Esca e scambia cap. 16

545Report
Esca e scambia cap. 16

Quando Lela ebbe finito di spiegare l'intera situazione a mia sorella, ero esausta e riuscivo a malapena a tenere gli occhi aperti, anche se Summer sembrava essere stranamente eccitata da tutta la dura prova.

Per qualche motivo le due femmine sembravano andare d'accordo, nonostante provenissero da specie diverse, e ancor meno da pianeti.

Non ricordo di essere tornato a casa di mia madre, tanto meno di essermi addormentato.

Lo sbattere della porta d'ingresso mi ha svegliato. Ho pensato che fosse solo la mamma che finalmente tornava a casa dal nord, e ho provato a girarmi, ma mi sono imbattuto in qualcosa.

O meglio, qualcuno.

I miei occhi si aprirono nello stesso momento in cui lo fece Summer, e ci rendemmo conto della situazione difficile in cui ci trovavamo. Eravamo entrambi ancora nudi, e lei era nel mio letto. Presi dal panico, saltammo entrambi giù dal letto. Beh, ci ho provato, ma le mie gambe sono rimaste intrappolate nelle coperte e ho colpito il pavimento con un tonfo.

La mia adorabile, dolce, bella e sexy sorella mi ha ridacchiato e io ho ricambiato lo sguardo mentre mi alzavo in piedi. Potevamo sentire la mamma arrivare lungo il corridoio e sapevo che non c'era tempo per lei di uscire. Indicai l'armadio, Summer annuì e saltò dentro, giusto in tempo perché la porta si aprisse cigolando.

"Mamma!" Ho protestato, stando lì nudo e cercando di coprirmi.

"Oh, non è che non l'abbia visto—" si interruppe, mentre tirava su col naso un paio di volte. I suoi occhi acuti mi guardarono profondamente per alcuni forti battiti cardiaci. Si guardò intorno nella mia stanza, poi di nuovo verso di me, prima di continuare a parlare, il suo tono divenne serio. "Ho portato la colazione a casa. Sembra che ti senti meglio, quindi vestiti e dillo anche a tua sorella." Si voltò e chiuse la porta dietro di sé.

Sapevo che io e Summer eravamo stati arrestati, ancor prima di uscire dalla mia stanza. Summer è andata dritta da lei per vestirsi e ho trovato la mamma che preparava una colazione fast food sul tavolo.

"In quanti guai credi che ci troviamo?" Le parole di Summer balenarono davanti ai miei occhi.

«Non lo so», le ho detto.

"Mamma, io..." il suo sguardo tagliente mi strinse forte la lingua.

"Aspetteremo tua sorella e poi potremo parlare," mi disse, e dal suo tono capii che non c'era motivo di discutere con lei. Mi chiedevo in quanti guai fossimo.

Mi sono seduto al tavolo, il cuore mi batteva forte in gola e le mani mi sudavano mentre aspettavamo mia sorella.

Quando Summer si unì a noi, la mamma fu la prima a parlare, con un tono piatto e privo di emozioni.

"Sapevo che tuo padre mi tradiva da anni. Mi faceva male, ma non avevo scelta, perché se lo avessi lasciato, sapevo che avrei perso tutto." I suoi occhi andavano avanti e indietro tra noi mentre parlava, come per assicurarsi che stessimo ascoltando. Una parte di me si vergognava di averla ferita, ma un'altra parte di me diceva che non eravamo una cosa ufficiale, quindi non era davvero un tradimento. Era mia madre e non avremmo mai potuto stare davvero insieme. "Non posso dirti che quello che stai facendo sia sbagliato, o addirittura disgustoso, a causa di quello che abbiamo già fatto, Nick."

Avrei voluto che non lo avesse detto. Gli occhi di Summer si spalancarono quando capì cosa intendeva dire la mamma. Mi ha colpito il braccio e mi ha guardato scioccata. "Assolutamente no! Tu e la mamma?" chiese, e le stesse parole balenarono davanti alla mia visione. Stava usando entrambi nello shock. Nonostante i muscoli in più sulle mie braccia, il colpo mi ferì ancora, così come le sue parole successive, pronunciate mentalmente: "Dopo tutto quello che hai confessato, me lo hai ancora nascosto?"

"Vedo che non lo sapevi," disse la mamma, imperturbabile. "Sì, caro, dopo il nostro appuntamento, noi... beh, tuo fratello è stato un vero gentiluomo e mi ha trattato meglio di chiunque altro negli ultimi anni. Avrei dovuto impedirlo, ma non ho potuto trattenermi. Non lo sapevo che avrebbe tentato di portare a letto anche te. Mi dispiace per il mio ruolo, caro; soprattutto considerando la tua preferenza per le donne."

"Ma mamma," ribatté mia sorella, "abbiamo iniziato la notte in cui abbiamo scoperto che papà ti tradiva, quindi non è colpa tua! L'ho sedotto io quel pomeriggio."

