrebbe avere un grande seminterrato sotterraneo progettato per "accogliere" i nostri schiavi e avere anche tutta la sicurezza necessaria".

"Ma maestro, non costerà un sacco di soldi?"

"Non sarà un problema". dico guardandola negli occhi. Mentre discutiamo dei dettagli, Cherish continua a macinare il mio cazzo e più si rende conto che la sua fantasia si avvererà più si fa duro.

"Ooo maestro, lo faremo davvero, vero?" Mi chiede mentre si spinge dentro di me più forte.

“Sì piccola, lo faremo. Tuttavia, avrò bisogno del tuo aiuto per alcune cose". Mi guarda semplicemente con quei bellissimi occhi blu pieni di lussuria, quindi continuo: "Dovrai aiutarmi a spezzare questi schiavi. Saranno volitivi e avrò bisogno che tu li punisca secondo necessità. Puoi farlo per me?"

“Oh mio Dio SÌ!!!” urla mentre i pensieri che le sto mettendo in testa combinati con la stimolazione che sta ricevendo dal mio cazzo la spingono a un intenso orgasmo e lei inizia a spruzzarmi addosso. Mi ritrovo incapace di trattenermi più a lungo e inizio a pompare sperma nella sua figa.

Dopotutto, della nostra recente attività sessuale decidiamo di fare una doccia e fare colazione. Riusciamo a superare la doccia con solo lievi carezze, mentre ognuno di noi lava l'altro.

Dopo aver fatto una veloce colazione, mentre siamo ancora nudi, ci sediamo per mangiare e il cellulare di Cherish squilla. Quando lo raccoglie, notando chi la sta chiamando, emette un sospiro esasperato.

“Ciao”…”Sì, lo so che sono stato via tutta la notte”…”Non so quando sarò a casa”…”No, non sono malato, perché me lo chiedi?”…”So che la mia voce è graffiante ma non sono malata”…”Non devo tenerti per mano, sei una ragazza grande. Preparati la tua dannata colazione!"..."Mi sono divertito moltissimo al mio appuntamento, non che siano affari tuoi."..."Tornerò a casa non appena LUI dice che posso!"..."Sì, hai sentito ho ragione. ADDIO!"

“Dio, odio quella cagna! Mi dispiace per questo. Era la mia sorellina. Crede che il mondo intero ruoti intorno a lei". Lei dice.

“Non sapevo avessi una sorella. In effetti, non so molto di te. Tua sorella è sexy come te?"

"Beh, tu stesso non sei esattamente un maestro del libro aperto." Dice sorridendo: “Il suo nome è Darby e in realtà è la mia sorella adottiva. I miei genitori l'hanno adottata quando era piccola e l'hanno cresciuta con un cucchiaio d'argento in bocca. Per rimediare a tutte le cose sbagliate che hanno fatto con me, immagino. Anche se, da quando me l'hai chiesto, è molto carina per avere solo 15 anni ma, con il suo atteggiamento da stronza, non farà mai sesso".

"Posso certamente capirlo" dico, "Ma che succede con la tua sistemazione abitativa? Pensavo che non fossi di qui in origine.»

"L'anno scorso i miei genitori sono morti in un incidente d'auto", ha detto tristemente. "Dato che sono il suo unico parente più prossimo, è dovuta venire a vivere con me e da allora mi ha fatto impazzire!"

“Mi dispiace sentirlo sui tuoi genitori. Anche l'anno scorso ho avuto una brutta perdita"

"Veramente?"

Dopo aver spiegato la perdita di mia moglie e dei miei figli, cambio rapidamente argomento tornando all'argomento in questione.

“Quindi, ovviamente, dobbiamo trovare il nostro primo schiavo. Avremo bisogno di trovarne uno di cui nessuno noterà la scomparsa o uno di cui possiamo coprire l'improvvisa scomparsa. Ad esempio, un fuggiasco o qualcuno simile. Penso che dovremmo concentrarci sulle ragazze adolescenti, dal momento che potrebbero essere più facili da catturare e addestrare. Come pensi che dovremmo fare per acquisire un nuovo schiavo?" Chiedo.

"Sono d'accordo, posso andare online nelle chat room e cercare ragazze che non sono felici a casa e sono a rischio di volo documentato". Si ferma un momento. "In effetti, ne ho già in mente alcuni."

"Hai già perseguitato potenziali schiavi online?" Chiedo, perché sono incuriosito dalla prospettiva di avere uno schiavo così presto.

"Non necessariamente, ma ho amiche chat che corrispondono a quella descrizione."

