Grace è una ragazza scat

1.3KReport
Grace è una ragazza scat

Ogni sera dopo il college Grace cercava consigli per flirtare online e da quando ha scoperto il porno alcuni anni fa, ne era stata ossessionata. Ora che vive da sola, si siede sulla sedia per ore e ore a guardare i contenuti più sgradevoli che riesce a trovare. Aveva sempre avuto un lato malato in lei, ma si è davvero acceso alcuni anni fa quando i suoi compagni di scuola le hanno mostrato il video "2 Girls 1 Cup", ha dovuto mostrarsi disgustata di fronte a loro mentre nascondeva segretamente la macchia bagnata tra le sue gambe . Tutte le sue amiche avevano perso la verginità e ormai Grace era costantemente arrapata, scopandosi ogni notte faceva solo così tanto. Un paio di volte era andata in un bar locale e aveva provato a sedurre degli sconosciuti, ma dopo diversi rifiuti la sua fiducia era stata colpita, aveva deciso di fare appello a un mercato più di nicchia.

Grace alla fine si è resa conto che non era abbastanza brava per i giovani bei ragazzi dei bar in cui andava, quindi ha cercato online un posto popolare tra gli uomini più anziani. Individuò una piccola taverna nelle vicinanze e decise che quella notte si sarebbe trovata una scopata a qualunque costo. Aveva aspettato abbastanza. Aprì un vecchio gilet bianco che possedeva da anni e prese un pennarello nero dal cassetto accanto a lei. Si è perplessa per un po' su cosa scrivere sulla sua maglietta da troia e ha deciso che più era cattiva, più avrebbe garantito una scopata. Alla fine ha scelto di scrivere semplicemente "Human Toilet" in caratteri grandi e in grassetto, ha pensato che se avesse offerto ciò che nessun'altra ragazza ha fatto, allora i maschi l'avrebbero voluta. Indossò il suo cappotto nero con bottoni e si esercitò a mostrare il suo giubbotto a uomini immaginari nello specchio, il suo cuore batteva forte. Non sapere come avrebbero reagito gli uomini al suo top la rendeva più eccitata ma era sicura che almeno un ragazzo l'avrebbe trovato sexy. Ci sono voluti solo 5 minuti per raggiungere il piccolo bar, si è fermata fuori e ha sbirciato attraverso una finestra, non c'era nessuno in vista. Con le mani che tenevano il cappotto chiuso entrò dalla porta, il bar vuoto occupava metà della stanza e non c'era nessuno seduto ai due tavoli. Grace guardò dietro il bancone e non vide nemmeno un barista, era silenzioso. Dopo un'ultima occhiata in giro per la stanza, si avvicinò al bancone sperando in un barista maschio. Poco prima che arrivasse al bar, il proprietario del pub è apparso dalla stanza sul retro e le ha rivolto un sorriso, aveva circa 50 anni, corporatura media e aveva solo qualche ciuffo di capelli grigi.

"Ciao cara, non mi aspettavo che una bella signorina come te venisse a bere qui, cosa posso offrirti?"

Le rivolse un altro sorriso amichevole, finalmente fu notata da un uomo e la chiamò persino "adorabile". Grace guardò i suoi jeans e immaginò come apparivano il suo cazzo e il suo culo, la sua bocca piena di saliva mentre immaginava di essere sotto di lui. Aveva deciso di fare la sua mossa e con il cuore in gola, gli fece un grande sorriso e lentamente aprì il cappotto. L'uomo ha strizzato gli occhi quando ha rivelato la sua nuova etichetta, ha letto ad alta voce la parte "Human" ma la sua voce si è rotta prima che potesse finire "Toilet". Le sue enormi tette grasse erano a malapena coperte dal gilet striminzito e i suoi capezzoli rigidi erano facilmente visibili attraverso il tessuto. Il barista la guardò negli occhi e la fissò incredulo, Grace non sapeva cosa stesse pensando l'uomo e il silenzio la stava uccidendo. Paura di essere rifiutata di nuovo, Grace aprì lentamente la bocca e tirò fuori la lingua nel tentativo di persuadere lo sconosciuto.

"Un cesso umano? Quanti anni hai tesoro?" chiese il manager con un misto di confusione ed eccitazione negli occhi.

