Gli esibizionisti, parte 2

415Report
Gli esibizionisti, parte 2

Gli esibizionisti
Episodio 2
Squadra di nuoto

Disclaimer: quanto segue è un'opera di fantasia. Pertanto, ho scelto di ambientarlo in un mondo in cui il controllo delle nascite è sicuro, efficace e disponibile al 100% e tutte le malattie sessualmente trasmissibili sono state sradicate. Nel mondo reale, alcune delle scelte che questi personaggi fanno sarebbero estremamente rischiose. Non comportarti come loro.

Riepilogo: nell'episodio 1, la protagonista e la sua amica Steph hanno compiuto 16 anni, si sono fatte fare il piercing ai capezzoli, hanno sperimentato il risveglio sessuale, hanno comprato giocattoli sessuali, hanno visto un vecchio sporco masturbarsi e si sono esposte a numerosi sconosciuti.

Prima che avessimo la possibilità di mostrare qualcun altro, i nostri padri hanno scoperto i nostri piercing ai capezzoli e sono saliti alle stelle. È venuto fuori che le nostre madri lo sapevano da un po' ma non avevano detto nulla per rispetto della nostra privacy. Ma la madre di Steph si è accidentalmente lasciata sfuggire il segreto, e poi tutto è finito. I nostri padri erano piuttosto incazzati con le loro mogli per aver tenuto loro dei segreti, quindi forse non sono stati così duri con noi come avrebbero potuto essere altrimenti. Tuttavia, siamo stati entrambi in punizione per un mese e quando siamo stati di nuovo liberi il tempo era diventato freddo. La buona notizia è che, dopo, non abbiamo più dovuto nascondere i nostri piercing.

Sono sempre stato un discreto nuotatore e avevo il fisico di un nuotatore: alto, magro, con le spalle larghe. L'allenatrice di nuoto femminile era la mia insegnante di francese (originaria di Montreal) e mi ha reclutato per uscire con la squadra JV. Alle prove, alcune delle ragazze dell'università si sono presentate e hanno iniziato a commentare chiassosamente chi avrebbe fatto parte della squadra e chi no. Nel mio caso, erano tutti d'accordo sul fatto che mi fosse stato garantito un posto e, per qualche ragione, lo trovarono esilarante. L'allenatore li ha cacciati prima che l'allenamento iniziasse sul serio. Avevano ragione, però, ho fatto parte della squadra.

Gli allenamenti sono iniziati il ​​lunedì successivo dopo la scuola, con un programma estenuante: 90 minuti in acqua, seguiti da una sessione di studio di 90 minuti mentre le squadre maschili nuotavano, seguita da un'altra ora in piscina. Le squadre varsity e JV si sono esercitate insieme e le ragazze varsity hanno riso di quanto fossimo deboli e lente, ma hanno anche offerto alcuni consigli utili e incoraggiamento. Dopo i primi 90 minuti, mi sentivo come se le mie braccia stessero per cadere ed ero sicuro che sarei annegato nella seconda sessione. Ho fatto la doccia con il resto, poi ho finito i compiti. L'allenatore si è assicurato che stessimo tutti facendo il nostro lavoro, ricordandoci che se i nostri voti scendessero, i nostri genitori potrebbero toglierci dalla squadra. Poi ha detto che se qualcuno avesse avuto un problema per il quale aveva bisogno di aiuto, sarebbe stata nel suo ufficio.

Quasi immediatamente, una delle ragazze dell'università ha annunciato che aveva bisogno di aiuto con i compiti ed è andata nell'ufficio del coach. Dopodiché, c'era un flusso costante di ragazze dentro e fuori dal suo ufficio. Ho finito il mio lavoro senza problemi, quindi ho tirato fuori un libro e ho letto fino al momento di tornare in acqua. Sono sopravvissuto, anche se alla fine ero completamente esausto. Tornando negli spogliatoi, il capitano dell'università mi ha detto che un modo per andare più veloce era radersi tutti i capelli sotto il collo. Un paio di ragazze ridacchiarono, ma il capitano sembrava serio, quindi non ero sicuro se fosse divertente a mie spese o un consiglio utile. L'ho chiesto all'allenatore dopo l'allenamento, e lei mi ha detto che aiuta, e si è offerta di aiutarmi con i punti difficili da raggiungere dopo l'allenamento il giorno successivo.

