Ritorno a mia madre

130Report
Ritorno a mia madre

Sono un ragazzo di 19 anni con belle gambe e lunghi capelli biondo fragola ben curato. Mi rado e mi olio spesso le gambe perché il mio ragazzo vuole che siano "lisce come una cagna" quando scopa la mia figa. Indosso sempre mutandine rosa e reggiseno da allenamento sotto i vestiti. Nella camera da letto del mio amante indosso una corta camicia da notte, niente sotto, e pantofole bianche con piume. La maggior parte degli uomini può facilmente rilevare che sono una figa. Adoro sentire le parole "Succhiami il cazzo". Mi inginocchio e mi comporto come una brava ragazza. Ho bisogno di essere disciplinata regolarmente. La cintura si sente bene sul mio posteriore nudo. Mi piace parlare come una figa quando sono nuda con un uomo. Quando il mio padrone mi dà un comando, sono desideroso di obbedire.

Il nome del mio ragazzo è Jamie. Ha 28 anni, molto ricco e so dove è imburrato il mio pane. Compra tutto ciò di cui ho bisogno con la consapevolezza che è lui al comando. Quando schiocca le dita ci si aspetta la mia totale attenzione.

Jamie è così dolce, non come quegli altri ragazzi con i loro liquori a buon mercato e i peni non lavati. Serve bevande costose nel giusto cristallo e mi tratta come una signora. Adoro essere coccolato con profumi costosi e mutandine di raso, caramelle al cioccolato, cocktail di gamberetti e galline della Cornovaglia. Vorrei davvero della birra ma non ne ho mai vista nessuna in questa casa. Un ragazzo con i suoi soldi dovrebbe avere il tedesco che fa il culo! Anche lui non ordina mai una pizza. Dovrei spiegarti che a volte è decisamente strano. L'ho beccato in sala da pranzo a masturbarsi con il cazzo su una Barbie. Diavolo, l'ho masturbato per Barbie, ma non nella fottuta sala da pranzo quando potevo essere visto. Ha anche foto di ragazzini. Devo ammettere che mi eccitano molto, tuttavia Jamie "parla" con le foto. Dicendo cose come "Oh... lascia che papà lecchi quelle belle palle". Papà ti comprerà una nuova bicicletta se gli lasci fare il bagno in camera da letto.'' Forse l'evento più brutto è stato quando sono entrato in camera da letto e lui non sapeva nemmeno che fossi lì. Un video di una ragazza che succhia il cazzo di un cavallo. Stava impazzendo ed era un cavallo da capogiro.
Cinque o sei martini e due o tre bicchierini di scotch e sono pronto per essere sedotto. Mi metto la camicia da notte e le pantofole e vado in camera da letto. È tempo di guadagnarmi da vivere. È sul letto nudo con le gambe divaricate. Può essere gentile o molto meschino e rude. Non so mai cosa aspettarmi quando la sua virilità è alta. Se non dice nulla significa iniziare con le palle. A volte si "dimentica" di lavarsi. Jamie vuole ricordarmi da dove vengo. Questo è uno di quei giorni. Fa male quando tira fuori il passato. Ha consumato troppo brandy e io ho paura. Perché non posso incontrare un maniaco della velocità o anche una ragazza che non viene caricata ogni fottuta notte della settimana? Voglio solo che qualcuno mi tenga e dica cose carine. Forse dimmi che sono carina o intelligente o ti amo o qualsiasi altra fottuta cosa anche se è una dannata bugia suonerebbe bene. Avrei dovuto essere una ragazza. Se avessi una figa sarei davvero importante! Quei ragazzi al parco smetterebbero di bere e troverebbero lavoro se avessi un fottuto buco davanti. Chi sto prendendo in giro? Quei bastardi senza valore si masturbano sugli alberi!


''Fai finta di essere in una vecchia macchina abbandonata a succhiare il cazzo di un ubriacone per una bottiglia di vodka! Non eri altro che una puttanella trasandata che interpretava il ruolo di una puttana succhiacazzi per ogni senzatetto ubriaco in città. Quanti cazzi hai succhiato?''

