Buon sesso... L'educazione sessuale continua

173Report
Buon sesso... L'educazione sessuale continua

È stato stupefacente. Ha tenuto il mio cazzo per la lunghezza, con la sua figa e ha continuato a farlo rotolare per tutta la lunghezza del mio cazzo. Ha contratto le labbra della figa mentre le faceva rotolare sul mio cazzo. Potevo vedere il suo bellissimo seno rimbalzare e muoversi con l'intensità del suo massaggio. Alzai la mano per palparle il seno e lentamente iniziai a premerli. Ero stanco e mi faceva un po' male il cazzo ma il piacere mi ha fatto arrapare presto.

I suoi capelli le cadevano sul viso e mi sono seduto per tenerla con una mano e con l'altra le tengo il mento. L'ho avvicinata al mio viso, l'ho baciata dolcemente sulle labbra e mi sono allontanata. I suoi occhi guardavano dritti nei miei. Mi ha afferrato per la testa e mi ha dato un bacio sulle labbra. L'intensità del bacio era forte mentre lei respirava affannosamente.

Oh! Questa è la mia insegnante e la sto scopando.

I baci si trasformarono in profondi baci ed entrambe le nostre lingue erano l'una nell'altra, massaggiandosi. Poi si è alzata e la sua figa era proprio davanti alla mia faccia. Le ho baciato la figa. Ho aperto la bocca e l'ho guardata negli occhi. Non so cosa mi sia preso, ma le ho morso la figa.

"Aaaa...Uuuuuuhmmmmm...." fu tutta la risposta che ricevetti quando sentii la sua mano afferrarmi i capelli. Le ho afferrato il sedere con entrambe le braccia e lei ha appoggiato il sedere su di esse, mentre allargava ancora un po' le gambe. Le ho leccato le labbra della figa e poi ho affondato la lingua il più profondamente possibile nella sua figa.

"Merda, aaaa...hhh...ugh" gemette mentre la mia lingua si muoveva su e giù nella sua figa, vigorosamente. Le ho dato uno schiaffo sul sedere con il palmo aperto e l'ho sentita gridare: "Aaaaaaa……". Lei mi guardò dall'alto e venne a sedersi sulle mie ginocchia.

"Ti piace picchiarmi?" Lei mi ha chiesto.

" Ti piace?" Ho risposto con una domanda.

" Sì, certamente"

L'ho fatta rotolare sull'addome e mi sono seduto accanto a lei. Alzò lentamente il sedere piegando le ginocchia sugli addominali. Potevo vedere il suo buco del culo e la sua figa chiusa. Ho aperto il palmo della mano e le ho dato un piccolo schiaffo sulla fica.

"Uuuuu." È stata tutta la risposta che ho ricevuto.

Successivamente, l'ho colpita forte sul ma e lei ha gridato di dolore. Le ho dato uno schiaffo sul sedere e con ogni schiaffo ho aumentato l'intensità. Dopo quattro o cinque schiaffi si è girata sulla schiena. Ora, ero in bilico con un sentimento cinico che mi eccitava nel profondo.

L'ho presa per i capelli e le ho dato uno schiaffo in faccia. "Smettila, smettila, XXXX" poteva solo mormorare le parole. Ma ero in preda a tali sentimenti che non potevo fermarmi e invece le ho afferrato i seni con entrambe le mani e li ho stretti forte.
“Maa………..maa…….aaaaaaa” Ha gridato ad alta voce e io ho sorriso. Qualcosa mi dava un immenso piacere nel vederla soffrire. Era in stato di shock. Ha provato a togliermi la mano ma con la sua lotta la mia presa è diventata solo più forte e più forte. Mi ha graffiato le braccia con le unghie e io le ho stretto il seno con un movimento di pompaggio.

