Una nuova vita per Ruth

397Report
Una nuova vita per Ruth

Ruth Anderson sedeva nel suo nuovo ufficio, era stata promossa sei mesi prima ed era ancora eccitante trovarsi al decimo piano. Ruth era una signora tranquilla da poco passata il suo quarantaquattresimo compleanno, era stata allevata in una rigida famiglia cattolica, figlia unica con un padre dominante che per la sua ira aveva obbedito alla lettera. Aveva trascorso gli ultimi ventiquattro anni in un freddo matrimonio quasi senza sesso, la sorpresa più grande era stata che lei e il marito Donald avevano avuto una figlia meravigliosamente bella, Lena, che a ventidue anni stava per completare un master in economia aziendale alla London School of Economics. . Ruth si rese conto che la sua vita era in qualche modo vuota e quindi il motivo per cui si era spinta nella sua carriera con il consiglio locale, si sentiva orgogliosa di essere ora il capo degli appalti per l'ufficio del consiglio e il dipartimento degli edifici.
Ruth non aveva alcuna esperienza sessuale al di fuori del suo matrimonio, e le poche volte che la sua mente si spostava in quella direzione si castigava, spesso con le lacrime agli occhi aveva notato che questo stava accadendo sempre di più mentre il sesso con Donald era diventato quasi non- esistente, Ruth per tutta la vita si era vista a malapena nuda e si era allontanata da tali abitudini, se l'avesse fatto avrebbe potuto vedere cosa coprivano i suoi noiosi vestiti trasandati. Le sue gambe erano lunghe e lisce e terminavano in un culo superbamente arrotondato, vita sottile con solo un piccolo pancione, un viso carino e da ragazza come per la sua età, un trucco molto delicato con un colorito blando, ma la sua caratteristica principale (qualcosa che ha catturato molti occhio dell'uomo) le sue tette 36DD ancora sode e ancora magnifiche messe in mostra così bene dalla sua vita sottile. Ruth si era sempre sentita in imbarazzo per le dimensioni del suo seno, ma aveva anche notato come attirassero gli sguardi degli uomini che arrossiva di un rosso vivo quando pensava ai loro sguardi.
La vita di Ruth è cambiata all'ora di pranzo poco dopo aver completato i primi sei mesi della sua promozione, è iniziata non diversamente da molte altre ore di pranzo in cui ha aperto la sua scatola di insalata e ha versato l'arancia fresca dal suo contenitore refrigerato. Allo stesso tempo fece schioccare un paio di tasti del computer. Si aspettava di vedere una copia degli ultimi resoconti, ma quello che è apparso è stata una donna alta e bionda che indossava solo scarpe nere con il tacco di sei pollici e una gonna rossa, una gonna di pelle rossa, una gonna tagliata intorno alle sue natiche lisce. Ruth avrebbe saputo più tardi che si trattava di una gonna sculacciata, ha mosso il dito per cancellare la pagina che ha sentito la voce "diffusa largamente appoggiata sul bracciolo della sedia ADESSO" la bionda non ha esitato.
Ruth era incantata….. trascorreva tutto il tempo del pranzo a guardare le giovani donne, mentre un uomo grasso e grosso prima le accarezzava e poi le sculacciava le natiche fino a farle brillare prima di un rosso poi di un viola intenso. Durante il suo calvario le donne non si sono mai lamentate, infatti Ruth era convinta di aver attraversato una serie di orgasmi e una volta ha persino implorato di averne di più. L'uomo sullo schermo era vestito dappertutto, ma Ruth non poteva confondere il rigonfiamento molto grande nei suoi pantaloni attillati sotto il suo grosso intestino grasso, non poteva nemmeno ignorare la propria sensazione che il suo respiro fosse stato affannoso mentre guardava la storia svolgersi, anche la sua figa sposata aveva iniziato a perdere e perdere molto. Ruth poteva sentire la sua umidità e poteva anche sentire l'aroma muschiato che la sua figa eccitata ometteva.
A letto quella notte, mentre Donald dormiva, Ruth scoprì che la sua mente andava alla deriva agli eventi del giorno, sapeva di non poterlo fare, ma solo una volta pensò mentre le sue dita tracciavano ancora una volta le labbra luccicanti della sua figa. Il giorno dopo Ruth giurò a se stessa che non avrebbe più guardato, ma sapeva di essere debole e le sue dita premettero ancora una volta i pulsanti andando allo stesso DVD l'uomo che costringeva il biondo a mangiare il suo grosso cazzo di otto pollici qualcosa che Ruth pensava rozzo e disgustoso e anche peggio quando le ha ricoperto il viso di spesse corde di sperma. Per settimane Ruth ha guardato, donne diverse uomini diversi sempre sculacciate, poi peggio, sesso, uomini anziani dominanti del sesso forzato che controllavano le donne per compiere i loro atti perversi soddisfacendo tutti i loro bisogni sporchi.
Ruth era certa che non avrebbe mai permesso a nessuno di compiere quegli atti sporchi con lei, anche se nelle ultime due settimane aveva chiuso a chiave la porta dell'ufficio durante il pranzo. Che spettacolo se qualcuno potesse entrare, gonna tirata su intorno alla vita seduta su un vecchio asciugamano per evitare di macchiare la sua sedia, mutandine di cotone bianco tirate da un lato e dita che lavorano rapidamente su un clitoride gonfio e labbra gonfie e rosse. Non ci vollero mai due forse tre minuti poi lo stesso disgusto per se stessa, per la prima volta nella sua vita Ruth aveva cominciato a masturbarsi. Andava sempre peggio a volte all'ora di pranzo Ruth poteva avere tre orgasmi, tre o quattro dita ficcate nella sua fica soffocante, iniziò a squirtare per la prima volta nella sua vita e dovette scoprirlo su Internet. Ma era l'odore che il suo odore era sempre stato forte, ma ora l'ufficio puzzava di sesso, sperava solo che nessuno se ne accorgesse.

