Gangbang dello Swaziland parte seconda

426Report
Gangbang dello Swaziland parte seconda

Quando tornammo in cabina, Lisa si lasciò cadere su una poltrona, esausta ma pienamente stimolata.
“Versa un bicchiere di vino alla tua piccola, grande cagna nera di moglie, per favore. Sento di essermelo guadagnato dopo un pomeriggio così piacevole di sesso all'aria aperta. Penso che ti sia piaciuto anche guardare la tua giovane moglie che veniva scopata ripetutamente da tre ragazzi neri dello Swazi. Non vedo l'ora di vedere le tue foto erotiche dell'azione. disse Lisa. Quando sono tornato dalla cucina, con il suo bicchiere di vino, Lisa era seduta sulla sedia, ancora completamente nuda, a parte le tre collane di perline del trofeo. Aveva le lunghe gambe spalancate, la fica in bella vista. Un'immagine perfetta. Ho preso la mia macchina fotografica. Fare clic, fare clic, fare clic con Lisa in posa per le riprese.
Con le sue lunghe unghie si stava grattando le "croste" di sperma sulle sue cosce interne, mettendo ordinatamente i "souvenir" sul tavolino.
"Mi chiedo di chi sia questo sperma?" rifletté in una semi trance della memoria.
"Ce n'è un po' intorno alla tua bocca e sulla tua guancia" le dissi. Ha tirato fuori la lingua e ha cercato di leccarsi dalla guancia i ricordi della gangbang del pomeriggio. Non funzionava, quindi mi ha chiesto di grattare via la crosta di sperma e di metterla nel mucchio con gli altri.
Dopo aver finito il suo bicchiere di vino, spinse il suo corpo nudo fuori dalla sedia e andò a fare la doccia. Dato che era così esausta (o dovrei dire "scopata" mi sono offerto di aiutarla a lavarsi sotto la doccia. Mi sono sempre divertito a insaponare il suo sensuale corpo nudo prestando particolare attenzione al suo magnifico paio di tette 38C, strofinando i suoi sodi capezzoli gommosi e facendo scivolare la mano tra le sue gambe per insaponare la sua fica accuratamente pulita. Inginocchiandomi per vedere più da vicino ho notato che le sue labbra erano infiammate di un colore marrone più rosso e l'area intorno alla sua fica era più rossa del solito. Ho fatto scivolare un dito insaponato nella sua fica bagnata dall'acqua. La stessa fica della moglie che avevo scopato all'inizio della giornata con il mio minuscolo cazzo di quattro pollici. Ho notato ora che era stato seriamente allungato durante l'orgia del tardo pomeriggio e potevo facilmente infilarci dentro quattro dita senza che lei si lamentasse. Sicuramente era stato allungato da quei grossi cazzi neri.
Tutto questo lavaggio intimo e insaponato del corpo nudo di mia moglie ha fatto sì che il mio piccolo cazzo bianco avesse un'erezione al punto di rottura come avrebbe avuto qualsiasi altro maschio a sangue rosso se fosse stato in questo box doccia a somministrare a mia moglie.
"Vuoi che insaponi il tuo piccolo cazzo duro?" Lisa ha chiesto vedendo il mio dilemma arrapato "Non ci vorrà molto sapone" ha riso. Pensava che il mio piccolo violino fosse uno scherzo. “Mi scatti sempre foto nude e primi piani della mia fica, che ne dici se faccio foto al tuo pisello tutto eretto e insaponato. Posso mettere la foto su Facebook per mostrare a tutti i miei amici che abbiamo trascorso un fine settimana "pulito". Rise ancora un po'. Clic
"Hai fatto a modo tuo con me sotto la doccia, ora tocca a me" Detto questo Lisa mi prese il prepuzio tra il pollice e l'indice della mano sinistra e usando la mano destra prese il suo rasoio e iniziò a radermi i peli pubici. Ha fatto scivolare il rasoio lungo la colonna del mio cazzo allungato, poi ha denudato i miei testicoli prima di radere il triangolo di peli pubici alla base del mio stomaco. Per tutto il tempo aggrappandomi al mio prepuzio e allungando il mio minuscolo cazzo fino ai suoi limiti. È stata un'esperienza snervante, per niente erotica. Sono stato sollevato quando ha lasciato andare e mi ha lavato la regione inferiore.