“Va bene, continua a parlare con loro e guarda cosa ti viene in mente. Cercherò una posizione ideale per la nostra nuova casa; e inizia oggi stesso con i piani. Penso che entro lunedì avrò i piani pronti e una location scelta. Spero di poter chiudere presto e iniziare a costruire". Lo dico, pensando per lo più ad alta voce.

"Quindi... è tutto ciò che hai bisogno che io faccia?" lei chiede.

"No, ho ancora un paio di cose che dovrai fare per il tuo padrone" dico sorridendo.

"Qualsiasi maestro!"

“Per prima cosa, ho una particolare predilezione per gli anelli della lingua. Andrai a prenderne uno oggi. Secondo, è la tua uniforme da schiava. Quando sei da solo in mia presenza, indosserai una semplice maglietta bianca abbastanza stretta da adattarsi alle tue tette. Taglierai la parte inferiore della maglietta direttamente sotto le tue tette rivelando le curve inferiori del tuo seno ed esponendo lo stomaco. Indosserai un perizoma bianco abbinato. Sarà uno schiavo problematico?"

"Oh no maestro, suona alla grande!" Lei gronda di attesa.

“Beh, abbiamo entrambi del lavoro da fare; Mi aspetto che i miei comandi vengano obbediti. Mi aspetto di rivederti qui stasera entro le 18:00. Posso darti una chiave per entrare e dei soldi per ottenere le cose che ho richiesto.

“Yes master.”

“And before you go. I point down to my now erect cock, “How about we practice on your deep throating some more.”

“Ooohh Yes Master!”

She immediately gets between my legs taking my cock into her mouth, sucking it deep into her throat. I lean back into my chair and enjoy an amazing blowjob from my raven-haired slave. She starts by taking all 10 inches of my cock all the way into her throat, holding it there using short strokes. Then, she works her way back to the head, swirling it around in her mouth using her tongue liberally. Taking it out of her mouth, she licks my cock starting at the base and moving to the head, swirling her tongue around the head while stroking the shaft. “I enjoy sucking your cock so much master. I can’t wait to shove a slaves head down on it.” Taking my cock back into her mouth she repeats the process. It was by far the most amazing blowjob I have ever received in my life.

It did not take much of this oral attention before my balls started to tighten letting me know that I was close. I stand up at this point, pulling my cock out of her mouth and hold it just a few inches away from her face and start stroking it. She can tell what is about to happen and lowers herself. She leans her head back with her mouth open and tongue out, ready to accept my seed.

As I blow my load, I intentionally miss her mouth, sending rope after rope of cum all over her face. At this point, I notice she had been fingering herself this whole time and is gushing cum out onto the floor.

“Oooh master, I love it when you use me like this” She moans.

“I love using you. However, I hate to see my cum get wasted like this.” I say, indicating her face.

Without missing a beat using her finger she starts wiping the cum off her face and into her mouth. After getting it all in her mouth, she shows it to me before swallowing it. Then she takes my semi erect dick back into her mouth and sucks whatever cum that is left.

"Meglio?" Lei chiede.

“That was simply amazing.” I tell her.

“Thank you master!”

“There is one more thing I need to do.”

“Yes master?”

“It’s time I give you your slave name. It will be the name you go by from now on.” As I say this, she stays on her knees before me as I stroke her raven hair in my hand.

“Oh really master? That sounds wonderful! What will you call me?” she asks, elated with the idea.

“I think your new slave name will be... Raven!”

“Oh I love it master, it’s perfect!”

Shortly after a while, we leave to start our new lives. After going online, I find several large plots of land for sale in the surrounding county and decide to go look at them first. The first two areas for sale I looked at, did not meet what I had in mind. One had neighbors to close for comfort and the second was an open field plot. It was at the third location, that I found what I was looking for. It was 200 acres of wooded land with a strong creek flowing through the back portion. It had a national forest surrounding the back and side portions. The front was all farmland. Both of these factors, ensures that other buildings would not likely take place anytime soon. The land itself was thick-forested pine and oak. I figured, clearing out an access road to the center; where I would have enough area cleared for a house and a moderate sized yard around it.

After making my decision on the property, I headed home to start on the house design. I call my accountant and fill him in on my plans to purchase some land and build a house on. I tell him that I need to get out of the city and start over. Considering the amount of money put through his office with my various investments over the last year, he is more than happy to accommodate me even in his off time. I tell him that I want this pushed through as soon as possible and he assures me that everything will be handled by the end of the week.

As soon as I get home, I start looking for an architect to use for the house. I find a highly recommended one from the next state over and email him what my plans are. I state in the message my desire to get the project done as soon as possible and will pay top dollar to see it happen. He replies within minutes and we schedule a meeting for that Monday.