Robert Cameron James, sedeva nel suo grande ufficio all'undicesimo piano dell'edificio del consiglio. Questo era il suo ottavo anno come responsabile finanziario, un ruolo part time che lo portava in ufficio solo tre giorni alla settimana. Robert aveva fatto i suoi soldi, molti soldi con la spazzatura, in primo luogo vedendo che ristoranti e club avevano grossi problemi con le raccolte settimanali aveva ottenuto il contratto per fornire un servizio notturno. Poi, quando il governo ha introdotto i bidoni di plastica per i rifugiati, era stata una delle prime aziende a introdurre un servizio di pulizia della casa. Il suo senso degli affari ora gli permetteva di immischiarsi nel consiglio, qualcosa di cui si divertiva a fondo.
A sessantun anni Robert era un uomo grosso e sano con un sano appetito per la vita, e in particolare per il sesso. Robert non aveva niente di più che dominare uomini e donne per i suoi bisogni sessuali, che erano ampi e perversi. Questa dominazione era iniziata con sua moglie Mignon De Silva una ragazza sudafricana di buona famiglia, lei aveva avuto diciotto anni contro i ventotto anni completando la sua formazione nel Regno Unito e subito Robert notò quanto apparissero sottomesse queste giovani donne, nel giro di una settimana aveva la dominava la stava scopando, nel giro di un anno si sposarono e Mignon si godeva regolari sculacciate.
Rapidamente Mignon stava aiutando con gli affari usando il suo corpo volenteroso per sedurre partner e potenziali partner, quando aveva ventuno anni aveva completato non meno di tre gang bang e dato uno spettacolo di sesso lesbico per suo marito e i suoi amici. È anche nuova a obbedire sempre a suo marito, chiunque lo abbia incrociato potrebbe affrontare le conseguenze Robert era un uomo molto cattivo, solo dodici mesi prima una delle tante donne che aveva addestrato durante il loro matrimonio, una nigeriana trentenne madre di due figli non era riuscita a spettacolo per una delle loro feste speciali, entro un mese tutta la famiglia era tornata nel loro povero villaggio nigeriano.
Mignon si preoccupava delle sue relazioni con altre donne, un tempo sì, ma presto imparò che il suo amore per il sesso era soddisfatto e permesso. Lei e alcuni amici intimi usavano giovani uomini e donne come schiave del sesso, il suo catalogo di film porno era vasto, amorevole inserimento frustate e piscio sopra tutti gli altri. Non le piaceva niente di meglio che filmarsi mentre fa pipì nella bocca di qualche giovane troietta fresca che Robert aveva comprato per lei.

