Lussuria d'oro cap.01

140Report
Lussuria d'oro cap.01

Tutto quello che ho sempre desiderato era solo una vita normale... ma per qualche strana ragione, finisco sempre in queste situazioni perverse. Ciò che è ancora peggio (con mia grande vergogna) è che... in realtà comincia a piacermi.

Sono Dan. Ho appena iniziato a frequentare l'Università statale locale. Invece di dormire in un dormitorio con qualcuno che non conosco, ho avuto la fortuna (o almeno così pensavo) di poter condividere un posto con mia sorella maggiore Samantha, che frequenta anche lei la scuola (solo un paio di anni fa). voti davanti a me).

Stare con Samantha è stato sicuramente fantastico. Mi prendeva in giro e mi prendeva in giro molto per divertimento quando eravamo entrambi bambini, ma essendo mia sorella maggiore non era niente di straordinario. Tuttavia ha sempre avuto uno strano senso dell'umorismo. Faceva cose insolite come spogliarsi o cambiarsi d'abito proprio davanti a me; una volta mi ha anche dato uno schiaffo in faccia con le sue mutandine. Ogni volta che mettevo in dubbio il suo comportamento da spirito libero con me, lei sorrideva sempre e diceva "Non preoccuparti, va bene, sono tua sorella".

Mia sorella però è diventata una giovane donna incredibilmente attraente: altezza media, lunghi capelli castani, curve sensuali con un culo sodo e arrotondato e tette da 40D. Nonostante un corpo spettacolare e quel seno di cui non è particolarmente timida, stranamente non esce con nessuno, mantenendo quel corpo meraviglioso a casa con suo fratello.

Stavo iniziando a godermi questa mia nuova vita universitaria, quando un giorno, tornando a casa dalla lezione, le cose cambiarono davvero.. Samantha era già a casa, seduta in soggiorno in reggiseno e mutandine a guardare la TV. Anche se questo è abbastanza normale per lei, sono comunque entrato nella stanza e sono rimasto congelato solo per un secondo fissandola. Dovrei davvero esserci abituato ormai, dopo tutto lei è mia sorella, quindi non c'è niente di cui vergognarsi, giusto?

Ma oggi qualcosa era diverso... era seduta lì con indosso un grazioso reggiseno e mutandine di pizzo bianco abbinati e, come al solito, mi ha salutato con un sorriso e "Bentornato a casa Danny". Ho deciso di non dire nulla (anzi non potevo dire nulla), quindi ho lasciato il telefono, le chiavi e gli spiccioli sul tavolo e sono corsa in cucina. Feci una pausa, cercando di non pensare a quello che avevo appena visto.

Avevo bisogno di mangiare; Non avevo mangiato molto da quando sono corso fuori per andare a lezione oggi, quindi ho preso un paio di banane che avevamo in cucina, mentre cercavo disperatamente di sbarazzarmi dell'immagine di Samantha che avevo catturato pochi istanti fa. L'ho vista spogliata un sacco di volte quindi questo non dovrebbe essere niente per me, eppure stavo cercando disperatamente di far sì che il mio cazzo gonfio ignorasse quanto fosse carina in quella biancheria intima bianca, con i suoi capezzoli che si vedevano attraverso il pizzo.

"Cosa fai lì, Danny?" mi ha chiamato. Probabilmente sospettava che fossi rimasto in cucina così a lungo; probabilmente si aspettava che la raggiungessi sul divano dato che di solito guardiamo la TV insieme dopo le lezioni. Sono tornato in soggiorno e... dannazione.

C'era Samantha che teneva in mano il mio telefono, esaminando tutto quello che avevo lì. Potevo vedere chiaramente che aveva aperto la mia app fotografica e stava guardando la mia scorta di porno. "Cosa-cosa stai facendo, Sammy?" L'ho chiamata, mentre allungavo il braccio per protestare affinché si fermasse, ma era chiaramente troppo tardi quando mi ha lanciato un ampio sorriso canzonatorio e ha ridacchiato.

So che a volte posso essere un po' disattento, ma chiaramente non stavo pensando lucidamente quando ho lasciato il mio telefono sbloccato alla portata di Samantha. Aveva trovato la mia galleria di ragazze che facevano davvero pipì: ne scarico una nuova ogni giorno.

"Allora questo è il genere di cose che ti piacciono eh? Non avrei mai immaginato QUELLO, Danny," ridacchiò. Ero stato arrestato e non c'era davvero nulla che potessi dire per salvarmi da un enorme imbarazzo e da prese in giro. "Va tutto bene, sono tua sorella" mi disse rassicurandomi. "Anche se è un po' divertente, Dan", ridacchiando un po'.