Oh ragazzo! Ho pensato. Ora sta venendo fuori tutto. La prossima cosa che avrebbero iniziato a parlare di Lela e dei demoni...

La mamma guardò avanti e indietro tra noi e io annuii dicendo che era vero. Potevo vedere che stava cercando di digerire la cosa e doveva essere giunta a una sorta di conclusione.

"Beh, mi sento un po' meglio a riguardo. Non lo so, meno colpevole, immagino." Mi ha perforato di nuovo con gli occhi. "Nick, volevo parlarti di quella notte, ma non ne ho avuto la possibilità. Immagino che, dal momento che tutti i nostri segreti sono svelati, ora sia il momento migliore, anche se la maggior parte di ciò che pensavo sia obsoleto Ora."

"Anche noi parleremo quando tutto questo sarà finito", mi promise Summer attraverso i naniti, e sentii un tuffo al cuore.

"Figliolo, capisco che hai certi... bisogni, e sicuramente mi hai aiutato con i miei l'altra sera. Ho deciso che non mi pento davvero di quello che è successo, ma probabilmente non dovremmo farlo di nuovo. Cosa decidere cosa fare voi due dipende da voi, ma spero che capiate che non potrete mai sposarvi o cose del genere." La mamma parlava in modo così pratico che quando ha menzionato il matrimonio, sia io che Summer abbiamo farfugliato, e ho finito per soffocare con la colazione.

"Matrimonio?!?" L'estate ha chiesto. "Mamma, amo Nick, ma non ho intenzione di SPOSARLO!" Ho annuito dicendo che ero d'accordo.

"Spero che non ti dispiaccia", balenarono le parole di Summer. "Mi piace davvero fare sesso con te, ma il matrimonio sarebbe poco pratico."

"Sono d'accordo", le ho risposto, felice di poter avere questa sotto-conversazione. "Non ho intenzione di sposarmi negli anni a venire."

"E Gina?" è arrivata la sua risposta.

"Uhm," ho ripensato, pensando a Shanna, ma la mamma ha parlato prima che potessi formulare una risposta.

"Beh, almeno questo è qualcosa", ha detto la mamma, ignara che i suoi due figli stavano parlando da mente a mente.

"Mamma," ho iniziato a parlare, "mi dispiace davvero di averti ferita, come ha fatto papà. Non pensavo a come ti avrebbe influenzato." Sapevo quanta guarigione mi faceva sembrare.

"Lo so, Nick, e di certo non mi aspettavo che tu fossi solo con me. Sapevo cosa avevi fatto con Gina e Nancy, e non mi aspettavo nemmeno che tu smettessi di farlo." Mi sono fatto piccolo quando la mamma ha menzionato Nancy e Gina. Anche Summer non lo sapeva.

"Immagino che tu non sia così nuovo all'incesto, dopotutto." Se le parole potessero essere fuoco, brucerebbero.

"Te l'avevo detto che ero pervertito", ripensai a lei sulla difensiva.

"Immagino di non sapere davvero cosa mi aspettassi," continuò la mamma, ancora ignara dell'altra conversazione. Stava guardando le sue mani, ma dopo una breve pausa mi guardò con curiosità. "Immagino che probabilmente dovrei essere completamente onesto con te." Fece un respiro profondo e mi chiesi cosa avrebbe detto. "Sono rimasto al nord non solo per la neve. La scorsa notte, io... noi... cioè Gina, Nancy e io tutti..." Le sue guance erano rosso scuro, e non ci volle molto geniale scoprire che c'era stata una cosa a tre a casa di Gina. Non nego che il pensiero mi abbia eccitato, ma ero curioso di sapere come fosse successo.

"Mamma!" - esclamò Summer accanto a me, prendendole la mano. "Non sapevo che ti muovessi in quel modo."

"Non lo so, o non lo sapevo... non lo so. Adesso è tutto così confuso. Quando tuo padre era qui, sapevo sempre cosa aspettarmi. Mi tradiva, ma fintanto che noi è rimasto sposato, sembrava rispettabile a tutti gli altri, anche se entrambi sapevamo che non era così. Ora che se n'è andato, le cose sono andate fuori controllo." Ha lasciato cadere la testa tra le mani e Summer mi ha lanciato uno sguardo significativo prima di alzarsi e andare a confortare nostra madre.

"Devi usare i tuoi poteri su di lei per renderla felice", mi ha pensato.

"No, non manipolerò più le persone con loro", le ho pensato con veemenza.

«Non la stai manipolando, la stai aiutando. Fallo, altrimenti non ti aiuterò con i demoni.'

Sapevo che la minaccia era vuota. Doveva aiutarmi, altrimenti saremmo morti tutti. Nonostante lo sapessi, ho deciso di aiutare la mamma.

Se solo la gente di Lela non ci avesse abbandonato, lasciandoci come esca per la loro fuga.

