African Safari Two - l'addestratore guarda

564Report
African Safari Two - l'addestratore guarda

Il campo era un alveare di attività quando il gruppo di cacciatori tornò quel pomeriggio. Le donne volevano acqua calda, gli uomini volevano bevande fresche e l'uccisione doveva essere processata. Ma nessuno di quei compiti era un mio problema. Devo prendermi cura degli animali vivi, sia quelli a quattro zampe che quelli a due zampe. È quest'ultima categoria che mi fa amare il mio lavoro e mi rende anche ricco.

Mi chiamano l'afrikaner. Ho collegamenti con tipi di persone che la gente normale non sa nemmeno che esista. Commercio carne morbida, compatta e succosa. A chi non piacerebbe farlo?

Odio le donne, cazzo. Tutti loro. Questo mi fa amare ancora di più il mio lavoro.
Le donne sono animali stupidi: qualche stronzo ha addomesticato le fiche e ora siamo seduti con il problema. Troie.

Guardali! È facile vedere qual è il loro scopo. Scopare e allevare. Questo è tutto ciò per cui sono utili. Una femmina dovrebbe sottomettersi a qualsiasi cosa maschile sul pianeta, ecco come la vedo io. Inginocchiati fica, lecca il culo del tuo Padrone! Chi cazzo ti credi di essere, pretendendo di più?

La fica in questione era ancora ricoperta del sangue del magnifico toro Kudu che hanno ucciso durante la caccia, quando il mio aiutante l'ha trascinata fuori dalla sua gabbia. Ho addestrato bene questo aiutante. Non la vede nemmeno più come una persona. È strano come distinguano tra le donne del campo, alle quali devono rivolgersi con il massimo rispetto, e queste fiche importate. Non ha nemmeno aspettato che si alzasse in piedi. Ha appena afferrato la pesante catena legata al suo colletto e ha iniziato a camminare. Se avesse trattato così uno dei cani dei clienti, avrebbe perso il lavoro. Ma questo non era un cane, era qualcosa di infinitamente meno. La trascinò attraverso la terra prima che riuscisse finalmente a mettersi in ginocchio e quando finalmente riuscì a strisciare si stava muovendo così velocemente che lei non riusciva comunque a tenere il passo. È stato divertente da guardare.

Ero fottutamente orgoglioso della qualità di questo prodotto che ho consegnato a uno dei miei clienti più importanti. Le fiche che di solito ci fornivano provenivano dalla "parte sbagliata della città". Era più facile prenderli perché bazzicavano in tutti i posti ombrosi. Ma questo, questo era diverso. Siamo stati fortunati. Era della stessa classe delle donne del campo e loro se ne resero conto. E glielo avrebbero fatto pagare. Quasi mi dispiaceva per lei, quasi.

Ho visto la mia aiutante buttare il culo a terra ai piedi del mio cliente. Era impressionato da lei, lo sapevo. Gli piaceva la sua raffinatezza, gli piaceva distruggere qualcosa di qualità. Non pensavo che si sarebbe lasciato alle spalle questo. Non avrebbe finito con lei ancora per un po'.

Quindi stavo aspettando che iniziasse il divertimento. La scena era quasi pronta. Questa fica pensava ancora a se stessa come a una persona. Diavolo, lo ero anch'io se mi ascoltavi parlare di "lei". John l'avrebbe trasformata in un pezzo di carne. Mi sono avvicinato un po' per poter osservare meglio il procedimento.

Due robusti pali furono piantati nell'arido suolo africano, a pochi metri di distanza. Spanning la lunghezza tra questi poli un altro è stato fissato. Era più alto della portata di un uomo e aveva un sistema di carrucole attaccato. C'erano dei ganci fissati a questa trave trasversale - ganci grandi, lucidi e affilati e mi chiesi se lei sapesse a cosa servissero. Questa era la macelleria. Era qui che la preda dei cacciatori sarebbe stata macellata.

"Vieni, riaggancialo" John fece un gesto nella sua direzione.

Il mio operaio le ha legato una corda attorno a entrambi i polsi, li ha legati insieme e poi l'ha spinta più vicino alla trave con un calcio. Lottò per allontanarsi dai suoi piedi esattamente dove la volevano. Avrebbe dovuto calciare più forte. Troia.

"Aspetta, possiamo abbassare la trave e issarli entrambi insieme." Uno dei suoi amici si è unito alla festa.

