A bordo della Lundrim Seksi Parte 5

997Report
A bordo della Lundrim Seksi Parte 5

Si è svegliata da sola il giorno dopo. La testa le faceva male per i postumi di una sbornia, la pelle le bruciava per le percosse della sera prima. Le attività del giorno precedente le passarono per la mente mentre cercava di mettere insieme i pezzi. Ieri le sono successe tante cose. Si è fatta mangiare la figa come se fosse l'ultimo pasto che avrebbe mai mangiato. Le sembrava abbastanza bello, però, si ritrovò scioccata da quanto le piacesse. Sentimenti attraversarono il suo corpo che non aveva mai provato prima.

Poi è stata legata e le è stata tolta la verginità, in un modo che le ha fatto così male che non riusciva a capire come potesse essere una cosa buona. Perché le persone nei film dovrebbero farlo? Come poteva farla sentire così bene e poi ferirla così gravemente. Poi, dopo tutto, si è fatta scopare le dita con doppia penetrazione finché non ha pisciato su tutto e poi è stata gettata nell'oceano prima di essere picchiata così forte che pensava di morire.

Si preparava mentalmente a subire di nuovo tutte quelle cose, ma in realtà niente l'avrebbe preparata in alcun modo per ciò che stava per accadere. Scese a prenderla, la chiamò gentilmente e le chiese di salire. Andarono a poppa sul ponte e respirarono l'aria dell'oceano. Lasciò che il sole splendesse sul suo viso e la brezza le soffiasse sulla pelle. La guardò. Ammirava il suo corpo magro e minuscolo di 5'1 "che pesava non più di 95 libbre. Guardava i suoi luminosi capelli bordeaux lunghi fino alle spalle muoversi nella brezza.

Si meravigliò della sua pancia piatta, dei suoi seni AA, dei suoi piccoli mostri lisci con solo la gabbia toracica e le ossa dei fianchi che sporgevano leggermente. La piccola protuberanza causata dal suo osso pubico. I suoi occhi si posarono sulle sue natiche quasi perfettamente rotonde e sulle sue gambe lunghe e snelle. Era ancora stupito dal suo divario tra le cosce che permetteva una visuale libera della sua figa. Una fica che una volta era così carina, così pura, così innocente, ma ora ha fatto il primo passo per essere sfondata. Sorrise sapendo che la fica sarebbe stata distesa e sfondata completamente prima che questi pochi giorni fossero finiti.

Quando l'ha vista per la prima volta aveva una pelle uniforme, di colore rosa chiaro. Ora la sua pelle era marmorizzata per essere stata sculacciata, schiaffeggiata, succhiata, frustata e picchiata. Guardò i segni cercando di identificare quale fosse stato lasciato dalle sue mani, che fosse stato fatto succhiando e mordendo, che fosse stato causato dalla cinghia di cuoio. Non c'era quasi una macchia di pelle senza segni sul suo corpo. Era impressionato dal modo in cui riusciva a superare tutti i diversi tipi di dolore che stava attraversando e stare semplicemente lì nuda al sole con gli occhi chiusi godendosi l'esperienza.

Ha chiesto la colazione. Aveva un mal di testa lancinante a causa del vino e stava morendo di fame. Le disse che oggi non c'era colazione per lei, ma che avrebbe potuto mangiare più tardi il giorno dopo. Ha provato a pensare dopo cosa, ma lui non ha spiegato ulteriormente. È appena sceso nella sala macchine ed è uscito con alcuni tubi e alcuni accessori. L'ha chiamata al beach club e le ha detto di stare in piedi con i piedi leggermente più larghi delle spalle e di piegarsi per afferrare la ringhiera. Questo l'ha fatta piegare di circa 90 gradi dai fianchi con le braccia tese aggrappandosi alla ringhiera.

Le ha detto che se è una brava ragazza, non l'avrebbe ancora legata. Ha poi versato un po' di olio di avocado sul suo culo controllato e giù per il suo buco del culo. Ha usato una mano per allargarle le chiappe e l'altra per strofinarle l'ano con l'olio di avocado. Le toccò un po' il sedere per ottenere un po' di quell'olio che le lubrificava lo sfintere. Ha poi fatto scivolare un tubo nel suo culo. Chiuse gli occhi e trattenne il respiro mentre lui le massaggiava leggermente la parte bassa della schiena permettendole di accettare il tubo e con l'olio di avocado scivolò facilmente dentro di lei. Accese l'acqua e la lasciò fluire dentro di lei. Il suo stomaco iniziò a dolere leggermente ma non si lamentò.

