Kelly - parte 2

1.6KReport
Kelly - parte 2

Ero scioccata. Nel giro di pochi minuti, il mio migliore amico Kevin era diventato Kelly. Kevin era un ragazzo snello, con morbidi occhi castani, capelli castani di media lunghezza che pettinava in tipico stile emo/hipster. Kelly era adorabile. Era ben rasata sotto i vestiti, indossava mutandine di pizzo nere.

Aveva persino una parvenza di curve. Sotto i vestiti larghi di Kevin, nascosta, c'era una figura deliziosa.
Kelly era in piedi di fronte a me, sorridendomi. Spostò il peso su uno dei fianchi e mise le mani lungo i fianchi.

"Allora? Come sto?" Non potevo iniziare a descrivere. Potevo ancora vedere Kevin lì dentro, ma c'era dell'altro. Per me, c'era una donna in piedi di fronte a me. Aveva una figura un po' fanciullesca, ma era liscia, sinuosa e proiettava un'aura di potente femminilità. Le mie mani si allungarono e toccarono delicatamente le gambe nude di Kelly, sentendone il calore e la morbidezza. Mi sorrise ancora più in basso, appoggiandosi notevolmente al mio tocco. Le sue labbra rosee si schiusero leggermente.

"Sembri..." I miei occhi si concentrarono sul piccolo rigonfiamento sotto le sue mutandine. Sapevo che era un pene. E sapevo che non mi piacevano i ragazzi. Ero abbastanza sicuro, comunque. Ma allora ho alzato lo sguardo su Kelly e i nostri occhi si sono incrociati. Forse era il fatto che avevo l'opportunità di fottere, e il mio cervello stava scavalcando la mia ragione. Forse non volevo ferire i sentimenti di Kevin... o Kelly. Forse entrambi. Ma ho sentito qualcosa quando ho guardato negli occhi di Kelly. Forse la sessualità è più complessa del semplice "mi piacciono gli uomini" o "mi piacciono le donne". Forse il genere è più delle parti del corpo che hai o non hai.

Inoltre, non potevo negare quanto fosse sexy Kelly. E visto che... era volenterosa, un cazzo non mi avrebbe dato molto fastidio. Era abbastanza donna per me.

"Hai un aspetto incredibile." Intendevo ogni parola.

E penso che l'abbia colpita, perché sussultò. Mi mette le mani sulla testa, strofinandomi le orecchie e il collo.
"Penso che tu lo intenda davvero..." Le sue palpebre si abbassarono un po', guardandomi amorevolmente mentre le sue dita morbide giocavano con i miei capelli. La pelle d'oca è scoppiata in tutto il mio corpo.

"Sì. Ti voglio Kelly." Le mie mani si piegarono intorno per afferrarle il culo, prendendo ogni guancia in mano, allargandole e massaggiandole. Dio, era morbida e calda.

Le mani di Kelly, come per rispondere, poi hanno lasciato la mia testa e sono scese dal mio petto fino al mio grembo. Trovò e iniziò ad accarezzare la rigidità sottostante che era stata inchiodata alla mia gamba.

"Posso vedere." Mi sorrise e si avvicinò per baciarmi. L'ho incontrata felicemente. Le sue labbra erano deliziose e mi rendevano ancora più rigido. I miei fianchi si mossero un po' contro di lei.

Ha interrotto il nostro bacio per guardare in basso. Si leccò le labbra.

"Tiriamo fuori da questi, ragazzone." Si inginocchiò allora, sul bordo del letto, e cominciò a slacciarmi i pantaloni. Mi sono semplicemente appoggiato allo schienale, godendomi la vista. Stavo diventando piuttosto... innamorato già di Kelly. E qualcos'altro, una parte più oscura della mia mente, si stava dilettando nella situazione per ragioni diverse.

I ragazzi non amano quando una ragazza vuole il loro cazzo? Tutti vogliono essere desiderabili in qualche modo. Mi piace quando una ragazza mi vuole. Specialmente quando mi vuole così tanto, farà le cose più sporche per prendere il mio cazzo dentro di lei. Kelly voleva chiaramente il mio cazzo. E il fatto di aver tirato fuori Kelly da Kevin mi ha dato una soddisfazione perversa.
Kelly ha iniziato a tirarmi giù i pantaloni mentre finivo questo pensiero, e il mio cazzo è scoppiato non appena è stato possibile. Tuttavia, i miei boxer lo tenevano un po' giù.

Kelly ha messo un po' il broncio e ha infilato le dita sotto la cintura dei miei boxer, e li ha tolti, velocemente. E il mio membro duro era finalmente libero, in piedi trionfante. Kelly si leccò le labbra e le sue mani si mossero per accarezzarlo delicatamente con la punta delle dita. Mi irrigidii ancora di più ed esalai un sospiro di approvazione.