Ho ignorato la sua stupida domanda del cazzo e ho continuato a succhiargli le palle sporche. Odio quando si comporta come uno stronzo. Sa che non mi interessava contare quegli hot dog puzzolenti. Forse potrei rubare un paio di migliaia di dollari dalla sua cassaforte e tornare al parco. Almeno quei ragazzi non parlano mentre io faccio schifo. Di tanto in tanto penso a una ragazza quando mi sbatto ed è diverso. Mi piace molto giocare con le mutandine sporche di una ragazza. Mi piace succhiare l'inguine e riportare in vita i succhi secchi. L'odore è così fottutamente buono.

''Rispondimi cagna'' si stava incazzando. ''Quanti bastoncini di figa hai succhiato?'' Ho preso uno dei suoi preziosi bicchieri di brandy dal comodino e l'ho frantumato sul pavimento. Mi sono reso conto di essere ubriaco e in guai serissimi. Sono stato ammanettato alla testiera a faccia in giù e lui mi ha tolto la camicia da notte con le forbici. Mi ha frustato con la cintura dal mio sedere fino alle caviglie. Faceva così male che ho visto le stelle e il cuscino era bagnato di lacrime. Ha preso il rossetto rosso e ha scritto 'Succhiacazzi sporchi' sulla mia schiena e 'Cagna' su una gamba. Poi mi afferrò per le caviglie e mi fece capovolgere, torcendomi le braccia che erano ammanettate. Ha preceduto a scrivere sul mio frontespizio. Fica, puttana e figa erano scritte in rosso brillante. Poi ho portato la cintura dai capezzoli alle ginocchia e attraverso l'uccello e le palle. Gemevo come un animale ferito quando mi frustò le palle. Ho iniziato a immaginare che potesse tagliarmi le palle o anche il mio uccello, se è per questo! Davvero non lo conoscevo bene perché solo due settimane fa è venuto a prendermi al parco. Ero sporco, i miei vestiti erano consumati e avevo l'alito. La sua linea di raccolta era piuttosto carina. ''Ti faccio un bagno di bolle per un pompino.'' Non c'erano bolle, solo una doccia fredda e una maglietta pulita che mi copriva a malapena il culo. Dopo un pompino caldo e umido, ha accettato di riparare lo scaldabagno nella guest house.

''Mi devi 33 dollari per il calici'' mormorò con rimorso.''Temo di averti punito troppo severamente e forse di averti perso''. Mi smanetta e si inginocchiò accanto al letto. Chinò il capo e implorò il mio perdono. Questo è ciò che sogni in una fredda notte al parco.''Per favore perdonami piccola per favore'' gemette quasi come in agonia.''Puoi mai perdonarmi Robbie?''

Ho detto che le cose sarebbero cambiate considerevolmente se avesse avuto qualche possibilità di riavermi. Ho chiesto una nuova moquette nella mia pensione. Indennità di spesa settimanale e mi sarebbe permesso invitare i miei amici dal parco in qualsiasi momento. Queste erano le mie richieste e lui acconsentì con tutto il cuore. Ha anche accettato di succhiarmi il cazzo e leccarmi il buco del culo quando volevo e non solo quando voleva. Ho pensato di rubare tutti i suoi fottuti soldi e tornare a casa di mia madre perché sarei stato il benvenuto se avessi avuto qualche moneta e questo stronzo non mi avrebbe mai trovato lì. Ho fatto finta di addormentarmi e ho pensato alla mamma.


Mia mamma è davvero carina. Ha 36 anni e ha delle gambe molto belle. Sono lunghi e snelli. Le sue gonne corte mi fanno impazzire. Le piace sedersi sul divano in posizioni da poco da signora. Sa che sto aspettando istruzioni, quindi mi ricorda che sono l'uomo di casa mentre papà è via per lavoro.

''Oh mamma sei così carina. Posso abbassarmi i pantaloni e giocare con la mia pipì?''

