La proposta: obblighi rispettati

631Report
La proposta: obblighi rispettati

La proposizione:
Gli obblighi vengono rispettati

Jenny e io abbiamo dormito fino a domenica mattina. Erano passate le 10:00 quando finalmente siamo scesi dal letto.

“Dopo la nostra doccia, cosa vorresti per colazione?” chiese Jenny mentre iniziava a rotolare giù dal letto. Ha poi avuto uno sguardo addolorato sul suo viso. "OH! Uumm, Jim, onorerò il nostro patto. Puoi avermi quando vuoi, ma se per te va bene, possiamo fare qualcos'altro la prossima volta? Sono così dolorante, non sono sicuro di poter nemmeno camminare.

Il suo dolore era abbastanza comprensibile. Ho dovuto spingere molto forte per sfondare il suo imene e prendere la sua verginità la scorsa notte. Poi, solo pochi minuti fa, le ho dato il sesso duro e martellante che aveva chiesto. Mi aveva chiesto di farla duro. "Jim, colpiscimi come se lo intendessi." Non c'è da meravigliarsi che la sua figa fosse dolorante questa mattina.

“Certo, possiamo provare altre cose, piccola. Non voglio davvero farti del male intenzionalmente.

Jenny sorrise ampiamente mentre le accarezzavo delicatamente il sedere e poi l'aiutavo a fare la doccia. Usavamo le mani per lavarci teneramente dalla testa ai piedi. L'acqua calda della doccia e le mie mani insaponate sembravano aiutare ad alleviare un po' il dolore di Jenny.

Mentre si trovava sotto il getto caldo del soffione della doccia, una miscela di sperma e sangue trasudava lentamente dalla tenera figa devirginata di Jenny. Le scorreva lungo le gambe in sottili rivoli colorati di rosa. Ho prestato particolare attenzione a pulire delicatamente la sua figa dolorante. Jenny appoggiò la schiena contro il mio petto e appoggiò la testa sulla mia spalla.

Mentre le accarezzavo teneramente tra le gambe, insaponavo il suo tumulo pubico e il suo cespuglio. “Jenny, quando ti sentirai un po' meglio, se non ti dispiace, per favore rasati la figa. Ho sempre preferito la figa pelata.

Mi ha sorriso e ha detto: “Andrà tutto bene, Jim. Mi rado appena posso. Mi sento già meglio.

L'acqua calda stava facendo il suo dovere di lenire il suo dolore.

Finimmo di fare la doccia, ci vestimmo e scendemmo in cucina. Jenny ha insistito per prepararci la colazione. “Jim, se devo vivere qui con te, devo fare la mia parte e fare le mie faccende domestiche. Voglio prendermi cura di te così come tu ti prenderai cura di me. Sento che fa parte dei miei obblighi nei tuoi confronti. Apprezzo molto il tuo aiuto sotto la doccia stamattina. Mi sento già molto meglio. Ora siediti mentre preparo la colazione! Presto ci godemmo una colazione a base di pancetta, uova, pane tostato imburrato e caffè.

Poco dopo mezzogiorno, il dolore di Jenny si era ridotto a un dolore sordo. Quando le ho suggerito di andare di nuovo al centro commerciale, ha accettato. “Penso di essere all'altezza. Camminare probabilmente mi farà molto bene. Ci siamo diretti al centro commerciale pochi minuti dopo.

Questa volta abbiamo comprato a Jenny una pila di vestiti tradizionali che poteva indossare mentre andava a scuola. Blue jeans, belle camicette, biancheria intima ragionevole e un paio di paia di scarpe erano il suo modo principale di vestirsi appropriato per la scuola. Aveva anche un elenco di oggetti di cui avrebbe avuto bisogno prima dell'inizio delle lezioni. Abbiamo cercato di riempire il più possibile la sua lista. Le abbiamo comprato la marca e il modello di computer portatile specificato dalla scuola, una stampante adatta, una calcolatrice scientifica e varie altre cose di cui avrebbe avuto bisogno. Quel viaggio al centro commerciale mi è costato ben più di mille dollari, e ancora non avevamo tutto ciò di cui avrebbe avuto bisogno. Le ho detto che avremmo potuto fare shopping di nuovo dopo che l'avremmo iscritta al college il giorno successivo.