Ha iniziato a sentirsi piena con l'acqua che scorreva dentro di lei. La sua pancia aveva più crampi adesso e proprio mentre stava per accusare dolore lui tolse l'acqua. Adesso era tutta piena. Le disse di restare così e di fare in modo che non uscisse acqua. Poi le ha schiaffeggiato le chiappe con la mano aperta prima di salire al salone per prendere un'altra birra. Quando è sceso lei era ancora nella stessa posizione. L'acqua fuoriesce dal buco del culo e gocciola sul ponte. Le disse di alzarsi, poi la fece accovacciare mentre la sosteneva in modo che non cadesse.

Le ha detto di spingere come se stesse cagando. L'acqua ha iniziato a gocciolare da lei quando ha premuto forte sulla sua pancia. Ha perso tutto il controllo del flusso mentre l'acqua scorreva dalle sue viscere. Felice che fosse pura da tutte le impurità anali, le disse di asciugarsi e poi di tornare sul ponte di poppa sul ponte principale e aspettare. Si è seduta sul pullman ad aspettarlo. La sua testa era piena di vesciche per i postumi di una sbornia, il suo corpo era debole per la fame, la sua pancia aveva crampi da diversi punti come il suo grembo che era stato spinto fuori posto dalla scopata di ieri e le sue viscere che erano appena state lavate attraverso il suo culo.

È venuto da lei con una corda, le ha detto che non aveva bisogno di legarla ma che voleva farlo. Ha legato la corda attorno a un ginocchio, intorno alla parte posteriore del suo collo e all'altro ginocchio le ha tenuto le ginocchia sollevate per le orecchie. Questo le sollevò la parte bassa della schiena spingendo il culo in aria con le natiche allargate, mettendo in piena vista il suo piccolo, sorprendentemente marrone, ano. Era combattuto tra metterle la faccia in giù per legarle le mani dietro la schiena o lasciarla supina a guardarla in faccia mentre si spingeva nel culo. Ha scelto di metterla a faccia in giù con le mani legate dietro la schiena.

La teneva a faccia in giù sul tavolo regolabile in altezza con il culo in aria per farla finita con piacere. Si mosse e si posizionò dietro di lei per mettere le mani sul suo culo e allargare le sue natiche già aperte per aprire il suo ano sorprendentemente marrone. Le ha leccato il culo pulito di recente, bagnandosi l'ano con la saliva. Ha premuto la lingua nel suo piccolo buco del culo e ha iniziato a leccare le parti iniziali del suo culo. Aveva un sapore pulito ed era tesa. Prima le aveva messo le dita nell'ano, ma la funzione naturale dello sfintere anale era quella di stringere lo sfintere che funzionava ancora come previsto.

Fece scivolare la lingua dentro e fuori il suo buco del culo. Quando la sua lingua era dentro lei la fa roteare e quando la tirò fuori le leccò l'ano con forza. Le teneva aperte le guance e aveva il pollice su quel piccolo neo come se fosse un pulsante per attivare il suo buco del culo. Il suo buco del culo iniziò a rilassarsi un po' mentre la sua lingua entrava e usciva. Non era più così stretto, era più accogliente ora di quando aveva iniziato. Era ancora a faccia in giù e piegata sul tavolo. Non era in una posizione comoda, la parte posteriore del collo le faceva male a causa della corda che le assicurava le ginocchia vicino alle orecchie, ma ora lui era impegnato con lei e lei avrebbe dovuto sopportare qualsiasi disagio finché non avesse finito.

Le stava ancora pungolando il buco del culo con la lingua. Si stava godendo il modo in cui il suo ano si apriva e si chiudeva sulla sua lingua. A volte la leccava dalla clitoride fino alla fessura tra le labbra della sua figa, su e sopra il suo buco del culo che terminava in cima alla sua fessura. Questo ha inviato sensazioni attraverso il suo corpo. Si è sorpresa a divertirsi quando lui l'ha leccata, quando l'ha succhiata dolcemente e quando l'ha scopata con la lingua. Aveva rilassato tutto il suo corpo e aveva ceduto alle scosse di gioia che scorrevano come onde attraverso il suo corpo. Le infilò la bocca nell'ano e lo succhiò creando un vuoto e infilò di nuovo la lingua. Il vuoto sembrò consentirgli una penetrazione leggermente più profonda, la sua lingua colpì nuove parti oralmente inesplorate del suo canale che rilasciarono nuove sensazioni attraverso il suo corpo.