Soffriva un dolore lancinante e potevo vedere le lacrime nei suoi occhi. Le liberai il seno e la spinsi di nuovo sul letto. Soffriva ed era sotto shock. Le ho allargato le gambe e le ho dato una pacca sulla figa. Ora, questa è stata davvero dura. Si è seduta con le lacrime che le scorrevano lungo le guance e ho potuto vedere che stava trattenendo la sua ampiezza. Le ho dato uno schiaffo in faccia e sono caduto sul letto e lei ha dato sfogo alla sua ampiezza.

Ora stava urlando: “Non per favore, non farlo. Non ne posso più”.

“Pensavo che ti piacesse. Non ti piace essere stato colpito? Mi piace. Mi piace molto” avevo uno strano sorriso addosso.

Mi guardò e potevo vedere la sua paura nei suoi occhi. E lei poteva vedere il diavolo in me. Si alzò in ginocchio e mi baciò: "Mi piace, ma facciamo l'amore, adesso."

Mi abbracciò in un abbraccio e passò il dito tra i miei capelli, spingendoli indietro. Ha iniziato a baciarmi e io ho risposto. Alzai la mano e le palpai il seno. Emise un grido sommesso. Adesso mi sentivo male. Abbassai la testa sul suo seno e lo leccai con la lingua. Potevo vedere il suo viso e che si sentiva bene. Ho spostato la lingua sui suoi capezzoli, li ho circondati e poi l'ho succhiata. Continuavo a succhiare e lei gemeva. Ho cambiato lato e ho fatto lo stesso con l'altro. Ho succhiato forte e lei continuava a gemere.

Alzai la testa e la baciai: "Mi dispiace".

"Shshshshshshhhhh….." Mi ha messo un dito sulle labbra e ha iniziato ad accarezzarmi il cazzo. L'ho baciata sulle labbra.

Lei ha chinato la testa e mi ha baciato sui capezzoli e me li ha morsi, leggermente. Lei ha baciato e leccato il mio cazzo e ha iniziato a succhiarlo di nuovo. Dopo un po' ho potuto sentire il mio orgasmo fare capolino e l'ho spinta sul letto.

Le ho leccato la figa e l'ho leccata per un po'. Si stava eccitando e ho provato il mio cazzo dentro di lei.

"Uuuuugh...", gemette mentre i miei penny si facevano strada nella sua figa bagnata. Ho spinto lentamente dentro di lei assicurandomi che i miei penny non la penetrassero per tutta la sua lunghezza. Ho mosso lentamente i fianchi con un movimento circolare e ho aumentato lentamente lo slancio dei colpi. L'ho vista sollevare il busto e ho scavato le mie monetine, in profondità, per tutta la sua lunghezza. Lei emise un forte gemito mentre sollevava il busto più in alto.

Mentre spingevo le mie monetine più in profondità e più velocemente, i suoi gemiti diventavano decibel. Ho continuato le mie carezze e dopo un po' lei ha serrato le labbra inferiori e mentre gemeva un fiotto del succo della sua figa le colava dalla vagina. Ho continuato i miei colpi.

Lei trasudava più succo dalla sua figa e gemeva più forte a intervalli e alla fine entrai dentro di lei.

Mi ha tenuto per il culo e mi ha invitato a continuare e io l'ho obbligato. Dopo qualche altra bracciata cominciò a fuoriuscire ancora un po' del suo succo.

Non potevo evocare più energia per continuare. Mi facevano male i soldi e anche il busto. Appoggiai la testa tra il suo seno e mi sdraiai sopra di lei. Mi accarezzò i capelli con il dito e mi baciò sulla fronte. I miei penny erano ancora dentro di lei.

Dopo un po' tirai fuori le mie monetine ristrette e mi girai per sdraiarmi sulla schiena e chiusi gli occhi. Non so quando mi sono addormentato.

Ho sentito una mano tra i miei capelli e dei baci sui miei capezzoli. Ho aperto gli occhi e mi sono seduto, assolutamente scioccato. C'era il mio insegnante con la faccia gonfia e tuttavia sorridente.

“Preparati, tesoro. Penso che sia ora che tu te ne vada” disse, sorridendo.