Raven calls that afternoon to tell me she got her tongue pierced and while it hurt like hell, she could not wait to put it to use on my cock. She says her sister is really giving her hell about her being gone the night before and apparently didn’t like that her master changed her name to Raven. She tells me she will be on time and in uniform later tonight.

Monday rolls around and I meet with the architect to go over my plans for the house. We come up with a largely open floor plan for the main level. There is a greeting room at the front door leading into a spacious den. There is a formal dining room to the side and a large bar separating the den from the kitchen. On the opposite side from the dining room, will be two guest rooms and a full bath as well as the stairway going upstairs, built over the stairway going down to the basement. The upstairs consists of a huge master bedroom with two large walk-in closets and an obnoxiously large bathroom consisting of a walk-in shower with sprayers lining the walls and a bench built in the wall that goes all the way around it. I have an office connected to the master bedroom as well. Two more bedrooms connected by a shared full bath upstairs.

The basement was a little different. I tell him that I plan to make the basement into my own personal man cave. I want it soundproofed from the upstairs, and with the exception of one section, completely open. Masonry floor with drains installed for easy clean up. I tell him, I want the walls finished with industrial FRP (Slick finished fire resistant panels) and with weatherproof outlets every 6ft. I have the ceiling set at 8ft, with recessed lighting and a bathroom and shower in the corner. I tell him that I plan to store valuables in the closed in section and want both doors leading into the basement built with solid material and security encoded locks set to a numerical keypad.

I figured I was going to far but he mentions to me that he deals with wealthy eccentrics all the time and what I’ve asked for so far has been mild compared to some of the things he’s designed in the past. I ask him how soon he can get started. He tells me that if I am ok with him bringing in out of state contractors he can get it started within a week. Since I’d rather him use contractors from out of state I tell him that it wont be a problem. I tell him to do whatever it takes to expedite the process. He tells me that since it is out in the county he will not have to deal with half of the permits typically required and assures me that he will exceed my expectations on quality and beat my time demands.

The next two months fly by with me overseeing the building of the house. Raven has turned into the perfect slave, even going so far as legally changing her first name to Raven. She has developed several online prospects that have potential. She has even met a few in person, to get to know them better. After she met them, she would cross them off the list, as they were not very pretty, their age was not right, or did not have the personality she is looking for. One day she tells me “I’ve met a few that have been just too nice to do what we have in mind to do. I think the first should be very pretty but, have a bad attitude that makes you just want to do bad things to her.” I agreed hole heartedly with her.

With the house mostly completed by now, Raven handling the furniture and decorating of the living spaces I focus on the basement. I built beds enough for four in the side room of the basement. I put in a carpeted section in one corner containing a couch and a couple of chairs with a flat screen TV. I want to be able to reward an obedient slave. After all this, the bulk of the basement is open for the training of our new slaves. I installed I-bolts at strategic places all over the place for the securing of slaves and built several contraptions for holding the slaves in various positions.

One in particular construct that I am particularly proud of is what we called the table. It is a 12”x12” table, that can hold several hundred pounds with hydraulics to rise and lower it and enough vinyl covered padding just to take the hard edge off. What makes it special is the cable restraining devices placed a few feet apart all the way around the table. They’re basically ratchet locking cranks with braded steel cable run through a I-bolt were I can connect it to the arms or legs of a slave and pull tight forcing them into any position I want them to be in. The first time Raven saw the table she begged me to use it on her.

We were days from moving into the house when I went to Raven’s apartment for the first time and met her little sister Darby. When I first met Darby, I have to admit that I was surprised; she was a 15-year-old little knockout. She was taller than Raven at 5”5’ and so slender she could not weigh more than 90lbs. With bright red hair falling over a heart shaped face, deep green eyes, pointed nose, red lips and a light patch of freckles across her nose and on her cheeks. She was wearing Kaki short shorts indicating a smallish butt and a white tank top covering peach sized breasts, just looking cute as hell. Years of gymnastics showed in the muscle tone in her legs and I cannot help but wonder how flexible she could be.

When Darby first saw me, I could tell she had already made up her mind she did not like me and she did not take long confirming it either. “So you’re Cherish’s ‘master’ huh? Cosa stai facendo qui?" I can here the venom in her voice and despite her sexy look; I immediately take a disliking to her too.

“I enjoy spending time with my Raven and I have never met you so I figured I would come meet you.” A total lie but, what the hell, “It’s nice to meet you Darby.”

“A pleasure.” She says with a smirk, “I was about to watch a movie so just leave me alone.”

Raven pipes up, “With an attitude like that you’ll never get laid!”