Con la faccia arrossata, la raggiunsi sul divano per guardare la televisione, cercando di tenere gli occhi sullo schermo e lontani da lei. Non sapevo se essere più preoccupato dal fatto che avesse trovato tutto quel porno sul mio telefono, o dal fatto che non potevo dimenticare quanto dannatamente... carina fosse con quel reggiseno e quelle mutandine bianche.

"Ahhhh penso... che dovrei andare al vasino adesso", disse ad alta voce. Ho cercato di non reagire a ciò che ha appena affermato, ma lei si è alzata e ha camminato davanti a me, fermandosi con il cavallo trasparente delle sue mutandine all'altezza dei miei occhi. "Vuoi guardare?" disse con un mezzo sorriso.

Mi sono sentito caldo e freddo mentre la mia faccia diventava rossa. Non potevo ignorare una domanda così diretta. "C-Perché me lo chiedi?" sbottai, con gli occhi fissi sul suo monticello appena coperto.

"Perché Danny... è il genere di cose che ti piacciono, vero? Ti piace guardare noi ragazze andare a fare pipì, vero?... Sai che i miei occhi sono quassù." La mia mente era ancora confusa, i miei occhi completamente fissi sulla sua figa a pochi centimetri dal mio viso. Si voltò e spinse il suo sedere stretto contro il mio viso, per un attimo, ma la mia guancia sembrava bruciata dal contatto.

"Va tutto bene, sono tua sorella, non c'è niente di cui vergognarsi, Danny." disse mentre si voltava per guardarmi. Mi ha messo una mano sulla guancia e ha guardato la tenda nei miei pantaloni... OH MIO DIO, non me ne ero nemmeno accorto, ma il mio cazzo sporgeva duro come l'acciaio.

"Vedi," disse scherzosamente, "ti piace proprio l'idea di guardarmi mentre piscio. Se mi dici la verità ti lascerò guardare ogni volta che faccio pipì".

Adesso ero impotente, anzi disperato... tutto quello che potevo fare era dirle la verità. Ho sospirato, ho guardato la sua figa coperta di mutandine e ho confessato. "S-Sì... mi piace guardare le ragazze che pisciano." dissi, senza interrompere il contatto visivo con il suo monticello.

"Danny, dai, ti conosco, lo capisco quando c'è dell'altro. Dimmi tutto. Cos'altro ti piace? Dimmi quanto ti piace davvero guardare noi ragazze che pisciamo".

Dio, quanto mi piaceva sentirla dire quella parola. Solo la sua voce che diceva "Piscio" o "Vano" o "Pipì" era sufficiente per rendere il mio cazzo abbastanza duro da spaccare la pietra... ma non c'era più niente che potessi nascondere. Samantha mi ha avuto. "Sì, mi piace davvero. Mi piace con tutto il cuore, guardare le ragazze che pisciano. Solo sentirle DIRE mi fa impazzire e voglio vedere la loro pipì che scorre dalle loro fighe" le ho detto.

"Cos'altro ti piace fare? Vuoi mai assaggiarlo anche tu?" lei chiese.

"Sì... Dio, mi piacerebbe tanto poterlo assaggiare. Lo berrei, e ne amerei ogni goccia." mormorai.

"Vieni con me Danny" mi ha detto. Il mio uccello era gonfio nei pantaloni e la mia mente era quasi stordita da quello che stava succedendo. I miei occhi erano fissi sul suo sedere tondo mentre lei frusciava, camminando avanti tenendomi la mano e trascinandomi dietro di lei. Abbiamo raggiunto il bagno e lei si è girata verso di me e mi ha detto "Se hai intenzione di guardare, voglio che mi abbassi le mutandine. In questo modo avrai un'esperienza completa".

"Sì-Sì Sammy" ho risposto, quindi mi sono inginocchiato e ho raggiunto la cintura della sua biancheria intima bianca. Non potevo credere che mia sorella me lo permettesse, costringendomi a fare questo, ma... lo volevo così tanto. Le sue mutandine scivolarono giù, esponendo il bellissimo cespuglio marrone tagliato tra le sue gambe che le copriva parzialmente la figa. Le ho abbassato lentamente le mutandine e ho notato la macchia bagnata sul cavallo.

"A cosa stai pensando, guardando le mie mutandine sporche in quel modo, Danny?" Deglutii per l'imbarazzo e le dissi "Penso che sia così sexy". La macchia sulle sue mutandine era leggermente gialla; Ne potevo sentire un po' l'odore, Dio ha fatto in modo che mi eccitasse ancora di più.