La stupida fica non lo sapeva ancora ma non ha visto l'ultimo toro con cui ha avuto un contatto così intimo. Un gruppo di braccianti stava trascinando i Kudu al mattatoio improvvisato.

"Ok, abbassa il raggio", disse qualcuno. Un altro le fece scivolare delle corde intorno alle caviglie e le legò alla trave abbassata. Ovviamente hanno spalancato le gambe della fica prima di fissarlo in posizione.

Il Kudu è stato assicurato alla trave accanto alla troia sporca e poi entrambi sono stati issati.

Le corde devono averle tagliato le caviglie sottili nel momento in cui la trave ha cominciato a sollevarla. Ho sentito il mio cazzo indurirsi e mi sono chiesto quanti uomini potessero davvero guardare una scena come questa senza voler scoppiare. Gemette quando la sua schiena fu trascinata sul terreno accidentato appena prima di essere sollevata. Era uno spettacolo così fottutamente sexy. I suoi lunghi capelli pendevano nella polvere, esponendole totalmente la schiena. Le sue tette piene erano leggermente cadenti verso il basso. Un sesso sporco, ma così utilizzabile.

Accanto a lei pendeva il corpo del cervo, la testa di lato.

Gli operai ora si avvicinarono, coltelli in mano. Erano pronti a finire il lavoro di trasformare la vita in pezzi di carne. L'inutile fica non si rendeva conto che era esattamente ciò che il suo proprietario intendeva fare anche a lei. Stupidi animali del cazzo, ti dico.

"Sono pronto a preparare la carne", disse John a uno dei suoi amici. "Hai intenzione di chiamare gli altri?"

"Stanno arrivando, penso che tu possa iniziare se vuoi."

Sorrisi mentre la piccola fica ricominciava a dimenarsi quando sentiva quelle parole. Deve essersi chiesta cosa significasse.

Ho visto John girarle intorno e poi accovacciarsi vicino al suo viso. La guardò negli occhi e parlò con voce piatta e autoritaria.

"La cosa bella della carne di fica è che può capire. Può essere terrorizzata. Può urlare, piangere e implorare." Si guardò alle spalle gli uomini che ora stavano tagliando strisce di carne dalla carcassa senza pelle accanto a loro. "Quel magnifico animale non sapeva cosa l'avesse colpito. Non ha mai provato paura. Ma tu, stupido pezzo di carne, tremi di paura. Mi fa venir voglia di scoparti. Mi fa venir voglia di farti del male. E io ho sempre a modo mio." Aveva un coltello in mano e lo stava facendo scorrere lungo il suo fianco teso. Potevo vederla sussultare, irrigidirsi sotto il tocco della lama affilata.

"Ti scuoierò, e poi ti ammorbidirò, e poi ti taglierò a strisce e ti darò i piedi ai cani. Darò la tua fica a Killer qui perché amo Killer e Killer ama la figa ."

Gli uomini risero. Sapevano che Killer avrebbe avuto qualche azione alla fine. L'hanno già visto e non ne hanno mai abbastanza.

Accanto alla fica nuda, grossi pezzi di carne venivano tagliati e portati via. Non era rimasto molto del Kudu. Non era rimasto molto nemmeno della donna che abbiamo portato al campo solo 24 ore fa. John stava lavorando con un piano, niente è mai stato fatto senza un risultato specifico in mente, e quando questo piano alla fine si concretizzerà sarà una cosa meravigliosa.

Ha chiamato Killer al suo fianco. Il grosso cane marrone ansimò verso il suo Padrone e fu ricompensato con una pacca sulla testa. Il cane guardò la cosa appesa davanti a lui e poi crollò a terra per la noia. Anche Killer sapeva che era inutile.

La fica stava piagnucolando ora, potevamo sentire i suoi singhiozzi patetici. La sua paura era fottutamente bella. Era impotente, piccola e completamente fottuta. E poi si è pisciata addosso.

Oh, il potere che abbiamo di trasformare una donna in questo. È inebriante. Potevamo annusare il suo terrore, vedere la sua paura scorrere lungo il suo corpo a testa in giù verso le sue tette e il suo viso e volevamo di più.

John ora stava ridendo di lei. Guardò il rivolo giallo che le scorreva tra i capelli e si avvicinò al suo viso.