“Why do you always say that to me Cherish?” Darby yells, “My attitude has nothing to do with my virginity!”

I cannot help myself, “Wait, your still a virgin? Get the fuck out, as cute as you are!”

“That’s none of your business!” Darby yells at me as she stomps away to the den to watch her movie.

“I’m sorry about her master, she drives me crazy. I don’t know what to do with her.” Raven says.

“Non preoccuparti. What do you say we go watch that movie with her just to piss her off?”

“If you want to master”

“Yes I want too but, I’m upset with you slave.” I tell her, trying to use an angry tone.

“What is it master?”

“You are not in uniform.” Her face and neck flushes immediately.

There is no denying the lust in her voice as she says, “Yes master, I will go change that now.”

While Raven goes to change, I walk into the den sitting in the loveseat as Darby is lying on the couch. “What are you doing in here? I told you to leave me alone.” Darby states flatly.

“I think we got off on the wrong foot Darby, I really like your sister and I would like to get along with you as well.”

“You make her call you master; you changed her name, and had her get her tongue pierced. I don’t care to get along with you.”

“Fair enough but your sister is happy and shouldn’t that be enough?”

“NO!”

I figure I have said enough, so I keep quiet until Raven comes back. Shortly, Raven walks in wearing her cutoff white t-shirt and matching white thong. As she sits down next to me I put an arm around her and she drapes a leg over mine exposing her thong covered pussy.

She turns her head putting her mouth to my ear and whispers “Are you going to play with me in front of my sister master?”

“If she stays put she will watch her sister get ass-fucked across the armrest of this chair.”

“Oh yes master!” Raven growls into my ear before she starts licking my ear and neck.

I move my hand to her pussy and start rubbing her clit outside her panties eliciting a moan from her. During this whole process, I keep my eyes on Darby. She is trying to ignore what is happening on the chair next to her but Raven’s intense moaning pulls her attention to our show. When she looks our direction and notices me looking directly at her, she diverts her gaze immediately back to the TV and I can tell her face is flushed.

“Get a room!” Lei dice.

We just ignore her, by now we are kissing passionately with my hand inside her thong and three fingers buried in her pussy. I am surprised Darby has not got up and left yet, by the angry look on her face, I think she is trying to prove a point that she will not let us run her off. Raven has pulled my cock out of my pants at this point and is stroking it. Darby looks over and sees the first cock she has ever seen in her life. At first, she is shocked and just stares at my completely engorged cock while her sister strokes it. I point this out to Raven, when she sees her sisters shocked expression, she smiles and lowers her mouth to my cock. As she wraps her hot mouth around my cock, she makes eye contact with her sister, winks, and swallows my cock whole. This action snaps Darby out of her revere. She stands up and angrily tells us, “You guys are awful” then stomps off to her room.

We cannot help but laugh as Darby stalks off. “Oh my god master, that was so hot!”

“It was pretty hot wasn’t it? She may not be able to see us now but, I bet she will still hear us.” Raven has been quite the little screamer and I planned to make her scream a lot tonight.

“Oh yes master, give it to me!”

I immediately get on my knees in front of the couch spreading her legs pulling her onto my cock. I know she is very wet from my fingering earlier, so I just pull her body onto my cock slamming all 10 inches of thick cock into her pussy, wrenching a scream out of her. Using her weight to force her down on my cock I start thrusting up into her pounding her pussy for all its worth bringing a chorus of moans and squeals. With her breasts right in front of me I start sucking and biting on her erect nipples rather hard causing her to reach new levels of ecstasy. It did not take much of this pussy pounding nipple-biting action before the inevitable happened.

While screaming at the top of her lungs and gushing cum she says, “Holy fucking shit! I am about to cum!! Oh, god you are so deep!! I, I, I am CUUUUMMMMIINNG!!! Fanculo! Fanculo! YYEEESSSS!!!

As she is coming down from her orgasm, I tell her, “Raven baby I think I know whom our first slave should be.”

She opens her eyes quickly and saying “Really… Who?”

“Darby.” I tell her, “I think she would be perfect. Just think, you are the only family she knows and you hate her. You have to admit, she is a sexy little bitch. She does not have any friends to speak of because of her bitchy attitude. You could tell her school that she is transferring and just never enroll her anywhere.”

I can tell Raven is thinking long and hard on this. Finally, she says “I haven’t even thought about using that little bitch but, you’re right! Nobody besides me even keeps up with her. Even her gymnastics coach said not to sign her up again. Yes, she is a little fox.”

All this time my cock has stayed in her pussy. I start slowly stroking it in and out saying, “I bet you could do all kinds of nasty things to that little bitch. I can just see her licking your pussy while I fuck her virgin ass.”