Una volta asciutta e fuori dalla doccia, ha dato un'occhiata da vicino al suo pratico lavoro.
“Sembri pre-adolescente, pre-puberale senza peli pubici e il tuo piccolo cazzo flaccido si aggiunge al quadro. Devo fare un'altra foto del mio ragazzo giocattolo. Libretto degli assegni grande, cazzo piccolo. Ah ah! Clic
Il tempo passava, quindi entrambi nudi in cucina, abbiamo mangiato un panino.
"Devo avere qualcosa di solido oltre al vino e allo sperma fresco", ha detto Lisa in previsione dell'imminente evento serale.
Era una calda e afosa sera d'estate nello Swaziland.
"Cosa dovrei indossare?" Ho chiesto.
"Non molto, ma ho in mente qualcosa di festivo per te." rispose Lisa andando in camera da letto ancora nuda. È tornata con un nastro rosso che ha usato per modellare un papillon intorno al mio collo. C'era ancora del nastro rosso rimasto che lei annodò in un piccolo fiocco ordinato alla base del mio cazzo bianco ormai flaccido.
"Ora sembri in vena di festa, in completo da vero marito cornuto, pronto a guardare la tua giovane moglie bianca arrapata scopare qualche altro grosso cazzo nero." Lei sapeva e io sapevo quale effetto avrebbe avuto sul mio patetico fallo e in pochissimo tempo ero alla mia piena orgogliosa erezione di quattro pollici. Click andò Lisa ancora con la macchina fotografica.
"Cosa indosserai?" chiesi chiedendomi.
“Andrò e scivolerò in qualcosa di rivelatore. Portami un altro bicchiere di vino, per favore.
Lisa è tornata indossando le tre collane di perline del trofeo che pendevano bene nella sua ampia scollatura dividendo i suoi beni di coppa 38C. Indossava un leggerissimo sarong totalmente trasparente che era più eccitante che vederla nuda, le copriva a malapena le tette e si apriva sul davanti esponendo la sua fica nuda. Si era messa i sandali con la zeppa di sughero che la facevano sembrare molto più alta.
“Non pensi che queste scarpe spingano le mie cosce verso l'alto e verso l'esterno spingendo la mia fica affamata in modo invitante? Lei chiese.
"Sì" ho risposto e ho fatto diversi clic con la fotocamera
“Sono le 18:00. Dove sono i miei ragazzi ben dotati di gangbang? domandò Lisa
"Ricorda che è l'ora dell'Africa, sono sicuro che non mancheranno a questo appuntamento"
"Siediti e goditi il ​​tuo vino finché puoi." dissi cercando di metterla a suo agio.
"Dimmi cosa c'è nel cazzo nero che rende le ragazze bianche così eccitate ed eccitate?" chiesi facendo una conversazione casuale ma carica.
“Bene, parlando per me, lasciatemi spuntare alcune risposte:
• Credo che il sesso interrazziale tra uomini neri e donne bianche sia l'epitome della sessualità umana;
• È anche un desiderio, un voler avere e sperimentare qualcosa che non hai, un'esperienza diversa. "Cosa intendi?" Ho chiesto "Beh, nel nostro caso un cazzo molto più grande!" touché "Conosci il frutto proibito."
• È anche il fattore tabù che risale ai giorni dello schiavo nero e del padrone bianco. Di rompere il tabù;
• Le donne bianche, in generale, trovano gli uomini neri molto esotici ed eccitanti e presentano una sfida sensuale, è quel tocco liscio e setoso del cazzo nero e tanto da toccare;
• Poi c'è la differenza culturale. La percezione di un odore di muffa nella giungla, vestiti nudi che scopano la specie femminile bianca del primo mondo, non per amore ma per lussuria;
• Si dice che i neri siano sessualmente superiori a tutte le altre specie maschili. Guarda i loro peni. La dimensione media dell'erezione di un pene bianco è di 5,6 pollici mentre la dimensione media dell'erezione di un pene nero è di 8 pollici e molto più spessa. “Whoa, sto andando avanti e avanti” disse Lisa “Sembro dipendente dal cazzo nero. Fammi pensare cos'altro?
• “Oh sì, il contrasto del colore della pelle. Quel velluto nero setoso in netto contrasto con il mio bianco giallastro” “Guardare quel grosso pene nero invadere le mie pallide cosce bianche. Mi sto bagnando al pensiero e all'anticipazione.