"18." rispose Grazia. "Voglio perdere la mia verginità stanotte per favore.", non si era mai sentita così viva.

Il barista non riusciva a credere alla sua fortuna, non scopava una donna da anni e non aveva mai provato il piacere di un diciottenne. Non era ancora sicuro di cosa volesse dire "bagno umano", la sua mente iniziò a immaginare la più pazzesca delle possibilità ma si convinse che non poteva essere vero. Questa ragazza grassa e gotica sarebbe davvero il suo bagno?

"Mi piace la tua canottiera, tesoro, cosa significa toilette umana allora?" le rivolse uno sguardo perverso.

Grace aveva aspettato anni per essere guardata sessualmente da un uomo, il suo unico obiettivo ora era renderlo felice e finalmente farla spezzare.

"Sinceramente tutto ciò che faresti normalmente in bagno per cui puoi usarmi invece.. So che sono un po' strano ma puoi semplicemente fottermi se vuoi?" la sua voce continuava a spezzarsi per il nervosismo.

"Penso che mi piacerebbe molto, ma stai attento a quello che desideri.. Ho una mente piuttosto sporca!" Ha scherzato.

Grace sperava che la sua mente fosse sporca quanto la sua, notò un badge sulla maglietta dell'uomo e decise di essere sincera con lui.

"Stai pensando di cagarmi in bocca Michael? Se lo fai.. aprirò la bocca... Stavo solo dicendo." Di nuovo lei aprì la bocca e mostrò la sua lingua. I suoi occhi si spalancarono e il suo piccolo cazzo pulsava nei suoi jeans.

"Sto andando a chiudere la porta e chiudere le persiane" ronzava Michael.

Quando ha iniziato a chiudere a chiave il bar, Grace ha iniziato a farsi prendere dal panico, quest'uomo aveva sicuramente fatto sesso prima e se lei non fosse stata abbastanza brava? Si inginocchiò sul pavimento di legno vicino al bar e lasciò cadere le spalline del gilet per rivelare le sue tette prosperose. Tutti i video scat che aveva guardato nel corso degli anni le passavano per la testa mentre pensava alle cose da dire. Michael finì di chiudere le persiane e si avvicinò a lei, non riusciva ancora a credere alla sua fortuna e quando arrivò da lei non sapeva cosa dire. Si incontrarono negli occhi mentre Grace lo guardava in silenzio, Michael voleva i suoi servizi più di ogni altra cosa ma non riusciva a pensare alle parole da dire. Grace ha poi cancellato la tensione con la sua voce dolce.

"Per favore riempimi con i tuoi rifiuti Michael." L'ha detto con calma. La sua bocca si aprì di nuovo e indicò con entrambe le mani la sua gola.

"Santo cielo che caldo, hai una bella bocca piccola." La sua fiducia era in aumento ora e il suo cazzo decise che era tempo di più. Si sbottonò i jeans e lasciò uscire il suo cazzo pallido, era di taglia inferiore alla media. Grace non aveva mai visto un pene da vicino nella vita reale ed era stupita, non poteva credere che finalmente sarebbe riuscita a succhiarne uno e ad assaggiarne uno. Michael avvicinò il suo uccello al viso di Grace e gli tirò indietro il prepuzio, era rugoso e macchiato di macchie bianche. Arrossì quando mostrò il suo pene non lavato.

"Scusa, che ne dici se vado a farmi una doccia veloce prima di iniziare?" Ha chiesto alla toilette.

"No, resta qui... sarò la tua doccia, per favore." Prima che potesse rispondere, Grace si mise rapidamente la punta del cazzo di Michael in bocca e iniziò a succhiarlo con forza. "Oh Merda" si lamentò Michael, la sua bocca grassa era un'ottima dimora per il suo cazzo. Grace stava finalmente succhiando un cazzo come aveva desiderato per anni e il gusto le ha mandato estasi attraverso il corpo. Assaporò il sapore del cazzo del barman contro le sue guance e si assicurò di concentrarsi sui granelli bianchi di cui era paranoico. Michael era ora completamente eretto e occupava ancora solo 4 pollici della sua gola, aveva tutto dentro la sua grossa bocca con il naso premuto contro il suo inguine.

"E' perfetto, puliscimi il cazzo." disse attraverso il piacere.