''No, non puoi! Metti il ​​tuo fottuto culo in quel bagno e fai scorrere la mia vasca da bagno!''

La mamma è molto severa. Non mi è permesso avere una ragazza e posso masturbarmi solo davanti alla mamma e solo con il permesso.

Sono nuda in ginocchio mentre le faccio il bagno. Ho la fortuna di servire una donna così bella. Il suo grazioso accappatoio blu viene rimosso e lo piego con cura. Sento l'odore della sua fica e ho bisogno di leccarla, ma è vietato prima del bagno. Le ho baciato la figa sporca prima e lei mi ha schiaffeggiato in faccia e mi ha fatto mettere il pigiama e andare a letto. Mi sono masturbato in silenzio e non sono stato catturato.

''Hai dimenticato di mettere le perline di olio da bagno nella vasca. Immagino che dovrò farlo da solo!''
''Mi dispiace mamma, per favore perdonami. Non accadrà mai più,'' ho piagnucolato con cautela.
''I bravi ragazzi leccano il sedere della mamma prima che faccia il bagno.''

''Sono pronto per essere buono'', ho risposto.
Quando la mia faccia è sepolta nel suo sedere sporco, sono in paradiso. Metto la lingua fino in fondo e sono ricompensato. Mi lascerà bere la sua pisciata calda direttamente dalla fontana. È la migliore limonata della città. Bevo ogni goccia che fornisce la mamma, attenta a non farla cadere sul nuovo tappeto. Vorrei un bicchiere della sua limonata calda. Mi viene sete solo a pensarci!
Ora arriva la mia parte preferita. Posso vederla fare la cacca. Appoggia il piede sinistro sul lato della vasca e solleva il sedere a pochi centimetri dal sedile. Espelle abilmente il suo stronzo molto lentamente e sexy. Che dimostrazione di controllo. La asciugo e lei si alza, poi chiudo il coperchio e sciacquo. Il mio lavoro è finito e ora pulirò la cucina mentre la mamma fa il bagno.
Dopo che i piatti sono stati messi via, la mamma è pronta per farsi leccare la figa. Deve essere leccato e succhiato correttamente o verrò punito. Per prima cosa devo masturbarmi in bagno perché un'erezione potrebbe distrarmi dallo svolgere correttamente i miei doveri. Sono così giovane che dovrebbe farmelo fare due o tre volte. Penso che la mamma lo sappia. Mi inginocchio vicino allo sgabello e la guardo negli occhi. '' Vai avanti tesoro. Mostra alla mamma che ragazzo grande puoi essere quando papà non c'è più.'' Dio mi ama così tanto. Afferro la mia piccola pipì e gliela tiro bene. Se sono stato un bravo ragazzo quel giorno, si metterà in ginocchio e mi terrà il sacco con la mano destra e con l'altra conficcherà le sue lunghe unghie nella fessura del mio culo. È meglio di qualsiasi gallo. Amo così tanto la mamma. ''Sperpero' la mia mamma pipì''. Dice ''Vai avanti, mia preziosa bambola. La mamma è così orgogliosa di te.'' Il succo del mio cazzo non va quasi mai nello sgabello. Si avvolge invece sul fondo del sedile, sul coperchio, sul serbatoio e sul muro o sul pavimento. So che sarà ripulito più tardi da me. Mi alzo in piedi e lei mi bacia sulle labbra, facendo scivolare la lingua nella mia bocca e io la succhio, gemendo come una bambina in calore. Mi prende la mano e mi conduce al suo letto, sussurrandomi dolcemente: "Ti sei masturbato così carino che mi hai fatto crema le mutandine, dolce ragazzino".

