IHNC 8.5 - Vacanze

145Report
IHNC 8.5 - Vacanze

Non avevo scelta 8.5 - Vacanze


(Questo capitolo è dal punto di vista di Rachel Font, la moglie di Ed.)


Le cose vanno alla grande! Al giorno d'oggi ero preoccupato per tutti i discorsi sulla depressione postpartum, ma tra il mio amorevole marito Ed e la mia nuova migliore ragazza Judy, ero in cima al mondo. Le cose erano state un po' difficili prima della nascita delle mie bellissime gemelle, ma ora non c'è più niente di cui preoccuparsi.


Ed ha lavorato così duramente ultimamente, rimanendo fino a tardi a scuola a volte a valutare i test in modo da non disturbare me e le ragazze a casa, e dando ripetizioni alla figlia di Judy, Becky e alla sua amica Lisa, ho deciso che poiché la pausa invernale era qui alla fine del Febbraio ed è la prima vacanza che abbiamo avuto da quando sono nati i gemelli, per portare via Ed per un fine settimana.


Judy e Becky si sono offerte di guardare le ragazze e le avevano già, quindi questa sarà davvero la prima volta che avremo da soli per più di una singola notte, e con me in grado di fare davvero le cose, in quasi un anno. Avevo una piccola baita in affitto in montagna e non vedevo l'ora di tornare a fare qualcosa di divertente pur non essendo un dirigibile incinta.


Avevo detto a Ed di assicurarsi di tornare subito a casa dopo la scuola e lui si è subito avvicinato e io l'ho fermato alla porta porgendogli le nostre valigie da viaggio preparate e gli ho detto: "Carica la macchina!"


Sembrava piuttosto confuso, "Cosa sta succedendo?"


Ho sorriso: "È una sorpresa!" e afferrò il resto delle borse e lo seguì alla macchina. Ha messo le borse grandi che gli avevo dato nel bagagliaio e mi ha aiutato a mettere quelle più piccole sui sedili posteriori. "Judy ha le ragazze per il fine settimana e non c'è scuola il lunedì, quindi possiamo prenderci il nostro tempo e passare tutto il fine settimana insieme!"


"Grande!" sorrise mentre ci allacciavamo ai nostri posti. "Allora... dove?"


"Oh, stupido me... Lo chalet!" dissi eccitato. "Ti ricordi quello?"


"Oh... QUELLO chalet eh?" mi ha fatto un cenno consapevolmente e ha messo in moto la macchina.


"Ora lo stai capendo." Mi sono ricordato di quando eravamo al college, quando io e altre tre ragazze avevamo condiviso una stanza e un fine settimana lontano dal college su invito della confraternita di Ed. Non ci eravamo ancora frequentati, ma la mia sorellanza e la sua confraternita avevano affittato uno chalet in una vicina stazione sciistica.


Nessuno sciava molto quel fine settimana, dato che si trattava principalmente di bere e fare sesso, ma era anche il luogo in cui avevo incontrato questo uomo meraviglioso che sarebbe diventato mio marito per la prima volta. Vorrei che fosse stato amore a prima vista, ma era a un gioco di sesso. Per coprire il costo di una birra, la sua confraternita ha organizzato una gara di BJ. Diversi ragazzi hanno messo insieme dei soldi che avrebbero potuto sopravvivere a qualsiasi pompino. Un dollaro ti ha dato due minuti e se hai fatto fuori il ragazzo hai venti dollari.


Ora, non ero esattamente una sgualdrina, ma allora andavo in giro, ed ero noto per essere stato un mangiatore di uomini con i miei talenti orali. È stato un ottimo modo per non dovermi sfogare con un ragazzo, ma convincerlo comunque a prestarmi attenzione, a portarmi in posti e a comprarmi cose. All'epoca avevo un buon ronzio per la birra ed ero un po' sballato per una pentola che avevo tirato fuori prima. Quello e la stanza avevano una specie di foschia fumosa poiché non ero l'unico. Ho aspettato che la prima coppia di troie avesse sprecato una decina di minuti e si fosse trasferita.