Grace tirò indietro la testa per rivelare ancora una volta la punta del cazzo di Michaels e usò le labbra e le dita per pulire i frammenti di smegma un po' alla volta. Dopo 10 minuti di suzione sciatta, il suo cazzo era completamente pulito e Grace aveva un ampio sorriso sul viso e una grande sensazione di realizzazione.

"Vieni qui, gabinetto." Michael andò a sedersi sulla lunga sedia dall'altra parte della stanza.

Ancora inginocchiata, Grace iniziò a gattonare verso di lui con la bocca ancora aperta. La fiducia di Michael era alle stelle ora e ha iniziato a mostrare i suoi veri desideri. Le disse di aspettare a pochi metri da lui mentre si toglieva i pantaloni, poi si stese supino sulla sedia e portò le gambe fino alla testa, scoprendo il culo. Grace non riuscì a trattenere il suo sorriso mentre fissava il buco peloso di Michael. Ha iniziato a strisciare verso di essa.

"Basta!... Voglio sentirti implorare per primo." Michael la guardava con impazienza mentre rischiava la sua fortuna.

Grace lo aspettava da molto tempo ed era nervosa all'idea di dire la cosa sbagliata, dopo una breve pausa per pensare, fece del suo meglio per persuaderlo.

"Posso.. Posso aiutarti a svuotare le tue viscere, per favore, signore? Voglio che mi guardi e mi masturbo mentre ingoio la tua merda, pezzo per pezzo. So che sono solo un maiale grasso e non me lo merito, ma se ti senti generoso vorrei strisciare laggiù e succhiarti il ​​culo... per favore."

Michael si accarezzava il cazzo mentre ascoltava la sua bella supplica, amava le parole che uscivano dalla sua bocca da porcellino.

"Continua... Grassa puttana." John ha controllato per vedere se l'avesse offesa, ma lei stava ancora sorridendo e amando l'attenzione.

"Ti sputerò sul culo e poi ti infilerò la lingua dentro mentre caghi, sarà fantastico, te lo prometto! Io... ti tirerò fuori i tuoi rifiuti con la mano e la lingua, non dovrai farlo qualsiasi cosa." Ha supplicato. Michael ha guardato beatamente mentre Grace continuava a implorare di assaggiargli il culo, dopo qualche minuto ha tirato fuori la borsetta dai suoi leggings e ha fatto scivolare fuori una banconota da 50 dollari.

"Ho solo questi 50 con me signore, se te li do, posso per favore venire lì e mangiare la tua merda? Io.. voglio ripulirti le interiora per te, signore."

Incapace di sopportare altre aspettative, Michael fischiò.

Grace si rese conto che era il suo segnale e si avvicinò rapidamente al culo di Michael, gli porse la banconota da 50 e lo ringraziò con uno sguardo sfacciato negli occhi. Ancora una volta Michael non era preparato per la situazione e aveva pezzi di merda secca bloccati nei suoi peli del culo. Sapeva che non era un bel vedere laggiù e si sentiva completamente esposto e imbarazzato mentre teneva le ginocchia al petto. Ci fu un momento di silenzio mentre Grace fissava la foresta sporca di capelli grigi intorno al buco del culo di Michael.

"Hai un secondo dubbio ora che sei laggiù tesoro? Capisco se lo sei."

Appena prima che Michael finisse la sua frase, Grace mosse la testa e diede una lunga, lenta leccata dal suo crack alle sue palle e poi leccò le sue labbra. Il sapore salato del suo crack culo faceva impazzire gli ormoni di Grace, voleva assaggiarlo ogni giorno.

