Janice Pt. Controllata dalla Mente 11c

495Report
Janice Pt. Controllata dalla Mente 11c

Brian era contento di usare il controllo mentale che Janice avesse trascorso gli ultimi tre giorni vivendo con lui e avrebbe dovuto trascorrere altri quattro giorni con lui. Le menti del marito e dei figli di Janice erano state influenzate in modo tale da non sentire la sua mancanza. Ieri aveva invitato tre amici a casa sua e tutti e quattro avevano scopato più volte una volenterosa Janice. Sbe stava facendo quello che voleva all'inizio della giornata in cui aveva pulito la sua casa per lui mentre era nuda, fermandosi solo per lasciare che Brian la scopasse in bagno. In quel momento era disteso nudo a pancia in giù, si era appena fatto una bella cagata, gli stronzi colpivano Janice in faccia e nella sua bocca aperta, ora lei gli stava leccando il culo, meglio della carta igienica, pensava. Il controllo della sua mente era davvero forte e stava per testare quanto fosse forte. Il suo cane Bruno stava per ricevere un premio.

Janice aprì la porta della camera da letto di Brian. Brian era andato al lavoro lasciando telecamere in ogni stanza per registrare tutti gli eventi della giornata.

Bruno stava lì scodinzolando. Gli diede un simpatico animaletto in testa e si ricordò delle istruzioni di Brian di far uscire Bruno nel giardino sul retro in modo che potesse rivivere se stesso.

Attraversò il soggiorno fino alla porta sul retro e l'aprì. Bruno uscì mentre lei usciva in giardino, senza preoccuparsi del fatto che fosse completamente nuda. Dopo aver completato i suoi affari, ritornò in casa. Chiuse la porta e si diresse verso la camera da letto. Bruno le ha dato un colpo nel culo con il naso. Lei ridacchiò e lui la spinse contro facendola cadere sul letto. Lui stava di fronte a lei, faccia a faccia.

Le leccò il viso.

"Sai... penso che questo letto... sia un ottimo posto... per dormire." La guardò semplicemente scodinzolando. Lei diede un colpetto al letto con la mano e lui saltò su sdraiandosi accanto a lei. Il suo naso premette contro il suo seno nudo.

Janice era stanca per tutto il sesso che aveva fatto e si addormentò.

Dopo qualche minuto venne svegliata da Bruno che le leccava le natiche nude.

Tutto sembrava confuso, era confusa su quello che stava facendo. Per qualche motivo i suoi pensieri erano interrotti. Forse una doccia aiuterebbe. Janice si mosse verso il bagno quando Bruno le diede un colpo nel culo con il naso. Lei si fermò, poi lo guardò incerta su cosa fare.

Il suo naso indagò sul suo sedere. Si sporse in avanti permettendogli di avere più accesso e di annusarla meglio. La sua lingua scattò colpendo le labbra della sua figa. Un sussulto di eccitazione le sfuggì dalla bocca. La sensazione era strana ma eccitante. Da dove vengono questi sentimenti? Perché glielo ha lasciato fare, è un cane? Perché in qualche modo ti sembra giusto? Il controllo mentale di Brian funzionava.

Si chinò ancora un po', sperando che lui andasse oltre. Gli ha concesso un maggiore accesso. Il formicolio nel suo stomaco si spostò molto più in basso mentre i suoi succhi cominciavano a fluire. La sua lingua continuò a percuotere la sua zona privata. La sua volontà di contrastare le sue avances cominciò a svanire. Questo è sbagliato, ma perché lo voglio? La colpì di nuovo con il naso, questa volta con più forza, proprio nel mezzo della fica. Inspirò profondamente.