Jacob Rees sedeva alla sua scrivania nell'unico altro ufficio all'ultimo piano del palazzo del consiglio, a trentotto anni l'uomo più giovane che avesse mai presieduto il consiglio. Jacob, sebbene fosse un ottimo consigliere, aveva molti segreti e debolezze. Aveva avuto un'educazione molto riservata, tranquilla e riservata, donne e il sesso non era mai stato menzionato durante la sua infanzia o negli anni successivi da figlio unico, non aveva mai avuto amici. Negli anni successivi ha trovato molto difficile avvicinarsi o parlare con le donne, questo lo avrebbe portato a usare prostitute che ha comprato la sua prima quando aveva diciotto anni, e poi aveva usato le stesse donne per i successivi nove anni, lei era vecchia per lui in lei quarantenne, ma molto esperta e lo ha portato su un torrido percorso sessuale. Sono passati dal semplice sesso al BDSM, al godimento anale sia maschile che femminile, ama le sue donne con il suo grosso dildo strap-on. Il suo amore per le tettone è iniziato qui, anche se sua madre era ben dotata prima della sua morte e ricordava il suo interesse.
Adora accarezzare, stringere e tirare enormi mammelle, guardando i capezzoli crescere fino a raggiungere lunghezze incredibili.
Era un uomo piuttosto soddisfatto, di successo sul lavoro e soddisfatto dei suoi bisogni privati. Fu intorno al suo trentatreesimo compleanno che fu invitato a una festa speciale organizzata da Robert e Mignon. Un evento che cambia dal vivo per Jacob, fin dal primo minuto è stato preso da Mignon, come Robert prima di lui il suo corpo procace e succulento lo ha incantato e Mignon non è stato timido nel mostrarlo. Per tutta la notte le sue enormi tette DD erano in faccia, ovviamente questo era stato il piano di Robert, sapeva più di Jacob di quanto pensasse il giovane. Entro la fine di tre mesi Mignon aveva una buona selezione di DVD tutti relativi a Jacob. È stato sopraffatto quando ha visto per la prima volta le riprese di se stesso mentre veniva inculato da tre donne, una dopo l'altra, prima che gli facessero una doccia di piscio a bordo piscina, con uno sguardo di lussuria e godimento che non lasciava mai il suo viso.
Da quel giorno aveva lavorato in tandem con la famiglia James, negli affari e nel piacere cercando sempre di ottenere un vantaggio in entrambi.
Il loro ultimo progetto era quello che aveva notato due anni prima, una tranquilla signora in uno dei piani inferiori, Ruth l'aveva trovata per la prima volta alla giornata sportiva aziendale le sue enormi tette ondeggiavano ha tifato per la corsa dei sacchi dei bambini. Non solo ha notato Ruth, ma la versione più giovane era al suo fianco. La figlia Lena pelle più liscia gambe più lunghe e identiche tette massicce. Si era reso suo dovere scoprire di più, che colpo sarebbe stato ottenere entrambe le bellezze per la scuderia sessuale di James. L'aveva tenuta d'occhio per il futuro, aveva pensato.
Dopo aver aiutato Ruth a ottenere la sua meritata promozione, la sua mancanza di fiducia nei suoi simili aveva rallentato le cose per alcuni mesi... fino a quando la sua stessa stupidità e un sito porno fortunato avevano cambiato le cose così rapidamente, ora era il momento giusto. Ogni tre mesi i libri dovevano essere controllati e oggi toccava al dipartimento di Ruth. E sarebbe stato Robert a fare l'audit.