"Oh fottuta bella fica," disse in un forte sussurro, "potrei semplicemente decidere di tenerti. Sei così deliziosamente debole, fragile e piccola." Le prese la tetta nella sua grande mano, stringendola viscosa. "Voglio vedere la tua faccia innocente che mi guarda con devozione come fa il mio cane, voglio vederti strisciare indietro per più di tutto ciò che voglio darti perché non riesci a pensare a nient'altro che conta." La sua bocca era ormai vicina al suo orecchio. "Sarai il cane dei miei cani e ti farò del male fino alla fine dei tuoi giorni, a partire da ora."

E poi si è alzato. "Stupida fica. Massacriamola."

L'ho già visto prima. Ma questa volta lo ha fatto in modo ordinato, come se stesse tenendo conto di come si sarebbe preso cura di lui dopo che fosse guarito.

Ha urlato quando lui le ha tagliato la carne per la prima volta. Le squarciò la pelle appena sotto il sedere e tracciò una sottile linea di sangue sulla sua guancia bianca finché non si assottigliò appena sotto la sua schiena. Il sangue iniziò immediatamente a scorrerle lungo la schiena. Potevamo vedere le sue gambe tese e il suo sedere teso e il sangue si mescolava con il sangue dell'animale che si è seccato sulla sua pelle.

"NO!!" Il suo grido squarciò l'aria quando lui iniziò l'incisione successiva.

Stavamo guardando un sogno erotico.

Il coltello era affilato e tagliò senza sforzo la sua pelle tenera - sei volte. Ha inciso tre linee parallele lungo il centro di ciascuna guancia. Era il suo marchio di fabbrica. Uno di loro. Ognuno sarebbe guarito in una sottile cresta rossa. Ma prima che guarisse avrebbe fatto male, e John sapeva che era una scienza.

C'era un punto in questo. La fica stava diventando un esso. Una cosa, un pezzo di carne. Stava urlando e implorando e nessuno lo stava riconoscendo. Finché alla fine ha ricevuto il messaggio e si è calmata, accontentandosi delle lacrime. È stato un fottuto peccato, adoriamo sentire le fiche urlare.

Speravo che John finisse quella cazzata. Non ho toccato personalmente la merce, ma mi è piaciuto vederli soffrire. Ma aveva i suoi modi.

Come aprire le puttane. Gli piaceva che le prime aperture fossero speciali e memorabili, dopodiché non gliene importava di meno e le condivideva con tutti. Questa fica ha avuto un'apertura memorabile del suo pugno due buchi se me lo chiedi maledettamente.
Lo stupro di gruppo è stato un inizio brillante. E poi John ha violentato la sua piccola fica stretta sopra quell'animale morente - come avrebbe potuto superarlo!?

Ho guardato il suo culo insanguinato e ho immaginato il minuscolo buco vergine che aspettava di essere violato in brandelli e riuscivo a malapena a trattenermi. Il mio cazzo ormai pulsava violentemente.

Era tempo. John si voltò verso la carcassa dietro di lui. Era spogliato della carne. I cani avrebbero avuto il resto. Ma c'era una cosa di cui aveva bisogno prima.

Il cazzo.

Era un enorme toro. E aveva un cazzo enorme che pendeva ancora dal corpo. I macellai hanno fatto un buon lavoro, mantenendolo intatto così. John tagliò il sudicio fallo muscoloso che doveva aver cominciato a puzzare e poi lo mostrò alla fica.

Non c'è proprio modo di compiacere una stronza. Cazzo, li odio. Continuando a parlare delle dimensioni che contano e quando gliene dai uno grande, inizia a piagnucolare come un'idiota. Troia del cazzo. Sapevo che avrebbe cagato sangue per una settimana e non vedevo l'ora di vederlo.

Uno degli amici era più vicino. Volevamo tutti che ci ricordassero le dimensioni di quel buco. Ha separato le natiche insanguinate per mostrarci dove sarebbe andato a finire il cazzo del toro. Non sarebbe mai andato bene. La cosa nella mano di John era spessa il doppio del bersaglio designato. Sarebbe stato brutale.

Fanculo! È stata una delle cose più sexy che abbia mai visto, e ho visto merda malata ai miei tempi. Ha urlato per tutto il tempo in cui lui stava spingendo il pezzo di carne nel suo buco asciutto. E si è preso il suo tempo per farlo. Potremmo vedere la graziosa ciliegina allungarsi e allungarsi e poi ancora. C'era lacrimazione e c'era sangue fresco. Abbiamo visto il suo corpo teso e sapevamo che questo avrebbe peggiorato le cose. Abbiamo visto le sue mani afferrarsi in aria, lottando per trovare qualcosa a cui aggrapparsi. Cosa c'è di più sexy di una donna che sanguina? Ha spinto quella cosa così in profondità nel suo buco che mi sono chiesta se sarebbe sopravvissuta. Ma lei ha preso tutto.
E poi è iniziato il cazzo.