Ho toccato la mano di Summer, in modo che ogni cambio che avessi fatto potesse essere influenzato solo se fossi stato con lei. In questo modo non sarei tentato di usarli da solo. Aveva già un cambiamento felice in lei, ma ho deciso di inserirne uno contento e anche fiducioso. Avrei potuto facilmente indossarli tutti completamente, mentre toccavo Summer, ma ho deciso di spostarli lentamente, in modo che non sospettasse.

"Buona idea", mi ha mandato Summer. Naturalmente poteva percepire e vedere tutto quello che stavo facendo.

Mia sorella accarezzava dolcemente la schiena di mamma, cercando di consolarla, e potevo vedere i miei cambiamenti fare effetto. La mamma ci guardò e sorrise leggermente.

"Grazie a tutti e due. Non so perché, ma stare con voi due in questo modo mi ha fatto sentire meglio. Forse tutto quello che avevo bisogno di fare era discutere le cose." Ho sorriso a Summer, felice di aver potuto aiutarla.

"Allora come è successo tra te, Nancy e Gina?" chiese Summer, ed ero certo che la mamma si sarebbe tirata indietro. Immagino che i miei interruttori fossero pienamente attivi, tuttavia, poiché lei rispose senza riserve.

"Dobbiamo parlarne mentre saliamo. Non ho detto di noi a Gina, Nick, non preoccuparti." Mi ha dato una pacca sulla mano mentre diceva questo, ma mi chiedevo se a Gina sarebbe importato, dopo il modo in cui lei e Summer ci avevano aiutato a organizzare l'appuntamento. "Ho ammesso di non essere mai stato con una donna e mi hanno informato che potevo unirmi a loro se volevo. All'inizio non avevo intenzione di farlo, inorridito al pensiero, ma più ci pensavo, più diventavo curioso. L'incesto tra madre e figlia non mi ha disturbato tanto quanto pensavo, e quando le ho lasciate, me lo hanno chiesto di nuovo. Il tempo era la scusa perfetta e sono entrato." Allora smise di parlare e guardò i suoi due figli. "Non posso credere di averti detto tutto questo, ma mi sembra che mi vada benissimo."

Summer mi sorrise, prima di chinarsi e sussurrare qualcosa all'orecchio di mamma. La mamma si allontanò e la guardò con curiosità, prima di alzare le spalle.

"Cosa le hai detto?" L'ho chiesto a mia sorella, ma lei si è limitata a sorridermi, rendendomi ancora più curiosa, e un po' ansiosa.

La mamma poi mi guardò per qualche secondo, prima di chiedermi: "So di aver detto che non dovremmo più farlo, e ieri sera è stato davvero fantastico, ma mi fa davvero comodo qualcosa che solo un uomo ha". Poi ho capito cosa aveva chiesto Summer. Anche il suo cambio di 'fiducia' deve aver avuto pieno effetto, dato che si è allungata prima che potessi rispondere e ha iniziato a lavorarmi i pantaloni.

L'ho quasi fermata, pensando di aver causato di nuovo la cosa con i miei interruttori, ma Summer mi ha inviato un messaggio. «Non fermare tutto questo. L'hai aiutata, non l'hai fatta arrapare. Lascia che ciò accada, ne ha bisogno.'

Guardando la cosa in quel modo, era difficile discutere, e invece gemetti mentre la mamma tirava fuori il mio membro irrigidito e iniziava a succhiarlo a tavola. Summer è arrivata e si è sdraiata accanto a lei, e le due donne hanno iniziato a scambiarmi il cazzo avanti e indietro, e persino a baciarsi attorno al mio palo. Se un paio di labbra era fantastico, due erano fenomenali!

La mamma era ancora seduta sulla sedia, piegata, ed è stato facile per me infilare le mani nella parte anteriore della sua maglietta e accarezzare le sue tette più grandi mentre lei mi succhiava il pomello. Lei gemette piano, mentre iniziavo a farle rotolare il capezzolo destro tra le dita. Dopo qualche secondo, si è tirata indietro, cedendo completamente il mio cazzo a sua figlia, e si è tolta il top. Mi sorrise amorevolmente, prima di alzarsi e abbassarsi anche i pantaloni e le mutandine.

Ho allungato le braccia e l'ho attirata a me, baciandola sonoramente sulla bocca e lasciando cadere la mano tra le sue gambe. Era già bagnata e ho usato i suoi succhi naturali per lubrificarmi le dita e strofinarle vigorosamente contro il suo clitoride. Ha iniziato a tremare contro di me e a gridare nel nostro bacio, mentre la facevo venire più velocemente di quanto pensassi possibile. Doveva davvero aver bisogno di più di quello che Gina e Nancy le avevano dato la notte scorsa, per venire così in fretta...