"Benvenuta mia cara" Ruth si sforza di convincersi che il signor James non stesse quasi ridendo se l'ha accompagnata nel suo ufficio. La fece sedere alla scrivania in modo che entrambi potessero vedere il computer con gli ultimi dati. Ruth si sente euforica sapendo che dopo un'ispezione approfondita tutto sarebbe in ordine. “Molto piacevole Ruth” disse Robert sorridendo “i libri vanno proprio bene. Solo una piccola cosa una piccola cosa emanata dal tuo ufficio, in effetti dal tuo computer” il suo sorriso abbandonò la sensazione di euforia che la lasciò. "Sono sicuro che puoi spiegare la fattura esterna di oltre £ 800 da una società di pornografia, signor Rees, e sono sicuro che deve essere un errore, ho ragione"
Ruth poteva sentire il suo grande capo maturo in piedi sopra di lei, sapendo che non poteva spiegare, sapendo che avrebbe potuto porre fine alla sua carriera alle prime armi in quel momento. Le aveva detto "vedi Ruth, non è davvero il conto, immagino che potremmo ripagarlo semplicemente, è più lo scopo del conto. C'è stata una semplice rottura con il conto Ruth questo era molto, ripeto molto porno hardcore "ha cercato di interrompere, Robert ha colto un'affermazione" qualsiasi cosa "sì, la mia stupida ragazza pensava che fosse quello che avrò tutto e di più.
Come previsto le lacrime hanno cominciato a scorrere, non accadrà più bla,bla,bla, “a me caro abbiamo solo due scelte, ti licenziamo con effetto immediato” per favoreeeeease no “o domani venerdì festivo vieni a questo ufficio alle 10:30 per far esaminare a fondo il tuo caso "ha aspettato" beh, piccola signorina pervertita cosa sarà "il suo respiro si fece ansimante alla sua affermazione piccola signorina pervertita, dio cosa aveva fatto. Incapace di parlare, si limitò ad annuire in segno di assenso. Robert ha semplicemente preso un file e ha iniziato a leggere, è stata licenziata e l'ha nuovo.
Meno di ventiquattro ore dopo e dopo una notte lunga e insonne, la sensazione alla bocca dello stomaco non era diminuita. Era contenta di aver nascosto il suo dilemma a suo marito, ora voleva solo nascondere la sua disgrazia a lui ea chiunque potesse conoscerla. Robert James ha tenuto la sua vita nelle sue mani. Ha risposto al suo bussare con un sorriso sul volto e un secco "entro" l'ha lasciata in piedi davanti a lui senza parlarle o guardarla, dopo quella che sembrava un'età ha detto "ti è piaciuta la tua sporcizia Ruth …….. ben fatto Voi? La guardò negli occhi aspettando la sua risposta "Non lo so io" la guardò intensamente "non lo sai per l'amor di dio sei stata abbastanza a lungo a guardarmi sai dimmi se ti è piaciuta la tua SPORCIZIA" le lacrime scorrevano lungo le lacrime di Ruth viso “sì, sì non so perché, era sporco ma mi è piaciuto” il suo viso si aprì in un sorriso malizioso. "forse Ruth il tuo divertimento potrebbe aiutarti a salvare il tuo lavoro e a mantenere tutto molto tranquillo" "Come non capisco, farò qualsiasi cosa, qualsiasi cosa tu chieda" la sua mente era in subbuglio per quello che le stava accadendo
Percependo la sua angoscia, Robert ha fatto la sua mossa rapidamente "nel mio camerino c'è un nuovo set di vestiti che puoi provare, se e quando uscirai indossandolo rivedremo il tuo stato lavorativo"
Ruth si è trasferita nel camerino, era totalmente scioccata. L'outfit, se così si può definire un outfit, calze nere con cuciture molto velate, calze molto costose, scarpe rosso vivo, scarpe a spillo molto alte, una gonna, una minuscola gonna nera a pieghe, una camicetta bianca trasparente e un minuscolo reggiseno a un quarto, Ruth non l'aveva mai nemmeno indossato calze prima. Lentamente iniziò a spogliarsi, era nuda e si guardava in uno specchio a figura intera. Sapeva che le era stato chiesto di vestirsi come una delle troie nei suoi film porno, guardava il suo fondoschiena ancora stretto, il seno che i nuovi uomini adoravano le tette grandi come le sue, poi la sua figa completamente ricoperta da uno spesso strato opaco di capelli neri leggermente brizzolati così spesse che le labbra della sua figa erano quasi nascoste. Ruth desiderava tanto aver fatto qualcosa che non aveva mai fatto e tagliato. Perché stava pensando in questo modo, poteva davvero andare fino in fondo, sfilare con quel vestito di fronte a un quasi sconosciuto, il suo capo, ma sapeva di non avere scelta.
Si morse con decisione il labbro inferiore mentre si rotolava su quelle calze sexy attaccandole a un reggicalze trasparente. Stringendo le sue ampie tette in un minuscolo reggiseno da un quarto, un reggiseno così piccolo, non importa quanto ci provasse, qualcosa sarebbe saltato fuori, poi si stava trascinando la minuscola gonna attillata sulle sue cosce sode, dio non era mai stata in qualcosa di così corto. Quando era completamente vestita se vestita era la parola giusta, ha applicato il trucco da troia come le era stato insegnato tramite un I-pad sulla toletta labbra rosso rubino e occhi antracite. Ancora una volta si guardò, trucco spesso scuro e sì, troia.
Camicetta così stretta da far scoppiare dei bottoncini, sopra quel minuscolo reggiseno che mostrava completamente le sue enormi tette, i capezzoli lunghi e che spingevano forte sul materiale della camicetta non c'era dove nascondere le sue enormi tette, le sue gambe sembravano così lunghe con il suo sedere spinto ancora più in alto da quei tacchi altissimi. La gonna così corta che le sue guance inferiori e la sua figa erano quasi in mostra sotto di essa, sporgendo da ogni lato del minuscolo perizoma nero trasparente che indossava sotto la gonna c'era una massa di peli pubici ricci, lei sapeva che quando si fosse mossa in qualsiasi direzione sarebbe andato tutto bene in mostra. Non riusciva a credere a se stessa ma sembrare una puttana si stava bagnando la figa, non solo bagnata ma bagnata fradicia un morto tradisce lei nuova era eccitata e eccitata, un vecchio le stava guardando il corpo ed era eccitata. Anche se è tornata in ufficio, sapeva che avrebbe sentito l'odore della sua eccitazione.

