"Dove sei ora?"

438Report

"Dove sei ora?"


Quando avevo circa 35 anni fui assunto per gestire un grande negozio di alimentari che si trovava ai margini di un distretto ad alto tasso di criminalità. Il taccheggio era un grosso problema nel negozio e dopo che un taccheggiatore veniva catturato avevo completa discrezione su cosa fare con quella persona. Ho scoperto il primo giorno di lavoro che se un taccheggiatore ti dicesse che è in libertà vigilata o sulla parola, farebbe qualsiasi cosa pur di non essere arrestato di nuovo. Quello che è successo è che una donna attraente che è stata sorpresa a rubarmi il primo giorno si è trovata in questa situazione. Si è offerta di fare sesso con me se non avessi chiamato la polizia e l'ho accettata! Successivamente ho iniziato a suggerire questa possibilità ad altre taccheggiatrici da cui ero sessualmente attratto se si trovavano nella stessa situazione. Ognuno di loro ha accettato l'offerta!

Questa volta in particolare è accaduta quando una donna è stata sorpresa mentre cercava di rubare una bottiglia di Vodka da 2 litri. Quando sono entrato in ufficio sono rimasto sorpreso di trovare una delle donne che aveva accettato una delle mie operazioni circa 4 o 5 anni prima. Con lei c'era una ragazzina che pensavo fosse sua figlia. Quando l'hanno beccata la prima volta era molto attraente, adesso aveva un aspetto terribile. Il suo corpo e il suo viso sembravano aver abusato di droghe pesanti per molto tempo. La figlia aveva uno sguardo vuoto sul viso che mi ha fatto chiedere se anche lei stesse usando droghe. La figlia era magra, con lunghi capelli biondi e pelle pallida. Anche con lo sguardo vuoto e i vestiti logori e sporchi, probabilmente era ancora una delle bambine più carine che avessi mai visto.

Appena la donna mi ha visto ha iniziato a parlare di fare un altro mestiere. Ho detto alla donna che non avevo alcun interesse a fare nuovamente sesso con lei e lei ha continuato a insistere affinché le dicessi perché no. Non so perché ero preoccupato per i suoi sentimenti; Avrei dovuto dirle che il suo aspetto era rivoltante. Ma per non ferire i suoi sentimenti ho trovato una scusa sulla quale non aveva alcun controllo; la sua età. Le ho appena detto che ormai sta diventando troppo vecchia per il mio godimento sessuale.

Pensavo che la questione fosse finita finché non ha afferrato il braccio della sua giovane figlia che era seduta e l'ha trascinata verso di me. Ha detto che se fosse stata troppo vecchia avrei potuto avere sua figlia al suo posto! Guardai la donna con completo stupore. Non potevo credere a quello che stava insinuando. Ma la madre non ha lasciato dubbi su ciò che stava dicendo quando ha detto che anche se la ragazza aveva solo "undici anni", "scopava" da quando aveva nove anni. La madre poi ha detto alla ragazza "lasciagli fare quello che vuole", ha preso la bottiglia di Vodka ed è uscita dalla stanza!

Rimasi lì scioccato. Per quello che sembrò molto tempo e io e la ragazza ci fissammo. La ragazza sembrava annoiata ma io ero tormentato dalle emozioni. Non potevo credere che una madre avesse appena scambiato la figlia di undici anni con un uomo adulto per scopi sessuali. E anche se non avrei mai creduto di prendere in considerazione l'idea di fare sesso con una ragazza così giovane, mi sono reso conto che ero lì con un'erezione completa. Stavo pensando a come sarebbe stato e come sarebbe stato far scivolare il mio cazzo dentro e fuori da quella ragazzina carina, magra e pallida! Ma non ero sicuro di voler oltrepassare quel limite e nemmeno se la ragazza sarebbe stata d'accordo se lo avessi voluto.