"Wow..." Kelly aveva gli occhi un po' spalancati, quando le sue mani iniziarono a correre su e giù per la mia asta calda. Mi sono mosso un po' dentro e fuori dalle sue mani.

"Wow è vero... l'hai mai fatto prima?" Kelly scosse la testa.

"Non ho mai visto un altro ragazzo prima, da vicino... avrei voluto, ma ho bisogno di qualcuno di cui mi fido, sai?" Ha alzato lo sguardo su di me, un piccolo sguardo adorante sul viso.

"Beh, come va?"

"È ottimo." Con ciò, si chinò in avanti, posando un bacio appena sotto la testa del mio pene. ho rabbrividito. Non si è fermata. Ha messo baci su e giù per tutta la mia lunghezza, e presto la sua lingua stava scorrendo su e giù.

"Fanculo!" Cominciai a pulsare tra le sue mani. Gettai indietro la testa, gli occhi chiusi, godendomi le sensazioni.

Poi ho sentito quello che avevo sperato per un mese intero. L'umidità calda e morbida ha inghiottito la testa del mio cazzo e ha iniziato a scendere nel suo spessore. ho gridato. Kelly succhiò, tenendo la bocca chiusa. Ho guardato in basso, per vedere le sue labbra avvolte intorno al mio cazzo, e lei che ne ingoiava lentamente ancora, prendendosi il suo tempo per stuzzicarmi. Volevo muovermi, iniziare a fotterle la bocca. Per afferrare la sua faccia, inizia a sgroppare e vieni nella sua gola. Ma volevo godermelo. E non volevo rovinare tutto.

Poi mormorò. Un rumore delizioso le viene dalla gola e dalla bocca. Risuonava contro la mia canna.

"Dannazione!" Mi guardò, continuando a canticchiare, con occhi consapevoli e maliziosi. È arrivata il più possibile lungo la mia lunghezza, con solo un pollice di riserva. Ero solo di media lunghezza.

"Sei sicuro di non averlo mai fatto prima!?" L'ho guardata. Lei lentamente, allettante, si staccò da me. Si leccò le labbra, scuotendo la testa.

"No, mai! Leggo molto. E guardo molto porno."

"Cervello e bellezza, eh?"

Lei sorrise e si alzò. Si arrampicò sul letto, mettendosi a cavalcioni su di me, il mio cazzo duro e bagnato che le scivolava contro il sedere mentre si sistemava contro di me. È stato ora che ho notato che era dura. Un pene spuntava dalle sue mutandine, circa un pollice e mezzo sopra la vita. Non potevo fare a meno di pensare che fosse... adorabile.

Mi sono tolto la maglietta e immediatamente le sue mani si sono mosse per correre su e giù per le mie braccia, spalle e petto. Non ero in gran forma. Avevo uno strato di grasso. Quindi non potevi vedere così bene la mia muscolatura. I miei addominali erano nascosti. Ma ho avuto una piccola definizione. Gli occhi di Kelly divorarono la mia forma con un luccichio di lussuria nelle loro profondità.

"Sei così sexy..." Ha iniziato a strusciarsi contro di me, il suo sedere mi stuzzicava il cazzo, mentre il suo cazzo si schiacciava contro la mia pancia. Emise un piccolo gemito da ragazza. Le sue belle labbra si aprirono e i suoi occhi si chiusero. Potevo solo guardare con stupore per un momento, ma sapevo di poter fare di meglio. Mi chinai in avanti, baciandole il collo scoperto. Fece le fusa, appoggiando la testa contro la mia.

"Ho bisogno di te... ora..." sussurrò. La sua mano destra si allungò dietro di lei. Sputò alla sua sinistra, e ne seguì. Tirò da parte le mutandine e strofinò lo sputo sul mio io palpitante. Ho solo aspettato, ora succhiando il suo orecchio.

Dopo alcuni istanti, ha spostato il mio cazzo al suo ingresso, sollevandosi un po'. E cominciò a sedersi. Si era già lubrificata, anche se il suo buco ancora resisteva. Dopo un momento di pressione, ho fatto irruzione in lei e le ho immediatamente immerso un paio di centimetri nel culo.

"Dio mio!" Kelly gemette davanti a me, le sue mani trovarono rapidamente le mie braccia. Si aggrappò a me mentre spingeva verso il basso, immergendo la mia virilità nelle sue calde profondità. Ha le unghie scavate dentro di me. E l'ho adorato, cazzo.