Quella notte ci siamo coccolati, ma non ho nemmeno provato a entrare nella sua figa. Era ancora troppo dolorante e sanguinava ancora un po'.

"Jim, tocca a me darti piacere." Poi si girò nel letto e appoggiò la testa sul mio basso ventre. Ha iniziato a baciare e leccare la testa del mio cazzo. Lentamente, ha preso il mio cazzo in bocca. All'inizio con esitazione, ha baciato, leccato e succhiato la testa del mio cazzo. Alla fine ha preso un paio di pollici dell'asta in bocca. Mentre muoveva la testa su e giù, Jenny lentamente prese sempre più cazzo in bocca. Ha soffocato e si è tirata indietro un po' quando ha colpito l'apertura alla sua gola. Ha indietreggiato e ha iniziato a far scivolare dentro e fuori dalla sua bocca tutto il mio cazzo che poteva.

"Jenny, mi sto avvicinando." L'ho avvertita.

Lei annuì e continuò a muovere la testa su e giù sul mio cazzo.

"Qui viene, piccola."

Jenny ha succhiato ancora più forte e ha accettato tutto il mio carico di sperma nella sua bocca. Quando ebbi finito di sborrare, lei mi guardò, sorrise e deglutì due volte. Poi sorrise ampiamente e chiese. “Com'è stato? Mi dispiace non poter andare più a fondo".

“Tesoro, è stato grandioso. Lo amavo. Se vuoi andare più a fondo, possiamo esercitarci quanto vuoi. Come hai mai imparato a farlo?

"Sono un bravo studente. Ho ascoltato le altre ragazze che parlavano di farsela con i loro fidanzati. Saresti sorpreso di quanto puoi imparare solo ascoltando gli altri. Alcune delle ragazze hanno detto che aveva un sapore terribile. Alcuni hanno detto che gli è piaciuto. Penso che imparerò a piacermi".

Sempre sorridendo, Jenny appoggiò la testa sulla mia spalla e presto ci addormentammo.

Lunedì mattina, dopo la doccia, Jenny ci ha preparato una colazione a base di pancake. Poi l'ho portata al community college per registrarsi e iscriversi alle sue lezioni. Fu allora che scoprii che aveva cambiato idea sul voler diventare un'infermiera. Poi voleva fare la contabile. Il cambiamento non contava molto. Come studentessa principiante, il suo primo anno o giù di lì era costituito da tutte le lezioni standard che quasi tutti dovevano seguire.

Dopo che si è registrata e ha selezionato le sue classi, le ho pagato la retta. Poi siamo andati alla libreria del campus. Porca miseria quel posto costava una fortuna. Mentre firmavo l'assegno per i suoi libri, Jenny aveva un'espressione scioccata sul viso.

Mi ha trascinato in un angolo sul retro della libreria e ha detto piano: “Mi dispiace tanto, Jim. Non sapevo che sarebbe costato così tanto per i libri. Vuoi cambiare idea?"

L'ho presa tra le braccia e l'ho abbracciata forte. La baciai sulla guancia e le sussurrai all'orecchio. "Non nella tua vita. Sapevo che questo locale sarebbe stato costoso. La libreria era costosa anche quando andavo al college. Avevo appena dimenticato quanto potesse essere costoso. Le ho accarezzato delicatamente il sedere e le ho detto: "Sono sicuro che varrai più che la spesa della tua educazione".

Poi le ho stretto il culo e ho aggiunto. "Potrei volere un pezzetto di questo dolce culo stasera."

Gli occhi di Jenny si spalancarono e poi ridacchiò. Un sorriso le illuminò il viso. "Ho acconsentito a fare tutto ciò che vuoi che faccia, vero?"

Le sorrisi, le strinsi di nuovo il sedere e la baciai dolcemente.