Lisa era seduta a gambe incrociate sul divano sorseggiando il suo vino e rimuginando i fantasiosi benefici di un grosso cazzo nero. La sua fica era divaricata, le sue labbra erano diventate pronunciate e gonfie, luccicanti alla luce con i suoi succhi fluenti. Avevo guardato affascinato mentre la pozza scura dei succhi di lussuria di mia moglie aveva creato una macchia scura sempre più ampia sul rivestimento del divano. La luce era semplicemente perfetta, i suoi succhi fluivano. Dovevo fare una foto ravvicinata di questo obiettivo prima dell'orgia. Clic.
Fu a questo punto che udimmo i suoni lontani dei tamburi provenire dalla valle sotto la capanna.
“I tuoi amanti del lungo schlong stanno arrivando” dissi “Ascolta i tamburi si stanno avvicinando.
Smontando il suo sarong trasparente, Lisa mi ha chiesto di oliare rapidamente tutto il suo corpo. Mi ha passato il flacone di olio per bambini. Questo era un altro compito che amavo, quindi ho applicato l'olio strofinandolo generosamente sul suo corpo bianco abbronzato. Dato che sapevo che le sue splendide tette e capezzoli, così come la sua fica, avrebbero fatto gli straordinari stasera, ho prestato particolare attenzione a queste aree che torcevano i capezzoli per garantire una profonda penetrazione dell'olio. (Almeno l'olio potrebbe penetrare in profondità su Lisa).
"Vorrei che tu oliassi anche il mio ano" disse. "Affondi il tuo dito indice più in profondità che puoi nel mio culo."
“Non ti lascerai inculare da quegli enormi grossi cazzi neri, vero? Ti faranno a pezzi! Voglio dire, non mi hai mai permesso di fotterti nel culo.
“Fai come ti dico! Ora spingi il dito dentro e fallo scorrere dentro e fuori. Si Così. Uhmm... è così bello. Il mio piano, marito mio mal dotato, è di permetterti di infilare il tuo piccolo e sottile cazzo bianco nel mio culo mentre un grosso e grosso cazzo nero mi sta fottendo a morte la fica. In questo modo potrai sentire le sensazioni dello spessore e della profondità che quel cazzo nero mi sta invadendo dentro. Il suo cazzo si strofinerà contro il tuo e potrai condividere il mio piacere.
Con quella dichiarazione ho aumentato il mio dito cazzo della fica di mia moglie e il mio cazzo di quattro pollici è venuto da solo.
I tamburi erano vicini ora e abbiamo sentito il canto e il canto. Sembrava che un intero impi venisse a scopare mia moglie.
Lisa si rimise il pareo trasparente, su cui aumentò la sua sessualità.
Ci trasferimmo sulla veranda della baita. Era una notte di luna piena e il prato davanti a casa era illuminato da una brillante luce lunare.
“Aiutami a portare questo divano letto dalla veranda al centro del prato. Se stanotte andrò al centro della fottuta attenzione, allora ho bisogno di un po' di conforto per resistere” disse Lisa
Abbiamo posizionato strategicamente il divano letto al centro del prato, al chiaro di luna. Per me era come un altare sessuale erotico, offrire la mia moglie bianca e randy da sacrificare a un grosso cazzo nero primitivo. Il palcoscenico era pronto, l'atmosfera era pronta. Che la dissolutezza abbia inizio.
I tamburi tuonavano dietro di me. Gli Swazi erano sul prato.
Lisa afferrò la bottiglia di vino e portandola alle labbra finì il contenuto. Asciugandosi le labbra con il braccio disse: "Ora facciamo un ingresso grandioso". Uscimmo dalla porta principale della cabina, io nuda, anche se per il papillon di nastro rosso intorno al collo e il grazioso fiocco rosso attorno al mio flaccido cazzo bianco. Lisa era alta nei suoi tacchi a piattaforma che spingevano in avanti la sua regione pelvica in modo invitante. I tacchi la facevano stare in piedi 5 piedi e 9 pollici, alta e statuaria. Il suo sarong trasparente drappeggiato sul suo corpo oliato non le dava alcun senso di modestia ma accentuava la sua nudità. Al collo le pendevano le tre collane di perline di legno trofeo che si era guadagnata quel pomeriggio dai suoi giovani stronzi dello Swazi. Pendevano e oscillavano nella sua ampia scollatura, portando l'attenzione sui suoi magnifici seni a coppa 38C, quello sinistro esposto il destro sotto la copertura del pareo. Un sito stimolante per qualsiasi uomo dal sangue rosso, bianco o nero che sia.