“OOooh Master, I can’t wait! I’m going to turn that little bitch into the perfect little fuck toy!” After saying this, Raven pulls me into a passionate kiss, pushing her pierced tongue into my mouth as I thrust relentlessly into her pussy.

After our kiss ends, I lift Raven off me back onto the couch and stand up pulling her with me. I walk her to the side of the couch and bend her over the armrest while standing behind her. Lining my cock up with her pussy, I slam it in pussy with one hard thrust and start pumping her from behind.

“Oh yes Master, Fuck me! Ooohh YYeeaasss! Fuck that’s nice”

Pulling my cock out of her pussy I rub it across her asshole going back and forth to her pussy in effort to prepare her ass for the assault that’s about to hit it. Once I thoroughly lubricated her ass, I plunged my cock to the hilt, quickly pulling out and plunging back in her ass.

“Holy fuck! Sì! Fuck my ass!!

After minutes of this treatment, I grab a fist full of her dark hair and start pulling my slave into me; meeting my thrusts. Using my free hand, I reach around and insert my middle two fingers into her pussy. Gathering my strength and using the two fingers hooked in her pussy and wad of her hair, I lift Raven into the air and commence to pounding her ass.

Now, Raven has always been loud in the past but at this moment, she reached a level unto its own, “Oh My God wow!! Yes, fuck Wow!! I am about to cum! Sì! Sì! Darby I am about to cum from my master fucking me in my ass!! SÌ!!

As I feel her explode into my hand, I cannot hold it any longer and unload into her ass. No longer able to hold this position due to exhaustion we fall forward onto the couch in a tangled mess.

After I catch my breath I ask, “So how’s your schedule for tomorrow?”

“Whatever my master wishes it to be. What do you have planned?”

“I plan on showing our house to our new slave.”

“That sounds like a perfect idea.”

After cleaning up, I leave Raven at her apartment to keep an eye on Darby while I go get ready for the next day. Moments after I leave, Raven calls my cell laughing and saying that her landlord called about the noise and nature of the disturbance saying that it was unacceptable and that Raven and her sister had to be out by the end of the week.

“That’s perfect!” I say, “I will be over there in the morning with a moving truck. We will grab what ever you want and let Darby load a few things that she thinks she needs, telling her that a moving service will get the rest. Once we get her home, nothing else will matter. All you’ll need to do after that is put in for her transfer at her school.”

The next morning I arrive in a moving truck. Raven meets me at the door with a huge smile saying, “This is going to be so much fun! Darby is so pissed, I told her since we are being evicted we had to stay with you until I found a new place. She has been bitching all morning but it’s going to be worth it.”

When I walked in, to say Darby was pissed, would have been an understatement. The little redhead was waiting on me as soon as I entered the apartment wearing a pair of tight fitting cloth shorts and a T-shirt with one hand on her hip. If she was a cartoon character, I am sure there would have been smoke coming out of her ears.

“I hope you’re happy with yourself! Because of you I lost my home.”

Holding my hands up in defense, I say “I know and I’m very sorry. I will do my best to see that you get into a new home as soon as possible. Unfortunately, there is nothing we can do about it right now. Let’s just make the most of it and we will work through it.”

Looking through the window, Darby says, “Whatever… How do you expect to get all my things in that truck? It can’t be big enough for everything.”

“It’s not. I figured we could get the more important stuff today and let the moving company, which I hired, get everything else tomorrow.”

It took a little longer than I expected to load everything up. While Raven had very little she wanted, Darby thought she needed everything and did not have a problem ordering me around loading it. I took it all in stride.

Before long, we had everything loaded and headed to our new home, all the while, Darby was bitching about the long drive into the country. She did not like the prospect of living out in the ‘boondocks’ as she called it.

When we finally pulled up to the house, Darby was stunned by the size and beauty of the house but did not say a word. I told her that she could have one of the guest rooms on the main level and we got started moving all her stuff into it. We decided to break for a late lunch.

I was very nervous at this point because this was when we were planning to make our move and it was up to me to do it. Darby was sitting at the table with Raven sitting across from her. I could tell by the tone in her voice that Darby was bitching about something but I never knew what. I decided on using a long leather strap with a buckle on one end and holes punched through on the other end like a large leather belt. I was not worried about noise and my plan was to immobilize her as quickly as possible.

With several pairs of handcuffs hanging out of each back pocket, I sneak up behind Darby. Raven never even blinks to give me away as I quickly drop the loop of leather over Darby’s head and down her chest. Before she even realizes what is going on, I pull the strap as tight as I can trapping her arms to her body while twisting her and the chair down roughly to the ground. Using my knee as leverage, I tighten the strap even more, before securing the buckle.