L'ho guardata ed era ancora nuda. Potevo lasciare i miei segni su tutto il corpo. Aveva una carnagione chiara e la vista dei segni era orribile.

Mi alzai e andai al frigorifero. Tirai fuori la vaschetta del ghiaccio, versai il ghiaccio su un pezzo di stoffa e mi sedetti accanto a lei. Stava sorridendo.

Non potevo parlare. Non sapevo cosa avrei potuto dire o come avrei potuto scusarmi per la mia azione. Le ho asciugato lentamente il viso con il ghiaccio e lei gridava ad ogni tocco.

Dopo un po' ci siamo vestiti e lei ha chiamato il figlio. L'ho baciata sulla fronte (l'unico punto che non era gonfio) e ho detto: "Mi dispiace moltissimo. Non so cosa mi sia preso.

Lei sorrise e disse: "Che cosa ti ha preso questa sensazione?" Ma mi è piaciuto e quindi non dispiacerti. Mi ha baciato sulle labbra e sono tornato al mio ostello.

Storie simili

Una tribù per Tethys, parte 2 capitolo 10

Una tribù per Tethys: Parte 2 Capitolo 10: Megan, incontra Hera! Megan è silenziosa per la maggior parte del viaggio di ritorno al mio appartamento dopo che abbiamo lasciato la casa di Carl, e mentre sono curioso di sapere cosa sta pensando, è anche un'opportunità per me di esaminare alcuni dei miei pensieri. Molte cose sono cambiate, per tutti noi, in pochissimo tempo. Abbiamo lasciato Sonia con Carl, ha promesso di portarla a casa una volta concluso l'ultimo accordo d'affari. Carl sta stipulando un contratto personale con Sonia, per lavorare per lei a tempo pieno come istruttore personale di fitness e...

492 I più visti

Likes 0

Holli e una vela serale

Holli mi ha incontrato all'estremità del molo... e il mio cuore ha perso un battito quando è scivolata alla vista. Era vestita per una serata a bordo della mia barca: semplici sandali da barca, un bel top azzurro e un paio di pantaloncini cachi molto comodi che le dondolavano facilmente sulle curve, accennando a ciò che aveva da condividere sotto. 5'9 con capelli biondi, gambe lunghe e un corpo atletico in forma, Holli era entrato nel mio mondo attraverso un pomeriggio magico che abbiamo condiviso sul lungomare di Vancouver. Questa serata è stata il risultato del mio invito perché ci eravamo...

398 I più visti

Likes 0

Quanto di meglio si possa III

Obiettivo 5: preparami un gustoso succo di sperma con un bicchiere pieno. Questo è stato abbastanza facile. Ma tutto ha una parte difficile. Ecco un bicchiere pieno. Rani ha avuto un fottuto lavoro a scuola. Quindi se n'è andata la mattina indossando un sari rosso assassino. Avrei solo voluto andare a scuola. Prima di andarsene, mi ha dato un bicchiere usato per servire lo champagne, si è avvicinata a me e mi ha palpato dolcemente il cazzo. Rani :( sussurrandomi all'orecchio con voce sexy) fallo lavorare. Io: posso usare la tua stanza dei quadri???Sai. Usa la tua TV. ?? Rani: va...

523 I più visti

Likes 0

Come ho pagato il college

- Questa è finzione gay. Se non ti piace leggere cose gay, smetti di leggere e non votare. Se hai intenzione di votare negativamente o scrivere commenti sgradevoli, critica la mia grammatica e ortografia, non l'argomento - Questa è un'opera di finzione completa. Nulla in questa storia è realmente accaduto e le persone non sono reali. - Se spari un carico mentre o dopo aver letto questo, fammi un favore e premi il pulsante di voto positivo perché significa che probabilmente ti è piaciuto. Sentiti libero di mandarmi un PM per farmi sapere cosa ti è piaciuto Durante l'estate del 2003...