Robert era in piedi appoggiato alla parte anteriore della scrivania, rilassato con un'espressione complice sul viso. "Ah Ruth quindi hai deciso di provare l'outfit da brava ragazza, sembri molto mmmm troia" provando a coprirsi il seno mormorò "per favore no, non lo sono......." sorrise “ma Ruth indossi il vestito, il vestito di una troia ti sta così bene, e posso aggiungere che puzzi come una troia. Sei emozionata Ruth, bene sei Ruth” sollevò il cellulare e iniziò a farle una foto “no signore per favore non puoi fare foto” ancora una volta quel sorriso “Mi piace il sir Ruth SIR O MASTER d'ora in poi, oh e sì, posso e farò delle foto, cioè se vuoi mantenere la tua posizione. Ora sii una brava ragazza e fai solo quello che ti dico” Ruth fece un cenno di compiacenza appena percettibile. “cammina su e giù per me Ruth, sì, hai una figura così bella, te lo dice tuo marito che Ruth, le gambe così lunghe e sexy e le tette grosse stanno così bene con quella camicetta.
Siediti sulla sedia di pelle sì, è bassa, proprio dietro, brava ragazza” era in piedi sopra di lei guardando le sue cosce coperte di calze scoperte, la minigonna impigliata nell'avvincente sedia di pelle era peggio che inutile il suo minuscolo perizoma era chiaramente in vista all'uomo anziano perverso. La cosa peggiore era che il suo viso era all'altezza dell'inguine di Robert, e poteva vedere la sua erezione crescere continuamente se fosse reale, era massiccio, proprio come gli uomini nei video porno immaginava che le ragazze glielo succhiassero voleva toccarla figa aveva quel prurito familiare, Robert l'ha riportata dai suoi sogni. "Ora sii una brava ragazza, difendimi di nuovo, cammina verso la scrivania, le mani sul bordo piegate in vita, un po' di più, ora allarga i piedi di più" Ruth new il suo culo era in piena mostra perché stava obbedendo a questo vecchio , lei sapeva benissimo che si stava godendo l'essere dominata, voleva essere sottomessa per essere la sottomessa di Robert.
La stava guardando sapendo che era quasi pronta a fare qualsiasi cosa per lui, guardò il suo sedere che ondeggiava dolcemente, la sua fica pelosa ricoperta solo da un sottile pezzo di rete fradicia che nascondeva i suoi tesori nascosti. "tira su la gonna troia così posso vedere meglio il tuo culo" Ruth esitò "vuoi farlo, sappiamo entrambi cosa sei e sappiamo entrambi dove sta andando, quindi sii una brava ragazza solleva quella gonna e allargala ulteriormente le tue gambe. Preparati per la sculacciata che meriti davvero”………………..”no, non mi aspettavo di doverlo fare” iniziò ad alzarsi, poi sentì la sua mano che le spingeva dolcemente al centro della schiena.
“Calmati puttana hai deciso di vestirti come una delle tue puttane da video, ma se vuoi che la smetta cambiati e vattene e non entrare mai più in questo palazzo. Se vuoi che continui, mi dirai che sei la mia puttana, e mi pregherai di sculacciare il tuo dolce culetto sposato”
Un silenzio teso aleggiava sull'ufficio, lui era pronto ad aspettare...ma non troppo a lungo…………… “per favore non posso sono sposato, Donald come posso spiegarti” Robert non rispose ancora alla sua mano al centro della sua schiena lo muoveva lentamente in piccoli cerchi gentili.
"SPANK ME" ha urlato ……. "sì, voglio essere una troia, la tua troia sposata mi ha sculacciato forte il culo, davvero forte, sono una puttana sposata birichina" sorridendo lascivamente Robert mosse la mano e iniziò ad accarezzarle le natiche, un gemito superficiale le sfuggì dalle labbra. "Sporca puttana del cazzo, d'ora in poi farai qualsiasi cosa io dica, e le mie TROIE mi chiamano signore" sentì che il woosh aveva il primo colpo sferrato rapidamente seguito da due, tre quattro ciascuna guancia a sua volta era frustata dalla sua grande mano, il dolore era straziante, le lacrime le rigavano il viso, ma il suo culo rimaneva spinto indietro e verso l'alto puntando verso il suo perverso molestatore sessuale. La sua mano libera si abbassò sotto Ruth afferrando la parte superiore della sua camicetta che strappò verso il basso, bottoni spruzzati ovunque, e le sue enormi tette ora slegate rimbalzarono libere. Iniziò a spremere brutalmente la sua grassa mammella DD come le tette, mentre ancora sculacciava le sue guance rosse del culo, stava tirando forte i suoi capezzoli induriti allungandoli con le sue dita crudeli causando un dolore estremo a Ruth.
"Ti piace questo, mia puttana sposata birichina, ami il tuo culo sculacciato e ho appena iniziato con te" aveva rallentato con la sua sculacciata accarezzando lentamente i segni della sua mano rossa accarezzandole le guance livide, le sue dita agganciarono il suo minuscolo perizoma scoprendo in primo luogo il suo piccolo passaggio anale scuro, le sue nocche strisciarono leggermente attraverso il suo buco increspato, notò l'aspirazione e il restringimento della sua guancia. Continuò a tirarle il perizoma scoprendole la fica, le sue dita entrarono in contatto con il suo cespuglio peloso e ispido, così fitto da ostruire la vista sia del buco del culo che delle labbra della fica. Il perizoma aderiva alla sua fica pelosa, trattenuta da spessi globuli bianchi del succo della fica di Ruth. Per tutto il tempo in cui lui continuava a stringere le sue enormi tette concentrandosi sui suoi capezzoli allungati, Ruth gemeva come un piccolo corpo da gatta che ondeggiava di lussuria desiderando che il suo nuovo padrone le toccasse la fica con il dito per farla scopare qualsiasi cosa lei sentisse così calda.
La tirò in piedi e la fece girare per affrontarlo tutto in un unico movimento, lei chinò la testa guardando solo il pavimento. Prese ancora una volta un capezzolo tra le dita stringendolo forte "ti piace questa Ruth?" lei annuì senza alzare la testa “sai che ha le sue conseguenze per il tuo dolore devo avere i miei piaceri” un altro cenno del capo “ora penso che siamo entrambi d'accordo che sei la mia troia puttana puttana comunque finiamola, lo farai solo io dico ” per tutto il tempo che parlava spingeva Ruth in ginocchio davanti a lui, poi si slacciò la zip lasciando che i pantaloni gli scendessero intorno alle caviglie. Ruth aveva visto il contorno ma non riusciva a credere alla cosa reale che gli arrivava a metà del ginocchio e stava rimbalzando ha iniziato a puntare verso il soffitto diventando più duro, infatti continuava a crescere fino a quasi dodici pollici di lunghezza e un enorme diametro di cinque pollici . La sua mano si mosse nervosamente verso di essa, la prese cautamente tra le dita "Ho bisogno di una risposta cagna prima di andare oltre, tu sei la mia puttana, farai tutto ciò che desidero" lei lo guardò mentre la sua mano cercava di circondare quel palpitante pezzo di carne, sì signore qualsiasi cosa "baciala mia piccola puttana presto lo avrai tutto nella tua gola da troia assaggiando il mio sperma caldo quindi è meglio che inizi"