Ho lasciato cinque dollari al custode del salvadanaio e sono andato al primo ragazzo disponibile nella fila di quattro che erano seduti su sedie con i passamontagna e basta. Mi sono spostato accanto alle altre puttane avide che stavano ingoiando ferocemente il cazzo e ho afferrato saldamente il mio ragazzo per le palle già sbavate, dicendogli con la mia voce più sporca, "Il tuo sperma sarà delizioso".


Poi l'ho divorato e ho tirato la base della sua asta rigida con sussulti duri e costanti. Il mio cinque mi aveva fatto guadagnare dieci minuti, ma dopo quattro minuti avevo il suo spray bianco caldo che mi copriva il viso. La folla di ragazze in apparenza applaudiva e i ragazzi gemevano. Mi hanno dato dei fazzoletti per pulirmi e la mia banconota da venti dollari. Sono tornato dai miei amici e ci ho riso su mentre un altro dei ragazzi è arrivato pochi minuti dopo.


Ora erano rimasti solo due ragazzi e i miei amici mi hanno spinto a tornare. Mi sono messo in fila e pochi minuti dopo ho lasciato cadere un altro cinque e mi sono messo di fronte a un altro cazzo accanto a una bionda dai capelli corti che succhiava l'altro ragazzo accanto al mio. La folla ora stava applaudendo con fischi osceni e questo mi ha eccitato per qualche motivo. Ho preso il suo cazzo sbavato di saliva nella mia bocca e molto lentamente l'ho spinto sempre più a fondo nella mia gola. Ho soppresso il mio bavaglio e l'ho portato fino in fondo. Poi gli ho infilato un dito nel buco del culo. Questo fa SEMPRE venire un ragazzo e, anche se posso dire che gli è piaciuto, non è ancora venuto.


Poi il ragazzo accanto a me, ora succhiato da una rossa, è venuto a prenderla rumorosamente e con un grande applauso. Aveva resistito per circa mezz'ora, quindi aveva fatto soldi per la confraternita, ma il mio ragazzo era ancora caldo e pronto, ma semplicemente non voleva venire. Lo strattono forte e dolcemente. Un ragazzo vicino a me ha detto "Tempo" Ho lasciato andare quel cazzo abbastanza a lungo da lanciargli i miei venti vinti e poi sono tornato giù per gli applausi di tutti. Quei venti sono stati altri quaranta minuti, ma non ho fatto i conti in quel momento. Ero più preoccupato della mia reputazione con i miei amici.


La gente ha persino iniziato a cantare "Sborra!", ma senza successo. Alla fine la folla si era dispersa, annoiata dall'attesa, e la mia mascella e il mio collo erano doloranti. Sono stato quasi contento quando il ragazzo con l'orologio ha detto: "Tempo".


Mi sono alzato, ho allungato il collo e ho detto: "Sei gay o qualcosa del genere?"


Il ragazzo ridacchiò e disse: "Beh, allora non chiederei il tuo numero, vero?"


Si è tolto la maschera e ho visto la faccia di Ed per la prima volta. Si è vestito e abbiamo chiacchierato per il resto della giornata e fino a notte fonda. Ha spiegato che amava un bel pompino tanto quanto il ragazzo successivo, solo che qualcosa in questo non ha mai fatto scattare il suo grilletto. Veniva solo dalla masturbazione e dal cazzo completo. Ovviamente più tardi quella notte ha restituito il favore e sono venuto tre volte alla sua meravigliosa lingua prima di fare sesso per la prima volta in modo che potesse dimostrare di non essere gay. Mentre il suo sperma riempiva la mia figa e tornavo, sapevo che da quel momento in poi lui sarebbe stato l'ultimo uomo che avrei voluto di nuovo.


Sorrisi al ricordo erotico e piacevole di come quello stupido gioco di confraternite ci aveva uniti, e mentre entravamo nelle zone rurali diretti verso la baita, ma ancora a una decina di minuti di distanza, mi è venuta un'idea malvagia. Mi allungai e gli strofinai la gamba con un sorriso mentre guidava, poi mi avvicinai al suo inguine. Non era ancora difficile, ma sapevo che era solo questione di tempo.