526 I più visti

Likes 0

Alice viene sposata

[b]Alice si fa l'autostop 7 di Will Buster Come si può immaginare, un'amante incinta e usata può essere piuttosto difficile da scartare. Difficile, cioè, a meno che una cospicua dote non accompagni la vigorosa piccola volpe. Alice non faceva eccezione a questa regola sociale così prevalente nella tarda Inghilterra georgiana. La pancia di Alice era ora piena di bambino sano per le quasi costanti attenzioni amorose di Lord Elton. Il barone del maniero di Kingston si era goduto a fondo entrambi i buchi stretti e reattivi di Alice ormai da mesi, ma mantenendo fede alla sua promessa, era tempo di acquistare...

390 I più visti

Likes 0

Feticismo del pannolino

Fin da piccola ho sempre avuto il fascino di indossare i pannolini. Crescendo ho imparato che non ero solo. Ma niente avrebbe potuto prepararmi per la notte in cui si unirono mia moglie e la sua amica. Avevo confessato a mia moglie il mio feticismo per i pannolini e lei mi ha raccontato di come aveva sempre desiderato una cosa a tre. Aveva partecipato a innumerevoli sforzi con me, quindi una notte abbiamo deciso di realizzare i suoi e aggiungere qualcosa per farmi felice. Finalmente era giunta la notte, la sua amica Samantha stava arrivando in città. Le aveva raccontato di...

334 I più visti

Likes 0

Janice Pt. Controllata dalla Mente 11c

Brian era contento di usare il controllo mentale che Janice avesse trascorso gli ultimi tre giorni vivendo con lui e avrebbe dovuto trascorrere altri quattro giorni con lui. Le menti del marito e dei figli di Janice erano state influenzate in modo tale da non sentire la sua mancanza. Ieri aveva invitato tre amici a casa sua e tutti e quattro avevano scopato più volte una volenterosa Janice. Sbe stava facendo quello che voleva all'inizio della giornata in cui aveva pulito la sua casa per lui mentre era nuda, fermandosi solo per lasciare che Brian la scopasse in bagno. In quel...

275 I più visti

Likes 0

La vendetta di Ambra

CAW # * Voce Questa è una storia di vendetta e dolore. Questa è una storia di amore e affetto. Questa è una storia di soddisfazione e persone che ottengono la loro punizione. La mia ragazza Amber ed io eravamo membri di un sex club. Ad entrambe piaceva andare e partecipare alla maggior parte delle attività del club, ma lei si rifiutava di fare sesso con altre donne. Le piaceva guardare altre donne nel club, farsi scopare e le piaceva anche guardare altre donne scoparsi a vicenda, ma non è mai stata in grado di leccarsi la figa. Ero perplesso da...

1.5K I più visti

Likes 0

La vita di Jen - Capitolo sei - Parte prima

La vita di Jen – Capitolo 6 – Parte prima Varie cose mi restano in mente e le mie vacanze annuali di solito erano piene di eventi. Un anno i miei genitori decisero di affittare una villa a Corfù per 2 settimane e mio nonno e mio zio furono invitati. Sull'aereo dovevo sedermi tra mio nonno e mio zio, ei miei genitori si sedevano dall'altra parte. Mio nonno mi ha messo il cappotto in grembo e ha spinto rapidamente la mia gonna da parte, tirandomi da parte le mutandine e spingendo un dito dritto dentro di me, ho sussultato forte mentre...

1.3K I più visti

Likes 0

Andare a lontano

Quando faccio scivolare la mia mano tra le tue gambe e dico Questo è mio, siamo chiari. Il sesso non è la risposta. Il sesso è la domanda. Sì è la risposta. Nicole mi ha visto in coda al ricevimento di nozze di sua sorella. Eccomi fuori come se fossi appena uscito da GQ. Mi sto muovendo lentamente verso di lei. Nicola trattenne il respiro. Doveva incontrarmi. Nicola si guardò intorno. Mi ha visto dall'altra parte della piscina. Sembravo sulla cinquantina. Sono più alto di chiunque altro nella sua famiglia italiana. Nicole ha indovinato che sono alto un metro e ottanta...

624 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.