L'estate ha lasciato il mio cazzo sospeso, l'aria leggermente fresca sulla mia verga inzuppata di saliva, e ha allontanato la mia mano da nostra madre. Immediatamente piantò le sue labbra sulla vagina della mamma e la donna più anziana sussultò quando sentì la lingua di sua figlia.

"Oh, Summer. Sai davvero come farlo!" gemette, interrompendo il nostro bacio. Mi allontanai dai due e mi inginocchiai dietro mia sorella. Tirando su e togliendole la maglietta, fui felice di vedere che non si era messa il reggiseno. Successivamente le ho tolto i pantaloni e poi mi sono seduto dietro di lei sul pavimento, avvolgendo le gambe attorno al suo busto, mentre lei tornava a mangiare nostra madre. Il mio cazzo era premuto tra noi contro la sua schiena, e mi sono tolto la maglietta prima di abbracciare la mia adorabile sorella. Ho portato una mano alla sua tetta, dandole una bella stretta decisa, e ho lasciato cadere l'altra sul suo inguine. Ora avevo la mia adorabile sorella abbronzata seduta sulle mie ginocchia, che la accarezzava allegramente, mentre lei succhiava e leccava la figa della mamma.

Era ancora più bagnata di nostra madre e due delle mie dita scivolarono dentro di lei con facilità. Iniziò a gemere, mentre dondolava i fianchi contro la mia mano e premeva contro il mio cazzo. Anche la mamma adesso gemeva sul serio, e presto arrivò sulle labbra di sua figlia. Le sue gambe cedettero da sotto di lei e crollò, rimanendo a malapena sul tavolo.

Mi alzai, sollevando Summer e allo stesso tempo mettendola da parte. La mamma stava ancora cercando di riprendere fiato, quando ho fatto scivolare un paio di centimetri del mio pene dentro di lei, facendo sussultare l'attraente donna anziana. I suoi occhi si spalancarono e le sue mani si posarono sul mio petto, mentre mi guardava negli occhi.

"Fottimi con il tuo cazzo, figliolo. Ho proprio bisogno di una bella scopata adesso." Le sue parole mi hanno scioccato, erano così diverse dall'ultima volta che abbiamo fatto l'amore, e ho pensato che il suo cambiamento di "fiducia" avesse qualcosa a che fare con questo.

Mi sporsi in avanti finché le nostre labbra non si incontrarono e scivolai ancora un po' dentro di lei. Le nostre lingue lottavano, mentre andavo sempre più in profondità nella fica della mia bellissima madre. Era in fiamme dentro, e le sue mani vagavano sul mio petto, mentre scivolavo avanti e indietro, finché non fui completamente inguainata nel suo canale del parto, con il sedere saldamente piantato sul bordo del tavolo.

"Accidenti, è così caldo!" Ho sentito Summer esclamare, e ho alzato lo sguardo per vederla con due dita nella figa e con l'altra mano che si massaggiava alacremente il clitoride. Per qualche motivo è sempre stata una grande eccitazione per me vedere una donna masturbarsi, e mi sono scatenato, tuffandomi in nostra madre mentre guardavo Summer farsi venire con le dita.

La mamma era rimasta in silenzio e io distolsi gli occhi dalla vista seducente di mia sorella, per vedere che stava avendo un potente orgasmo dopo l'altro, a causa delle mie pulsazioni. La sua vagina ondeggiava attorno al mio cazzo e dovevo smettere di muovermi, altrimenti sarei venuto troppo presto. Invece, per distrarmi, ho agganciato le mie braccia sotto le sue ascelle e mi sono alzato, sollevandola dal tavolo, ma mantenendoci collegati.

La mamma sussultò, mentre il suo peso la costringeva ad abbassarsi un po' di più su di me, e le sue gambe mi stringevano il busto per mantenere l'equilibrio. Ho iniziato a riaccompagnarci nella sua stanza, sapendo che l'estate sarebbe seguita.

Una volta dentro, mi sono voltato e mi sono lasciato ricadere sul letto, facendo grugnire di nuovo la mamma, mentre crollava sul mio petto.

"Oh, figliolo. L'altra notte è stata bella, ma è stato... è stato incredibile." Il suo respiro era irregolare mentre appoggiava la testa sul mio petto.

'Sono d'accordo. Guardarvi voi due mi ha fatto venire davvero forte,' mi ha pensato Summer.

"Non ho ancora finito, mamma," le ho detto, sollevandole il busto abbastanza in alto da potermi agganciare a uno dei suoi capezzoli, mentre iniziavo a muovere i fianchi sotto di lei.

"Figliolo, io non...ugh...penso di poter...ahhhhh...andare...andare...oh, cazzo!" Ha gridato, quando ho sentito la lingua di Summer leccarmi le palle, e ho capito che stava piacendo anche alla mamma. La mamma cominciò a muovere i fianchi da sola, gemendo e strusciandosi contro i suoi due adorabili figli. Quando è venuta di nuovo, è stato spettacolare. Tutto il suo corpo si è bloccato e ho potuto sentire i suoi fluidi uscire dal buco, bagnando il mio inguine e il viso di Summer.