"Sicuramente nessun secondo pensiero, sto solo decidendo quale di queste pepite di cacca dovrei pulire per prima. Grazie per avermi permesso di farlo... Signore." Fece l'occhiolino a Michael e poi abbassò di nuovo la testa. Con le dita frusciò tra i folti peli del suo culo e individuò un fagiolo marrone impigliato all'interno. L'odore era solo sporco come aveva sperato laggiù e ora dopo anni di attesa stava finalmente per avere il suo primo assaggio di merda, avvolse delicatamente le labbra attorno alla piccola pepita e iniziò a succhiare. Michael sentì i capelli del suo culo tirarsi leggermente e gemere un po', Grace si innamorò all'istante del gusto ricco che aveva in bocca. Dopo alcuni secondi di suzione usò i denti anteriori per morderlo a metà, Grace lasciò che il piccolo pezzo di merda di Michael si posasse sulla sua lingua e assaporò il sapore sporco. Michael guardò Grace ingoiare il suo primo pezzo di merda, non era mai stato così eccitato e dovette smettere di toccarsi prima di venire. Grace tornò immediatamente nel suo vecchio cespuglio e finì la restante metà della pepita. Nei successivi 15 minuti Grace ha succhiato, leccato e masticato la merda secca di Michael mentre faceva piccoli commenti nel mezzo.

"Questo è un grosso ciuffo, grazie signore."

"Ho intenzione di masticare questo per un po' per ottenere il sapore."

e

"Spero che tu ne abbia ancora un po' la prossima volta che ci vediamo."

Erano tra i preferiti di Michael. Il pensiero di incontrarsi regolarmente con la ragazza lo riempiva di gioia, era perfetta. Michael aveva bevuto qualche birra quella sera prima e la sua leggera intossicazione si aggiungeva perfettamente al piacere da culo celeste che stava ricevendo. Come un aspirapolvere, Grace ha iniziato a succhiare su e giù per i capelli, assicurandosi di tirare fuori tutto. Mentre si soffocava nel culo di Michael, Grace era la più bagnata che fosse mai stata e voleva dare all'uomo tutto il piacere che poteva...

Storie simili

Chat room: una vendetta malvagia della fidanzata

Torni a casa dopo una lunga giornata di lavoro; ti togli il cappotto e vai in cucina per una birra. Quando apri la porta del frigorifero, la tua ragazza si avvicina da dietro, coprendoti gli occhi con una benda. Lo lega stretto essendo un po 'ruvido Ho un osso da scegliere con te !! ti scatta contro. 'Ma che...?! Chiedi, alzando la mano per scoprirti gli occhi. Ti dà uno schiaffo sul dorso della mano e ti afferra il polso tirandoti fuori dalla cucina. Essendo bendato sei disorientato e perdi l'equilibrio, quasi inciampando mentre ti trascina su per le scale. La...

1.4K I più visti

Likes 0

Io e Sue

Io e Sue Come ricorderete se avete letto gli altri miei racconti, mia sorella maggiore è sexy ed ha avuto una grande influenza sulla mia identità sessuale da quando ho perso la verginità con lei quando avevo dodici anni e lei venti. Con il passare degli anni abbiamo continuato a sperimentare insieme, ma dato che solo di recente aveva dato alla luce mio nipote pochi mesi prima della mia prima volta con lei, stava ancora producendo latte materno e allattando al seno mio nipote appena nato. Sue è stata la prima persona che avessi mai visto che allattava i propri figli...

1.4K I più visti

Likes 0

Cat girl Charity - Un invito personale a ballare

Benvenuti nella terza storia di Charity, una ragazza-gatto che sta cercando di trovare il suo posto nella vita, e anche un amore a lungo cercato. In questa storia vediamo la crescente relazione tra lei e il Cancelliere dell'Accademia, noto come Storm Dragon, e un potente mago a sé stante, oltre alle sfide quando un vecchio nemico si presenta per causare il caos nelle loro vite. Quindi vieni e unisciti a noi ora, poiché Charity è invitata a un ballo formale dell'Accademia, mentre ha altre idee di ballo in mente. Spero che ti piaccia questo. Si prega di lasciare alcuni commenti in...

1.3K I più visti

Likes 0

Lo spirito di Cassy

Jason ha incontrato Cassy durante il loro primo anno al college. Stava per cambiare il mondo degli affari e metterlo all'orecchio con la sua brillante intuizione e fermezza e lei si è diretta nel mondo dell'istruzione della nostra giovinezza diventando un'insegnante secondaria di inglese. Entrambi erano ambiziosi ma ingenui ed entrambi i loro desideri si sono rivelati sbagliati. Faceva parte della poltiglia che si impara oggi nei nostri college e non se ne sono resi conto fino a quando non sono entrati nel mondo reale. Ma quel primo incontro tra i due fu qualcosa di speciale che cambiò per sempre le...

