Il bussare alla porta_(1)

1.2KReport
Il bussare alla porta_(1)

Il bussare alla porta mi ha sorpreso. La notte di gennaio in Iowa era fredda, fredda, fredda.
Mi ero già tolto i vestiti per la notte e mi sono seduto sulla mia poltrona a scrivere sul mio portatile; era una breve storia della mia infanzia.

Dal mio divorzio tre anni prima, ho passato molto del mio tempo "da solo" a scrivere; principalmente sull'argomento di cui so più di ogni altra cosa... io.
Ho scritto centinaia di storie sulla mia vecchia città natale e sulla mia famiglia. I miei nove fratelli hanno fornito tonnellate di ricordi che voglio, un giorno, condividere con i miei figli e nipoti.

"Aspetta un minuto!" Ho chiamato l'anima coraggiosa in piedi sul mio portico nord: "Sarò proprio lì!"
Dato che ero completamente nuda, godendomi il calore del mio camino, ho afferrato i miei pantaloni da salotto di flanella e ho indossato una maglietta oversize. Uso raramente quella porta della mia vecchia casa a due piani, quindi ho dovuto spostare l'alimentatore del mio laptop e un tappeto tessuto a mano che impediva al vento del nord di soffiarci sotto.

Sul gradino anteriore c'era Jo. Lei e suo marito, Jack, erano miei amici da anni. Ad un certo punto, ho lavorato con entrambi in una piccola impresa.
Jack aveva investito in un'altra impresa ed era diventato piuttosto ricco. Alla fine ha convinto Jo a lasciare il lavoro e diventare una signora del tempo libero.
Non era davvero la sua tazza di tè a non fare nulla, quindi si era seppellita negli hobby mentre viaggiava; che era la maggior parte del tempo.

“Cominciavo a chiedermi per quanto tempo mi avresti fatto risaltare qui. Ti rendi conto che sono solo nove gradi e questo vento è piuttosto duro per una donna anziana.

Devo dirti che Jo non è certo una vecchia. Ha 52 anni con capelli biondi leggermente brizzolati. Con un'altezza di 5 piedi e 2 pollici, pesa circa 100 libbre, dare o prendere 5 libbre ... a seconda della sua dieta attuale e del suo programma di esercizi.
Jack l'ha convinta a farsi un lifting alcuni anni fa, il che la fa ancora sembrare come se avesse poco più di quarant'anni.

Ho sbloccato la vecchia porta a zanzariera e ho iniziato ad aprirla, "Lascio entrare le donne anziane solo se conoscono la password".

"Stronzo", sorrise, "fuori da me, ho bisogno di quel caminetto".

L'ho aiutata a togliersi il cappotto, pensando che mi sarebbe piaciuto continuare a spogliarla finché non avesse indossato solo il suo abito di compleanno.

“Va bene, a cosa devo questa visita inaspettata? Volevi solo vedere il mio bel viso?"

“Pffft... 'bello'... Uh, no; non è per questo che mi sono fermato".

"Fermato da? Oh; eri già nei paraggi?"

«Non fare lo stronzo, Don. Kaylen e Beth sono entrambe fuori città e ho bisogno di qualcuno con cui parlare".

“Oh, ora capisco; devi parlare... e parlare... e parlare, e io ho bisogno di ascoltare, ascoltare e ascoltare.

Mi ha voltato le spalle e ha affrontato il fuoco. Non ho potuto fare a meno di scovarle il culo con quei pantaloni da sci attillati. Con l'ingombrante maglione, però, era difficile distinguere le sue tette piccole.

“Sì, ho bisogno di parlare e tu devi ascoltare.
Ricordi l'altro giorno quando mi hai portato a prendere la macchina e ho provato a pagarti?
Ricordi la terza volta che ho provato a infilarti i soldi nel taschino della camicia?"

"Vuoi dire quando ti ho preso la faccia con entrambe le mani e ti ho detto che non prendo soldi dagli amici che amo?"

"Sì."