Martedì, i ragazzi sono entrati per primi in piscina, quindi abbiamo iniziato in sala pesi. L'allenatore ha distribuito appunti con fogli di lavoro per registrare i nostri pesi sulle varie macchine. Aveva anche accoppiato tutte le ragazze JV con una ragazza più grande per assicurarsi che stessimo facendo tutto bene. Ero in coppia con il capitano della squadra e lei sembrava molto amichevole, incoraggiandomi a fare un'ultima ripetizione dopo che pensavo di aver finito. Poteva sollevare molto più di me e il suo corpo sembrava scolpito. Liscio, però, non come un bodybuilder. E decisamente senza peli. Aveva i capelli castano molto scuro, quindi avrei potuto vedere dei peli sulle braccia, ma non ce n'erano.

Dopo il nostro turno in piscina, circa la metà delle ragazze è tornata a casa e l'altra metà è rimasta per una sessione di studio. L'allenatore ha portato un po' di crema da barba e rasoi nella zona doccia e mi ha detto di radermi braccia e gambe, e poi mi avrebbe aiutato con il resto. Quando ebbi fatto la mia parte, lei entrò e cominciò con i palmi delle mie mani e le piante dei miei piedi. Quando ho chiesto perché, ha detto che rimuovere i capelli era solo una parte di esso; stavamo anche raschiando via le cellule morte della pelle e aumentando la nostra sensazione per l'acqua. Poi mi ha fatto togliere il vestito per potermi radere la schiena. Ho chiesto perché stessimo radendo qualcosa che era comunque coperto dalla tuta, e lei ha detto che alcuni dei benefici erano mentali. Mi sentirei più veloce, quindi sarei più sicuro di me stesso e finirei per nuotare più velocemente.

Poi mi ha fatto girare e ha iniziato a radermi la fronte. Ero un po' a disagio, ma si è comportata come se fosse una parte normale del processo, quindi non ho detto niente. Deve averlo notato, però, quando ha iniziato a fare chiacchiere per mettermi a mio agio. Dopo aver chiesto informazioni sulle lezioni e cose del genere, ha tirato fuori uno sgabello e mi ha fatto sedere, così da potermi radere la figa. Ancora una volta, questo mi è sembrato strano, ma lei era così concreta al riguardo, ho fatto solo come aveva detto. Le cose sono diventate più strane poi, quando ha iniziato a dirmi che le piacevano i miei piercing al capezzolo e che ne aveva anche lei. Nonostante la strana situazione, mi sono ritrovato a iniziare ad eccitarmi. Ero nudo davanti a qualcuno che parlava dei miei capezzoli e mi toccava tra le gambe. Ho sentito i miei capezzoli diventare duri e pizzicare e i miei succhi hanno iniziato a fluire. Stava diventando un po' difficile stare ferma, ma aveva quasi finito. Quando ha finito, si è alzata e mi ha detto che il suo clitoride era ora trafitto. Automaticamente, i miei occhi sono andati al suo inguine e ho visto che il suo vestito aveva una grande macchia bagnata lì. Ha detto che se avessi mai voluto vederlo, avrei dovuto fingere di aver bisogno di aiuto con un problema durante le nostre sessioni di compiti a casa ed entrare nel suo ufficio. Poi mi ha lasciato per essere risciacquato e vestito.

Dopo di che, la mia testa era tutta un vortice di domande. L'allenatore era lesbica? Stava davvero cercando di sedurmi? Tutte le ragazze che entravano nel suo ufficio durante le sessioni dei compiti facevano sesso con lei? Come sarebbe se mi toccasse? Mi hai leccato? Che sapore avrebbe se la leccassi? Se mi sono emozionato a pensarci, questo ha fatto di me una lesbica?