Allungò la mano per prendere l'olio di avocado e se ne versò un po' nel palmo della mano. Poi ha strofinato l'olio su tutto il buco del culo e le ha fatto scivolare il dito medio nel culo e ha iniziato a muoverlo dentro e fuori lentamente. Le ha lubrificato bene l'ano e poi le ha infilato l'indice nel culo con il medio. Non importa quanto bene stesse funzionando il suo sfintere, non c'era modo di stringere le sue grosse dita. Spinse le dita in profondità e fece un movimento a forbice dentro di lei. Poi si tirò fuori a metà lasciando le dita profonde due nocche e piegò le dita per agganciarle il culo prima di spingerle dentro tutta la schiena. Ha ripetuto questa azione un paio di volte, lentamente ma costantemente. L'ano si stava allungando per accogliere la sua azione.

Dopo un po' tirò fuori le dita e le strinse di nuovo. Questa volta le ha infilato le stesse due dita nel culo, ma ora la stava pompando e ruotando le dita mentre lo faceva. Il suo ano si stava aprendo permettendogli di scoparla con le dita più facilmente, permettendogli di scoparla con le dita più forte, permettendogli di scoparla con le dita più velocemente. Ora stava andando a tutto vapore e continuò per un po' finché non si ritirò del tutto. Guardò il suo piccolo buco del culo cercando di stringere ma non riuscendo a chiudere il buco disteso causato dalle sue dita.

Si versò dell'altro olio nella mano e si coprì bene i pollici, poi spinse entrambi i pollici nel suo culo più in profondità che poteva. Tirò fuori ai lati poi su e giù per allungarla un po' di più. Con i pollici tirati verso l'esterno allargandola, si chinò per leccarle l'orlo dell'ano e sfiorarle il buco con la lingua. Quando ha tirato fuori i pollici, il suo buco del culo si è chiuso a malapena. Fu allora che decise che era pronta come non lo sarà mai.

Parte 6 pronta e verrà caricata a breve......

Storie simili

Dovere coniugale

Ricordo ancora la prima volta che ho visto Sandra per la prima volta. Ero un giovane trasandato di vent'anni. Era una ragazza molto sexy di 22 anni. È venuta da me mentre stavo cercando di avviare la mia motocicletta Norton 750 Commando un po' capricciosa. Ha detto qualcosa a proposito del fatto che le piacciono le biciclette. Questo era tutto quello che avevo bisogno di sentire. Una bruna dall'aspetto attraente con grandi occhi marroni in un paio di jeans attillati che si avvicina a me e mi dice che le piacciono le biciclette. La mia vita ha preso una svolta positiva...

500 I più visti

Likes 0

Organismo X - Cap. 08

Nota dell'autore: dopo diversi mesi di sviluppo infernale, vi presento l'ottavo capitolo di Organism X - Ora con il 100% di scoregge in meno! 1 In lontananza, Erin poteva sentire la ragazza appena trasformata gemere e grugnire mentre la bionda, Lindsay, giocava con lei. Il suono la ripugnava e allo stesso tempo la eccitava. Sarà una bellezza quando cambierà completamente, ha detto Megan. Erin si voltò verso l'arrogante bruna. Sei un mostro. Siete tutti dei mostri, ha detto. Megan sbuffò. Come se non lo fossi? Erin bruciava di vergogna e fissava il pavimento. Un'immagine della ragazza terrorizzata che Erin si era...

457 I più visti

Likes 0

Quanto di meglio si possa III

Obiettivo 5: preparami un gustoso succo di sperma con un bicchiere pieno. Questo è stato abbastanza facile. Ma tutto ha una parte difficile. Ecco un bicchiere pieno. Rani ha avuto un fottuto lavoro a scuola. Quindi se n'è andata la mattina indossando un sari rosso assassino. Avrei solo voluto andare a scuola. Prima di andarsene, mi ha dato un bicchiere usato per servire lo champagne, si è avvicinata a me e mi ha palpato dolcemente il cazzo. Rani :( sussurrandomi all'orecchio con voce sexy) fallo lavorare. Io: posso usare la tua stanza dei quadri???Sai. Usa la tua TV. ?? Rani: va...

784 I più visti

Likes 0

Gli esibizionisti, parte 2

Gli esibizionisti Episodio 2 Squadra di nuoto Disclaimer: quanto segue è un'opera di fantasia. Pertanto, ho scelto di ambientarlo in un mondo in cui il controllo delle nascite è sicuro, efficace e disponibile al 100% e tutte le malattie sessualmente trasmissibili sono state sradicate. Nel mondo reale, alcune delle scelte che questi personaggi fanno sarebbero estremamente rischiose. Non comportarti come loro. Riepilogo: nell'episodio 1, la protagonista e la sua amica Steph hanno compiuto 16 anni, si sono fatte fare il piercing ai capezzoli, hanno sperimentato il risveglio sessuale, hanno comprato giocattoli sessuali, hanno visto un vecchio sporco masturbarsi e si sono...