Dopo essersi abituato alla mia lunghezza e al mio spessore, Kelly non ha perso tempo. Ha iniziato a strofinarsi contro di me e, nonostante la stretta aderenza, il lubrificante ha fatto bene a permetterlo. Le mie mani hanno afferrato le sue chiappe mentre mi cavalcava, e ho cercato le sue labbra per un bacio. Ha avvolto le sue braccia dietro il mio collo e mi ha tirato dentro per un bacio ruvido e bagnato. La sua lingua trovò la mia e gemette contro di me. Le sue cosce si serrarono contro i miei fianchi quando iniziammo davvero a scopare. I suoi fianchi giravano mentre il suo culo rimbalzava su e giù sulla mia verga.

"Cazzo... cazzo!" Lei pianse. Sorrisi, guardando lo spettacolo, e iniziai a sbattere contro di lei. Duro. Mi appoggiai all'indietro sulle braccia per fare leva, ei miei fianchi iniziarono a sbattere contro i suoi con deliziosi schiaffi bagnati ogni volta. Gli occhi di Kelly si spalancarono per un momento mentre gridava di nuovo, e le sue braccia e le sue cosce si strinsero più forte intorno a me. Mi morse l'orecchio mentre gemeva forte a ogni spinta.

Come ogni donna che ho scopato, volevo farla esplodere, cedere a un piacere travolgente, prima di soffiare. mi sembra di stare abbastanza bene...

Kelly era pazza di lussuria ora, e il suo culo si chinò brutalmente contro il mio cazzo. Tutto era caldo e umido; stavamo sudando, scopando come animali completi. Ho sbattuto contro di lei mentre mi cullava. Il suo stesso cazzo sfregò rudemente contro il mio stomaco, lubrificato dal sudore tra di noi. Esclamò con ogni spinta nel culo.

"Cazzo, cazzo, cazzo, cazzo!" La sua voce iniziò a squittire mentre entrambe rimanevano senza fiato e si avvicinavano all'orgasmo.

Digrignai i denti, andando a sbattere contro la mia donna. Non sarei durato a lungo a questo ritmo. Ma ci sono riuscito, come ha fatto Kelly, infatti, a esplodere nell'orgasmo. Non c'erano parole, solo esclamazioni femminili di estasi. Ha avuto convulsioni su di me, le sue braccia che si flettevano intorno al mio collo, le sue cosce premute contro i miei fianchi, e il suo bel culo che diventava incredibilmente stretto. Mentre grugniva e gridava, il suo piccolo cazzo ha vomitato sulla mia pancia e sul mio petto un bel carico di sperma bianco. Potevo sentire gli impulsi della sua prostata contro la mia virilità.

Ringhiai di piacere e soffiai. Il mio corpo si irrigidì e le diedi un'ultima, trionfante spinta contro il suo morbido sedere prima che il mio cazzo iniziasse a vomitare i suoi fili di semi dentro di lei, ricoprendole le viscere. Finalmente, il rilascio che tanto desideravo. Un mese di sperma e lussuria vomitato nel culo della mia migliore amica, allevandola. È stato come liberarmi di un demone o sollevare il mondo dalle mie spalle. Un sollievo diverso da tutti quelli che avevo provato prima.

Ansimavamo insieme, mescolando il nostro sudore (e altri fluidi corporei). Kelly si sistemò contro di me, rilassandosi, facendo le fusa un po' mentre condividevamo l'ultimo bagliore del nostro climax reciproco. Dopo un lungo momento di silenzio, Kelly parlò.

"Cazzo-A."

"Cazzo-A ha ragione..." ho risposto. Tutto il peso di Kelly era posato contro il mio corpo, la sua forma pigramente drappeggiata contro di esso. Le braccia che aveva usato per stringersi così potentemente a me erano ancora avvolte in modo lasco intorno al mio collo, anche se una delle sue braccia penzolava.

"Immagino che finalmente hai scopato, ragazzone." Si sedette pigramente, abbastanza per affrontarmi. Mi spinse contro e io rabbrividii. Stavo appena cominciando a perdere la mia durezza. Ha tolto le braccia dal mio collo, le ha incrociate e le ha usate per sostenersi sul mio petto. Sorrise sorniona, i suoi grandi occhi marroni mi fissarono allegramente. Era bella.

"Immagino che sappiamo anche cosa fare se mai divento uno stronzo insopportabile." Le ho sorriso di nuovo.

"Mmm. Spero che tu non debba mai esserlo di nuovo. Almeno non quando si tratta di scopare."

"Non avrei mai pensato che io e te saremmo stati amici con benefici..."