Ho pagato al commesso della libreria un piccolo extra per le spese di spedizione. Volevo che i libri di Jenny e le altre forniture della libreria fossero consegnati a casa mia più tardi quel giorno piuttosto che portarmeli dietro tutto il giorno. Aprii anche un conto per Jenny e ci versai trecento dollari nel caso avesse bisogno di qualcosa che avevamo dimenticato.

Jenny mi prese il braccio e se lo strinse forte al seno mentre lasciavamo la libreria. Abbiamo quindi visitato il campus cercando le posizioni delle sue aule e altre aree che potrebbe aver bisogno di trovare. Non volevo che fosse completamente persa il primo giorno di lezione.

Sulla via del ritorno ci siamo fermati in un negozio di forniture per ufficio ben fornito. Lì abbiamo scelto una bella scrivania per lo studio di Jenny. Mi è piaciuto il pezzo di quercia. Voleva la ciliegia. Abbiamo la ciliegia. Ho aggiunto una libreria abbinata e un mobile stereo in modo che il suo studio non sembrasse così spartano. Anche questa roba sarebbe stata consegnata questo pomeriggio.

Ci siamo fermati per una cena anticipata e poi siamo tornati a casa. I suoi acquisti di mobili e librerie stavano arrivando mentre entravamo nel vialetto. Dopo aver fatto portare i mobili ei libri dagli uomini delle consegne in quello che presto sarebbe stato lo studio di Jenny, si è data da fare per sistemare e mettere tutto al suo posto.

Sono entrato nel suo studio proprio mentre stava finendo di arrangiare. Jenny ribolliva di eccitazione. Quando finì di sistemare le sue cose, sospirò. “Jim, sono così eccitato. Andrò davvero al college e devo tutto a te. Farò del mio meglio per ottenere buoni voti e onorare il patto che abbiamo fatto.

L'ho abbracciata e ho risposto. "Fai solo del tuo meglio, piccola." È diventata un po' triste quando ho aggiunto: "Puoi aggiungere qualsiasi opera d'arte o immagini che desideri alle pareti, se lo desideri".

“Grazie Jim, ma non ho foto. Tutto quello che avevo in quel modo è stato distrutto dal fuoco. Una lacrima le apparve all'angolo dell'occhio.

“Va bene, piccola. Sono sicuro che troverai alcune cose che vorrai appendere alle tue pareti nei prossimi anni. Puoi iniziare con il tuo diploma di scuola superiore. Puoi fissare l'obiettivo di mettere accanto ad esso i diplomi del college e dell'università della tua comunità.

Il sorriso di Jenny tornò. Poi i suoi occhi si spalancarono per la sorpresa. "Università?"

“Sì, non voglio che tu vada solo a metà strada. Inoltre, se sei d'accordo, potrei voler estendere il nostro accordo.

Jim, so cosa voglio fare prima. Voglio una tua foto da appendere al muro. Se non fosse per te, non andrei affatto al college.

"Se vuoi davvero una mia foto, ne farò fare una solo per te."

Più tardi quella notte, Jenny salì al bagno principale un po' presto. Sembrava trascorrere molto tempo lì dentro. Ho pensato che stesse assorbendo un po' dello stress della giornata e l'eventuale dolore residuo che la sua figa potrebbe ancora provare.

Quando mi sono stancato, sono andato a letto. Quando sono entrato nella mia camera da letto, sono stato accolto da uno spettacolo allettante. Jenny era già a letto. Era in ginocchio con la testa sul cuscino. Il suo bel culetto mi stava indicando la strada.

Jenny si guardò alle spalle, sorrise e ridacchiò. “Jim, hai detto che volevi un pezzettino del mio culo? Hai preso la mia verginità e mi hai dato da mangiare il mio primo assaggio di sperma mentre ti succhiavo il cazzo. Penso che vorrei darti la mia ultima ciliegia se vuoi prenderla. Mi sono pulito bene così posso darti un bel pezzo di culo. Poi ha abbassato la testa sul cuscino e ha agitato il suo bel sedere verso di me.

Ridacchiai al commento "bel pezzo di culo" di Jenny e le accarezzai il sedere sodo. “Tesoro, il tuo culo è così carino. Mi piacerebbe avere un bel pezzo di quella cosa.