607 I più visti

Likes 0

Il bussare alla porta_(1)

Il bussare alla porta mi ha sorpreso. La notte di gennaio in Iowa era fredda, fredda, fredda. Mi ero già tolto i vestiti per la notte e mi sono seduto sulla mia poltrona a scrivere sul mio portatile; era una breve storia della mia infanzia. Dal mio divorzio tre anni prima, ho passato molto del mio tempo da solo a scrivere; principalmente sull'argomento di cui so più di ogni altra cosa... io. Ho scritto centinaia di storie sulla mia vecchia città natale e sulla mia famiglia. I miei nove fratelli hanno fornito tonnellate di ricordi che voglio, un giorno, condividere con...

1.5K I più visti

Likes 0

L'estate finisce

Erano passati tre mesi da quel giorno che le aveva cambiato la vita quando suo figlio l'aveva scopata. Lei aveva 34 anni, lui ne avrebbe presto 18. Adesso scopavano regolarmente e insieme avevano capito come separare le loro sessioni sessuali dalla vita di tutti i giorni. Il seminterrato della loro casa che ospitava l'attrezzatura per il bucato era stato diviso per fornire una piccola area ricreativa con un letto al centro e una zona spogliatoio protetta dove sua madre teneva la sua collezione di lingerie sexy acquistata di recente da un sito di sesso su Internet. Tutto ciò che riguardava la...

757 I più visti

Likes 0

La proposta: obblighi rispettati

La proposizione: Gli obblighi vengono rispettati Jenny e io abbiamo dormito fino a domenica mattina. Erano passate le 10:00 quando finalmente siamo scesi dal letto. “Dopo la nostra doccia, cosa vorresti per colazione?” chiese Jenny mentre iniziava a rotolare giù dal letto. Ha poi avuto uno sguardo addolorato sul suo viso. OH! Uumm, Jim, onorerò il nostro patto. Puoi avermi quando vuoi, ma se per te va bene, possiamo fare qualcos'altro la prossima volta? Sono così dolorante, non sono sicuro di poter nemmeno camminare. Il suo dolore era abbastanza comprensibile. Ho dovuto spingere molto forte per sfondare il suo imene e...

764 I più visti

Likes 0

Il patto del diavolo Slave Chronicles Capitolo 4: Gioia, prima cera

Cronache degli schiavi del patto del diavolo da miopenname3000 Diritto d'autore 2015 Gioia: prima cera Nota: Mary ha dato Joy alla madre di Mark, Sandy, e alla fidanzata di Sandy, Betty, perché fosse la loro schiava sessuale. 19 giugno 2013 – Joy Nguyen – South Hill, WA Va tutto bene, sussurrò una voce confortante. Ho lottato per aprire gli occhi; dormire ancora pesante sulle mie palpebre. Potevo sentire il letto tremare dolcemente mentre qualcuno si spostava. Una donna singhiozzò sommessamente. La confusione mi invase; Non ero nel mio letto. Dove ero io? Riuscii ad aprire gli occhi, sentendomi grintoso con poco...

715 I più visti

Likes 0

Come mia sorella mi ha fatto venire - senza saperlo

Quella che segue non è una storia di cui sono necessariamente orgoglioso. Non è nemmeno una storia molto lunga, perché l'evento vero e proprio è durato davvero poco. È imbarazzante, è poco lusinghiero e, forse, è anche un po' sbagliato. Si tratta, comunque, di una storia vera, accaduta qualche tempo fa, e poiché penso che ad alcuni potrebbe piacere davvero, sono disposto a descriverla nei minimi dettagli. E quindi, senza ulteriori indugi, vi presento la storia di come mi sono imbattuto accidentalmente in mia sorella - e sono riuscito a farla franca. O in realtà, c'è ancora qualche rumore. Ho promesso...

669 I più visti

Likes 0

Una nuova vita per Ruth

Ruth Anderson sedeva nel suo nuovo ufficio, era stata promossa sei mesi prima ed era ancora eccitante trovarsi al decimo piano. Ruth era una signora tranquilla da poco passata il suo quarantaquattresimo compleanno, era stata allevata in una rigida famiglia cattolica, figlia unica con un padre dominante che per la sua ira aveva obbedito alla lettera. Aveva trascorso gli ultimi ventiquattro anni in un freddo matrimonio quasi senza sesso, la sorpresa più grande era stata che lei e il marito Donald avevano avuto una figlia meravigliosamente bella, Lena, che a ventidue anni stava per completare un master in economia aziendale alla...

580 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.