"Vuoi annusarlo o leccarlo? Potrei lasciartelo fare anche a te dopo che avrò pisciato." Ho messo le sue mutandine sul pavimento e l'ho guardata da tra le sue gambe.

"Ora aiutami a sedermi. Voglio che aiuti tua sorella maggiore a fare pipì," mi stuzzicò... e capì completamente il mio bisogno, mi stavo godendo ogni momento e con gioia allungai la mano per tenerla attorno ai suoi fianchi. "Hehe" ridacchiò mentre l'aiutavo ad abbassarla delicatamente sul water come una serva molto personale.

"Allarga le gambe, Danny", ordinò. Così ho preso entrambe le mani, le ho messe tra le sue cosce e le ho aperte lentamente mentre fissavo la sua figa che appariva alla vista.

"Ti piace, Dan?" mi chiese scherzosamente. "Sai che stai guardando la figa nuda ed esposta di tua sorella." Non sapevo cosa rispondere, sapeva che ero duro con lei, quindi non aveva senso mentire. "Lo sai che stai guardando tua sorella che sta per pisciare," mi ha suggerito di nuovo. ..

Ho ceduto: "Sì, sono così felice. Sono così grato di poterti vedere mentre fai incazzare Sammy."

Lei rise piano e disse "Ok, puoi avvicinare la tua faccia alla mia figa. Scommetto che ti piacerà, vero?" Dio, aveva ragione. Ho infilato la faccia proprio tra le sue gambe, volendo una visione più ravvicinata possibile della sua pipì. Lei ridacchiò di nuovo e mi mise entrambe le mani sopra la testa. Non mi importava nemmeno però. Ero così felice di avere la mia faccia tra le sue gambe.

"Io- devo far incazzare Danny," espirò profondamente. Potevo già sentire il meraviglioso profumo della sua umidità e immaginavo il flusso di piscio che stava per uscire tra le sue labbra rosa. Ero così eccitato che istintivamente ho avvicinato ancora di più il viso e ho aperto un po' la bocca.

Sammy deve aver sentito il mio respiro sulla sua figa prima di iniziare a lasciarsi andare, ha riso tenendomi la testa tra le sue cosce e ha detto "Va bene Danny, puoi berlo se vuoi". Ero in paradiso. Mia sorella maggiore mi aveva dato il permesso di bere la sua pipì. Ho premuto il viso più vicino alla sua figa, con la bocca aperta.

Ho fatto appena in tempo, prima che la sua pipì calda iniziasse a scendere dalla sua figa sulle mie labbra e infine nella mia bocca aperta. Beatitudine.

"Oh mio Dio" ansimò, mentre guardava la mia testa tra le sue gambe. "Bevilo Danny", mi ha elogiato ancora. La mia bocca si è aperta di più e finalmente ho preso la sua pipì direttamente in bocca. Il suo getto di pipì mi colpiva la parte anteriore dei denti prima di diffondersi con forza contro il palato, per poi piovere sulla mia lingua.

Il suo sapore era forte, salato, leggermente aspro, ma aveva un sapore tremendamente BUONO. Non ero mai stato con una ragazza che me lo permetteva, e ora era mia SORELLA che mi faceva incredibilmente il vasino in bocca. Ho ingoiato il primo pezzettino che mi è volato in bocca, l'ho accolto con gioia. Non ho nemmeno chiuso la bocca per questo, così ne avrebbero sparati altri direttamente lì dentro. Il suo flusso è diventato ancora più intenso... DIO, è delizioso.

La sua pipì era davvero forte. E non volevo altro che ingoiare quanto più potevo. "Bravo ragazzo" mi elogiò ancora di più, "bevi quanto puoi, per favore." Ho inclinato leggermente la testa all'indietro e ho lasciato che il getto mi spruzzasse direttamente sulla lingua. Gli atterrò sopra con un forte *Ssssshhhh*. Rotolando ai lati della mia bocca, riempiendola velocemente. Il suo forte sapore di piscio salato prende completamente il sopravvento sui miei sensi. Ho provato a ingoiare la sua pipì più velocemente che potevo, ma ne avevo così tanta che mi riempiva la bocca e un po' scappava.

Alla fine il suo flusso ha iniziato a rallentare e ho potuto inghiottire la sua meravigliosa pipì con maggiore sicurezza, con gli occhi chiusi, mentre la sua pipì si trasformava in un rivolo. "Ti piace davvero, posso dire che hai ingoiato un sacco della mia pipì." Ho provato ad essere d'accordo con lei ma per sbaglio ho ruttato..