Slacciai la cintura di sicurezza e dissi con quella voce sexy: "Tieni gli occhi sulla strada", mentre mi chinavo sulle sue ginocchia e gli aprivo i pantaloni. A meno che non volesse accostare, non aveva altra scelta che obbedire e prendere quello che gli stavo dando.


Tutto quello che ha fatto è stato alzare i fianchi per consentirmi un accesso più facile e ha detto "Oh ragazzo", con una risatina.


Ho infilato abilmente il suo ometto attraverso i lembi della sua biancheria intima e l'ho accarezzato delicatamente. Strofinai il suo morbido prepuzio contro la mia guancia e le mie labbra e lo baciai. Poi, strofinando con la mano il suo osso pelvico sopra il suo cazzo, l'ho leccato dalle palle alla punta. Era muschiato e sudato per essere stato confinato nei pantaloni tutto il giorno, ma sapevo che questo avrebbe creato l'atmosfera in cui volevo che fosse questa sera, quindi l'ho ignorato e ho continuato a farlo molte altre volte alla sua virilità che si stava lentamente indurendo.


È divertente come ora gli ci voglia un po' di più per diventare duro. Anche cinque anni fa è stato rigido come una roccia dopo essersi appena strofinato i pantaloni. Ma suppongo che l'età raggiunga tutti noi, soprattutto da quando siamo genitori ora. Ma appena è diventato duro l'ho succhiato tra le labbra e di nuovo ho praticato la mia esperta tecnica di fellatio che mi aveva fatto perdere venti dollari, ma mi aveva fatto guadagnare un marito.


La mia lingua ha ballato intorno alla sua asta, le mie labbra hanno formato una "O" stretta succhiandolo forte e la mia mano ha massaggiato la base del suo cazzo e le palle. L'ho fatto per circa cinque minuti, facendolo diventare bello duro, prima di lasciarlo andare e rimetterlo nelle mutande e nei pantaloni. Si lamentò e disse: "Accidenti, hai ancora le mosse che ti stuzzica il cazzo".


Agendo in modo innocente ho poi detto: "Beh, volevo qualcosa di salato da bere, ma sembra che tu fossi vuoto..."


"Oh, è per intero..." disse mentre entravamo nel parcheggio per il lodge, "Te lo mostrerò tra un po'."


Continuavo a fare lo stupido, "Certo... è quello che dicono tutti..."


È sceso ed è andato nell'atrio mentre io aprivo il bagagliaio e cominciavo a prendere i bagagli e lui tintinnava una chiave. Sorrisi mentre prendevamo i bagagli e ci affrettavamo al nostro piccolo chalet nelle vicinanze. Era molto più piccolo di quello grande in cui eravamo stati quando eravamo al college, ma non avevamo bisogno di uno gigante come allora. Eravamo solo noi, e questa minuscola capanna di tronchi con spazio appena sufficiente per un letto e un bagno era perfetta e accogliente.


"Allora, cosa vuoi fare prima?" Ho chiesto innocentemente: "Non vedevo l'ora di sciare sul North Slope, ma è passato un po' di tempo dall'ultima volta che abbiamo sciato, quindi suppongo che dovremmo raggiungere prima la Bunny Hill. Io…” non ho mai finito quella frase perché sono stato brutalmente gettato a letto e ho iniziato a ridacchiare furiosamente.


«Piccolo sfigato subdolo», disse brutalmente Ed. "So cosa vuoi fare prima." Poi è stato sopra di me e mi ha baciato dalle mie risatine con selvaggia intensità. Ero inchiodato al letto; Mi è davvero piaciuto quando mi ha dominato in camera da letto. Normalmente è un uomo gentile e premuroso, motivo per cui sapevo che sarebbe stato un ottimo padre, ma se lo stimolassi potrebbe essere un vero stallone in camera da letto.


Il suo bacio violento e violento di selvaggia, disperata lussuria per me ha davvero fatto fluire i miei succhi e l'ho baciato a sua volta, abbracciandolo forte a me. Le sue dita strapparono la cintura dei miei pantaloni di cotone elasticizzato e me li portarono alle ginocchia con facilità insieme alle mutandine.