Poi mi sono arrampicato dietro il culo di Jenny e ho iniziato a massaggiarle le morbide guance lisce. Ho raggiunto il mio comodino e ho afferrato il tubetto di crema solare che avevo comprato all'inizio della giornata proprio per questa possibilità. Questa particolare crema fornirebbe la lubrificazione necessaria per facilitare l'ingresso del mio cazzo nel culo di Jenny. Aveva anche un lieve effetto paralizzante, quindi sarebbe stato un po' più comodo anche per lei. L'ho usato con altre ragazze diverse volte in passato con buoni risultati.

Mentre continuavo a strofinare il sedere di Jenny, le stuzzicavo il piccolo anello marrone ben increspato con un dito ben unto. Il suo buco del culo fu presto ben lubrificato con la crema solare. Jenny tubava mentre usavo il dito per infilarle una grossa quantità di crema nel culo. Poi ho ingrassato il mio cazzo e ho messo la testa nel suo buco del culo.

"Sei pronta, piccola?"

Jenny si guardò alle spalle e sorrise. “Pronta come non lo sarò mai. Jim, il mio culo è tuo.

Le afferrai i fianchi e, con una leggera spinta, la punta del mio cazzo scivolò oltre il suo stretto sfintere.

La testa di Jenny saltò fuori dal cuscino. “Oh Jim! Per favore sii gentile, ma vai avanti e prendi il mio culo. È l'ultima cosa vergine che ho da darti.

Allungai una mano e le accarezzai dolcemente il viso. Poi ho preso una presa salda su ciascuno dei suoi fianchi. Con una spinta lenta e costante, ho spinto completamente il mio cazzo nel culo di Jenny.

"Oh merda! Accidenti, ti senti così grande nel mio culo. Fa male, ma non così tanto come quando hai preso la mia ciliegia sabato sera. Vai avanti e fottimi il culo. Voglio che mi scopi il culo come se mi volessi davvero. Voglio che tu sia nel profondo del mio culo. Scopami forte il culo come mi hai scopato la figa domenica mattina.

“Sei sicura, piccola? Questo probabilmente ti farà male al culo come lo era la tua figa.

“Sì, dannazione! Se sono tuo allora prendimi come se fossi tuo.

Senza parlare ulteriormente, ho rafforzato la presa sui suoi fianchi e le ho sbattuto rapidamente il culo più e più volte. "Umph, umph, umph!" Jenny grugniva ogni volta che spingevo il mio cazzo in profondità nel suo buco del culo, ma non ha resistito né ha gridato. Non ci è voluto molto perché il suo culo caldo e stretto avesse le mie palle pronte a venire. Con un'ultima spinta quasi violenta, ho seppellito il mio cazzo nel buco del culo di Jenny e ho pompato un carico di sperma in profondità nelle sue viscere.

«Oh sì, Jim. Posso sentirti venire nel mio culo. È così caldo, così bello. Poi fece scivolare le gambe fuori da sotto i fianchi. Si sdraiò sulla pancia con il mio cazzo ancora nel suo culo stretto.

Ho tenuto il mio cazzo in profondità nel sedere di Jenny finché non mi sono ammorbidito ei muscoli del suo culo mi hanno spremuto il cazzo. Poi si girò sulla schiena e mi sorrise ampiamente.

Ci siamo coccolati per un po' prima che parlassi. “Damn Baby, sei un bel pezzo di culo giovane. Ma devo farti una domanda. Tesoro, perché volevi che ti fottessi la figa e ora il culo così forte? Eri dolorante da morire domenica mattina e probabilmente lo sarai domattina.

Jenny ci pensò un attimo prima di rispondere. “Per tutta la vita, ho dovuto essere una brava ragazza. Non ho osato lasciare che un ragazzo diventasse fisico con me. Ora ho un po' di libertà, prendo ancora la pillola e voglio rimediare a tutto quello che mi sono perso. Quando mi hai fottuto duramente, ho sentito che mi volevi e avevi davvero bisogno di me. Devi essere preparato. Nei prossimi anni, ho intenzione di fotterti il ​​cervello. Ho tre fori che ora sono aperti per il tuo uso esclusivo. Ho anche sentito alcune delle ragazze parlare di farsi una cosa chiamata spagnola. Sai che cos'è questo? Me lo farai? Voglio darti tutto quello che posso. So che ti conosco solo da pochi giorni, ma sento che potrei facilmente innamorarmi di te.