“What the hell do you think you are doing?!?” screams Darby, “Get the fuck off of me! Cherish help me!”

Raven has come around the table at this point and slaps Darby across the face saying, “I told you my name is Raven you little bitch!”

“Oh my god what are you two doing?”

Even with her struggling, I manage to handcuff her ankles together. Then, grabbing her wrists, I do the same to them before cuffing the ankle cuffs to the wrist cuffs before standing up to admire my work

“It’s time you see the basement Darby. It is specially made for little bitches like you.” Raven hisses to her sister.

With me carrying the hog-tied slave, we head to the basement, stopping at the door to let Darby see the security coded reinforced door at the top of the stairs before opening it and doing the same at the bottom door.

When we drag Darby into the basement, she starts screaming hysterically, as I am sure the gravity of the situation is starting to sink in. I drag her to the middle of the training room, to a cable hanging from a pulley in the ceiling. Using the hook on the cable, I connect it to her wrist cuffs and undo the cuffs connecting her wrists to the ankles leaving just her wrists and ankles secured. The other end of the ceiling cable is run to a crank on the wall were Raven starts cranking the cable tight; lifting Darby by her wrists into the air until she is standing on her toes.

While Darby is screaming and thrashing about incoherently, we walk over to the locked cabinet against the wall that holds all the hand held punishment tools. Raven selects a cane pole that is about a half inch thick at the base and tapers down toward the tip and very flexible. All I grab is a pair of scissors and place them in my back pocket. We remain quiet, staying out of Darby’s line of sight until she starts to calm a little. She realizes that not all the screaming in the world will help her.

I walk back in front of her saying, “It’s time we discuss the new rules.”

“Fuck you and..”

Schiaffo! The cloth shorts Darby had on offered no protection against the cane in Raven’s hand.

“OOww! That hurt you bitch!

Schiaffo!
Schiaffo!
Schiaffo!

“OW stop! That Hurts! Oh my god PLEASE!!” Cries Darby but, Raven either does not hear or does not care.

Schiaffo!
Schiaffo!
Schiaffo!

I finally hold my hand up, signaling Raven to stop her assault. I am surprised she stopped that quickly because she was enthralled with whipping Darby.

With Darby sobbing loudly, I tell her, “Darby if you don’t be quiet right now I will have Raven whip you again.” With a lot of effort, Darby got some control to herself.

“Good, now with that over with, I will talk and you will listen. If you have another outburst like the last one, I will let Raven give you three lashes for each syllable you utter. Capisci?"

“y..y..yes”

“Very well, that’s a start.” I begin, “The life you had before your came down here is over. You will begin your new life as a sex slave starting now.”

“But that….”

Schiaffo!
Schiaffo!
Schiaffo!

Schiaffo!
Schiaffo!
Schiaffo!

I let her stop crying before I continue, “Thank you Raven. Darby you should thank Raven for administering your punishment quickly before you had a chance to rack up a lot of lashes.”

After a moment of silence.

Schiaffo!

“OOooww what was that for?” Darby howls.

“It was for not doing as I told you to do.”

Darby thinks for a second before weakly telling Raven, “Thank you”

“Now, back to what I was saying. You are being trained as a sex slave. You will learn how to please both men and women. Not only will you learn how to please your master but also, you will learn to beg for it. As of right now, I am your Master and Raven is your mistress. You will address us by our titles accordingly. Capisci?"

“Yes m...master”

“Good you can learn. Since your old life is over; so is your old name. You have not however earned a new name yet, so you will be simply called Whore. Understood?”

“y..y..yes m..master”

“You will show eagerness to comply with my orders. Failure to comply with anything Raven or I tell you to do will be met with harsh punishment! However, obedience and eagerness will be rewarded. Now, it’s time to get a better look at you.” As I say the last part, I pull the scissors out of my pocket and walk toward her. Whore closes her eyes while I slide the scissors under her shirt at her belly button and start cutting up to her collar then across to her sleeves allowing her shirt to fall to the floor revealing her firm peach sized breasts, small soft nipples, and dark red areolas. I also notice she has some freckles on her shoulders and upper portion of her tits. Raven has walked around to the front of Whore to get a better view. Taking the scissors, I cut her cloth shorts easily finding a red bush over two soft mounds hiding her clit.

As I step back to admire the beauty before me, I realize that while I have been doing this mostly for Raven, I have to admit that the knowledge of owning a slave has really charged my being. I look over at Raven and can see that she has a charged feeling as well but it is a different type. I can tell that she can’t wait to get her hands on Whore.