Ma quando la ragazza si è guardata intorno nella stanza e ha chiesto con nonchalance "vai a scoparmi qui o portami da qualche altra parte", ho deciso. Stavo per farla, stavo per scopare questo ragazzino! Quando le ho detto che l'avrei portata a casa mia, tutto quello che ha detto è stato "qualunque cosa". Dopo essere entrati in casa mia, lei è andata con calma in camera da letto e ha iniziato a spogliarsi. Sapevo che era solo una ragazzina, ma ero ancora scioccato da quanto sembrasse più piccola e immatura quando era nuda. Sembrava così fragile con le braccia e le gambe sottili che sembravano stuzzicadenti che spuntavano da una matita. Aveva il petto completamente piatto e senza sviluppo delle tette, avrei potuto guardare il petto di un ragazzino. Ho guardato tra le sue gambe e non ho visto nessun tipo di pelo.

Mentre si sdraiava sul letto mi ha chiesto se avevo del "lubrificante", così ho preso un cassetto e gliel'ho dato. Con stupore ho visto questa giovane ragazza iniziare a strofinarsi il lubrificante tra le gambe con un'esperienza che deriva solo dall'aver fatto questa cosa molte volte prima. E poi, come se non fossi già sotto shock, ha cominciato a strofinarsi il lubrificante nel buco del culo! Stavo pensando che forse non sarei stata in grado di infilare il mio grosso cazzo nella sua fica da sola nel suo buco del culo. Prenderla nel culo non mi era mai passato per la mente.

Dato che all'inizio era così giovane e piccola, avevo pensato di essere gentile con lei. Ma mentre strisciavo tra quelle gambe mi sono ricordato perché la madre mi aveva dato la ragazza. La ragazza mi è stata data per essere usata e abusata, quindi è proprio quello che ho fatto. Ho scopato quel ragazzo più forte e veloce che potevo mentre giacevo tra quelle gambe bianche e sottili. Dopo aver avuto un orgasmo mi sono riposato per circa 20 minuti, ho messo un nuovo preservativo e ho detto alla ragazza di girarsi. Mentre la tiravo verso il bordo del letto, non mi ha mai chiesto cosa le avrei fatto e a quel punto anch'io non ne ero sicuro. Ma lei si mise la mano tra le gambe e cominciò a spargere alcuni dei suoi succhi sopra e nel retto. Poi alzò i fianchi, le afferrò il sedere e aprì quelle piccole chiappe. Il mio cazzo era proprio in linea con quel piccolo buco del culo increspato e ho deciso di provarci! Con la stessa facilità con cui il mio cazzo è scivolato in quella piccola apertura, sapevo che molti altri cazzi erano stati lì prima del mio! In un certo senso mi sentivo come uno spettatore, incapace di comprendere l'idea di ciò che stavo realmente accadendo. Eccomi qui, a tenere i fianchi di una ragazzina magra di undici anni, mentre facevo scivolare il mio grosso cazzo dentro e fuori dal suo culetto stretto! La vista e la sensazione erano incredibili! Mentre scopavo quel culo con colpi piacevoli, lunghi e lenti, lei cominciò a emettere un tipo di rumore immaturo e grugnito che mi eccitava sessualmente ancora di più. Quando ero pronto per un altro orgasmo, ho spinto dentro di lei più profondamente che potevo e l'ho tenuto lì mentre riempivo un altro preservativo con il mio sperma.

Ci siamo riposati un po' e le ho detto che dovevamo pulire, così abbiamo fatto una doccia insieme. Successivamente l'ho portata in un letto diverso con lenzuola pulite. Ci addormentammo entrambi e quando mi svegliai la mattina dopo lei era sdraiata su di me usando la mia spalla come cuscino. Rimasi lì sdraiato pensando a cosa volevo farle prima di portarla a casa. Così l'ho svegliata e le ho detto di succhiarmi. Non ha detto una parola, ha semplicemente messo la bocca sul mio cazzo e ha iniziato a succhiare. Basandosi su come usava la bocca e le mani era ovvio che lo avesse fatto molte volte prima. Quando sono stato pronto a venire, l'ho fatta rotolare sulla schiena, mi sono messo a cavalcioni del suo petto e mi sono masturbato nella sua bocca aperta. Ha ingoiato quel carico senza pensarci o esitare.