1.2K I più visti

Likes 0

Little Piggy 3 - Ragazzi! Nient'altro che guai.

Little Piggy 3 - Ragazzi! Nient'altro che guai. La piccola Piggy si è svegliata quando ha sentito suo padre frusciare nel letto e ha ricordato la scorsa notte. Scivolò giù dal letto e tornò silenziosamente nella sua camera da letto. Era molto presto la mattina così andò a letto e tornò a dormire. Ha iniziato a sognare la sua avventura con il cazzo di suo padre. I sentimenti del suo corpo e la forte passione di suo padre. Il suo sogno si trasformò nella posizione di sua madre in camera da letto nel bel mezzo della giornata. Ricordando di aver guardato...

1.1K I più visti

Likes 0

Divertirsi insieme pur essendo separati

Solo una serie di testi che ho inviato messi insieme. Non proprio il massimo per i ragazzi, più rivolto ai pulcini Ti vedo sdraiato sul mio letto. Mezza coperta da una coperta accarezzo la tua gamba nuda dal tuo piede su per il fianco Muovendo il mio corpo sul tuo prendendo il tuo viso tra le mie mani e baciandoti dolcemente sulle tue labbra. Baciare sempre più forte e più passione. Lingue che ballano. Sposto la mia mano destra lungo il tuo lato sinistro Tracciando la mia mano fino alla parte bassa della tua schiena tirandoti dentro di me spingo il...

1.1K I più visti

Likes 0

Ritorno a mia madre

Sono un ragazzo di 19 anni con belle gambe e lunghi capelli biondo fragola ben curato. Mi rado e mi olio spesso le gambe perché il mio ragazzo vuole che siano lisce come una cagna quando scopa la mia figa. Indosso sempre mutandine rosa e reggiseno da allenamento sotto i vestiti. Nella camera da letto del mio amante indosso una corta camicia da notte, niente sotto, e pantofole bianche con piume. La maggior parte degli uomini può facilmente rilevare che sono una figa. Adoro sentire le parole Succhiami il cazzo. Mi inginocchio e mi comporto come una brava ragazza. Ho bisogno...

1.3K I più visti

Likes 0

Adam Martin - L'allievo CH02

Adam Martin - L'allievo Di Christian G. Kay [email protected] A cura di Sherry Per favore inviatemi un feedback, mi piacerebbe sapere cosa ne pensate della storia. DISCLAIMER: Si prega di leggere e attenersi alla DISCLAIMER pubblicata nel primo capitolo. Adam Martin - The Pupil è una storia erotica, con alcune parti contenenti scene sessuali grafiche. Se l'erotismo è illegale nella tua zona per legge locale, provinciale, provinciale o nazionale, per favore smetti di leggere ora e vai altrove. Capitolo 02 - La piazza del viaggio. Mi ha detto che sarebbe tornata subito e mi ha lasciato lì in piedi, mentre si...

1.1K I più visti

Likes 0

Il bussare alla porta_(1)

Il bussare alla porta mi ha sorpreso. La notte di gennaio in Iowa era fredda, fredda, fredda. Mi ero già tolto i vestiti per la notte e mi sono seduto sulla mia poltrona a scrivere sul mio portatile; era una breve storia della mia infanzia. Dal mio divorzio tre anni prima, ho passato molto del mio tempo da solo a scrivere; principalmente sull'argomento di cui so più di ogni altra cosa... io. Ho scritto centinaia di storie sulla mia vecchia città natale e sulla mia famiglia. I miei nove fratelli hanno fornito tonnellate di ricordi che voglio, un giorno, condividere con...

1.2K I più visti

Likes 0

Cugino californiano

Ho vissuto tutta la mia vita in una piccola città dell'Idaho settentrionale. I miei genitori sono totalmente conservatori in tutto, quindi non mi lasciano uscire con me prima dei sedici anni e non mi permettono di guardare la televisione classificata come R. Fondamentalmente, sono una vergine di quindici anni che non è mai stata frequentata, e la cosa più vicina al sesso che abbia mai avuto è stata quella di leggere riviste vendute al supermercato. Circa tre mesi fa, all'inizio dell'estate, mia cugina Liz è venuta a vivere con noi. Immagino che sua madre sia rimasta incinta con un ragazzo di...

1.4K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.