La vita però è andata avanti normalmente, come se nulla fosse accaduto, fino al fine settimana. Stavo dormendo a casa di Steph quando le ho raccontato cos'era successo. Mi aspettavo che fosse del tutto disgustata, ma sembrava pensare che fosse piuttosto figo. Mi ha chiesto se avevo intenzione di andare nell'ufficio del coach e vedere cosa fosse successo. Ho detto di no, certo che no. Quindi, Steph ha detto che si era sempre chiesta come sarebbe stato avere qualcuno che le succhiava i capezzoli. Immediatamente, il mio corpo è passato alla modalità completamente calda e infastidita. Rimasi in silenzio per un po' e il silenzio si protrasse. Poi ho detto ok e mi sono alzato. "Okay cosa?" lei ha risposto. "Va bene, ti succhierò i capezzoli. Alzati la camicia." Non riuscivo a vedere molto nell'oscurità, ma ho sentito Steph frusciare intorno. Mi prese la mano e mi tirò verso di lei. Ho sentito il suo corpo con l'altra mano e ho individuato i suoi seni prima di abbassare la testa e prendere un capezzolo in bocca. Steph sussultò di piacere e il suo corpo tremò un po'. Ho iniziato a succhiare, facendo rotolare il suo piercing con la lingua mentre facevo lo stesso con le dita sull'altro capezzolo. Steph ora respirava affannosamente, quasi gemendo, e la mia figa bagnata mostrava che anch'io ero molto eccitato. Ho spostato la mia mano sulla figa di Steph e ho trovato le sue mani già impegnate lì. Lei li ha spostati e io ho infilato il dito nella mia primissima fica. È scivolato fino in fondo con un piccolo suono di schiacciamento umido. L'ho spostato, sentendo le sue viscere, prima di ritirarlo ed entrare di nuovo in lei. L'ho sentita spingere i fianchi verso l'alto per incontrarmi, prendendo il mio dito il più lontano possibile. Ora gemeva sonoramente mentre la scopavo con le dita. Poi il mio pollice ha trovato il suo clitoride e ha iniziato a strofinarlo. Mi ha afferrato la testa e se l'è premuta contro il seno, e ho sentito il suo intero corpo irrigidirsi. Poi il mio dito ha sentito i muscoli della sua figa iniziare a contrarsi e un liquido caldo ne è uscito e ho capito che era in preda all'orgasmo. Anche dopo che la parte principale era finita, piccole scosse di assestamento attraversarono il suo corpo mentre continuavo a massaggiarle la clitoride e muovere il dito dentro di lei. Quando fu completamente esausta, avvicinò la mia testa alla sua e mi diede un bacio appassionato, poi disse: "Tocca a te. Sdraiati".

Ero un po' nervoso, ma avevo davvero bisogno di sfogarmi, così mi sono sdraiato e mi sono tirato su la camicia da notte. Presto, ho sentito le mani di Steph localizzare il mio corpo nell'oscurità, poi la sua bocca calda ha inghiottito il mio capezzolo e il pensiero cosciente è svanito prima dell'assalto delle sensazioni sessuali. Le dita di Steph stavano strofinando il mio tumulo, allargando le mie labbra, entrando in me, strofinando il mio clitoride. Improvvisamente, tutto si è fermato e ho emesso un gemito frustrato. Ho sentito Steph che si muoveva, e poi la sua testa era tra le mie gambe, la sua lingua che sondava la mia fessura, accarezzando il mio clitoride, poi succhiandolo nella sua bocca mentre inseriva due dita nella mia fica gocciolante. Sentii che stavo raggiungendo il mio orgasmo, ma poi Steph si fermò per un momento, emettendo un altro gemito. Mi ha preso in giro in quel modo un paio di volte, prima che le afferrassi la testa e la tenessi ferma fino al mio arrivo. Quando l'ho fatto, sembrava andare avanti per sempre. Mentre uno spasmo dopo l'altro mi attraversava, le uniche cose al mondo che sembravano reali erano la bocca di Steph sulla mia clitoride e le sue dita dentro di me, che venivano strizzate ad ogni ondata di piacere. Alla fine, finì, ed entrambi ci infilammo nel letto, esausti.