L'ho riportata dove viveva e mentre scendeva dall'auto le ho dato cento dollari in venti. Gliel'ho detto solo per lei; di non dirlo a sua madre. Le ho anche detto che l'avrei pagata se avesse voluto farlo di nuovo. Nei due mesi successivi tornò altre tre volte e mi sembrò che stessimo diventando amiche. Forse era solo un pio desiderio da parte mia. Non la vedevo per circa un anno e poi un giorno si è presentata al negozio. Non voleva soldi o sesso, voleva solo salutare. L'ho portata a pranzo e abbiamo parlato per ore. Da allora non l'ho più vista né sentita.

Se sei questa ragazza, volevo che tu sapessi che ti ho pensato spesso chiedendoti cosa ti è mai successo. Ora gestisco una grande catena di negozi dall'altra parte della città e sembro più o meno lo stesso. Se vivi ancora in zona o mai dovessi tornare in zona passa a trovarci, mi piacerebbe sentire la storia.

Storie simili

Dovere coniugale

Ricordo ancora la prima volta che ho visto Sandra per la prima volta. Ero un giovane trasandato di vent'anni. Era una ragazza molto sexy di 22 anni. È venuta da me mentre stavo cercando di avviare la mia motocicletta Norton 750 Commando un po' capricciosa. Ha detto qualcosa a proposito del fatto che le piacciono le biciclette. Questo era tutto quello che avevo bisogno di sentire. Una bruna dall'aspetto attraente con grandi occhi marroni in un paio di jeans attillati che si avvicina a me e mi dice che le piacciono le biciclette. La mia vita ha preso una svolta positiva...

500 I più visti

Likes 0

Organismo X - Cap. 08

Nota dell'autore: dopo diversi mesi di sviluppo infernale, vi presento l'ottavo capitolo di Organism X - Ora con il 100% di scoregge in meno! 1 In lontananza, Erin poteva sentire la ragazza appena trasformata gemere e grugnire mentre la bionda, Lindsay, giocava con lei. Il suono la ripugnava e allo stesso tempo la eccitava. Sarà una bellezza quando cambierà completamente, ha detto Megan. Erin si voltò verso l'arrogante bruna. Sei un mostro. Siete tutti dei mostri, ha detto. Megan sbuffò. Come se non lo fossi? Erin bruciava di vergogna e fissava il pavimento. Un'immagine della ragazza terrorizzata che Erin si era...

457 I più visti

Likes 0

Quanto di meglio si possa III

Obiettivo 5: preparami un gustoso succo di sperma con un bicchiere pieno. Questo è stato abbastanza facile. Ma tutto ha una parte difficile. Ecco un bicchiere pieno. Rani ha avuto un fottuto lavoro a scuola. Quindi se n'è andata la mattina indossando un sari rosso assassino. Avrei solo voluto andare a scuola. Prima di andarsene, mi ha dato un bicchiere usato per servire lo champagne, si è avvicinata a me e mi ha palpato dolcemente il cazzo. Rani :( sussurrandomi all'orecchio con voce sexy) fallo lavorare. Io: posso usare la tua stanza dei quadri???Sai. Usa la tua TV. ?? Rani: va...

784 I più visti

Likes 0

Il patto del diavolo Slave Chronicles Capitolo 4: Gioia, prima cera

Cronache degli schiavi del patto del diavolo da miopenname3000 Diritto d'autore 2015 Gioia: prima cera Nota: Mary ha dato Joy alla madre di Mark, Sandy, e alla fidanzata di Sandy, Betty, perché fosse la loro schiava sessuale. 19 giugno 2013 – Joy Nguyen – South Hill, WA Va tutto bene, sussurrò una voce confortante. Ho lottato per aprire gli occhi; dormire ancora pesante sulle mie palpebre. Potevo sentire il letto tremare dolcemente mentre qualcuno si spostava. Una donna singhiozzò sommessamente. La confusione mi invase; Non ero nel mio letto. Dove ero io? Riuscii ad aprire gli occhi, sentendomi grintoso con poco...