Lo voglio? Deve volermi. Ha cercato di ragionare su cosa stava succedendo o perché. Era tutto così confuso e incompleto. Lui saltò in piedi spingendola con le zampe. È caduta contro lo schienale del divano. Voleva dire di no, dirgli di smetterla, ma non riusciva a formare le parole in bocca. Scivolò giù dal divano e capì che avrebbe dovuto mettersi a quattro zampe quando lui cercò di afferrarla per la vita. Il suo cuore batteva forte. Sapeva cosa sarebbe successo se non si fosse alzata, ma lui era un cane e Brian la chiamava stronza e negli ultimi giorni aveva chiamato Bruno "bravo ragazzo" diverse volte. Avrebbe dovuto essere lei ad avere il controllo, non lui, ma era bello obbedire. Voleva essere una brava ragazza... non è vero?

Le sue zampe anteriori le afferrarono i fianchi mentre la montava. La sua testa girava per l'eccitazione. Le sue spinte erano sbagliate. Le sue gambe rimbalzarono contro le sue. Era sbagliato, lei lo sapeva, ma perché non lo fermava? Perché questo la eccitava così tanto? Il suo peso la spinse sui gomiti, costringendola a sollevare ulteriormente il sedere in aria. Lei si spinse indietro contro di lui mentre il suo cazzo le colpiva le cosce senza trovare il punto giusto, ma sapeva di aver bisogno che Bruno la prendesse. Lui si accasciò in avanti mentre continuava ad aggredirla. Quando la sua testa si posò accanto a quella di lei, la mente di Janice si schiarì. Il suo scopo era chiaro. Era destinata a questo. Aveva bisogno di obbedire... voleva obbedire... a lui.

Il suo cazzo finalmente la colpì e si tuffò profondamente in un colpo solo. Il piacere la pervase mentre gli obbediva. Si è data a lui. Lei gemette quando il suo ritmo aumentò. Lei si appoggiò all'indietro verso di lui permettendogli un accesso più profondo. Lui si è spinto oltre, più forte e lei ha accettato tutto con un sorriso sul viso. Ha raggiunto l'orgasmo dopo le successive dozzine di colpi. Poi ancora.

Poteva sentire il suo nodo rimbalzare contro le sue labbra esterne. Le sue dita afferrarono il tappeto mentre si spingeva contro di lui sperando che andasse bene. Quando il nodo scivolò nel suo buco bagnato, arrivò un altro orgasmo. Sapeva che era sbagliato, ma aveva così bisogno di fare sesso con lui che obbedirgli significava che ora era sua. Continuò a sbatterle dentro il suo cazzo nodoso. Non c'è mai stato qualcosa di così grande nel suo corpo. Ha iniziato a rallentare. La sensazione del suo nodo che si espandeva dentro di lei le mandava più orgasmi multipli lungo la schiena, era senza fiato per i gemiti e l'ansimare ogni volta che faceva l'orgasmo. Il suo cazzo sembrava diventare ancora più grande dentro di lei e il suo sperma nella sua fica. La sua bava le scorreva lungo la guancia mentre la sua testa giaceva contro la sua.

Lui smise di muoversi e si sdraiò contro di lei ansimando. Il suo cazzo la riempiva così completamente da soffocare tutte le altre sensazioni. Quando alzò la gamba anteriore e poi si girò, era bloccato in lei. Ha raggiunto di nuovo l'orgasmo. La vergogna per quello che era appena successo la consumava. Ho appena lasciato che un cane mi scopasse. Perché è successo questo? Perché gliel'ho permesso? Poi sapeva che era tutto ok e doveva obbedire a Bruno, era la sua puttana e aveva fatto la cosa giusta.

Cominciò ad allontanarsi da lei ma non riuscì a liberarsi. Il dolore provocato dal nodo le esplose attraverso i fianchi mentre lui la trascinava per qualche metro. Lei indietreggiò rapidamente a quattro zampe per stargli dietro. Dopo essersi mossi ancora qualche metro verso la cucina si fermò a bere un po' d'acqua. Rimase a quattro zampe, chiusa con il cane, per i successivi venti minuti. Le piaceva essere legata a Bruno, soddisfaceva il suo bisogno.