La notte successiva, abbiamo fatto un altro pigiama party, così abbiamo potuto discutere di quello che era successo. Decidemmo che ci piacevano ancora i ragazzi, quindi non eravamo lesbiche, ma che non c'era niente di sbagliato nel darsi piacere a vicenda. Cosa che abbiamo proceduto a fare di nuovo, ed è stato altrettanto bello. Questa volta ho fatto sesso orale anche a Steph. Aveva un buon sapore, ma i suoi capelli continuavano a entrarmi in bocca. Ho preso nota per suggerirle di farmela radere prima del nostro prossimo pigiama party.

Durante la sessione di studio di lunedì, ho pensato di andare nell'ufficio del coach e vedere se voleva davvero fare sesso con me. Se andava bene condividere il piacere con Steph, perché non farlo anche con l'allenatore? Ma se mi fossi sbagliato su quello che è successo lì dentro? Ero troppo spaventata, quindi ho fatto i compiti da brava bambina. Mercoledì, però, stavo iniziando a sentirmi davvero eccitato ed era difficile per me pensare ad altro. La suspense mi stava uccidendo, quindi ho deciso di farla finita. Avevamo appena aperto i nostri libri di testo quando annunciai che avevo bisogno di aiuto con i compiti e mi diressi verso l'ufficio del coach. Potrebbe essere stata la mia immaginazione, ma ho sentito i bulbi oculari che mi perforavano la schiena mentre camminavo lì.

Ho bussato alla porta chiusa. L'allenatore l'ha aperto, mi ha fatto entrare e l'ha chiuso dietro di me. Poi ha avvicinato un paio di sedie a un tavolo e mi ha invitato a sedermi accanto a lei. Ho messo i miei libri sul tavolo, ho fatto un respiro profondo e ho sbottato: "Non ho davvero bisogno di aiuto con i compiti". "Per cosa hai bisogno di aiuto", ha risposto. "Hai detto che mi avresti mostrato il tuo anello del clitoride se avessi voluto. Voglio vederlo." "Sei sicuro?" Ho annuito.

L'allenatore si è seduto sul tavolo e ha mosso una gamba su entrambi i lati di me. Poi ha tirato da parte il costume da bagno e c'era la sua figa pelata proprio davanti alla mia faccia. Abbastanza sicuro, il suo clitoride come trafitto. "Posso toccarlo?" Ho chiesto. L'allenatore ha detto di sì, ma sii gentile. Ho allungato un dito e l'ho fatto scorrere leggermente intorno al suo anello, provocando un piccolo rantolo. Alzai lo sguardo su di lei e vidi che i suoi occhi erano chiusi e lui la bocca aperta in una O di piacere. Era appoggiata all'indietro su un braccio e l'altra mano stava ancora scostando il costume da bagno a mio vantaggio. Mentre continuavo a toccarle la clitoride, lei allargò maggiormente le gambe e la sua vagina si aprì, mostrandomi il rosa brillante e umido all'interno. Mi sporsi in avanti e leccai quei succhi. Poi ho succhiato il suo clitoride nella mia bocca, anello e tutto il resto, mentre inserivo un dito nella sua figa e l'avevo tirata fuori proprio come io e Steph avevamo fatto l'uno per l'altro.