Lei rise forte "Mi hai ruttato sul piscio, Dan." Ma non mi importava, la mia fantasia aveva preso vita e ho raccolto le gocce rimanenti della sua pipì da aggiungere a ciò che stavo assaporando in bocca. "Ehi aspetta, posso vederlo?" lei chiese. Quanto è imbarazzante. Avevo appena ingoiato un boccone dopo l'altro della pipì di mia sorella, e ora lei vuole che glielo mostri.

"Dai, fammi vedere, è troppo perverso," sorrise. Mi sono seduto un po' indietro e ho aperto la bocca per mostrarle la sua urina dorata che mi scorreva in bocca. Lei rise di nuovo e mi chiese: "Ti piace il suo sapore?"

Annuii con la bocca aperta cercando di trattenere in bocca l'acqua acida della sua fica. "Se lo ami, ingoialo guardandomi". Il mio cuore ha sorriso un po', così ho chiuso la bocca (senza mai distogliere lo sguardo da lei) e l'ho inghiottito lentamente, lasciandole sentire il suono della deglutizione mentre ingerivo la sua pipì calda. "Sei un fratello fantastico", mi ha elogiato. "Lo faremo molto da ora in poi."

Quelle parole non avrebbero potuto rendermi più felice. "Veramente?" Le ho chiesto.

"Certo, ma potresti farmi un favore? Potresti leccarmi la figa e il buco del culo per pulirmi, per favore?" All'inizio l'ho guardata sconcertata, ma lei ha aggiunto: "Va tutto bene, sono tua sorella". Mi sono tuffato felicemente tra le sue gambe, lei ha messo le gambe sulla mia schiena e le mani sulla testa, sospirando soddisfatta. Ho assecondato entrambi, leccando le ultime goccioline della sua pipì, lei si è persino inarcata dandomi l'accesso con la lingua al suo buco del culo sudato che ho leccato con gioia.

Annusare e assaggiare la figa, la pipì e il buco del culo di Samantha è stato il momento più felice/strano della mia vita... e lei ha promesso che giocheremo di più in questo modo in futuro.

Storie simili

I miei figli innamorati di me 2

Sono una madre vergognosa, che razza di mostro sono? Ho lasciato che mio figlio di 16 anni mi accogliesse Prendendo la sua verginità. Mi sono sentito male e da quel giorno non sono più umano Diritto di parlare. Per definirmi madre! Io-potrei dire di no, Il pensiero di perderlo con una puttana trasandata. Ma guarda chi parla, ho fissato il lavandino, sono stato qui 20 minuti. Mi sentivo così triste, triste, avevo già finito di lavare i piatti a che diavolo sto bene adesso? Ho sentito le braccia avvolgermi lo stomaco e curvarle morbide Le labbra mi baciano la testa. Rabbrividii...

350 I più visti

Likes 1

Essere comandato

Naomi Price stava affrontando una crisi non causata da lei stessa, ma che solo lei poteva capire come risolvere. Aveva 38 anni e la sua carriera stava andando bene. Ma sua figlia di 14 anni frequentava una scuola privata. Lei e suo marito avevano divorziato poco dopo la sua nascita. Il suo mantenimento dei figli non aiutava Naomi a sbarcare il lunario. Inoltre, la carriera del suo ex era andata nel serbatoio; lavorava solo part-time e riusciva a malapena a cavarsela da solo. Un anno prima, Naomi aveva collocato sua madre in una struttura di residenza assistita. Anche se era molto...

317 I più visti

Likes 0

Mio cugino_(0)

Quando avevo 17 anni andai in vacanza con i miei genitori, i nostri zii e le loro due figlie. Mia cugina (emma) che aveva appena compiuto 16 anni il giorno prima flirtava sempre con me e mi divertivo molto. Beh, un giorno tutti erano usciti e avevano lasciato me ed Emma al campeggio. emma indossava una gonna corta grigia ed era sdraiata su un lettino. Quando mi sono seduto ho potuto vedere la sua gonna e ho visto le sue mutande bianche. si è accorta che la guardavo e non ha mai tentato di coprirsi. Invece ha aperto un po' di...

636 I più visti

Likes 0

Giacomo e Maria_(0)

Capitolo 1 Quando i genitori di James hanno detto che sarebbero usciti per la notte, ciò che inizialmente gli era passato per la mente era stato forse afferrare il telecomando della sua PS4 o vedere quanti episodi di House of Cards poteva guardare. Non aveva previsto cosa avrebbe comportato quella notte, ed era lì per il momento della sua vita. Aveva appena preso il telecomando della TV e si era lasciato cadere sul suo grande divano di pelle quando suonò il campanello. Esitò, espirò, poi si alzò in piedi e attraversò il corridoio fino alla porta d'ingresso. Alla porta c'era un...