“Sì, mi ricordo. Proprio in quel momento volevo sicuramente avvicinarti alla tua faccia e baciarti... non l'avrei fatto, ma dannatamente volevo farlo.

Jo si voltò verso di me, si mise le manine dietro la schiena per scaldarle e disse: «Ecco il problema, Don. Volevo che tu facessi esattamente questo.
So che hai amato la nostra famiglia per molto tempo; e ho sempre pensato che tu avessi sentimenti speciali per me.
Quel giorno è stato lo stesso giorno in cui ho scoperto che Jack stava fregando uno dei suoi dipendenti.
Sarei andato subito a letto con te quel giorno... ma sarebbe stato per vendetta.

Mi sono seduto e mi sono appoggiato allo schienale, “Quello stupido bastardo. Questo è tutto ciò a cui riesco a pensare in questo momento. Mio Dio, come diavolo può anche considerare qualcun altro quando ha te?
Jo, sei la donna più straordinaria che abbia mai conosciuto.

“Pfffft..”

"No, sono serio. Puoi cucire i tuoi vestiti; cucinare con il meglio; uncinetto i più piccoli centrini di pizzo; piantare chiodi e usare una motosega il più bene possibile.
Puoi fare tutto e sei bella, dolce e premurosa per i meno fortunati.
... la migliore signora che conosco, senza dubbio.
E Jack decide di fotterti; Potrei dover prendere a calci il suo stupido culo".

"Don... Uh, si sta facendo caldo qui dentro."

Si è tirata il maglione sopra la testa e ho potuto distinguere la forma delle sue tette sotto la maglietta; i suoi capezzoli erano già duri mentre il mio cazzo stava diventando.
“Quindi, invece di prenderlo a calci in culo, cosa di cui ha bisogno, perché non vai a letto con sua moglie?
Mi piace tutto…..”

La mia mente girava. Sì, avevo desiderato il corpicino di Jo, in ogni modo immaginabile, sin dal primo giorno in cui abbiamo lavorato tutti insieme in negozio. Ma non ho mai avuto intenzione di metterle le mani addosso... ora mi offriva qualsiasi cosa, e tutto quello che volevo.

“Accidenti! Era inaspettato. Ma prima lascia che ti dica una cosa.

Mi sono rialzato e mi sono avvicinato a lei. L'ho abbracciata e l'ho tenuta stretta, baciandole la sommità della testa, "Non c'è modo che io ti abbia fatto un passo serio, Jo.
Non posso davvero dire di essere innamorato di te, ma ti amo e ti desidero da molto, molto tempo.
Voglio essere il ragazzo a cui piace tenerti la mano tanto quanto strofinarti il ​​culo... e io ti adoro.
Voglio guardarti al mattino, guardare l'alba e fissare il tuo viso, anche senza trucco.
So che non vuoi davvero svegliarti accanto alla mia pancia da birra, ma di sicuro mi piacerebbe svegliarti accanto alle tue lentiggini.
Certo, sarò l'uomo più felice dell'Iowa se farai sesso con me, qualunque cosa ti piaccia fare meglio.
Ma... c'è solo un problema".

“Eh? Che cosa?"

“Mi faccio sempre la doccia prima di andare a letto e oggi non l'ho fatta. Ti dispiacerebbe lavarmi la schiena?"

Avevo regolato lo spruzzo d'acqua proprio quando ho sentito un colpetto sulla schiena, "Beh, eccolo qui. Non proprio quello che ti aspettavi, vero?"

L'ho guardata dall'alto in basso: "Beh, sembra che tu debba avere le tette di una cinquantenne, non di un'adolescente. No, non mi aspettavo nemmeno la fresca fermezza di un adolescente.
Sono sorpresa che tu abbia un cespuglio quaggiù,” le strofinai il monticello della figa, “Pensavo che Jack volesse un frullato; ma mi piace così
Hai più lentiggini di quanto mi aspettassi, ma ho intenzione di baciarle tutte stasera... due volte.