Quando il suo orgasmo fu terminato, l'allenatore mi fece togliere il costume da bagno e sdraiarmi sul tavolo. Aprì un cassetto del suo schedario e tirò fuori un paio di vibratori. Uno era a forma di pene e aveva un anello di protuberanze che giravano, e l'altro era molto più piccolo e vibrava. Ha iniziato con quello più piccolo, facendolo scorrere intorno alla mia figa finché non sono stato bello e bagnato. Poi ha inserito quello più grande e ha iniziato a roteare dentro di me mentre quello più piccolo è andato a lavorare sul mio clitoride. Quasi immediatamente, ero alle prese con il mio orgasmo e ho deciso che dovevo procurarmi una di quelle cose spinose per me stesso. Potrei anche usarlo su Steph a volte.

Mi sono resa presentabile, poi sono uscita per finire i compiti mentre altre ragazze facevano il loro turno con l'allenatore. "Dev'essere dannatamente insaziabile", pensai. Mi sono sentito di nuovo un po' eccitato e ho pensato che probabilmente vivevo in una casa di vetro quando si trattava di quell'argomento.

Storie simili

I miei figli innamorati di me 2

Sono una madre vergognosa, che razza di mostro sono? Ho lasciato che mio figlio di 16 anni mi accogliesse Prendendo la sua verginità. Mi sono sentito male e da quel giorno non sono più umano Diritto di parlare. Per definirmi madre! Io-potrei dire di no, Il pensiero di perderlo con una puttana trasandata. Ma guarda chi parla, ho fissato il lavandino, sono stato qui 20 minuti. Mi sentivo così triste, triste, avevo già finito di lavare i piatti a che diavolo sto bene adesso? Ho sentito le braccia avvolgermi lo stomaco e curvarle morbide Le labbra mi baciano la testa. Rabbrividii...

350 I più visti

Likes 1

Tia, la mia sexy vicina nera

Tia è una ragazza dalla pelle marrone media sulla trentina che vive accanto a me. Vive da sola, ha un ottimo lavoro in azienda e si veste bene ogni giorno quando va al lavoro. Lei è molto carina, estremamente sexy, ha un bel seno, lunghi capelli neri e fluenti e bellissimi occhi scuri. Mi eccita totalmente ogni volta che la vedo. Ho stretto un'amicizia con lei e ovviamente flirto molto con lei. Adoro il suo sorriso e ha una personalità piacevole. La saluto sempre e di solito le faccio i complimenti per la scelta dell'abbigliamento per la giornata, e talvolta faccio...

365 I più visti

Likes 0

Essere comandato

Naomi Price stava affrontando una crisi non causata da lei stessa, ma che solo lei poteva capire come risolvere. Aveva 38 anni e la sua carriera stava andando bene. Ma sua figlia di 14 anni frequentava una scuola privata. Lei e suo marito avevano divorziato poco dopo la sua nascita. Il suo mantenimento dei figli non aiutava Naomi a sbarcare il lunario. Inoltre, la carriera del suo ex era andata nel serbatoio; lavorava solo part-time e riusciva a malapena a cavarsela da solo. Un anno prima, Naomi aveva collocato sua madre in una struttura di residenza assistita. Anche se era molto...

317 I più visti

Likes 0

Chat room: una vendetta malvagia della fidanzata

Torni a casa dopo una lunga giornata di lavoro; ti togli il cappotto e vai in cucina per una birra. Quando apri la porta del frigorifero, la tua ragazza si avvicina da dietro, coprendoti gli occhi con una benda. Lo lega stretto essendo un po 'ruvido Ho un osso da scegliere con te !! ti scatta contro. 'Ma che...?! Chiedi, alzando la mano per scoprirti gli occhi. Ti dà uno schiaffo sul dorso della mano e ti afferra il polso tirandoti fuori dalla cucina. Essendo bendato sei disorientato e perdi l'equilibrio, quasi inciampando mentre ti trascina su per le scale. La...