"Ti darebbe fastidio...?" Scossi la testa, inclinando la testa in avanti per baciarla. Fece le fusa di approvazione contro le mie labbra.

"Nient'affatto."

"Sai che dovrei essere Kevin per la maggior parte del tempo, vero?" Annuii lentamente. Non importava. Non consideravo Kelly diversa da Kevin. Mi sembrava di conoscere meglio Kevin adesso. Pensavo che Kelly fosse un nome più carino, ma il nome non aveva importanza.

"Non mi interessa. Sei il mio migliore amico. Forse più di questo..." Kelly si fece seria allora, annuendo. Ha strofinato il suo naso con il mio.

"Mi piacerebbe essere di più. Mi piaci davvero James."

"Anche tu mi piaci." Abbiamo incrociato gli occhi per un lungo, tenero momento. Arrossì leggermente e distolse lo sguardo per un secondo. Sorridendo, ho guardato oltre lei, verso il suo letto dall'altra parte della stanza. Si voltò, seguendo curiosamente il mio sguardo.

"Che cosa?"

"Non so se potrei andare a dormire con te stanotte in un letto separato." Le ho sorriso.

"Sono la tua donna, ora, eh? Hai bisogno di tenermi vicino? Quindi non vado in giro e donnaiolo?" Annuii, con una risatina.

"Tutto mio."

"Bene. Spingiamoli insieme. Mi piacerebbe dormire accanto a te..."

Mi spostai sotto di lei, guardando in basso. Il suo sperma giace ancora sulla mia pancia e sul mio petto, e il suo piccolo cazzo si è ritirato nelle sue mutandine. È stato carino.

"Vuoi fare una doccia prima?" Kelly si morse il labbro inferiore, annuendo.

"Solo se prometti di sporcarmi di nuovo tutta."

Storie simili

Dovere coniugale

Ricordo ancora la prima volta che ho visto Sandra per la prima volta. Ero un giovane trasandato di vent'anni. Era una ragazza molto sexy di 22 anni. È venuta da me mentre stavo cercando di avviare la mia motocicletta Norton 750 Commando un po' capricciosa. Ha detto qualcosa a proposito del fatto che le piacciono le biciclette. Questo era tutto quello che avevo bisogno di sentire. Una bruna dall'aspetto attraente con grandi occhi marroni in un paio di jeans attillati che si avvicina a me e mi dice che le piacciono le biciclette. La mia vita ha preso una svolta positiva...

500 I più visti

Likes 0

Organismo X - Cap. 08

Nota dell'autore: dopo diversi mesi di sviluppo infernale, vi presento l'ottavo capitolo di Organism X - Ora con il 100% di scoregge in meno! 1 In lontananza, Erin poteva sentire la ragazza appena trasformata gemere e grugnire mentre la bionda, Lindsay, giocava con lei. Il suono la ripugnava e allo stesso tempo la eccitava. Sarà una bellezza quando cambierà completamente, ha detto Megan. Erin si voltò verso l'arrogante bruna. Sei un mostro. Siete tutti dei mostri, ha detto. Megan sbuffò. Come se non lo fossi? Erin bruciava di vergogna e fissava il pavimento. Un'immagine della ragazza terrorizzata che Erin si era...

457 I più visti

Likes 0

Quanto di meglio si possa III

Obiettivo 5: preparami un gustoso succo di sperma con un bicchiere pieno. Questo è stato abbastanza facile. Ma tutto ha una parte difficile. Ecco un bicchiere pieno. Rani ha avuto un fottuto lavoro a scuola. Quindi se n'è andata la mattina indossando un sari rosso assassino. Avrei solo voluto andare a scuola. Prima di andarsene, mi ha dato un bicchiere usato per servire lo champagne, si è avvicinata a me e mi ha palpato dolcemente il cazzo. Rani :( sussurrandomi all'orecchio con voce sexy) fallo lavorare. Io: posso usare la tua stanza dei quadri???Sai. Usa la tua TV. ?? Rani: va...

784 I più visti

Likes 0

Gli esibizionisti, parte 2

Gli esibizionisti Episodio 2 Squadra di nuoto Disclaimer: quanto segue è un'opera di fantasia. Pertanto, ho scelto di ambientarlo in un mondo in cui il controllo delle nascite è sicuro, efficace e disponibile al 100% e tutte le malattie sessualmente trasmissibili sono state sradicate. Nel mondo reale, alcune delle scelte che questi personaggi fanno sarebbero estremamente rischiose. Non comportarti come loro. Riepilogo: nell'episodio 1, la protagonista e la sua amica Steph hanno compiuto 16 anni, si sono fatte fare il piercing ai capezzoli, hanno sperimentato il risveglio sessuale, hanno comprato giocattoli sessuali, hanno visto un vecchio sporco masturbarsi e si sono...