Mentre ci trovavamo in cima ai gradini della veranda, un silenzio calò sui nostri visitatori. Spinta dalla lussuria o dal vino o da entrambi, Lisa fece una mossa drammatica per disfare e lasciare cadere il pareo. Un sussulto di ammirazione si levò dalla folla di visitatori neri. Lisa aveva messo in mostra, a tutti, il suo corpo bianco alto, nudo, oliato che dava il messaggio “sono pronta per essere fottuta” Click
Non c'era traccia del batterista; deve essere nascosto nella boscaglia fuori dalla vista. Sul prato davanti alla capanna c'erano i tre ragazzi Swazi del "pomeriggio", completamente nudi a parte le collane di perline che Lisa aveva regalato loro. Alla loro sinistra c'erano tre uomini Swazi, alti e maturi, dall'aspetto regale, con copricapi decorati con piume. Tenevano scudi tradizionali di pelle di bue alti e larghi che coprivano i loro torsi e le loro offerte di virilità. Ero divertito dal fatto che gli scudi di pelle di bue fossero di bovini bianchi e neri, ritenuti molto appropriati per l'intrattenimento serale. Clic
Il più alto dei ragazzi, che parlava un inglese perfetto, fece cenno di fare un discorso. «Ci ​​ha ringraziato per averli invitati alla capanna stasera. Mi ha ringraziato per aver permesso a lui e ai suoi due amici di scoparsi mia moglie quel pomeriggio. Dissero che era molto speciale dato che era la prima donna bianca che avessero mai scopato e stavano cercando di far godere di nuovo la mia bellissima moglie bianca stasera. Quando hanno visto quanto era piccolo il mio cazzo bianco, come tutti possiamo vedere qui ora, hanno compreso appieno il bisogno di mia moglie di sperimentare con cazzi più grandi che loro come Swazi neri potevano offrire. A questo proposito avevano accuratamente selezionato tra gli uomini di 30 anni della tribù per assicurarsi di acquistare offerte di pene per lei che erano molto più grandi di quanto avevano da offrire. Sperava che a lei sarebbero piaciuti questi uomini grandi e che anche a me sarebbe piaciuto guardare mia moglie bianca nuda che veniva scopata ripetutamente da uomini di colore ben dotati.
Stava diventando un po' prolisso. In piedi nuda in cima ai gradini, Lisa si stava bagnando eccezionalmente sotto e le sue cosce luccicavano al chiaro di luna. L'oratore ha insistito.
“Come regalo di ringraziamento all'uomo bianco, abbiamo comprato con noi tre giovani ragazze Swazi con cui giocare e con loro per giocare con te. Non devi essere sorpreso se le nostre ragazze ridacchiano o sono divertite dal tuo piccolissimo cazzo bianco perché non hanno mai visto un uomo bianco nudo prima, figuriamoci un pene bianco.
Con questo fischiò e tre giovani ragazze Swazi timide e nude apparvero dall'oscurità e furono spinte verso di me. Scesi i gradini e andai verso il mio generoso trio regalo nero. A parte un filo di perline multicolori intorno al collo e una cravatta di perline intorno alla vita, erano completamente nudi. La loro pelle era di un marrone chiaro uniforme; l'unica ragazza aveva il seno conico e sodo che sporgeva. Anche i suoi capezzoli erano conici allargati e quasi pesanti in alto, ma molto deliziosi. L'altra ragazza aveva tette rotonde a mezzo emisfero con capezzoli color cioccolato fondente. Il più succhiabile. La terza ragazza aveva enormi tette nere/marroni che erano pendenti. Immagino che potrebbe facilmente scopare un cazzo tra quei seni enormi. Quello era se avevi un cazzo abbastanza grande da starci. Da vicino nessuno di loro aveva le guarnizioni di un profumo occidentale, solo il naturale odore di muffa che si aggiungeva all'esotico. Semmai le loro pelli marroni sembravano opache e prive di lucentezza. Ho deciso di scattare alcune foto prima e dopo e ho cliccato su ciascuna di esse. Clic, Clic Clic