Improvvisamente si è mosso e non stava più baciando le labbra sul mio viso, ma le labbra della mia figa. La sua lingua talentuosa e il ricordo della prima volta che mi aveva fatto questo, fresco nella mia mente, mi hanno fatto cantare osanna per lui mentre colpiva tutti i punti giusti. Sono esploso nella felicità e il mondo è diventato bianco.


Stavo cinguettando su una nuvola quando all'improvviso sono stato riempito dalla sua intera lunghezza. Ora era sopra di me, martellando quel meraviglioso cazzo che conoscevo così bene nella mia vagina ancora in spasmi e innescando di nuovo il mio orgasmo.


Mentre tremavo in un delirio beato per il suo impalamento, improvvisamente mi sbatté forte e rimase lì mentre il suo membro pulsante iniziò a sparare i suoi nuotatori appiccicosi in profondità nel mio quim tremante ancora e ancora. Era davvero un angolo di paradiso.


Non siamo mai riusciti a sciare quel fine settimana, ma non è stato nemmeno sprecato, nemmeno un minuto.

Storie simili

Le fantasie di Barbie Lez - Settimana 104: Lexi Lust e Sexxi Lexxi

Nota dell'autore 1: Queste brevi fantasie sono nate come mini-storie settimanali per i miei lettori, ma la newsletter è stata chiusa perché gli autorisponditori non accettano contenuti per adulti. Ho quindi deciso di pubblicare queste fantasie gratuitamente per far divertire i miei lettori. Ha lo scopo di intrattenere, quindi per favore non lasciare commenti odiosi se tutto non è perfetto. Dopotutto sono solo umano. Nota dell'autore 2: Sebbene questa fantasia possa essere letta indipendentemente, è stata scritta come parte di una serie. Per il massimo divertimento, leggi The Barbie Lez Fantasies: Week 1-103. *** Hai mai avuto una di quelle fantasie? Sai, quelli...

5 I più visti

Likes 0

Chat room: una vendetta malvagia della fidanzata

Torni a casa dopo una lunga giornata di lavoro; ti togli il cappotto e vai in cucina per una birra. Quando apri la porta del frigorifero, la tua ragazza si avvicina da dietro, coprendoti gli occhi con una benda. Lo lega stretto essendo un po 'ruvido Ho un osso da scegliere con te !! ti scatta contro. 'Ma che...?! Chiedi, alzando la mano per scoprirti gli occhi. Ti dà uno schiaffo sul dorso della mano e ti afferra il polso tirandoti fuori dalla cucina. Essendo bendato sei disorientato e perdi l'equilibrio, quasi inciampando mentre ti trascina su per le scale. La...

182 I più visti

Likes 0

La mia adorabile figlia Leia - Parte 2 Pseudo notte di nozze

Parte 2, la nostra pseudo notte di nozze Leia uscì dall'albergo, tenendomi per un braccio mentre spingevo il passeggino. Non potevo che ringraziare la mia buona stella, perché mi sentivo profondamente legata a mia figlia. Ne avevamo passate tante e ora tutto stava tornando rose e fiori. Abbiamo chiesto al portiere un bel posto dove camminare per pranzo e ci ha indicato un piccolo caffè a diversi isolati di distanza dal Dorchester. Ci siamo seduti e abbiamo mangiato un piccolo pranzo, dando da mangiare ai ragazzi pezzi di mela e arance. Stavamo parlando di cose diverse e mi sembrava, sembravamo già...

205 I più visti

Likes 0

La vendetta di Ambra

CAW # * Voce Questa è una storia di vendetta e dolore. Questa è una storia di amore e affetto. Questa è una storia di soddisfazione e persone che ottengono la loro punizione. La mia ragazza Amber ed io eravamo membri di un sex club. Ad entrambe piaceva andare e partecipare alla maggior parte delle attività del club, ma lei si rifiutava di fare sesso con altre donne. Le piaceva guardare altre donne nel club, farsi scopare e le piaceva anche guardare altre donne scoparsi a vicenda, ma non è mai stata in grado di leccarsi la figa. Ero perplesso da...