È crollata di lato, mentre cercava di riprendersi, e io sono scivolato fuori da lei con un rumore molto umido. Il mio cazzo non rimase libero a lungo, prima che Summer ne ingoiasse quanto più poteva, tra le sue labbra. Cominciò a pulire avidamente il mio cazzo e le palle da tutti i succhi della mamma, come se non mangiasse da settimane.

"Non posso credere che abbia tutto il tuo cazzo dentro", mi ha pensato. "La prossima sono io," disse ad alta voce, prima di baciarmi lungo il corpo. Quando le nostre lingue si sono incontrate, ho potuto sentire il sapore di nostra madre su di lei, e questo mi ha fatto gemere ancora di più mentre scivolavo nella sua presa già scivolosa.

Ci ho allontanati dalla mamma, in modo da poter stare sopra, e ho usato colpi lunghi e costanti per entrare il più in profondità possibile nella cavità vaginale di mia sorella. Tenevo i suoi seni in ciascuna mano, pizzicandole i capezzoli tra i pollici e gli indici, e lei agitava la testa avanti e indietro mentre toccavo il sedere ancora e ancora. "Fanculo, Nick. Fanculo tua sorella e fammi venire, come hai fatto con la mamma!"

La mamma doveva essersi ripresa abbastanza, perché all'improvviso era proprio lì, a baciare sonoramente Summer sulle labbra, mentre la sua mano destra si tuffava sul clitoride di sua figlia e iniziava a massaggiarla. La figa stretta di mia sorella mi ha stretto forte mentre veniva, mandandomi oltre il limite.

Sono uscito appena in tempo e ho sparato il mio carico sulla mano di mamma e sullo stomaco di mia sorella. Poi ho guardato con stupore la mamma che smetteva di baciare sua figlia e iniziava a leccarmi la sborra dal dorso della sua mano. Quando fu pulito, iniziò a leccare tutto il mio sperma dallo stomaco di Summer.

"Non ingoiarlo," disse Summer senza fiato. "Voglio un po."

La mamma succhiò ancora e poi avvicinò le sue labbra a quelle di Summer. Pensavo che ne avrebbe gocciolato un po', ma Summer ha afferrato la parte posteriore della testa di mamma e l'ha tirata giù, succhiando il mio seme direttamente dalle labbra di nostra madre.

Guardarli mi ha eccitato così tanto che ho capito che non ero debole. Volevo tornare di nuovo da mamma, quindi sono strisciato dietro di lei, ma lei mi ha fermato.

"Non posso adesso, figliolo. Non in quel buco. Sono anni che non lo faccio, ma penso che mi piacerebbe averti nel culo." Wow, ho pensato, la sua fiducia è davvero alta.

"Il culo, mamma? Ho sentito di gente che lo fa, ma è davvero una bella sensazione?" chiese Summer, incuriosita.

La mamma diede a Summer un rapido bacio sulle labbra, sorridendo. "Tesoro, alcuni dei miei migliori orgasmi di sempre sono arrivati ​​dal sesso anale, ma a tuo padre non è piaciuto. Considerando quanto si è sentito bene tuo fratello nella mia vagina, posso solo immaginare come si sentirà nel mio culo." Lei mi ha mosso la schiena. "Che cosa stai aspettando?" Mi ha chiesto, con impazienza.

Non ho perso altro tempo e le ho sbavato un po' sull'ano. Il mio cazzo era ancora ben lubrificato tra sperma e saliva, quindi l'ho premuto contro il suo piccolo buco marrone. Ci è voluta un po' di pressione per entrare nel suo colon, ma una volta che la testa è scivolata dentro, ho gemito alla deliziosa sensazione del suo sfintere che scivolava lungo la mia asta.

"Vai piano, figliolo. Sei molto più grande di chiunque abbia mai avuto laggiù, e ho la sensazione che mi spaccherai il culo in due." Ho annuito e ho aspettato che lei mi desse il via libera, prima di scivolare più a fondo nel suo colon. "Mmm, è così. Bello e lento. Cavolo, è passato troppo tempo. Ahhh, riesco a sentirti così profondamente dentro di me."

Stavo andando piano, ma non ci volle molto perché la mamma si ribellasse contro di me. Ho colto il suggerimento e ho accelerato il passo, finché la stanza non si è riempita del suono dei miei fianchi che sbattevano contro il suo culo e dei suoi gemiti sonori.

Summer stava di nuovo giocando con se stessa e accarezzava uno dei seni penzolanti della mamma mentre ci guardava, con uno sguardo affamato nei suoi occhi.