Ruth spinse fuori la lingua leccando il pre-cum che gocciolava dal suo cazzo, aveva sempre pensato che questa parte del sesso fosse rozza e disgustosa…. ma come poteva volerlo, un vecchio che le ordinava di controllarla... La bocca di Ruth si spalancò come un grande 0, lei prese la punta della sua estremità palpitante, mostrando la sua piccola pietà o rispetto, Robert le ficcò in bocca i primi cinque pollici , e afferrandole i capelli iniziò a trascinare la bocca lungo la sua enorme asta. Le lacrime le sgorgavano dagli occhi, la saliva le gocciolava dagli angoli della bocca, lei si imbavagliava gemeva, ma lui continuò a farlo funzionare a casa per cinque minuti, poi passarono dieci minuti Ruth era più rilassata, la sua gola più accomodante.
Perché non lo sapeva, ma si sentì euforica quando il suo sacco di palle si posò sul suo mento, sentì la gola in fiamme aprirsi e allungarsi come mai prima d'ora. Ruth stava osservando il suo persecutore dietro occhi sorridenti, aspettando ora che lui le prendesse la bocca come lei sapeva che avrebbe fatto. Robert abbassò lo sguardo sulla sua nuova schiava sessuale, il suo labbro superiore era così teso che quasi le toccava il naso, gli occhi neri di mascara e lacrime, scattò tre foto perfette della lurida puttana. “Ora puttana inizia a succhiarmi il cazzo finché il mio sperma riempie la tua lurida gola” senza esitazione la sua bocca cominciò a muoversi su e giù sempre più velocemente, le sue dita trovarono le sue palle grasse e accarezzandole pesantemente. "Succhialo cagna prendilo giù per la gola di quella puttana eccolo che arriva ingoialo tu sporca scoria assaggia il mio sperma" Ruth non esitò la sua gola deglutì e deglutì mentre un'abbondante quantità di sperma caldo e appiccicoso le scivolava nella pancia. Continuò a succhiare assaporando fino all'ultima goccia che le era piaciuto essere usata come una comune puttana.
Robert non si è mai tolto il cazzo, ha lasciato che Ruth continuasse a succhiarlo tenendolo duro, ha parlato di nuovo "sì, continua a succhiare, tienimi duro e duro, il mio cazzo succhia puttana, ci piace succhiare quel cazzo, non stronza, la prossima volta lo toccherai quella sporca fica pelosa quando ti fotto forte ”Ruth sentì la sua figa iniziare a contrarsi mentre questo vecchio crudele la insultava verbalmente, era disperata ora disperata per ottenere la sua virilità del cazzo nella sua figa, ma ancora spaventata dalle dimensioni.
"Alzati, fottuta troia, togliti quel perizoma e fammi vedere bene la tua fica, sì, tira da parte quei fottuti capelli, dio che sono bagnati, aprili di più, spingili con tre dita in su, tienilo pronto, cazzo di puttana" sentì vergognoso e umiliato per il modo in cui le parlava, ma le sue dita iniziarono comunque ad aprirsi.
Il signore ha continuato, "ti piace, vero Ruth, ti piace essere il secchio di sperma di un vecchio, non vedo l'ora che arrivi il mio grosso cazzo nella tua fica" per la prima volta lo ha ammesso "sì signore, lo voglio per favore per favore fanculo me lo ficco tutto nella figa” si voltò senza che le fosse ordinato le sue mani si posarono sulla scrivania le sue gambe si allargarono si allungò dietro di sé sollevando la gonna nessun uomo poteva rifiutare ciò che era in offerta un buco del cazzo fradicio circondato da uno spesso tappeto di puzza peli pubici, sormontati da un anello marrone molto invitante.
Robert le si avvicinò tirando il suo pezzo di carne da 12 pollici. Lo fece scorrere due o tre volte lungo le sue labbra labbra anche facendolo scorrere intorno all'anello del culo notando ancora una volta la contrazione involontaria, poi iniziò ad affondare nella sua fica gonfia. Anche se era così bagnata che i suoi succhi scorrevano liberamente e le macchiavano le calze, solo la testa che entrava in lei la stava allungando come mai prima d'ora "non molto per favore signore, toglilo dio è troppo grande... dio mi ha diviso in due arrrrrrgh” Sir non fece caso al suo lamento, lei era lì per il suo piacere e si sarebbe abituata a questo, una volta che ebbe portato a casa la grande testa di fungo, seguirono i successivi quattro pollici, non indugiò più di qualche secondo prima spingendo a casa il suo vantaggio presto tutti i 12 pollici del suo grosso cazzo furono sepolti nella fica allungata di Ruth. Poi ha iniziato a picchiarla tirandola quasi completamente fuori prima di infilarlo fino a casa, ha afferrato le sue enormi tette tirandole su di loro ha guidato a casa allungando i suoi capezzoli duri come la roccia, Ruth si teneva stretta alla scrivania cavalcando quel grosso cazzo che spingeva il culo di nuovo su quella carne grassa, il suo gemito non si era mai fermato ma ora era un gemito di piacere amando avere la sua fica così piena mentre le sue tette soffrivano di più.
Ha iniziato a gemere e urlare di piacere tutto il tempo sperimentando piccoli orgasmi uno dopo l'altro crescendo, "sì sì di più, fottimi fottimi forte rendimi una moglie puttana riempimi di quello
grande cazzo….dio cummmming siss cummmming ancora cazzo si ancora” lei stava venendo molto forte e questo era tutto ciò di cui Robert aveva bisogno anche lui iniziò ad esplodere riempiendo la pancia delle puttane desiderose con un altro carico del suo seme, allo stesso tempo le stava dando un po' buoni schiaffi sani sulle sue dolci guance del culo ancora una volta facendole diventare di un rosso cremisi, "fottuta puttana tutto ciò per cui sei adatto è scopare e sculacciare" ha continuato a provare piacere nello sculacciare la sua guancia rosea fino a quando non è stato esaurito, quindi ha tirato fuori il suo cazzo ammorbidito asciugandosi il residui appiccicosi sulle guance nude di Ruth mentre guardava il disordine che si era lasciato alle spalle abbondanti quantità di sperma le scorrevano lungo le cosce fuoriuscendo dal suo buco della fica teso e spalancato.
“Adesso sposati puttana vestiti e vattene da qui ho chiuso con te, ho delle cose da fare e non stare tutto il giorno in bagno” guardò il suo culo sculacciato scomparire nel bagno, sorridendo a lui stesso avrebbe dato molto piacere a lui ea molti altri. Ruth si guardò mentre tornava nei suoi normali vestiti da moglie, dio in che stato sembrava, sperava di tornare a casa e ripulirsi prima che Donald se ne accorgesse. Rimase seduta qualche istante in macchina, stare seduta era difficile ma le piaceva il contatto contro il ruvido sedile dell'auto, era davvero soddisfatta di se stessa di aver mantenuto il suo lavoro, quello che era successo era un piccolo prezzo da pagare era sicura che Robert sarebbe stato le piaceva e voleva tacere, aveva ottenuto molto e Donald non avrebbe mai avuto bisogno di saperlo. Ruth avrebbe presto saputo che non era ancora finita quando Robert aveva detto a quella moglie puttana che lo intendeva davvero.