1.5K I più visti

Likes 0

Caramel Mocha alla giungla di Giava

Erano passate due settimane dal nostro ultimo incontro. Qualcosa a cui mi ero abituato. Viene ogni due lunedì alla giungla di Java per consegnare una singola scatola di biscotti con gocce di cioccolato dalla panetteria e caffetteria di Vienna di Josef. I biscotti non erano niente di speciale. Il proprietario li vende solo nel nostro negozio perché suo fratello è proprietario della panetteria. Ma l'uomo che li ha consegnati sembrava davvero qualcosa da cui potrei dare un morso... Aveva poco più di 20 anni e si chiamava Miguel. Capelli castano scuro, mossi e occhi nocciola con un'affascinante tonalità verde esterna ma...

861 I più visti

Likes 0

Mio cugino_(0)

Quando avevo 17 anni andai in vacanza con i miei genitori, i nostri zii e le loro due figlie. Mia cugina (emma) che aveva appena compiuto 16 anni il giorno prima flirtava sempre con me e mi divertivo molto. Beh, un giorno tutti erano usciti e avevano lasciato me ed Emma al campeggio. emma indossava una gonna corta grigia ed era sdraiata su un lettino. Quando mi sono seduto ho potuto vedere la sua gonna e ho visto le sue mutande bianche. si è accorta che la guardavo e non ha mai tentato di coprirsi. Invece ha aperto un po' di...

636 I più visti

Likes 0

Giacomo e Maria_(0)

Capitolo 1 Quando i genitori di James hanno detto che sarebbero usciti per la notte, ciò che inizialmente gli era passato per la mente era stato forse afferrare il telecomando della sua PS4 o vedere quanti episodi di House of Cards poteva guardare. Non aveva previsto cosa avrebbe comportato quella notte, ed era lì per il momento della sua vita. Aveva appena preso il telecomando della TV e si era lasciato cadere sul suo grande divano di pelle quando suonò il campanello. Esitò, espirò, poi si alzò in piedi e attraversò il corridoio fino alla porta d'ingresso. Alla porta c'era un...

622 I più visti

Likes 0

Holli e una vela serale

Holli mi ha incontrato all'estremità del molo... e il mio cuore ha perso un battito quando è scivolata alla vista. Era vestita per una serata a bordo della mia barca: semplici sandali da barca, un bel top azzurro e un paio di pantaloncini cachi molto comodi che le dondolavano facilmente sulle curve, accennando a ciò che aveva da condividere sotto. 5'9 con capelli biondi, gambe lunghe e un corpo atletico in forma, Holli era entrato nel mio mondo attraverso un pomeriggio magico che abbiamo condiviso sul lungomare di Vancouver. Questa serata è stata il risultato del mio invito perché ci eravamo...

470 I più visti

Likes 0

Jordan la dea del sesso_(1)

Mi chiamo Jake. Sto scrivendo questo perché non riesco semplicemente a crederci io stesso. Spero che quando avrò finito sarà affondato un po 'meglio. Comunque. Quello che sto per raccontarvi è un momento molto speciale della mia vita. Quando ho scopato Jordan. Jordan è sempre stata la ragazza più sexy della mia scuola e tutti desiderano il suo seno perfettamente formato. Sa che tutti i ragazzi non possono resisterle e si prefigge il suo obiettivo personale di indossare il collo a V più basso possibile, solo per tormentarci. Il resto del suo corpo è altrettanto meraviglioso. Dal suo viso meravigliosamente fottuto...

466 I più visti

Likes 0

Camion su strada capitolo 5

Jill e io siamo arrivati ​​a Boise ID. intorno alle 5 del mattino. Ho rifornito il camion e l'ho parcheggiato. Siamo entrati e abbiamo fatto una buona colazione. Ha detto voleva avermi per dessert ma nel camion. Ed è stato il giorno dell'anale. Mi ha detto che voleva KD nel culo e io che le martellavo la figa. Ho riso e ho detto hai intenzione di infilarti KD nel culo? (KD è Kong Dong) Questa cosa è lunga 18 pollici e spessa circa 3 pollici, un po' più grande di una lattina di birra, Ci puoi scommettere dice. Le ho detto:...

444 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.