Storie simili

Il Progetto Zethriel (Capitoli Cinque - Sei)

---(Cinque)--- Quando Keria Shadoweye si svegliò, era sera. L'ultima luce del giorno stava filtrando attraverso le tende blu scuro, proiettando un bagliore torbido sulla stanza. Devono aver dormito per molto tempo, pensò. Sotto di lei, Zethriel dormiva pacificamente con il suo cazzo duro come una roccia di nuovo dentro la fica di Keria. Alzò la testa dalla sua spalla per guardarlo dormire. A cavallo di lui com'era, il suo cazzo la riempì di soddisfazione e il suo corpo era così caldo sotto di lei mentre il petto di Zethriel si alzava e si abbassava con il suo respiro. Non riusciva a...

1.8K I più visti

Likes 0

Chat room: una vendetta malvagia della fidanzata

Torni a casa dopo una lunga giornata di lavoro; ti togli il cappotto e vai in cucina per una birra. Quando apri la porta del frigorifero, la tua ragazza si avvicina da dietro, coprendoti gli occhi con una benda. Lo lega stretto essendo un po 'ruvido Ho un osso da scegliere con te !! ti scatta contro. 'Ma che...?! Chiedi, alzando la mano per scoprirti gli occhi. Ti dà uno schiaffo sul dorso della mano e ti afferra il polso tirandoti fuori dalla cucina. Essendo bendato sei disorientato e perdi l'equilibrio, quasi inciampando mentre ti trascina su per le scale. La...

1.5K I più visti

Likes 0

THE FREAK - Parte 4 di 5

>>>>>>Entrammo in Massachusetts Avenue e trovammo un posto per parcheggiare a circa un isolato di distanza vicino a Harvard Yard, il nome dato al campus principale. Erano appena passate le dieci. La signora Atkins aveva detto di venire a qualsiasi ora, quindi siamo andati insieme all'ufficio ammissioni, trovandola alla sua scrivania. Presentai Barbara e prendemmo posto. La prima cosa che ho fatto è stata passare la cartella delle fotografie attraverso la scrivania. “Avevo chiesto a Barbara di sposarmi il venerdì sera precedente, il venerdì prima della domenica delle Palme. Ha indossato il suo anello di fidanzamento a scuola lunedì e...

1.5K I più visti

Likes 0

IHNC 8.5 - Vacanze

Non avevo scelta 8.5 - Vacanze (Questo capitolo è dal punto di vista di Rachel Font, la moglie di Ed.) Le cose vanno alla grande! Al giorno d'oggi ero preoccupato per tutti i discorsi sulla depressione postpartum, ma tra il mio amorevole marito Ed e la mia nuova migliore ragazza Judy, ero in cima al mondo. Le cose erano state un po' difficili prima della nascita delle mie bellissime gemelle, ma ora non c'è più niente di cui preoccuparsi. Ed ha lavorato così duramente ultimamente, rimanendo fino a tardi a scuola a volte a valutare i test in modo da non...