Una volta che il suo cazzo si è ridotto abbastanza, se ne è andato, lasciandola a guardarlo e a sentire il suo sperma scorrere lungo l'interno delle sue gambe. Camminò verso l'angolo e cominciò a leccarsi per pulirsi. Janice crollò sul pavimento, poi strisciò verso la ciotola dell'acqua di Bruno e leccò l'acqua.

Janice strisciò a quattro zampe fino al punto in cui Bruno era seduto in attesa che facesse la mossa successiva.

Storie simili

Il mio compito per i media.

Ho ricevuto una chiamata per entrare nell'ufficio del mio editore per un incontro con il signor Giles. Stavo lavorando al giornale locale da 6 mesi, quindi naturalmente ero nervoso. Mi chiedevo cosa avessi fatto di sbagliato, tale era la mia negatività. Rachael, per favore siediti ha detto mentre entravo. Mi sono seduto dentro tremante mentre aspettavo quella che pensavo sarebbe stata una brutta notizia. Rachael, ho visto il tuo pezzo sulle corse dei levrieri e sull'esca viva ha detto è stato fantastico. Penso che avrebbero sentito il mio sospiro di sollievo nel prossimo edificio. “Evidentemente ami gli animali” ha aggiunto. Sì...

1.5K I più visti

Likes 0

Doppia fortuna all'aeroporto di Hong Kong pt. 1

Questa è la mia prima storia così nuda con me. Questa è una storia vera che mi è successa nel 2012. Stavo viaggiando da NC a Manila per le vacanze e ho fatto una sosta di 16 ore a Hong Kong. Quando sono arrivato all'aeroporto di Hong Kong sapevo che avevano delle piccole cabine letto in aeroporto che potevi affittare a ore. Stavo camminando dal mio terminal all'area principale con cibo e altre attrazioni turistiche. Mi è capitato di vedere un ragazzo di colore con un documento d'identità dell'aeroporto e l'ho salutato e gli ho chiesto se sapeva dove potevo trovare...

828 I più visti

Likes 0

Emerge la cagna interiore

Lo ha incontrato al bar circa 10 minuti dopo l'orario stabilito. Le piaceva farli aspettare, le piaceva la sensazione di potere che le dava vedere lo sguardo di sollievo quando arrivava. Indossava un abito semplice e poteva vedere il sollievo misto a una certa delusione sul suo viso quando notò che non indossava gli stivali. Sorridendo tra sé, mantenne il suo sorriso distaccato e si avvicinò al tavolo. Rimase lì, lanciando uno sguardo mirato alla sedia mentre aspettava. Dapprima perplesso, alla fine si rese conto che avrebbe dovuto alzarsi quando lei si avvicinò. Alzandosi rapidamente, fece il giro del tavolo per...

791 I più visti

Likes 0

La casa di Yash

Ehi, sono nuovo nello scrivere storie erotiche e spero di ricevere buoni commenti sul mio lavoro, mandami anche un feedback. Se ti è piaciuta la mia storia, dimmi in kik quanto sono stato bravo, il mio kik è ben5128, se alla gente piacciono le mie storie, allora scriverò un'altra parte della storia per questo. E scriverò altre storie più avanti nella vita. Mi chiamo Marc e sono bisessuale. Tutto inizia a scuola durante la fine del periodo. Sono in seconda media e il nostro insegnante ci ha assegnato i posti per la nostra classe avanzata di matematica. Mi è stato assegnato...

489 I più visti

Likes 0

L'inganno è diventato goduto IV

Erano passate più di due settimane dalla mia orribile esperienza. Con il tempo, ho imparato ad accettare quello che era successo. Sebbene mi sentissi usato, l'avevo decisamente invitato su me stesso. Non sapevo nulla del ragazzo, e anche dopo avermi insultato e avermi detto che aveva una relazione, l'ho ancora implorato di lasciarmi succhiare il suo cazzo. Sapevo che non l'avrei seguito di nuovo. La mia vita stava tornando alla normalità, non stavo vivendo gli intensi desideri di travestirmi che avevo di recente. Avevo messo via i miei vestiti e il trucco, e avevo persino iniziato ad andare in città, cercando...