“Sì, so cos'è una spagnola e sarò felice di farlo con te. Jenny, sono così felice che sabato scorso ti sei fermata e hai chiesto il mio aiuto per le spese del college. Altrimenti, potrei essermi perso l'incontro con una ragazza molto speciale. Sei una ragazza che mi piacerebbe conoscere molto bene e non solo sessualmente. Mi piacerebbe vederti in giro per molto tempo. Anch'io provo una forte attrazione per te. Chissà cosa porterà il futuro”.

Le due settimane successive furono impegnative per Jenny. I suoi libri di testo che avevamo acquistato in libreria erano stati accompagnati da uno schema per ciascuno dei suoi corsi. Essendo l'eccellente studentessa che era stata al liceo, le sue abitudini di studio erano ancora buone. Ha iniziato a leggere in anticipo nei suoi testi in modo da essere preparata per le sue lezioni. Quando non faceva le faccende domestiche, Jenny leggeva uno dei suoi libri di testo.

Poco più di due settimane dopo avermi fatto la sua proposta, Jenny si diresse nervosamente al vicino Community College. Più tardi quel giorno, è arrivata saltellando dalla porta principale. Il suo viso era quasi raggiante di gioia. Gridò mentre entrava dalla porta. "JIM, POSSO FARLO!"

"Certo che puoi. Non ne ho mai dubitato.

Fece un respiro profondo e parlò un po' più dolcemente. “Oggi abbiamo avuto versioni brevi di tutte le mie lezioni. Abbiamo esaminato come sarebbero stati i corsi. Jim, finora non c'è niente che non possa fare. Prometto di renderti così orgoglioso di me. Farò il meglio del tuo investimento nella mia istruzione.

Poi Jenny corse da me, balzò in piedi, mi gettò le braccia al collo e mi avvolse le gambe intorno alla vita. Mi ha soffocato il viso di baci. "Questo non sarebbe successo per me senza il tuo aiuto."

Per impedirle di scivolare giù, le ho afferrato il sedere con le mani e l'ho stretta a me. Il mio cazzo ha risposto ai suoi fianchi che ci stava dondolando sopra. Tenendola per il sedere, l'ho portata nella nostra camera da letto. Ha continuato a baciarmi su tutto il viso.

Una volta in camera da letto, le ho abbassato i piedi sul pavimento e l'ho spogliata. Nel frattempo, Jenny ha lavorato sui miei pantaloni. Ben presto li aveva e le mie mutande sul pavimento ai miei piedi.

Quando mi ha abbracciato di nuovo, ho afferrato le guance del suo sedere e l'ho sollevato. Le sue gambe si avvolsero di nuovo attorno ai miei fianchi. L'ho alzata un po' più in alto. Ciò ha permesso al mio cazzo di uscire e puntare direttamente alla sua figa umida. Lentamente, ho abbassato Jenny lungo il mio corpo.

"OH! Ooooh!” Jenny non si aspettava di essere impalata mentre pendeva dal mio corpo. Un ampio sorriso si diffuse sul suo viso mentre continuavo ad abbassare lentamente il suo corpo lungo il mio. Il mio cazzo si è insinuato nella sua figa stretta. “Oh Jim, è diverso! Ci si sente così bene. Ti ho desiderato tutto il giorno. Da quando ho capito che mi hai reso possibile essere uno studente universitario, ho sentito il bisogno che tu mi riempissi. Ha poi scosso il bacino per permettere al mio cazzo di scivolare più a fondo.

Presto abbiamo fatto rimbalzare la figa di Jenny su e giù sul mio cazzo. Quando le ho sollevato il sedere, ha usato le gambe attorno ai miei fianchi e le braccia attorno al mio collo per aiutarsi a sollevarsi. "Umph, umph, umph!" Grugnì ogni volta che lasciavamo cadere la sua figa sul mio cazzo e questo colpiva la sua cervice.