"Esatto, figliolo. Fanculo il culo di tua madre. Fammi venire forte sul tuo cazzo grosso. Sì, sì, sì!" Summer ha incollato le sue labbra a quelle di mamma mentre mia sorella iniziava a venire, e ho potuto sentire lo sfintere stretto di mamma afferrarmi mentre veniva subito dopo.

La mamma cadde in avanti, staccandosi da me, mentre pomiciava avidamente con Summer.

"Va bene, tesoro, tocca a te", disse piano la mamma. Ho visto una scintilla di paura negli occhi di mia sorella, ma è stata sostituita dal desiderio mentre mi guardava.

"Come ti sei sentito?" mi chiese ad alta voce.

"È stato meraviglioso", le ho detto, "ma dovresti chiederlo a mamma, non a me."

"Mamma me lo ha già detto e ho visto quanto le è piaciuto. Voglio assicurarmi che piaccia anche a te." Non so se avrei mai potuto amare mia sorella più di allora.

"Lascia che ti prepari", disse la mamma, strisciando tra le gambe di Summer. "Dovremmo dare una pausa a tuo fratello."

Ho guardato con gioia mentre la mamma sollevava il bacino di Summer e iniziava a leccarle il culo. Era uno spettacolo che non avrei mai immaginato, e tanto meno avrei mai pensato di vedere, mentre la mamma leccava l'ano di Summer, facendo gemere mia sorella di gioia.

"Mmm, mi fa sentire bene, mamma. Mi piace la sensazione della tua lingua nel mio culo." La mamma ha alzato la mano, mentre contemporaneamente ha spostato la bocca sulla figa di sua figlia, e ho visto gli occhi di mia sorella spalancarsi, mentre la mamma le infilava un dito nel culo. "Oh, wow! Se il tuo dito è così bello, mi chiedo come sarà il suo cazzo."

"Dovrai aspettare un secondo, tesoro. Prima devo distenderti un po'," le disse la mamma, "e avrò bisogno che tu ti rilassi un po', così non fa male, " e poi tornò a leccare la figa di sua figlia. Dopo qualche minuto, la mamma ha infilato un altro dito e poi un altro ancora. L'estate arrivò dura, gemendo e stritolando contro nostra madre. "Okay, penso che tu sia pronto adesso."

Ero duro come la roccia e quasi pronto a esplodere, ero così arrapato in quel momento. La mamma mi ha fatto sdraiare sulla schiena, mentre Summer mi è salita sopra. La mia amorevole madre ha afferrato il mio fallo e lo ha puntato verso il culo di sua figlia. "Va bene, Summer, torna lentamente, e avrai bisogno di rilassarti. Se ti irrigidisci, farà male." Summer annuì, succhiò il labbro inferiore e mi guardò.

"Non vedo l'ora di sentirti nel culo", mi ha pensato. "Voglio averti in ogni modo in cui una donna può avere un uomo, finché non torni a scuola."

Gemetti forte quando sentii il suo buco marrone colpirmi la testa, e un secondo dopo ero dentro di lei. L'estate si congelò immediatamente e la mamma continuò a sussurrarle di rilassarsi. Ha fatto come le era stato detto e ha persino iniziato a far scorrere l'ano lungo il mio strumento invasore.

Se la sua figa era stretta, il suo colon lo era ancora di più. Non potevo credere con quanta fermezza mi stringesse, mentre sentivo ogni centimetro di me scivolare sempre più in profondità dentro di lei.

"Il mio culo sta bene, Nick?" mi chiese, e in quel momento non riuscivo a trovare la voce, quindi mi limitai ad annuire. "Mmm, mi fa sentire bene anche io," gemette quando i nostri bacini finalmente si incontrarono. Per la prima volta, la mia spada era completamente nel fodero di mia sorella.

"Bene," ha detto la mamma a Summer, "ora prenditi il ​​tuo tempo e, visto che sei in cima, puoi controllare il ritmo."

Lei annuì e iniziò a dondolare i fianchi avanti e indietro. I suoi occhi si spalancarono di nuovo e mi guardò stupita. "Posso sentirti dentro di me più profondamente che mai. Non posso credere quanto sia bello. All'inizio ha fatto un po' male, ma ora che ci sono abituato... mi piace!"

Ho sorriso mentre le mettevo una mano sulla tetta e spostavo l'altra sulla sua figa. Ho dovuto inclinare la mano in modo scomodo per infilare un dito dentro di lei, ma il suo gemito quando l'ho fatto ha fatto valere il disagio. Si afferrò il seno libero mentre accelerava il passo sopra di me.

La mamma si è arrampicata su di me, ha sostituito la mia mano e ho potuto succhiare uno dei suoi seni. Ho spostato la mano che era stata sostituita sulla figa di mamma e, nonostante le sue precedenti proteste, lei mi ha lasciato giocare con il suo clitoride, mentre i gemiti di Summer crescevano di volume. Non potevo credere di essere nel culo di mia sorella, o che mia madre mi avesse aiutato a fare una cosa del genere. Ero nel vero paradiso incestuoso!