Si toglie la camicia da notte e si sdraia. Posso tirare giù le sue mutande e rimuoverle, leccando il punto bagnato e ha un buon sapore. Mi chino e inizio a baciarle e leccarle i piedi. Le piace davvero che lo faccia. Le succhio le dita dei piedi, fingendo che siano cazzi. Ha un aspetto, una sensazione e un odore così bello. Ora spiegando le sue adorabili gambe sento: ''Leccami ragazzino, lecca la mia dolce fica. Cosa ho detto. Leccami il buco del cazzo come un bravo ragazzo.'' Appoggio la bocca sul suo cumulo peloso caldo umido e inizio a tremare. Mi viene la pelle d'oca e le lacrime appaiono sul mio viso. ''Cosa c'è che non va Robbie? Non vuoi farlo?'' La amo così tanto e ho bisogno di lei ed è così calda e la sua figa ha un profumo così buono. Comincio a leccare e succhiare e baciare e lingua - fanculo la fessura bagnata. Ci strofino il naso, ci soffio sopra e gli parlo. Con le mie labbra incollate alla sua torta pelosa, avvolgo le braccia e le gambe intorno alla sua gamba destra e la cullo come un animale. Il succo della sua fica e il suo profumo e la sensazione della sua gamba liscia come la seta sono fin troppo. Sono sopraffatto e le sparo il liquido bollente su tutta la gamba e sul copriletto.

''Mi dispiace di aver fatto un pasticcio mamma. Vuoi che lo lecchi?''
''No tesoro, mi piacciono le tue pozzanghere calde. Vieni quassù e pomiciamo con me.'' Ci baciamo appassionatamente e ci lecchiamo e ci succhiamo le labbra a vicenda.
''Perché il mio bambino piangeva prima?''
''Perché ti amo così tanto e sono così felice che tu non mi permetta di avere una ragazza perché non voglio nessun altro. Sono così fortunato che permetti a una persona senza valore come me di toccarti. Sono dipendente da te.''

Ha guardato in profondità nella mia anima e si è rotolata sopra di me, baciandomi come mai prima d'ora e premendo il suo inguine contro il mio. Le sue unghie affondarono nei miei capezzoli. Mi ha morso la lingua con forza e il calore dei nostri genitali che si stringono insieme ha reso il mio cazzo duro di nuovo.
Girandomi sopra il suo viso ora ballando tra le mie gambe, ho messo la mia bocca sul suo stretto ano rosa. Alla fine sono inzuppata di sudore e succo di fica mentre le mie palle esplodono oltre le sue belle labbra. Ci addormentiamo sul copriletto bagnato.

Quando mi sono svegliato non ero con la mamma, ero tornato con questo fottuto stronzo! Non sopporto di guardare il succhiacazzi dopo quello che mi ha fatto. Vedo il rossetto e mi incazzo ancora di più. Oggi me ne vado da questo posto!

''Vorresti un bel pompino Robbie?''
''Perché non vai a prendere della buona birra e una pizza ai funghi e ci penso io.'' L'idiota aprì il cassetto del comò in alto e tirò fuori una busta, prese dei soldi e ripose la busta.
''Tornerò appena posso'' borbottò. ''Spero che tu guidi giù da un fottuto dirupo'', sussurra il mio cervello. Ho sentito l'auto partire e ho deciso che non avrei mai avuto un'occasione migliore. Ho contato i soldi. Ventisettecentottantacinque dollari. Mi vestii in un lampo e me ne andai in un attimo con le sporche parole rosse nascoste sotto i miei vestiti.

Due autobus e un aereo ed ero di nuovo nel New Mexico circa 5 ore dopo. Ancora un altro viaggio in autobus per Lordsburg e ho chiamato la mamma e le ho parlato per la prima volta in 6 mesi. Ha detto che papà l'aveva lasciata per un uomo, immaginalo, e lei voleva
essere la mia ragazza. Le ho detto che avevo bisogno di un bagno e lei ha detto che avrebbe fatto scorrere l'acqua per me. Ho detto che avevo scritto delle parole sporche
su di me con il rossetto. "La laverò via per te tesoro, e non permetterò mai più a nessuno di ferire il mio dolce bambino". Sono tornato a casa il più velocemente possibile. È stato un piacere speciale quando l'ho vista ora avevo i capelli neri invece che biondi, mi faceva venire voglia di scoparla ancora di più.
Quando le ho tirato giù le mutande e si è rasata i peli pubici, il mio pipì era grande quanto il polo nord. Abbiamo succhiato, scopato, leccato e gobbato per tre o quattro ore. La sua limonata è ancora la migliore. Sono così felice di avere di nuovo la mia ragazza!