140 I più visti

Likes 0

Condividere un letto con la mamma parte 2

Condividere un letto con la mamma parte 2 Quindi, dopo aver fatto venire mia madre, ho tirato fuori il mio cazzo dal suo culo e mi sono sdraiato accanto a lei, entrambi riprendendo fiato, guardandoci negli occhi, sorridendoci l'un l'altro, ti amo mamma ti amo anche io figliolo abbiamo sudato parecchio e la mamma ha detto non dovremmo davvero andare a letto così, non voglio che le mie lenzuola siano tutte sudate, cmq figliolo, andiamo a farci una doccia e puliamoci a vicenda mi sono sdraiato a letto e ho guardato mia madre andare in bagno nuda, non riuscivo a staccare...

202 I più visti

Likes 0

UNISCITI AL SIGNORE OSCURO PARTE 2

Mi sono svegliato nella mia stanza dolorante dalla scorsa notte e ho preso gli occhiali e li ho indossati solo per scoprire che non riesco a vedere che è troppo sfocato, quindi li tolgo per scoprire che posso vedere meglio senza di loro. PAPÀ VIENI QUI PER UN SECONDO che cos'è figliolo non ho bisogno dei miei occhiali perché quello che è successo bene è della scorsa notte il signore oscuro era così felice che ti ha rifatto come ricompensa. Vai a guardarti allo specchio inciampo fuori dal letto, guarda nello specchio pieno e noto che ho perso molto peso, sembro...

206 I più visti

Likes 0

Cat girl Charity - Un invito personale a ballare

Benvenuti nella terza storia di Charity, una ragazza-gatto che sta cercando di trovare il suo posto nella vita, e anche un amore a lungo cercato. In questa storia vediamo la crescente relazione tra lei e il Cancelliere dell'Accademia, noto come Storm Dragon, e un potente mago a sé stante, oltre alle sfide quando un vecchio nemico si presenta per causare il caos nelle loro vite. Quindi vieni e unisciti a noi ora, poiché Charity è invitata a un ballo formale dell'Accademia, mentre ha altre idee di ballo in mente. Spero che ti piaccia questo. Si prega di lasciare alcuni commenti in...

187 I più visti

Likes 0

Il Progetto Zethriel (Capitoli Cinque - Sei)

---(Cinque)--- Quando Keria Shadoweye si svegliò, era sera. L'ultima luce del giorno stava filtrando attraverso le tende blu scuro, proiettando un bagliore torbido sulla stanza. Devono aver dormito per molto tempo, pensò. Sotto di lei, Zethriel dormiva pacificamente con il suo cazzo duro come una roccia di nuovo dentro la fica di Keria. Alzò la testa dalla sua spalla per guardarlo dormire. A cavallo di lui com'era, il suo cazzo la riempì di soddisfazione e il suo corpo era così caldo sotto di lei mentre il petto di Zethriel si alzava e si abbassava con il suo respiro. Non riusciva a...

234 I più visti

Likes 0

Benefici marginali relativi al lavoro, pt. 2

La scorsa notte è stata una notte incredibile e l'inizio di quello che speravo sarebbe stato una serie di bellissimi incontri con Susan, le sue figlie gemelle, e da non lasciare fuori, la mia ragazza migliore in ufficio e capobanda lussuriosa, Debbie. Persino la cameriera del bar, Tammie, ha proposto possibilità molto interessanti mentre dimostrava una propensione e una mentalità sessuale che secondo me dovevano contenere alcuni segreti sessuali da qualche parte nel profondo. E per quanto riguarda il personale dell'ufficio, tutte donne come ho detto prima, ora avevo avuto una vera festa di sborra esplosiva con due di loro. Con...

218 I più visti

Likes 0

THE FREAK - Parte 4 di 5

>>>>>>Entrammo in Massachusetts Avenue e trovammo un posto per parcheggiare a circa un isolato di distanza vicino a Harvard Yard, il nome dato al campus principale. Erano appena passate le dieci. La signora Atkins aveva detto di venire a qualsiasi ora, quindi siamo andati insieme all'ufficio ammissioni, trovandola alla sua scrivania. Presentai Barbara e prendemmo posto. La prima cosa che ho fatto è stata passare la cartella delle fotografie attraverso la scrivania. “Avevo chiesto a Barbara di sposarmi il venerdì sera precedente, il venerdì prima della domenica delle Palme. Ha indossato il suo anello di fidanzamento a scuola lunedì e...

157 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.