"Oh, Dio! Non l'ho mai saputo. Non ho mai saputo quanto potesse essere bello. Ti amo nel culo, Nick. Oh, Dio, sto per venire, ed è un colpo grosso!" Summer ha iniziato a tremare e tremare, e ho pensato che il suo sfintere mi avrebbe pizzicato via il cazzo, tanto era tesa. Ma allo stesso tempo, il suo colon si massaggiava e si contorceva per tutta la lunghezza del mio cazzo, e senza nessun altro preavviso, ho iniziato a spararle in profondità nel culo.

L'estate finì e la mamma si mise a sedere. Ho guardato la mia adorabile sorella, mentre giaceva lì, con gli occhi chiusi e il respiro affannoso, un sorriso che abbelliva leggermente le sue labbra morbide.

"Deve essere stato davvero un grosso evento," sussurrò la mamma. "Sono svenuto solo due volte a causa di un orgasmo anale, ma sono sempre stati i migliori." La mamma mi ha dato un bacio dolce, rannicchiandosi al mio fianco. "Penso che avremo bisogno di sottoporci al controllo delle nascite", ha detto, e questa volta sono stata io a sorridere.

Nonostante fosse ancora presto, ero esausto e mi addormentai tra le due adorabili donne della mia famiglia.

I due giorni successivi furono confusi, poiché passavamo la maggior parte del tempo a letto, tra un paio di gambe o l'altro.

È stato con il cuore pesante che sono tornato al nord, per Capodanno. Per fortuna i naniti funzionavano a qualsiasi distanza e potevo comunque comunicare con mia sorella per tutto il tempo. Sfortunatamente, ha iniziato facendomi giocare con la mamma, e presto ho dovuto accostare per masturbarmi, prima di poter continuare a guidare.

===================================
Ci scusiamo per un altro breve capitolo, ma le cose iniziano davvero a riprendere dopo questo capitolo. Per ulteriori informazioni, controlla il forum all'indirizzo http://forum.xnxx.com/showthread.php?t=231610

Spero che stiate trascorrendo delle belle festività natalizie, solo una nota per coloro che scelgono di non visitare il forum. Questa è la mia ultima serie e ci sono 21 capitoli in totale. Spero davvero che vi piaccia e, ancora una volta, buone vacanze!

Storie simili

Il mio compito per i media.

Ho ricevuto una chiamata per entrare nell'ufficio del mio editore per un incontro con il signor Giles. Stavo lavorando al giornale locale da 6 mesi, quindi naturalmente ero nervoso. Mi chiedevo cosa avessi fatto di sbagliato, tale era la mia negatività. Rachael, per favore siediti ha detto mentre entravo. Mi sono seduto dentro tremante mentre aspettavo quella che pensavo sarebbe stata una brutta notizia. Rachael, ho visto il tuo pezzo sulle corse dei levrieri e sull'esca viva ha detto è stato fantastico. Penso che avrebbero sentito il mio sospiro di sollievo nel prossimo edificio. “Evidentemente ami gli animali” ha aggiunto. Sì...

1.5K I più visti

Likes 0

Doppia fortuna all'aeroporto di Hong Kong pt. 1

Questa è la mia prima storia così nuda con me. Questa è una storia vera che mi è successa nel 2012. Stavo viaggiando da NC a Manila per le vacanze e ho fatto una sosta di 16 ore a Hong Kong. Quando sono arrivato all'aeroporto di Hong Kong sapevo che avevano delle piccole cabine letto in aeroporto che potevi affittare a ore. Stavo camminando dal mio terminal all'area principale con cibo e altre attrazioni turistiche. Mi è capitato di vedere un ragazzo di colore con un documento d'identità dell'aeroporto e l'ho salutato e gli ho chiesto se sapeva dove potevo trovare...

828 I più visti

Likes 0

Emerge la cagna interiore

Lo ha incontrato al bar circa 10 minuti dopo l'orario stabilito. Le piaceva farli aspettare, le piaceva la sensazione di potere che le dava vedere lo sguardo di sollievo quando arrivava. Indossava un abito semplice e poteva vedere il sollievo misto a una certa delusione sul suo viso quando notò che non indossava gli stivali. Sorridendo tra sé, mantenne il suo sorriso distaccato e si avvicinò al tavolo. Rimase lì, lanciando uno sguardo mirato alla sedia mentre aspettava. Dapprima perplesso, alla fine si rese conto che avrebbe dovuto alzarsi quando lei si avvicinò. Alzandosi rapidamente, fece il giro del tavolo per...