607 I più visti

Likes 0

Il bussare alla porta_(1)

Il bussare alla porta mi ha sorpreso. La notte di gennaio in Iowa era fredda, fredda, fredda. Mi ero già tolto i vestiti per la notte e mi sono seduto sulla mia poltrona a scrivere sul mio portatile; era una breve storia della mia infanzia. Dal mio divorzio tre anni prima, ho passato molto del mio tempo da solo a scrivere; principalmente sull'argomento di cui so più di ogni altra cosa... io. Ho scritto centinaia di storie sulla mia vecchia città natale e sulla mia famiglia. I miei nove fratelli hanno fornito tonnellate di ricordi che voglio, un giorno, condividere con...

1.5K I più visti

Likes 0

L'estate finisce

Erano passati tre mesi da quel giorno che le aveva cambiato la vita quando suo figlio l'aveva scopata. Lei aveva 34 anni, lui ne avrebbe presto 18. Adesso scopavano regolarmente e insieme avevano capito come separare le loro sessioni sessuali dalla vita di tutti i giorni. Il seminterrato della loro casa che ospitava l'attrezzatura per il bucato era stato diviso per fornire una piccola area ricreativa con un letto al centro e una zona spogliatoio protetta dove sua madre teneva la sua collezione di lingerie sexy acquistata di recente da un sito di sesso su Internet. Tutto ciò che riguardava la...

757 I più visti

Likes 0

La proposta: obblighi rispettati

La proposizione: Gli obblighi vengono rispettati Jenny e io abbiamo dormito fino a domenica mattina. Erano passate le 10:00 quando finalmente siamo scesi dal letto. “Dopo la nostra doccia, cosa vorresti per colazione?” chiese Jenny mentre iniziava a rotolare giù dal letto. Ha poi avuto uno sguardo addolorato sul suo viso. OH! Uumm, Jim, onorerò il nostro patto. Puoi avermi quando vuoi, ma se per te va bene, possiamo fare qualcos'altro la prossima volta? Sono così dolorante, non sono sicuro di poter nemmeno camminare. Il suo dolore era abbastanza comprensibile. Ho dovuto spingere molto forte per sfondare il suo imene e...

764 I più visti

Likes 0

Il patto del diavolo Slave Chronicles Capitolo 4: Gioia, prima cera

Cronache degli schiavi del patto del diavolo da miopenname3000 Diritto d'autore 2015 Gioia: prima cera Nota: Mary ha dato Joy alla madre di Mark, Sandy, e alla fidanzata di Sandy, Betty, perché fosse la loro schiava sessuale. 19 giugno 2013 – Joy Nguyen – South Hill, WA Va tutto bene, sussurrò una voce confortante. Ho lottato per aprire gli occhi; dormire ancora pesante sulle mie palpebre. Potevo sentire il letto tremare dolcemente mentre qualcuno si spostava. Una donna singhiozzò sommessamente. La confusione mi invase; Non ero nel mio letto. Dove ero io? Riuscii ad aprire gli occhi, sentendomi grintoso con poco...

715 I più visti

Likes 0

Come mia sorella mi ha fatto venire - senza saperlo

Quella che segue non è una storia di cui sono necessariamente orgoglioso. Non è nemmeno una storia molto lunga, perché l'evento vero e proprio è durato davvero poco. È imbarazzante, è poco lusinghiero e, forse, è anche un po' sbagliato. Si tratta, comunque, di una storia vera, accaduta qualche tempo fa, e poiché penso che ad alcuni potrebbe piacere davvero, sono disposto a descriverla nei minimi dettagli. E quindi, senza ulteriori indugi, vi presento la storia di come mi sono imbattuto accidentalmente in mia sorella - e sono riuscito a farla franca. O in realtà, c'è ancora qualche rumore. Ho promesso...

669 I più visti

Likes 0

Una nuova vita per Ruth

Ruth Anderson sedeva nel suo nuovo ufficio, era stata promossa sei mesi prima ed era ancora eccitante trovarsi al decimo piano. Ruth era una signora tranquilla da poco passata il suo quarantaquattresimo compleanno, era stata allevata in una rigida famiglia cattolica, figlia unica con un padre dominante che per la sua ira aveva obbedito alla lettera. Aveva trascorso gli ultimi ventiquattro anni in un freddo matrimonio quasi senza sesso, la sorpresa più grande era stata che lei e il marito Donald avevano avuto una figlia meravigliosamente bella, Lena, che a ventidue anni stava per completare un master in economia aziendale alla...

580 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.