Posso immaginare Jamie che pattuglia il parco di North Hollywood nel vano tentativo di recuperare il suo cavolo. Per quanto mi riguarda, può masturbarsi sulla statua di Amelia Earhart. Dio che le donne sono brutte!

Chissà se papà succhia la salsiccia bene come me e mamma. Probabilmente.........

Storie simili

Lo spirito di Cassy

Jason ha incontrato Cassy durante il loro primo anno al college. Stava per cambiare il mondo degli affari e metterlo all'orecchio con la sua brillante intuizione e fermezza e lei si è diretta nel mondo dell'istruzione della nostra giovinezza diventando un'insegnante secondaria di inglese. Entrambi erano ambiziosi ma ingenui ed entrambi i loro desideri si sono rivelati sbagliati. Faceva parte della poltiglia che si impara oggi nei nostri college e non se ne sono resi conto fino a quando non sono entrati nel mondo reale. Ma quel primo incontro tra i due fu qualcosa di speciale che cambiò per sempre le...

232 I più visti

Likes 0

Grace è una ragazza scat

Ogni sera dopo il college Grace cercava consigli per flirtare online e da quando ha scoperto il porno alcuni anni fa, ne era stata ossessionata. Ora che vive da sola, si siede sulla sedia per ore e ore a guardare i contenuti più sgradevoli che riesce a trovare. Aveva sempre avuto un lato malato in lei, ma si è davvero acceso alcuni anni fa quando i suoi compagni di scuola le hanno mostrato il video 2 Girls 1 Cup, ha dovuto mostrarsi disgustata di fronte a loro mentre nascondeva segretamente la macchia bagnata tra le sue gambe . Tutte le sue...

334 I più visti

Likes 0

Il debito e il suo prezzo elevato

'Come mi sono cacciato in questo?' pensa Jerry mentre rimane seduto a fissare la busta davanti a lui. Non l'ha ancora aperto, ma sa da chi viene. Dopo un po' lo raccoglie e lo guarda ancora un po', rigirandolo tra le mani. Sembra proprio come tutti gli altri. Semplice bianco, timbro regolare e nessun indirizzo di ritorno. Lo apre dopo circa due ore che lo guarda, temendo cosa c'è dentro. Quello che tira fuori è peggio di quanto avrebbe immaginato. Ha in mano una foto di sua figlia di 18 anni, Kali. Anche in queste circostanze non può fare a meno...

310 I più visti

Likes 0

Il mio compito per i media.

Ho ricevuto una chiamata per entrare nell'ufficio del mio editore per un incontro con il signor Giles. Stavo lavorando al giornale locale da 6 mesi, quindi naturalmente ero nervoso. Mi chiedevo cosa avessi fatto di sbagliato, tale era la mia negatività. Rachael, per favore siediti ha detto mentre entravo. Mi sono seduto dentro tremante mentre aspettavo quella che pensavo sarebbe stata una brutta notizia. Rachael, ho visto il tuo pezzo sulle corse dei levrieri e sull'esca viva ha detto è stato fantastico. Penso che avrebbero sentito il mio sospiro di sollievo nel prossimo edificio. “Evidentemente ami gli animali” ha aggiunto. Sì...

309 I più visti

Likes 0

Divertirsi insieme pur essendo separati

Solo una serie di testi che ho inviato messi insieme. Non proprio il massimo per i ragazzi, più rivolto ai pulcini Ti vedo sdraiato sul mio letto. Mezza coperta da una coperta accarezzo la tua gamba nuda dal tuo piede su per il fianco Muovendo il mio corpo sul tuo prendendo il tuo viso tra le mie mani e baciandoti dolcemente sulle tue labbra. Baciare sempre più forte e più passione. Lingue che ballano. Sposto la mia mano destra lungo il tuo lato sinistro Tracciando la mia mano fino alla parte bassa della tua schiena tirandoti dentro di me spingo il...