714 I più visti

Likes 0

Gli esibizionisti, parte 2

Gli esibizionisti Episodio 2 Squadra di nuoto Disclaimer: quanto segue è un'opera di fantasia. Pertanto, ho scelto di ambientarlo in un mondo in cui il controllo delle nascite è sicuro, efficace e disponibile al 100% e tutte le malattie sessualmente trasmissibili sono state sradicate. Nel mondo reale, alcune delle scelte che questi personaggi fanno sarebbero estremamente rischiose. Non comportarti come loro. Riepilogo: nell'episodio 1, la protagonista e la sua amica Steph hanno compiuto 16 anni, si sono fatte fare il piercing ai capezzoli, hanno sperimentato il risveglio sessuale, hanno comprato giocattoli sessuali, hanno visto un vecchio sporco masturbarsi e si sono...

607 I più visti

Likes 0

Papà allenta la pressione

Ero sdraiato sul letto con il cazzo in pugno e stavo per strapparlo dalla radice quando Andrea è entrato. Lei mi ha guardato, ha sorriso e si è avvicinata al letto lasciando una scia di vestiti mentre camminava. Mi dispiace di averti ignorato ultimamente, fece le fusa mentre sostituiva la mia mano con la sua sul mio cazzo. Lascia che me ne occupi io. Mi ha accarezzato il cazzo come solo lei poteva, baciandomi continuamente e succhiandomi la lingua. Continuava ad accarezzare la mia virilità e mi sussurrava all'orecchio. Il bambino ha bisogno di una scopata dura da parte di papà...

559 I più visti

Likes 0

Giocare a osare con la sorella Parte 3_(2)

Non riuscivo ancora a credere agli eventi degli ultimi due giorni. I nostri genitori erano partiti per il fine settimana perché mia nonna si era ammalata. Volevano che la mia stronza sorella Kayleigh e io trascorressimo il fine settimana insieme, con grande sgomento di Kayleigh. Venerdì sera, Vlad ed io avevamo costretto la mia stronza ma incredibilmente sexy sorella Kayleigh a fare un gioco di coraggio venerdì sera. Per paura di perdere $ 100 durante il gioco e per essere ferocemente competitiva, Kayleigh aveva accettato di togliersi top e pantaloni e sfilare in mutande. Non aveva idea di quanti problemi l'avrebbero...

1.4K I più visti

Likes 0

Il bussare alla porta_(1)

Il bussare alla porta mi ha sorpreso. La notte di gennaio in Iowa era fredda, fredda, fredda. Mi ero già tolto i vestiti per la notte e mi sono seduto sulla mia poltrona a scrivere sul mio portatile; era una breve storia della mia infanzia. Dal mio divorzio tre anni prima, ho passato molto del mio tempo da solo a scrivere; principalmente sull'argomento di cui so più di ogni altra cosa... io. Ho scritto centinaia di storie sulla mia vecchia città natale e sulla mia famiglia. I miei nove fratelli hanno fornito tonnellate di ricordi che voglio, un giorno, condividere con...

1.5K I più visti

Likes 0

L'estate finisce

Erano passati tre mesi da quel giorno che le aveva cambiato la vita quando suo figlio l'aveva scopata. Lei aveva 34 anni, lui ne avrebbe presto 18. Adesso scopavano regolarmente e insieme avevano capito come separare le loro sessioni sessuali dalla vita di tutti i giorni. Il seminterrato della loro casa che ospitava l'attrezzatura per il bucato era stato diviso per fornire una piccola area ricreativa con un letto al centro e una zona spogliatoio protetta dove sua madre teneva la sua collezione di lingerie sexy acquistata di recente da un sito di sesso su Internet. Tutto ciò che riguardava la...

757 I più visti

Likes 0

La proposta: obblighi rispettati

La proposizione: Gli obblighi vengono rispettati Jenny e io abbiamo dormito fino a domenica mattina. Erano passate le 10:00 quando finalmente siamo scesi dal letto. “Dopo la nostra doccia, cosa vorresti per colazione?” chiese Jenny mentre iniziava a rotolare giù dal letto. Ha poi avuto uno sguardo addolorato sul suo viso. OH! Uumm, Jim, onorerò il nostro patto. Puoi avermi quando vuoi, ma se per te va bene, possiamo fare qualcos'altro la prossima volta? Sono così dolorante, non sono sicuro di poter nemmeno camminare. Il suo dolore era abbastanza comprensibile. Ho dovuto spingere molto forte per sfondare il suo imene e...

764 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.