Looking back at Whore and seeing the anger and defiance in her eyes I begin, “Mistress Raven,”

“Yes Master?” I swear her tone was dripping with passion but I do not know if it is lust or the desire to punish this girl that was the object of anger for so long. Knowing how bad she wants to break this bitch, I decide to allow Raven to have her way.

“This new slave needs a lot of work before I deem her worth my time. I do not like her attitude for one, and her body has not been prepared the way I like it. She will need to be instructed in proper behavior, clothing, cleaning habits, and exercise routines. I will inspect your progress in the morning.”

“Yes Master, I will not disappoint you.”

As I turn to leave, I put my face in front of Raven’s saying, “You will save her virgin holes for me but, I am sure you will have to help her get past her gag reflex. I had better not find any marks that will leave permanent scarring either. Outside of these conditions, you have free reign to do whatever you want.”

Smiling evilly she says, “Yes Master.”

Before I get the security code entered into the bottom door, I hear the sound of wood on flesh and the scream of a new sex slave named Whore.

One other feature of the house is the state of the art electronics systems. Every room in the house is monitored by motion sensitive video surveillance with sound capabilities as well as several out in the surrounding grounds. The basement has 12 cameras placed in the ceiling throughout, 1 in the bathroom, 8 in the training area, and 3 more in the sleeping quarters. All the surveillance systems are routed into the upstairs office that is attached to the master bedroom. Nothing can go on in or around the property without me knowing.

I stop in the kitchen grabbing a drink on my way to the office. Firing up the multiple monitors and sound systems for the basement to watch the action, I find Raven moving the struggling and crying slave from the standing cable over to the table. Once close to the table, Raven uses the cable cranks to do the muscle work for her. After connecting a cable to each of Whore’s wrists and ankles, she uses the cranks to take out any slack before undoing the handcuffs and spreading her further. The result is a fiery red head spread out over a slab of a table. I see that Raven used th

Storie simili

Grace è una ragazza scat

Ogni sera dopo il college Grace cercava consigli per flirtare online e da quando ha scoperto il porno alcuni anni fa, ne era stata ossessionata. Ora che vive da sola, si siede sulla sedia per ore e ore a guardare i contenuti più sgradevoli che riesce a trovare. Aveva sempre avuto un lato malato in lei, ma si è davvero acceso alcuni anni fa quando i suoi compagni di scuola le hanno mostrato il video 2 Girls 1 Cup, ha dovuto mostrarsi disgustata di fronte a loro mentre nascondeva segretamente la macchia bagnata tra le sue gambe . Tutte le sue...

336 I più visti

Likes 0

Il mio compito per i media.

Ho ricevuto una chiamata per entrare nell'ufficio del mio editore per un incontro con il signor Giles. Stavo lavorando al giornale locale da 6 mesi, quindi naturalmente ero nervoso. Mi chiedevo cosa avessi fatto di sbagliato, tale era la mia negatività. Rachael, per favore siediti ha detto mentre entravo. Mi sono seduto dentro tremante mentre aspettavo quella che pensavo sarebbe stata una brutta notizia. Rachael, ho visto il tuo pezzo sulle corse dei levrieri e sull'esca viva ha detto è stato fantastico. Penso che avrebbero sentito il mio sospiro di sollievo nel prossimo edificio. “Evidentemente ami gli animali” ha aggiunto. Sì...

310 I più visti

Likes 0

Il debito e il suo prezzo elevato

'Come mi sono cacciato in questo?' pensa Jerry mentre rimane seduto a fissare la busta davanti a lui. Non l'ha ancora aperto, ma sa da chi viene. Dopo un po' lo raccoglie e lo guarda ancora un po', rigirandolo tra le mani. Sembra proprio come tutti gli altri. Semplice bianco, timbro regolare e nessun indirizzo di ritorno. Lo apre dopo circa due ore che lo guarda, temendo cosa c'è dentro. Quello che tira fuori è peggio di quanto avrebbe immaginato. Ha in mano una foto di sua figlia di 18 anni, Kali. Anche in queste circostanze non può fare a meno...

312 I più visti

Likes 0

Kelly - parte 2

Ero scioccata. Nel giro di pochi minuti, il mio migliore amico Kevin era diventato Kelly. Kevin era un ragazzo snello, con morbidi occhi castani, capelli castani di media lunghezza che pettinava in tipico stile emo/hipster. Kelly era adorabile. Era ben rasata sotto i vestiti, indossava mutandine di pizzo nere. Aveva persino una parvenza di curve. Sotto i vestiti larghi di Kevin, nascosta, c'era una figura deliziosa. Kelly era in piedi di fronte a me, sorridendomi. Spostò il peso su uno dei fianchi e mise le mani lungo i fianchi. Allora? Come sto? Non potevo iniziare a descrivere. Potevo ancora vedere Kevin...