622 I più visti

Likes 0

Holli e una vela serale

Holli mi ha incontrato all'estremità del molo... e il mio cuore ha perso un battito quando è scivolata alla vista. Era vestita per una serata a bordo della mia barca: semplici sandali da barca, un bel top azzurro e un paio di pantaloncini cachi molto comodi che le dondolavano facilmente sulle curve, accennando a ciò che aveva da condividere sotto. 5'9 con capelli biondi, gambe lunghe e un corpo atletico in forma, Holli era entrato nel mio mondo attraverso un pomeriggio magico che abbiamo condiviso sul lungomare di Vancouver. Questa serata è stata il risultato del mio invito perché ci eravamo...

470 I più visti

Likes 0

Jordan la dea del sesso_(1)

Mi chiamo Jake. Sto scrivendo questo perché non riesco semplicemente a crederci io stesso. Spero che quando avrò finito sarà affondato un po 'meglio. Comunque. Quello che sto per raccontarvi è un momento molto speciale della mia vita. Quando ho scopato Jordan. Jordan è sempre stata la ragazza più sexy della mia scuola e tutti desiderano il suo seno perfettamente formato. Sa che tutti i ragazzi non possono resisterle e si prefigge il suo obiettivo personale di indossare il collo a V più basso possibile, solo per tormentarci. Il resto del suo corpo è altrettanto meraviglioso. Dal suo viso meravigliosamente fottuto...

466 I più visti

Likes 0

Camion su strada capitolo 5

Jill e io siamo arrivati ​​a Boise ID. intorno alle 5 del mattino. Ho rifornito il camion e l'ho parcheggiato. Siamo entrati e abbiamo fatto una buona colazione. Ha detto voleva avermi per dessert ma nel camion. Ed è stato il giorno dell'anale. Mi ha detto che voleva KD nel culo e io che le martellavo la figa. Ho riso e ho detto hai intenzione di infilarti KD nel culo? (KD è Kong Dong) Questa cosa è lunga 18 pollici e spessa circa 3 pollici, un po' più grande di una lattina di birra, Ci puoi scommettere dice. Le ho detto:...

444 I più visti

Likes 0

Le sorelle calzino (capitoli 9-12)

CAPITOLO NONO Jeff ci ha lasciati davanti alla casa di Kim intorno alle 8:30 e lei ci ha incontrato alla porta indossando uno dei vecchi e soffici accappatoi. “Sono appena uscito dalla doccia ragazze. Vieni nella mia camera da letto, ci cambieremo lì. Phil se n'è appena andato e mi sono quasi dimenticato del tempo! «Phil se n'è appena andato, eh?» ho scherzato. E cosa stavate combinando voi due per perdere la cognizione del tempo? “Stavamo scopando, Mar! Cosa hai pensato? Kim sorrise a me e Beth e scoppiammo tutti a ridere. Quando arrivammo nella stanza di Kim, lei lasciò cadere...

400 I più visti

Likes 0

Tia, la mia sexy vicina nera

Tia è una ragazza dalla pelle marrone media sulla trentina che vive accanto a me. Vive da sola, ha un ottimo lavoro in azienda e si veste bene ogni giorno quando va al lavoro. Lei è molto carina, estremamente sexy, ha un bel seno, lunghi capelli neri e fluenti e bellissimi occhi scuri. Mi eccita totalmente ogni volta che la vedo. Ho stretto un'amicizia con lei e ovviamente flirto molto con lei. Adoro il suo sorriso e ha una personalità piacevole. La saluto sempre e di solito le faccio i complimenti per la scelta dell'abbigliamento per la giornata, e talvolta faccio...

366 I più visti

Likes 0

T o D parte 2

Mi stavo solo chiedendo se sarebbe una seccatura per voi se il prossimo avesse qualche azione tra ragazzi e ragazze. Sicuramente terrò la parte gay ma quella etero aiuterà a sviluppare la storia in più parti quindi se vuoi che continui lascia un commento La mattina dopo i quattro ragazzi si svegliarono dopo un breve riposo. Allora, Ace e Mike, quanto tempo vi fermerete? chiese Bryce. Beh, mi sono appena ricordato che oggi devo andare da qualche parte con mio padre, ha detto Mike. Oh, okay, che ne dici di te, Ace? chiese Bryce. Sì, posso restare quanto voglio, ha detto...

337 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.