"Qui viene, piccola." sbuffai.

“Oh Dio, sì, Jim. Dallo A me." Tutto il suo corpo sembrava tremare mentre lasciava che la sua figa si sistemasse completamente sul mio cazzo in eruzione.

Mentre era ancora impalata sul mio cazzo e appesa al mio corpo, Jenny mi ha baciato il collo e ha sussurrato. "Jim caro, ti amo."

Nelle ultime due settimane mi ero reso conto che anche i miei sentimenti per lei erano cresciuti. "Jenny, mia cara dolce Jenny, anch'io ti amo."

Storie simili

Camion su strada capitolo 5

Jill e io siamo arrivati ​​a Boise ID. intorno alle 5 del mattino. Ho rifornito il camion e l'ho parcheggiato. Siamo entrati e abbiamo fatto una buona colazione. Ha detto voleva avermi per dessert ma nel camion. Ed è stato il giorno dell'anale. Mi ha detto che voleva KD nel culo e io che le martellavo la figa. Ho riso e ho detto hai intenzione di infilarti KD nel culo? (KD è Kong Dong) Questa cosa è lunga 18 pollici e spessa circa 3 pollici, un po' più grande di una lattina di birra, Ci puoi scommettere dice. Le ho detto:...

497 I più visti

Likes 0

La scommessa incestuosa del fratello Capitolo 8: La passione arrapata della sorellina

La scommessa incestuosa del fratello (Una storia incestuosa dell'harem) Capitolo otto: La passione arrapata della sorellina Di mypenname3000 Diritto d'autore 2018 Maria Reenburg Tremavo di gioia quando la mamma si sedette al tavolo delle conferenze nell'ufficio di mio padre presso il Campidoglio. La sua segretaria, quella puttana di Vanessa, era seduta di fronte alla mamma, quella fica sembrava arrogante come se non avesse nulla da temere. Aveva le braccia incrociate sotto le tette, sollevando quelle tette finte e spingendole fuori davanti a sé, il suo top elastico le tratteneva a malapena. Un ghigno altezzoso le incurvò le labbra, il suo viso...

455 I più visti

Likes 0

Brandy infrange il codice di abbigliamento da lavoro

Ciao, sono Brandy. Ho 28 anni, sono bi sub, 1,70 cm, peso 55 kg, capelli biondi, occhi castani, seno 32C con capezzoli permanentemente eretti (lo sono stati per tutta la mia vita) e una figa depilata... sì, mi sono stufata di radermi e fare la ceretta dannazione, mi fa male. Sono stato un Sub per gran parte della mia vita, anche se non lo sapevo da un bel po'. Preferisco gli uomini, ma ora sono un sub obbediente molto ben addestrato e farò tutto ciò che mi viene detto da un Dom o Femdom. Se hai letto alcuni dei miei altri...

398 I più visti

Likes 0

SENZA RISERVE

Brenda Olsen rimase in fila con un po' di impazienza mentre aspettava di registrarsi e di prendere la chiave della sua stanza. Finalmente, mormorò sottovoce, è il mio turno! Come posso aiutarti? chiese allegramente la bionda dall'aspetto disinvolto dietro il bancone. Brenda stava per dare un'occhiata alla donna, ma ci ripensò e rispose: Olsen, Brenda Olsen, ho una prenotazione per tre notti. Uhhhhhh fammi vedere, disse la bionda mentre digitava il suo nome sul terminale del computer delle prenotazioni. Hmmmmmm, non lo trovo qui, lasciami controllare un altro posto......... Brenda picchiettò nervosamente il piede mentre l'impiegato cercava il suo nome. Alla...