1.5K I più visti

Likes 0

Aprile - Parte II

Grazie a tutti per i bei commenti e le valutazioni generalmente positive. Mi scuso che la parte 2 abbia impiegato così tanto tempo, ma volevo assicurarmi che fosse il migliore possibile prima di pubblicarla. Spero che questa parte vi piaccia, e cercate una parte 3 nelle prossime settimane. Per favore continua a valutare e commentare, e se non ti piacciono gli elementi del mio racconto, per favore fammi sapere nei commenti come pensi che potrei migliorare. Rob e April giacevano nel letto di April, persi nei propri pensieri post-coito. Si erano assicurati l'un l'altro che questa sarebbe stata una relazione senza...

1.5K I più visti

Likes 0

Rossa focosa

Il mio nome è Rachel. Ho 35 anni, 5'7 , 135 libbre, capelli rossi che mi superano le spalle, occhi azzurri, lentiggini, pelle bianca pallida (mi dispiace che le rosse non si abbronzino). Indosso un reggiseno taglia 36DD con bei capezzoli grandi ( è impossibile nasconderli) e tengo il mio cespuglio rosso curato e curato. Sean è il mio migliore amico, facciamo quasi tutto insieme. Siamo amici da anni e non è mai successo niente di sessuale tra di noi. Così quando abbiamo deciso di fare un viaggio a Las Vegas per festeggiare il mio divorzio, non ci ho pensato. solo...

1.4K I più visti

Likes 0

Kelly - parte 2

Ero scioccata. Nel giro di pochi minuti, il mio migliore amico Kevin era diventato Kelly. Kevin era un ragazzo snello, con morbidi occhi castani, capelli castani di media lunghezza che pettinava in tipico stile emo/hipster. Kelly era adorabile. Era ben rasata sotto i vestiti, indossava mutandine di pizzo nere. Aveva persino una parvenza di curve. Sotto i vestiti larghi di Kevin, nascosta, c'era una figura deliziosa. Kelly era in piedi di fronte a me, sorridendomi. Spostò il peso su uno dei fianchi e mise le mani lungo i fianchi. Allora? Come sto? Non potevo iniziare a descrivere. Potevo ancora vedere Kevin...

1.4K I più visti

Likes 0

La vita di Jen - Capitolo sei - Parte prima

La vita di Jen – Capitolo 6 – Parte prima Varie cose mi restano in mente e le mie vacanze annuali di solito erano piene di eventi. Un anno i miei genitori decisero di affittare una villa a Corfù per 2 settimane e mio nonno e mio zio furono invitati. Sull'aereo dovevo sedermi tra mio nonno e mio zio, ei miei genitori si sedevano dall'altra parte. Mio nonno mi ha messo il cappotto in grembo e ha spinto rapidamente la mia gonna da parte, tirandomi da parte le mutandine e spingendo un dito dritto dentro di me, ho sussultato forte mentre...

1.4K I più visti

Likes 0

Una nuova padrona 7

Natasha mi ha infilato la lingua nell'orecchio e mi ha sussurrato: Ci divertiremo un sacco, un sacco di divertimento tesoro... La bambina della mamma si è sporcata il culo? Nessuna padrona... mamma! Ho sussurrato. Ho urlato mentre qualcuno schiaffeggiava il mio cazzo duro. Rimbalzava come un metronomo pungente. Sì! Mi sono lamentato: Sì! Il mio culo è sporco mamma…” Sorrise e mi coprì gli occhi con una benda. Ho sentito qualcuno sedersi sul mio petto e ho pensato di sentire l'odore della figa eccitata. Natasha mi tubò nell'orecchio: Conosci quell'odore? Mi sono reso conto che non avevo cazzo e palle in...

1.4K I più visti

Likes 0

La strega_(0)

La strega Di Gail Holmes Renee non si era mai fidata della vecchia, non sapendo mai cosa stava combinando, una strega più malvagia che probabilmente non avresti potuto chiedere, le piaceva ogni forma di Magia Nera. Aveva sentito parlare dei suoi poteri da altre persone, che le dicevano di non incrociare mai la vecchia. Il problema era che sembrava che l'avesse fatto, e non c'era modo di fare ammenda. Renee e suo marito erano una coppia adorabile, amichevole con tutti, è solo che la vecchia si era offesa per qualcosa che era stato detto. Stan, suo marito era via per la...

1.3K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.