Le nostre labbra si intrecciavano e le nostre lingue cercavano la dolcezza dell'altro. No, non abbiamo aspettato. Ho chiuso l'acqua e abbiamo sdraiato i nostri corpi desiderosi sul mio letto. Il suo bel collo è stato il mio primo obiettivo e l'ho coperto di baci. Appena sopra e dietro ciascuna delle sue minuscole orecchie c'era un piccolo nodo; lasciata lì dal chirurgo che le ha fatto il lifting. Ci sono voluti almeno dieci minuti per arrivare alle sue tette, leggermente cadenti, dove la mia lingua si è fermata mentre la mia mano le massaggiava il clitoride.
Il suo primo orgasmo è esploso mentre stavo per lasciare il suo globo sinistro e andare verso il suo ombelico.

Temporaneamente, sono passato oltre la sua figa (credetemi, è stato uno sforzo monumentale). È venuta una seconda volta mentre lavoravo all'interno delle sue cosce con le labbra e la lingua.
Dopo il viaggio in punta di piedi e ritorno, mi sono alzato e ho sorriso: "Ora di cena".
Era la fica più dolce che avessi mai assaggiato. L'ho accarezzata e le ho toccate con le dita attraverso altri due enormi orgasmi, poi ho affondato il vecchio Fat Boy nel suo tunnel caldo.

Il suo quinto sperma l'ha colpita come una serie di tirapugni.
Stava urlando: "No, no". poi, "Sì, sì", per tutto il tempo mi ha dato uno strattone ai capelli, mi ha graffiato la schiena, mi ha piantato le unghie nelle cosce e si è piegato come un toro PBR.

Ho sparato il mio carico in profondità dentro di lei e sono quasi svenuto. Sorprendentemente, sono rimasto duro per la prima volta da quando avevo trent'anni.
Abbiamo rallentato e ho tirato fuori abbastanza a lungo da farla rotolare sulle mani e sulle ginocchia.
BAM! Fat Boy affondò di nuovo a casa.
Ho guidato la sua pecorina per altri dieci minuti prima che le mie noci bollissero un altro lotto e lo soffiassero contro il suo grembo.

Entrambi avevamo perso il conto, ma Jo ha detto che pensava di aver sborrato otto volte. Ci siamo abbracciati e ci siamo strofinati le mani sulla pelle, sui capelli, sui culi, sulle tette, sul cazzo, sulle labbra e sui buchi del culo.

Abbiamo dormito…

Da qualche parte durante la notte, lo squillo del suo telefono ci ha svegliati, entrambi: "Perché mi chiami nel cuore della notte, Jack?"
“No, stavo dormendo. Cos'altro devo fare alle 2:30?"
"Non me ne frega un cazzo se sono solo le 10:30 lì, sono le due, cazzo, trenta qui e mi hai svegliato da un sonno profondo".
«Va bene, allora ci vediamo giovedì. Buona notte, Jack.
"HEY ASPETTA! Sei ancora lì?"
"Bene, voglio che tu faccia qualcosa per me stasera."
“Merda, no, non voglio che pensi a me mentre ti stai masturbando.
Quello che voglio che tu faccia è... sei pronto per questo?... Voglio che pensi a trovare una nuova casa mentre ti scopi la tua dannata Linda.

Ridacchiò mentre spegneva il telefono e si rannicchiava verso di me, “Forse ti lascerò prendere a calci in culo. Probabilmente sta facendo a pezzi AT&T cercando di convincerli a sintonizzarsi sul mio telefono. Lascia che il figlio di puttana si preoccupi.

Rise un po' più forte, "Scommetto che il cazzo di quel bastardo non si farà nemmeno duro per lei stasera... ma non lasciamo che questo vada sprecato."
Mi ha tirato l'uccello un paio di volte finché non ha cominciato a crescere. Al buio, ho sentito le sue labbra circondare la testa del vecchio Fat Boy e iniziare le sue tenere cure. Pochi minuti dopo, ho alzato la sua testa e ho avvicinato il suo viso al mio. Baciandole le guance, le ho detto che mi ero completamente innamorato di lei e volevo che vivesse il resto della sua vita con me.