A turno le violentavano il culo con quel cazzo tagliato. Le corde attorno alle sue caviglie sono state tirate al massimo mantenendo il suo corpo in aria mentre la scopavano fino a farla perdere i sensi. L'hanno scopata forte, velocemente. Senza fine. Profondo. Violentemente. L'hanno scopata a secco e poi l'hanno scopata a crudo. Hanno usato quella fottuta puttana nel modo in cui le fiche dovrebbero essere usate. A volte si fermavano per un po', bevendo un sorso di orso, passando il cazzo al ragazzo successivo, prendendosi una pausa. Ma il suo buco del culo non ha mai avuto tregua. Non prima di aver finito tutto. Non finché il suo culo non fosse stato un buco aperto (sapevo che non sarebbe rimasto così, non ancora).
E poi John ha dichiarato aperta la fica.

************

L'ho sciolto dopo che tutti si sono ritirati per la notte. Non era sicuro lasciare la carne all'aperto. Sapevo cosa c'era in serbo per lei il giorno seguente poiché una delle donne mi ha chiesto di aiutarla a organizzarlo. Alla fica non sarebbe piaciuto. Ma questa era la sua vita adesso. È ora di accettarlo.
Puttana del cazzo.

(può essere continuato)

Storie simili

Il Progetto Zethriel (Capitoli Cinque - Sei)

---(Cinque)--- Quando Keria Shadoweye si svegliò, era sera. L'ultima luce del giorno stava filtrando attraverso le tende blu scuro, proiettando un bagliore torbido sulla stanza. Devono aver dormito per molto tempo, pensò. Sotto di lei, Zethriel dormiva pacificamente con il suo cazzo duro come una roccia di nuovo dentro la fica di Keria. Alzò la testa dalla sua spalla per guardarlo dormire. A cavallo di lui com'era, il suo cazzo la riempì di soddisfazione e il suo corpo era così caldo sotto di lei mentre il petto di Zethriel si alzava e si abbassava con il suo respiro. Non riusciva a...

1.8K I più visti

Likes 0

Chat room: una vendetta malvagia della fidanzata

Torni a casa dopo una lunga giornata di lavoro; ti togli il cappotto e vai in cucina per una birra. Quando apri la porta del frigorifero, la tua ragazza si avvicina da dietro, coprendoti gli occhi con una benda. Lo lega stretto essendo un po 'ruvido Ho un osso da scegliere con te !! ti scatta contro. 'Ma che...?! Chiedi, alzando la mano per scoprirti gli occhi. Ti dà uno schiaffo sul dorso della mano e ti afferra il polso tirandoti fuori dalla cucina. Essendo bendato sei disorientato e perdi l'equilibrio, quasi inciampando mentre ti trascina su per le scale. La...

1.5K I più visti

Likes 0

THE FREAK - Parte 4 di 5

>>>>>>Entrammo in Massachusetts Avenue e trovammo un posto per parcheggiare a circa un isolato di distanza vicino a Harvard Yard, il nome dato al campus principale. Erano appena passate le dieci. La signora Atkins aveva detto di venire a qualsiasi ora, quindi siamo andati insieme all'ufficio ammissioni, trovandola alla sua scrivania. Presentai Barbara e prendemmo posto. La prima cosa che ho fatto è stata passare la cartella delle fotografie attraverso la scrivania. “Avevo chiesto a Barbara di sposarmi il venerdì sera precedente, il venerdì prima della domenica delle Palme. Ha indossato il suo anello di fidanzamento a scuola lunedì e...

1.5K I più visti

Likes 0

IHNC 8.5 - Vacanze

Non avevo scelta 8.5 - Vacanze (Questo capitolo è dal punto di vista di Rachel Font, la moglie di Ed.) Le cose vanno alla grande! Al giorno d'oggi ero preoccupato per tutti i discorsi sulla depressione postpartum, ma tra il mio amorevole marito Ed e la mia nuova migliore ragazza Judy, ero in cima al mondo. Le cose erano state un po' difficili prima della nascita delle mie bellissime gemelle, ma ora non c'è più niente di cui preoccuparsi. Ed ha lavorato così duramente ultimamente, rimanendo fino a tardi a scuola a volte a valutare i test in modo da non...