Storie simili

Studiare per il corso di storia

Immagino sia iniziato come qualsiasi altro giorno, non sapevo che mi avrebbe cambiato per il resto della mia vita. Stavo aspettando di incontrare Tanya dopo la scuola per poter tornare a casa insieme come facciamo sempre, essendo lei la mia vicina e tutto il resto. Voglio dire, ho capito perché tutti i ragazzi della mia classe superiore si sono innamorati di lei. A 5'6 , con capelli castani lisci appena sopra le spalle, circa 120 libbre, e immagino che 32D tette fosse una delle ragazze più calde della mia classe, anche se io ero così timida e crescevamo insieme ho pensato...

650 I più visti

Likes 0

I miei figli innamorati di me 2

Sono una madre vergognosa, che razza di mostro sono? Ho lasciato che mio figlio di 16 anni mi accogliesse Prendendo la sua verginità. Mi sono sentito male e da quel giorno non sono più umano Diritto di parlare. Per definirmi madre! Io-potrei dire di no, Il pensiero di perderlo con una puttana trasandata. Ma guarda chi parla, ho fissato il lavandino, sono stato qui 20 minuti. Mi sentivo così triste, triste, avevo già finito di lavare i piatti a che diavolo sto bene adesso? Ho sentito le braccia avvolgermi lo stomaco e curvarle morbide Le labbra mi baciano la testa. Rabbrividii...

350 I più visti

Likes 1

Tia, la mia sexy vicina nera

Tia è una ragazza dalla pelle marrone media sulla trentina che vive accanto a me. Vive da sola, ha un ottimo lavoro in azienda e si veste bene ogni giorno quando va al lavoro. Lei è molto carina, estremamente sexy, ha un bel seno, lunghi capelli neri e fluenti e bellissimi occhi scuri. Mi eccita totalmente ogni volta che la vedo. Ho stretto un'amicizia con lei e ovviamente flirto molto con lei. Adoro il suo sorriso e ha una personalità piacevole. La saluto sempre e di solito le faccio i complimenti per la scelta dell'abbigliamento per la giornata, e talvolta faccio...