326 I più visti

Likes 0

Rossa focosa

Il mio nome è Rachel. Ho 35 anni, 5'7 , 135 libbre, capelli rossi che mi superano le spalle, occhi azzurri, lentiggini, pelle bianca pallida (mi dispiace che le rosse non si abbronzino). Indosso un reggiseno taglia 36DD con bei capezzoli grandi ( è impossibile nasconderli) e tengo il mio cespuglio rosso curato e curato. Sean è il mio migliore amico, facciamo quasi tutto insieme. Siamo amici da anni e non è mai successo niente di sessuale tra di noi. Così quando abbiamo deciso di fare un viaggio a Las Vegas per festeggiare il mio divorzio, non ci ho pensato. solo...

356 I più visti

Likes 0

Lo spirito di Cassy

Jason ha incontrato Cassy durante il loro primo anno al college. Stava per cambiare il mondo degli affari e metterlo all'orecchio con la sua brillante intuizione e fermezza e lei si è diretta nel mondo dell'istruzione della nostra giovinezza diventando un'insegnante secondaria di inglese. Entrambi erano ambiziosi ma ingenui ed entrambi i loro desideri si sono rivelati sbagliati. Faceva parte della poltiglia che si impara oggi nei nostri college e non se ne sono resi conto fino a quando non sono entrati nel mondo reale. Ma quel primo incontro tra i due fu qualcosa di speciale che cambiò per sempre le...

237 I più visti

Likes 0

Little Piggy 3 - Ragazzi! Nient'altro che guai.

Little Piggy 3 - Ragazzi! Nient'altro che guai. La piccola Piggy si è svegliata quando ha sentito suo padre frusciare nel letto e ha ricordato la scorsa notte. Scivolò giù dal letto e tornò silenziosamente nella sua camera da letto. Era molto presto la mattina così andò a letto e tornò a dormire. Ha iniziato a sognare la sua avventura con il cazzo di suo padre. I sentimenti del suo corpo e la forte passione di suo padre. Il suo sogno si trasformò nella posizione di sua madre in camera da letto nel bel mezzo della giornata. Ricordando di aver guardato...

160 I più visti

Likes 0

Finalmente i piedi di Nicole: la vendita Capitolo 1

Sono le 18:00 di sera e inserisco le note nel computer nel database della nostra concessionaria. È stata una giornata piuttosto lenta e mi annoio. Mi alzo per sgranchirmi ed esco fuori per illuminarmi. Mentre metto l'accendino in tasca, noto un vecchio amico con cui lavoravo al pull up. Parcheggia e si avvicina a me sorridendo. Ehi, come stai? chiede Nicole mentre cammina verso di me. Ciao Bella ragazza. È molto tempo che non ci si vede. Cosa ti porta a vedermi? Ho chiesto. Nicole mi si avvicinò e mi gettò le braccia al collo. Abbiamo sempre parlato a Sagebrush, ma...

144 I più visti

Likes 0

Divertirsi insieme pur essendo separati

Solo una serie di testi che ho inviato messi insieme. Non proprio il massimo per i ragazzi, più rivolto ai pulcini Ti vedo sdraiato sul mio letto. Mezza coperta da una coperta accarezzo la tua gamba nuda dal tuo piede su per il fianco Muovendo il mio corpo sul tuo prendendo il tuo viso tra le mie mani e baciandoti dolcemente sulle tue labbra. Baciare sempre più forte e più passione. Lingue che ballano. Sposto la mia mano destra lungo il tuo lato sinistro Tracciando la mia mano fino alla parte bassa della tua schiena tirandoti dentro di me spingo il...

152 I più visti

Likes 0

THE FREAK - Parte 4 di 5

>>>>>>Entrammo in Massachusetts Avenue e trovammo un posto per parcheggiare a circa un isolato di distanza vicino a Harvard Yard, il nome dato al campus principale. Erano appena passate le dieci. La signora Atkins aveva detto di venire a qualsiasi ora, quindi siamo andati insieme all'ufficio ammissioni, trovandola alla sua scrivania. Presentai Barbara e prendemmo posto. La prima cosa che ho fatto è stata passare la cartella delle fotografie attraverso la scrivania. “Avevo chiesto a Barbara di sposarmi il venerdì sera precedente, il venerdì prima della domenica delle Palme. Ha indossato il suo anello di fidanzamento a scuola lunedì e...

358 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.