1.5K I più visti

Likes 0

Aprile - Parte II

Grazie a tutti per i bei commenti e le valutazioni generalmente positive. Mi scuso che la parte 2 abbia impiegato così tanto tempo, ma volevo assicurarmi che fosse il migliore possibile prima di pubblicarla. Spero che questa parte vi piaccia, e cercate una parte 3 nelle prossime settimane. Per favore continua a valutare e commentare, e se non ti piacciono gli elementi del mio racconto, per favore fammi sapere nei commenti come pensi che potrei migliorare. Rob e April giacevano nel letto di April, persi nei propri pensieri post-coito. Si erano assicurati l'un l'altro che questa sarebbe stata una relazione senza...

1.5K I più visti

Likes 0

Kelly - parte 2

Ero scioccata. Nel giro di pochi minuti, il mio migliore amico Kevin era diventato Kelly. Kevin era un ragazzo snello, con morbidi occhi castani, capelli castani di media lunghezza che pettinava in tipico stile emo/hipster. Kelly era adorabile. Era ben rasata sotto i vestiti, indossava mutandine di pizzo nere. Aveva persino una parvenza di curve. Sotto i vestiti larghi di Kevin, nascosta, c'era una figura deliziosa. Kelly era in piedi di fronte a me, sorridendomi. Spostò il peso su uno dei fianchi e mise le mani lungo i fianchi. Allora? Come sto? Non potevo iniziare a descrivere. Potevo ancora vedere Kevin...

1.4K I più visti

Likes 0

La vita di Jen - Capitolo sei - Parte prima

La vita di Jen – Capitolo 6 – Parte prima Varie cose mi restano in mente e le mie vacanze annuali di solito erano piene di eventi. Un anno i miei genitori decisero di affittare una villa a Corfù per 2 settimane e mio nonno e mio zio furono invitati. Sull'aereo dovevo sedermi tra mio nonno e mio zio, ei miei genitori si sedevano dall'altra parte. Mio nonno mi ha messo il cappotto in grembo e ha spinto rapidamente la mia gonna da parte, tirandomi da parte le mutandine e spingendo un dito dritto dentro di me, ho sussultato forte mentre...

1.4K I più visti

Likes 0

Una nuova padrona 7

Natasha mi ha infilato la lingua nell'orecchio e mi ha sussurrato: Ci divertiremo un sacco, un sacco di divertimento tesoro... La bambina della mamma si è sporcata il culo? Nessuna padrona... mamma! Ho sussurrato. Ho urlato mentre qualcuno schiaffeggiava il mio cazzo duro. Rimbalzava come un metronomo pungente. Sì! Mi sono lamentato: Sì! Il mio culo è sporco mamma…” Sorrise e mi coprì gli occhi con una benda. Ho sentito qualcuno sedersi sul mio petto e ho pensato di sentire l'odore della figa eccitata. Natasha mi tubò nell'orecchio: Conosci quell'odore? Mi sono reso conto che non avevo cazzo e palle in...

1.4K I più visti

Likes 0

La strega_(0)

La strega Di Gail Holmes Renee non si era mai fidata della vecchia, non sapendo mai cosa stava combinando, una strega più malvagia che probabilmente non avresti potuto chiedere, le piaceva ogni forma di Magia Nera. Aveva sentito parlare dei suoi poteri da altre persone, che le dicevano di non incrociare mai la vecchia. Il problema era che sembrava che l'avesse fatto, e non c'era modo di fare ammenda. Renee e suo marito erano una coppia adorabile, amichevole con tutti, è solo che la vecchia si era offesa per qualcosa che era stato detto. Stan, suo marito era via per la...

1.3K I più visti

Likes 0

Tempo divertente con un nuovo nome

Mi chiamo Drake. Ho 32 anni, 6'3 245 libbre, capelli castani, occhi castani e generalmente considerato un ragazzo di hansom. Crescere praticando sport e un'etica del lavoro duro mi ha assicurato di rimanere in ottime condizioni fisiche. Quando avevo 17 anni ho sposato la Stretto dopo il liceo (con un piccolo aiuto per la sua gravidanza). Mi ha dato subito 2 fantastici bambini mentre vivevo il tuo tipico stile di vita americano. Essendo un ingegnere e la sua infermiera ci assicuravano uno stile di vita sano. Tutto finì comunque 2 anni fa, quando mia moglie ei miei figli sarebbero andati a...

1.2K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.