349 I più visti

Likes 0

Cat girl Charity - Un invito personale a ballare

Benvenuti nella terza storia di Charity, una ragazza-gatto che sta cercando di trovare il suo posto nella vita, e anche un amore a lungo cercato. In questa storia vediamo la crescente relazione tra lei e il Cancelliere dell'Accademia, noto come Storm Dragon, e un potente mago a sé stante, oltre alle sfide quando un vecchio nemico si presenta per causare il caos nelle loro vite. Quindi vieni e unisciti a noi ora, poiché Charity è invitata a un ballo formale dell'Accademia, mentre ha altre idee di ballo in mente. Spero che ti piaccia questo. Si prega di lasciare alcuni commenti in...

1.5K I più visti

Likes 0

Il mio compito per i media.

Ho ricevuto una chiamata per entrare nell'ufficio del mio editore per un incontro con il signor Giles. Stavo lavorando al giornale locale da 6 mesi, quindi naturalmente ero nervoso. Mi chiedevo cosa avessi fatto di sbagliato, tale era la mia negatività. Rachael, per favore siediti ha detto mentre entravo. Mi sono seduto dentro tremante mentre aspettavo quella che pensavo sarebbe stata una brutta notizia. Rachael, ho visto il tuo pezzo sulle corse dei levrieri e sull'esca viva ha detto è stato fantastico. Penso che avrebbero sentito il mio sospiro di sollievo nel prossimo edificio. “Evidentemente ami gli animali” ha aggiunto. Sì...

1.5K I più visti

Likes 0

Jameson High

Jameson High Presentazione: Ciao, mi chiamo Adilene (chiamami semplicemente Adi), sono una bruna alta 5'6 pollici di corporatura atletica con un sedere sodo e grandi seni a coppa E da 54. Frequento la Jenna Jameson Sex Academy qui nell'anno 2035. Negli anni trascorsi da quando hai letto questo, il mondo è cambiato parecchio. A partire dal 2021 la Cina ha superato gli Stati Uniti come economia dominante, le crisi elettriche si sono concluse con l'uso diffuso di tecniche di fusione e fissione; le differenze razziali e sessuali sono state quasi del tutto risolte in tutto il mondo e le tradizioni secolari...

1.4K I più visti

Likes 0

La vita di Jen - Capitolo sei - Parte prima

La vita di Jen – Capitolo 6 – Parte prima Varie cose mi restano in mente e le mie vacanze annuali di solito erano piene di eventi. Un anno i miei genitori decisero di affittare una villa a Corfù per 2 settimane e mio nonno e mio zio furono invitati. Sull'aereo dovevo sedermi tra mio nonno e mio zio, ei miei genitori si sedevano dall'altra parte. Mio nonno mi ha messo il cappotto in grembo e ha spinto rapidamente la mia gonna da parte, tirandomi da parte le mutandine e spingendo un dito dritto dentro di me, ho sussultato forte mentre...

1.4K I più visti

Likes 0

Lavorare con Walker Pt. 6

Il viaggio in macchina fu per la maggior parte silenzioso. Una volta che tutti abbiamo deciso di tornare a casa, nessuno ha detto altro. Non c'era bisogno di dire altro, immagino. Avevamo tutti in mente la stessa cosa. Mi sono seduto dietro con Walker mentre Tyler guidava e Mike era sul sedile del passeggero. Mike viveva a pochi passi da questo teatro, quindi è tornato con noi a casa di Tyler e Walker. Walker si è seduto nel mezzo per starmi vicino. Ci stavamo massaggiando le cosce l'un l'altro, godendoci la sensazione. Immagino che Tyler ci abbia visto nello specchietto retrovisore...

737 I più visti

Likes 0

Emerge la cagna interiore

Lo ha incontrato al bar circa 10 minuti dopo l'orario stabilito. Le piaceva farli aspettare, le piaceva la sensazione di potere che le dava vedere lo sguardo di sollievo quando arrivava. Indossava un abito semplice e poteva vedere il sollievo misto a una certa delusione sul suo viso quando notò che non indossava gli stivali. Sorridendo tra sé, mantenne il suo sorriso distaccato e si avvicinò al tavolo. Rimase lì, lanciando uno sguardo mirato alla sedia mentre aspettava. Dapprima perplesso, alla fine si rese conto che avrebbe dovuto alzarsi quando lei si avvicinò. Alzandosi rapidamente, fece il giro del tavolo per...

722 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.