“Don, tutto quello che volevo davvero fare stasera era scopare. Ho pensato che non ci sarebbe voluto molto per convincere. Non sapevo che il mio vecchio amico mi avrebbe mostrato più amore in una notte che mio marito ha fatto negli ultimi quindici anni.
Quando il mio divorzio sarà finito, tu ed io potremo vivere insieme per sempre, per quanto abbiamo questo tipo di amore.
No... fanculo quel bastardo. Domani verrò a vivere con te"

Mi baciò a lungo e con forza mentre accarezzava il mio cazzo duro, "Hmmm, fallo dopodomani... Non mi alzerò" da questo letto fino ad allora".

Storie simili

Chat room: una vendetta malvagia della fidanzata

Torni a casa dopo una lunga giornata di lavoro; ti togli il cappotto e vai in cucina per una birra. Quando apri la porta del frigorifero, la tua ragazza si avvicina da dietro, coprendoti gli occhi con una benda. Lo lega stretto essendo un po 'ruvido Ho un osso da scegliere con te !! ti scatta contro. 'Ma che...?! Chiedi, alzando la mano per scoprirti gli occhi. Ti dà uno schiaffo sul dorso della mano e ti afferra il polso tirandoti fuori dalla cucina. Essendo bendato sei disorientato e perdi l'equilibrio, quasi inciampando mentre ti trascina su per le scale. La...

1.4K I più visti

Likes 0

Io e Sue

Io e Sue Come ricorderete se avete letto gli altri miei racconti, mia sorella maggiore è sexy ed ha avuto una grande influenza sulla mia identità sessuale da quando ho perso la verginità con lei quando avevo dodici anni e lei venti. Con il passare degli anni abbiamo continuato a sperimentare insieme, ma dato che solo di recente aveva dato alla luce mio nipote pochi mesi prima della mia prima volta con lei, stava ancora producendo latte materno e allattando al seno mio nipote appena nato. Sue è stata la prima persona che avessi mai visto che allattava i propri figli...

1.4K I più visti

Likes 0

Cat girl Charity - Un invito personale a ballare

Benvenuti nella terza storia di Charity, una ragazza-gatto che sta cercando di trovare il suo posto nella vita, e anche un amore a lungo cercato. In questa storia vediamo la crescente relazione tra lei e il Cancelliere dell'Accademia, noto come Storm Dragon, e un potente mago a sé stante, oltre alle sfide quando un vecchio nemico si presenta per causare il caos nelle loro vite. Quindi vieni e unisciti a noi ora, poiché Charity è invitata a un ballo formale dell'Accademia, mentre ha altre idee di ballo in mente. Spero che ti piaccia questo. Si prega di lasciare alcuni commenti in...

1.3K I più visti

Likes 0

Lo spirito di Cassy

Jason ha incontrato Cassy durante il loro primo anno al college. Stava per cambiare il mondo degli affari e metterlo all'orecchio con la sua brillante intuizione e fermezza e lei si è diretta nel mondo dell'istruzione della nostra giovinezza diventando un'insegnante secondaria di inglese. Entrambi erano ambiziosi ma ingenui ed entrambi i loro desideri si sono rivelati sbagliati. Faceva parte della poltiglia che si impara oggi nei nostri college e non se ne sono resi conto fino a quando non sono entrati nel mondo reale. Ma quel primo incontro tra i due fu qualcosa di speciale che cambiò per sempre le...

1.2K I più visti

Likes 0

Divertirsi insieme pur essendo separati

Solo una serie di testi che ho inviato messi insieme. Non proprio il massimo per i ragazzi, più rivolto ai pulcini Ti vedo sdraiato sul mio letto. Mezza coperta da una coperta accarezzo la tua gamba nuda dal tuo piede su per il fianco Muovendo il mio corpo sul tuo prendendo il tuo viso tra le mie mani e baciandoti dolcemente sulle tue labbra. Baciare sempre più forte e più passione. Lingue che ballano. Sposto la mia mano destra lungo il tuo lato sinistro Tracciando la mia mano fino alla parte bassa della tua schiena tirandoti dentro di me spingo il...