1.5K I più visti

Likes 0

Finalmente i piedi di Nicole: la vendita Capitolo 1

Sono le 18:00 di sera e inserisco le note nel computer nel database della nostra concessionaria. È stata una giornata piuttosto lenta e mi annoio. Mi alzo per sgranchirmi ed esco fuori per illuminarmi. Mentre metto l'accendino in tasca, noto un vecchio amico con cui lavoravo al pull up. Parcheggia e si avvicina a me sorridendo. Ehi, come stai? chiede Nicole mentre cammina verso di me. Ciao Bella ragazza. È molto tempo che non ci si vede. Cosa ti porta a vedermi? Ho chiesto. Nicole mi si avvicinò e mi gettò le braccia al collo. Abbiamo sempre parlato a Sagebrush, ma...

1.3K I più visti

Likes 0

Adam Martin - L'allievo CH02

Adam Martin - L'allievo Di Christian G. Kay [email protected] A cura di Sherry Per favore inviatemi un feedback, mi piacerebbe sapere cosa ne pensate della storia. DISCLAIMER: Si prega di leggere e attenersi alla DISCLAIMER pubblicata nel primo capitolo. Adam Martin - The Pupil è una storia erotica, con alcune parti contenenti scene sessuali grafiche. Se l'erotismo è illegale nella tua zona per legge locale, provinciale, provinciale o nazionale, per favore smetti di leggere ora e vai altrove. Capitolo 02 - La piazza del viaggio. Mi ha detto che sarebbe tornata subito e mi ha lasciato lì in piedi, mentre si...

1.3K I più visti

Likes 0

Giocare a osare con la sorella Parte 3_(2)

Non riuscivo ancora a credere agli eventi degli ultimi due giorni. I nostri genitori erano partiti per il fine settimana perché mia nonna si era ammalata. Volevano che la mia stronza sorella Kayleigh e io trascorressimo il fine settimana insieme, con grande sgomento di Kayleigh. Venerdì sera, Vlad ed io avevamo costretto la mia stronza ma incredibilmente sexy sorella Kayleigh a fare un gioco di coraggio venerdì sera. Per paura di perdere $ 100 durante il gioco e per essere ferocemente competitiva, Kayleigh aveva accettato di togliersi top e pantaloni e sfilare in mutande. Non aveva idea di quanti problemi l'avrebbero...

1.4K I più visti

Likes 0

Droga per stupro

Storia di Fbailey numero 733 Droga per stupro È iniziato abbastanza innocente ma sicuramente è cambiato in fretta. Avevo invitato tre dei miei amici per il pomeriggio per pianificare il nostro progetto scientifico. L'insegnante ci ha messo in coppia, ma andava bene perché li conoscevo tutti e tre da quando abbiamo iniziato la scuola, anni fa. Non uscivamo insieme perché io ero un secchione, Jim e Bob erano atleti e Hank era solo un pervertito. Mia madre e mia sorella erano andate a fare la spesa e mi hanno chiesto di aiutarle a portare i bagagli dall'auto. I ragazzi hanno dato...

675 I più visti

Likes 0

Lo spirito di Cassy

Jason ha incontrato Cassy durante il loro primo anno al college. Stava per cambiare il mondo degli affari e metterlo all'orecchio con la sua brillante intuizione e fermezza e lei si è diretta nel mondo dell'istruzione della nostra giovinezza diventando un'insegnante secondaria di inglese. Entrambi erano ambiziosi ma ingenui ed entrambi i loro desideri si sono rivelati sbagliati. Faceva parte della poltiglia che si impara oggi nei nostri college e non se ne sono resi conto fino a quando non sono entrati nel mondo reale. Ma quel primo incontro tra i due fu qualcosa di speciale che cambiò per sempre le...

1.4K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.