791 I più visti

Likes 0

La casa di Yash

Ehi, sono nuovo nello scrivere storie erotiche e spero di ricevere buoni commenti sul mio lavoro, mandami anche un feedback. Se ti è piaciuta la mia storia, dimmi in kik quanto sono stato bravo, il mio kik è ben5128, se alla gente piacciono le mie storie, allora scriverò un'altra parte della storia per questo. E scriverò altre storie più avanti nella vita. Mi chiamo Marc e sono bisessuale. Tutto inizia a scuola durante la fine del periodo. Sono in seconda media e il nostro insegnante ci ha assegnato i posti per la nostra classe avanzata di matematica. Mi è stato assegnato...

489 I più visti

Likes 0

L'inganno è diventato goduto IV

Erano passate più di due settimane dalla mia orribile esperienza. Con il tempo, ho imparato ad accettare quello che era successo. Sebbene mi sentissi usato, l'avevo decisamente invitato su me stesso. Non sapevo nulla del ragazzo, e anche dopo avermi insultato e avermi detto che aveva una relazione, l'ho ancora implorato di lasciarmi succhiare il suo cazzo. Sapevo che non l'avrei seguito di nuovo. La mia vita stava tornando alla normalità, non stavo vivendo gli intensi desideri di travestirmi che avevo di recente. Avevo messo via i miei vestiti e il trucco, e avevo persino iniziato ad andare in città, cercando...

1.5K I più visti

Likes 0

Finalmente i piedi di Nicole: la vendita Capitolo 1

Sono le 18:00 di sera e inserisco le note nel computer nel database della nostra concessionaria. È stata una giornata piuttosto lenta e mi annoio. Mi alzo per sgranchirmi ed esco fuori per illuminarmi. Mentre metto l'accendino in tasca, noto un vecchio amico con cui lavoravo al pull up. Parcheggia e si avvicina a me sorridendo. Ehi, come stai? chiede Nicole mentre cammina verso di me. Ciao Bella ragazza. È molto tempo che non ci si vede. Cosa ti porta a vedermi? Ho chiesto. Nicole mi si avvicinò e mi gettò le braccia al collo. Abbiamo sempre parlato a Sagebrush, ma...

1.3K I più visti

Likes 0

Adam Martin - L'allievo CH02

Adam Martin - L'allievo Di Christian G. Kay [email protected] A cura di Sherry Per favore inviatemi un feedback, mi piacerebbe sapere cosa ne pensate della storia. DISCLAIMER: Si prega di leggere e attenersi alla DISCLAIMER pubblicata nel primo capitolo. Adam Martin - The Pupil è una storia erotica, con alcune parti contenenti scene sessuali grafiche. Se l'erotismo è illegale nella tua zona per legge locale, provinciale, provinciale o nazionale, per favore smetti di leggere ora e vai altrove. Capitolo 02 - La piazza del viaggio. Mi ha detto che sarebbe tornata subito e mi ha lasciato lì in piedi, mentre si...

1.3K I più visti

Likes 0

Giocare a osare con la sorella Parte 3_(2)

Non riuscivo ancora a credere agli eventi degli ultimi due giorni. I nostri genitori erano partiti per il fine settimana perché mia nonna si era ammalata. Volevano che la mia stronza sorella Kayleigh e io trascorressimo il fine settimana insieme, con grande sgomento di Kayleigh. Venerdì sera, Vlad ed io avevamo costretto la mia stronza ma incredibilmente sexy sorella Kayleigh a fare un gioco di coraggio venerdì sera. Per paura di perdere $ 100 durante il gioco e per essere ferocemente competitiva, Kayleigh aveva accettato di togliersi top e pantaloni e sfilare in mutande. Non aveva idea di quanti problemi l'avrebbero...

1.4K I più visti

Likes 0

Droga per stupro

Storia di Fbailey numero 733 Droga per stupro È iniziato abbastanza innocente ma sicuramente è cambiato in fretta. Avevo invitato tre dei miei amici per il pomeriggio per pianificare il nostro progetto scientifico. L'insegnante ci ha messo in coppia, ma andava bene perché li conoscevo tutti e tre da quando abbiamo iniziato la scuola, anni fa. Non uscivamo insieme perché io ero un secchione, Jim e Bob erano atleti e Hank era solo un pervertito. Mia madre e mia sorella erano andate a fare la spesa e mi hanno chiesto di aiutarle a portare i bagagli dall'auto. I ragazzi hanno dato...

675 I più visti

Likes 0

Lo spirito di Cassy

Jason ha incontrato Cassy durante il loro primo anno al college. Stava per cambiare il mondo degli affari e metterlo all'orecchio con la sua brillante intuizione e fermezza e lei si è diretta nel mondo dell'istruzione della nostra giovinezza diventando un'insegnante secondaria di inglese. Entrambi erano ambiziosi ma ingenui ed entrambi i loro desideri si sono rivelati sbagliati. Faceva parte della poltiglia che si impara oggi nei nostri college e non se ne sono resi conto fino a quando non sono entrati nel mondo reale. Ma quel primo incontro tra i due fu qualcosa di speciale che cambiò per sempre le...

1.4K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.