1.1K I più visti

Likes 0

Adam Martin - L'allievo CH02

Adam Martin - L'allievo Di Christian G. Kay [email protected] A cura di Sherry Per favore inviatemi un feedback, mi piacerebbe sapere cosa ne pensate della storia. DISCLAIMER: Si prega di leggere e attenersi alla DISCLAIMER pubblicata nel primo capitolo. Adam Martin - The Pupil è una storia erotica, con alcune parti contenenti scene sessuali grafiche. Se l'erotismo è illegale nella tua zona per legge locale, provinciale, provinciale o nazionale, per favore smetti di leggere ora e vai altrove. Capitolo 02 - La piazza del viaggio. Mi ha detto che sarebbe tornata subito e mi ha lasciato lì in piedi, mentre si...

1.1K I più visti

Likes 0

Cugino californiano

Ho vissuto tutta la mia vita in una piccola città dell'Idaho settentrionale. I miei genitori sono totalmente conservatori in tutto, quindi non mi lasciano uscire con me prima dei sedici anni e non mi permettono di guardare la televisione classificata come R. Fondamentalmente, sono una vergine di quindici anni che non è mai stata frequentata, e la cosa più vicina al sesso che abbia mai avuto è stata quella di leggere riviste vendute al supermercato. Circa tre mesi fa, all'inizio dell'estate, mia cugina Liz è venuta a vivere con noi. Immagino che sua madre sia rimasta incinta con un ragazzo di...

1.4K I più visti

Likes 0

Caramel Mocha alla giungla di Giava

Erano passate due settimane dal nostro ultimo incontro. Qualcosa a cui mi ero abituato. Viene ogni due lunedì alla giungla di Java per consegnare una singola scatola di biscotti con gocce di cioccolato dalla panetteria e caffetteria di Vienna di Josef. I biscotti non erano niente di speciale. Il proprietario li vende solo nel nostro negozio perché suo fratello è proprietario della panetteria. Ma l'uomo che li ha consegnati sembrava davvero qualcosa da cui potrei dare un morso... Aveva poco più di 20 anni e si chiamava Miguel. Capelli castano scuro, mossi e occhi nocciola con un'affascinante tonalità verde esterna ma...

762 I più visti

Likes 0

LA MIA AUTOBIOGRAFIA SESSUALE - PARTE - 46

LA MIA AUTOBIOGRAFIA SESSUALE PARTE – 46 IL SUO FUCKKY COMPLEANNO Era venerdì e la cosa più importante era il compleanno di mio marito quel giorno. Secondo il nostro piano originale, avremmo dovuto festeggiarlo in privato cenando all'aperto e poi nella nostra camera da letto. Ma siamo stati costretti a cambiare il nostro piano a causa di alcuni lavori urgenti e importanti nell'ufficio di mio marito quando ha ricevuto una telefonata dal suo amministratore delegato. In precedenza, non c'era alcun piano per andare in ufficio poiché aveva già consegnato l'incarico di ufficio e saremmo partiti per la Svizzera domenica. Ho dovuto...

689 I più visti

Likes 0

Episodi 5-7: Invenzioni sulla masturbazione

Pam, l'amante delle poste del villaggio, ha sviluppato la sua posizione Sybian preferita davanti allo specchio a figura intera dell'armadio, con uno specchio aggiuntivo appoggiato ad angolo per osservare la vista del suo seno. Si è sentita molto orgogliosa di aver scaricato e stampato alcune foto dal sito web del Sybian Club e ha attaccato allo specchio della camera da letto la sua foto preferita di Becki con la sua imbracatura da arrampicata rosa. Nella foto Becki stava infilando un grosso dildo blu nella sorella maggiore Faye, che si stava piegando all'indietro sulla macchina per la masturbazione che al momento pulsava...

680 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.