149 I più visti

Likes 0

Rossa focosa

Il mio nome è Rachel. Ho 35 anni, 5'7 , 135 libbre, capelli rossi che mi superano le spalle, occhi azzurri, lentiggini, pelle bianca pallida (mi dispiace che le rosse non si abbronzino). Indosso un reggiseno taglia 36DD con bei capezzoli grandi ( è impossibile nasconderli) e tengo il mio cespuglio rosso curato e curato. Sean è il mio migliore amico, facciamo quasi tutto insieme. Siamo amici da anni e non è mai successo niente di sessuale tra di noi. Così quando abbiamo deciso di fare un viaggio a Las Vegas per festeggiare il mio divorzio, non ci ho pensato. solo...

354 I più visti

Likes 0

La festa parte 1_(0)

Finalmente è arrivato venerdì sera e Silk era davvero nervoso. Invidiava gli altri due per la loro esperienza perché erano eccitati invece che spaventati. Era così nervosa che quando Michael pronunciò il suo nome; lei quasi saltò fuori dalla sua pelle e squittì un sì Maestro. Seta, hai paura? le chiese Michael, con voce piena di preoccupazione. «Un po'», disse a bassa voce. Michael l'abbracciò e le sussurrò parole di rassicurazione all'orecchio. Le disse che tutto quello che doveva fare quella sera era guardare e che nessuno l'avrebbe toccata a meno che lei non avesse detto che andava bene. Le aveva...

324 I più visti

Likes 0

Finalmente i piedi di Nicole: la vendita Capitolo 1

Sono le 18:00 di sera e inserisco le note nel computer nel database della nostra concessionaria. È stata una giornata piuttosto lenta e mi annoio. Mi alzo per sgranchirmi ed esco fuori per illuminarmi. Mentre metto l'accendino in tasca, noto un vecchio amico con cui lavoravo al pull up. Parcheggia e si avvicina a me sorridendo. Ehi, come stai? chiede Nicole mentre cammina verso di me. Ciao Bella ragazza. È molto tempo che non ci si vede. Cosa ti porta a vedermi? Ho chiesto. Nicole mi si avvicinò e mi gettò le braccia al collo. Abbiamo sempre parlato a Sagebrush, ma...

142 I più visti

Likes 0

Il Cavaliere e l'Accolito Libro 5, Capitolo 7: Il dominio dell'Orco

Il Cavaliere e l'Accolito Libro 5: Il tesoro del Vault Capitolo sette: Il dominio degli orchi Per mionome3000 Copyright 2016 Nota: grazie a B0b per aver letto questa versione beta. Mago Faoril – La Libera Città di Raratha “Sembra che Sophia si stia divertendo,” sorrisi compiaciuta. Chaun fece una smorfia. Le piace il dolore più di me. ho sbuffato. Lanciai un'occhiata alla porta, Sophia e Relaria sussultarono e gemiti che provenivano dal legno verde scuro dell'appartamento della lamia nel Palazzo Saltspray. Lo schiaffo di carne, il ruscello di un letto. Era sesso caldo e appassionato. La lamia ha scopato duramente Sophia...

349 I più visti

Likes 0

Aprile - Parte II

Grazie a tutti per i bei commenti e le valutazioni generalmente positive. Mi scuso che la parte 2 abbia impiegato così tanto tempo, ma volevo assicurarmi che fosse il migliore possibile prima di pubblicarla. Spero che questa parte vi piaccia, e cercate una parte 3 nelle prossime settimane. Per favore continua a valutare e commentare, e se non ti piacciono gli elementi del mio racconto, per favore fammi sapere nei commenti come pensi che potrei migliorare. Rob e April giacevano nel letto di April, persi nei propri pensieri post-coito. Si erano assicurati l'un l'altro che questa sarebbe stata una relazione senza...

349 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.