365 I più visti

Likes 0

T o D parte 2

Mi stavo solo chiedendo se sarebbe una seccatura per voi se il prossimo avesse qualche azione tra ragazzi e ragazze. Sicuramente terrò la parte gay ma quella etero aiuterà a sviluppare la storia in più parti quindi se vuoi che continui lascia un commento La mattina dopo i quattro ragazzi si svegliarono dopo un breve riposo. Allora, Ace e Mike, quanto tempo vi fermerete? chiese Bryce. Beh, mi sono appena ricordato che oggi devo andare da qualche parte con mio padre, ha detto Mike. Oh, okay, che ne dici di te, Ace? chiese Bryce. Sì, posso restare quanto voglio, ha detto...

336 I più visti

Likes 0

Essere comandato

Naomi Price stava affrontando una crisi non causata da lei stessa, ma che solo lei poteva capire come risolvere. Aveva 38 anni e la sua carriera stava andando bene. Ma sua figlia di 14 anni frequentava una scuola privata. Lei e suo marito avevano divorziato poco dopo la sua nascita. Il suo mantenimento dei figli non aiutava Naomi a sbarcare il lunario. Inoltre, la carriera del suo ex era andata nel serbatoio; lavorava solo part-time e riusciva a malapena a cavarsela da solo. Un anno prima, Naomi aveva collocato sua madre in una struttura di residenza assistita. Anche se era molto...

317 I più visti

Likes 0

Esplorazione del liceo capitolo 4. Finalmente la festa _(0)

Grazie per aver letto la mia storia. Questa è una storia vera per come la ricordo. Questa storia potrebbe non essere adatta a tutti. Il telefono squillò verso mezzogiorno, era Cindy. Perché non sei a scuola oggi? Faresti meglio a non pensare di saltarci fuori stasera. Che cosa? No, ci sarò. io semplicemente... Mi ha interrotto. Faresti meglio ad essere qui per la lezione pomeridiana! Io non… Mi ha riattaccato. Oh fantastico, ora è di nuovo arrabbiata. Ho provato a richiamarla tre volte ma non ha risposto. Rimasi lì per un po' a pensare. Oh sì, devo prepararmi per la festa...

278 I più visti

Likes 0

Il mio ultimo respiro cap. 1

Amelia Il mio respiro sembrava pesante nel silenzio mortale che mi circondava. Le strade deserte sono immerse nell'oscurità totale e lasciano che le ombre e la fitta nebbia lo rendano estremamente spaventoso e sinistro. Non sapevo se avrei mai potuto smettere di correre, ma sapevo che presto avrei dovuto farlo, perché presto i miei polmoni e il mio cuore non ce la facevano più, perché mi sentivo come se fossi pugnalato con un coltello ad ogni respiro e passo che ho fatto. Ma non riuscivo proprio a fermare i piedi, perché ogni volta che cominciavo a camminare e cercavo di rilassarmi...

320 I più visti

Likes 0

Racconti incestuosi della quarantena 7: delizie di creampie delle sorelle

Racconti incestuosi della quarantena Storia sette: le delizie dei creampie delle sorelle Di mypenname3000 Diritto d'autore 2020 Nota: grazie a WRC264 per aver letto la beta! René! il mio fratello maggiore gemette mentre il suo sperma veniva pompato nella mia figa. SÌ! La mia figa birichina si contorceva attorno al cazzo di mio fratello maggiore. Tremavo, piagnucolavo e gemevo mentre il suo meraviglioso seme veniva pompato nella mia fica. Tremavo, piegato sul cofano della Camaro del 1969 su cui stava lavorando nel garage della nostra famiglia. Avevo aiutato Clancy tutta la settimana. Da quando finalmente mio fratello maggiore mi aveva notato...

141 I più visti

Likes 0

Benefici marginali relativi al lavoro, pt. 2

La scorsa notte è stata una notte incredibile e l'inizio di quello che speravo sarebbe stato una serie di bellissimi incontri con Susan, le sue figlie gemelle, e da non lasciare fuori, la mia ragazza migliore in ufficio e capobanda lussuriosa, Debbie. Persino la cameriera del bar, Tammie, ha proposto possibilità molto interessanti mentre dimostrava una propensione e una mentalità sessuale che secondo me dovevano contenere alcuni segreti sessuali da qualche parte nel profondo. E per quanto riguarda il personale dell'ufficio, tutte donne come ho detto prima, ora avevo avuto una vera festa di sborra esplosiva con due di loro. Con...

1.5K I più visti

Likes 0

Chat room: una vendetta malvagia della fidanzata

Torni a casa dopo una lunga giornata di lavoro; ti togli il cappotto e vai in cucina per una birra. Quando apri la porta del frigorifero, la tua ragazza si avvicina da dietro, coprendoti gli occhi con una benda. Lo lega stretto essendo un po 'ruvido Ho un osso da scegliere con te !! ti scatta contro. 'Ma che...?! Chiedi, alzando la mano per scoprirti gli occhi. Ti dà uno schiaffo sul dorso della mano e ti afferra il polso tirandoti fuori dalla cucina. Essendo bendato sei disorientato e perdi l'equilibrio, quasi inciampando mentre ti trascina su per le scale. La...

1.5K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.